Primavera Torino, prova di maturità: a Bologna per diventare grandi

Primavera Torino, prova di maturità: a Bologna per diventare grandi

Giovanili / Sfida abbordabile ma delicata per i ragazzi di Coppitelli, in vista di una corsa playoff sempre più serrata

di Nikhil Jha, @nikhiljha13

BOLOGNA-TORINO

milantoro_primavera_25

Ora, il Torino Primavera deve dimostrare di essere una grande squadra; perché è facile dare il 100% quando dall’altra parte della barricata ci sono Milan (magari con una Coppa Italia di categoria in palio) o Inter, ma lo è meno quando si deve affrontare il Bologna, in trasferta, in una sfida che concede gli annosi favori del pronostico ai granata, chiamati a non sbagliare contro una squadra come quella felsinea, penultima e perciò  invischiata a pieno titolo nella lotta per non retrocedere.

Il momento del Toro è magico: dopo i due successi contro le avversarie di cui sopra, ora D’Alena e compagni viaggiano sulle ali dell’entusiasmo, ma dovranno preoccuparsi di ogni insidia. Perché già all’andata il Bologna, sul terreno innevato del Filadelfia, si rivelò un’avversaria tosta: soltanto una magia di Millico (corsa a rientrare e arcobaleno sul secondo palo) portò i tre punti ai granata.

L’attaccante classe 2000 è il primo della consueta lunga lista di assenti: insieme a lui Buongiorno – ancora in convalescenza dopo la sublussazione del gomito – Oukhadda (impegnato con il Marocco Under 20) e Rauti (tornato acciaccato dall’Italia Under 18). Rispetto alla partita vinta contro l’Inter non dovrebbe cambiare moltissimo, con D’Alena dovrebbe riprendersi il posto in mezzo al campo dopo la buona partita (con gol) di Celeghin.

La probabile formazione

Torino (4-3-1-2): Coppola; Gilli, Ferigra, Bianchi E., Fiordaliso; Adopod, D’Alena, De Angelis; Kone; Butic, F. Bianchi. Allenatore: Coppitelli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy