Primavera, Torino-Roma 0-1: stavolta a Grugliasco esultano i giallorossi

Primavera, Torino-Roma 0-1: stavolta a Grugliasco esultano i giallorossi

Al 90′ / Una rete di Coly lancia i giallorossi, che si prendono la loro rivincita della semifinale di Coppa Italia

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Recupero di campionato amaro per il Torino Primavera. A Grugliasco – ancora una volta lontano dal Filadelfia, utilizzato dalla prima squadra – i ragazzi di Coppitelli cadono sotto i colpi della Roma. Il risultato finale di 0-1 premia i giallorossi di De Rossi, autori di una prova superiore che permette loro di cogliere la rivincita dopo che su questo stesso campo, una settimana fa, avevano ceduto il passo ai granata nella semifinale di Coppa Italia.

Il terzo incontro in tre settimane tra granata e giallorossi inizia con un primo tempo bloccato. Coppitelli disegna un 4-3-3 che si tramuta in 4-2-4 grazie al movimento di Kone, che però non è in una grande giornata. Le squadre sono molto accorte: la posta in palio è alta e la prima attenzione va al non concedere spazi agli avversari. E’ il Toro, però, ad avere le occasioni migliori. Al 29′ un bel cross teso di Butic è ben indirizzato per Millico, che però manca la deviazione di prima. Al 34′ il primo guizzo di Rauti, che pesca bene Bianchi sugli sviluppi di una palla inattiva: il piattone di prima intenzione del centrale ex Empoli fa la barba al palo. Al 45′ si arriva sullo 0-0.

P1400882

In avvio di ripresa il primo cambio del Toro: Kone resta negli spogliatoi, al suo posto c’è l’ex romanista De Angelis, riscattato il 31 gennaio dal Torino. E’ la Roma, però, a spingere sull’acceleratore: i ragazzi di De Rossi mettono alle strette il Toro e sfiorano due volte il gol, prima con una staffilata di Besujen (ottima parata di Coppola) e poi con un’incornata di Sdaigui, che finisce a lato di pochissimo. Da parte del Toro, solo un bello spunto di Millico, che va via a Kastrati e mette in mezzo un traversone pericolosissimo su cui Ciavattini fa buona guardia. Coppitelli vede i suoi in sofferenza e corre ai ripari: fuori un Rauti oggi inconsistente per Celeghin, un centrocampista. La pressione della Roma continua, il Toro raramente riesce a uscire nè tantomeno a mettere un uomo davanti alla porta. Il conto dei corner (14-1 per i giallorossi) la dice lunga. La Roma mette in campo tutta la sua qualità e produce un forcing che dà i suoi frutti al 40′, quando su un cross spiovente in area il primo ad arrivare sulla palla è Coly, che insacca di testa. Oltre al danno, la beffa: De Angelis è vittima di un altro infortunio muscolare e deve lasciare i suoi in dieci, essendo terminati i cambi (poco prima del gol era entrato Flavio Bianchi per Butic).

Buongiorno prova a spostarsi centravanti. Il Toro attacca alla disperata: pallone per Bianchi, che si accentra e prova il sinistro: palo pieno. Sulla ribattuta c’è Buongiorno, ma Greco si supera e caccia la palla via dalla porta rialzandosi in un battibaleno e producendosi in un miracolo sensazionale. Prima della fine, è ancora la Roma a rendersi pericolosa in contropiede. Dopo i tre di recupero, Pasciutta di Agrigento fischia la fine: è vendetta giallorossa, mentre il Toro accusa il primo stop in campionato del 2018. In classifica i granata restano sesti e vedono la Roma, terza, scappare a otto punti.

PRIMAVERA, TORINO-ROMA 0-1

Marcatore: 40′ st Coly

Torino (4-4-2): Coppola; Gilli, Bianchi E., Buongiorno, Fiordaliso; Rauti (dal 20′ st Celeghin) , D’Alena, Oukhadda, Kone; Butic (dal 36′ st Bianchi  F.), Millico. A disposizione: Gemello, Capone, Ferigra, Filinsky, Samaké, Panaioli, Ruggiero, Borello, Zanellati, De Angelis. Allenatore: Coppitelli.

Roma (4-3-3): Greco; Kastrati, Ciavattini, Cargnelutti, Valeau; Bouah, Sdaigui (dal 34′ st Masangu), Marcucci, Riccardi, Besuijen; Celar (dal 20′ st Coly).  A disposizione: Pagliarini, Diallo Ba, Semeraro, Trusescu, Pezzella, Petrugnaro, D’Orazio, Cangiano, Borg. Allenatore: De Rossi.

Arbitro: Pasciutti (Agrigento). Assistenti: Zambelli (Finale Emilia) e Martinelli (Seregno).

Ammoniti: 33′ Marcucci (R), 7′ st Sdaigui (R), 8′ st De Angelis (R), 23′ st E. Bianchi (T), 38′ st Celeghin (T)

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pingback: URL

  2. tric - 4 mesi fa

    Ci hanno surclassato, ma senza l’idea balzana di cambiare Butic non saremmo rimati in 10 e non l’avremmo persa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy