Primavera / Torino-Sassuolo 2-2, Coppitelli: “Oggi si è visto lo spirito da Toro”

Primavera / Torino-Sassuolo 2-2, Coppitelli: “Oggi si è visto lo spirito da Toro”

Le parole del tecnico granata a fine partita

Al termine del tra Torino e Sassuolo terminato 2-2 (qui il commento) , ecco le parole di Federico Coppitelli ai microfoni di Torino Channel: “Tre partite di questo spessore in una settimana sono difficili da gestiree in una Primavera. Oggi, contro un giocatore come Mota Carvalho non dovevamo dare quegli spazi, ma bisogna fare i complimenti anche a loro perché sono una squadra forte difficile da affrontare. Abbiamo meritato comunque il pari, siamo più che contenti. Negli ultimi 10’ abbiamo provato anche a spingere in avanti Buongiorno, che ha costruito da solo diverse occasioni. Che cosa ho detto nell’intervallo? Non eravamo partiti male, loro sono andati in vantaggio senza quasi tirare. Non era semplice, non mi è piaciuta la seconda parte del primo tempo. Ai ragazzi ho detto che per prima cosa era importante non prendere il terzo. Abbiamo pagato le transizioni”.

LEGGI: Primavera, le pagelle di Torino-Sassuolo 2-2: D’Alena e Millico cambiano la partita

Ancora Coppitelli sul rigorista e sul futuro: “E’ D’Alena, ma oggi aveva preso una botta e non se la sentiva, e allora ci è andato Millico che è comunque un ottimo rigorista. Futuro? Questo è un campionato dove non sai mai contro chi vai a giocare. Io faccio in modo che la mia rosa sia sempre tutta coinvolta. Noi dobbiamo fare la nostra prestazione, oggi si è visto lo spirito da Toro. E nel futuro ci dovremo confrontare contro altre squadre forti e dovremo mantenerlo”

WhatsApp Image 2018-02-03 at 15.56.16

Poi il mister ha continuato ai nostri microfoni:Partita cambiata con Millico e D’Alena? Come detto non mi ha soddisfatto la seconda parte del primo tempo. Al primo tiro in porta abbiamo preso gol. Noi un po’ sulle gambe. Potevamo essere più maturi in quella fase. Però devo fare i complimenti ai ragazzi per la reazione. Nel momento della sofferenza è difficile gestire tre partite in una settimana. E’ dura contro una squadra forte come il Sassuolo, che adesso farà i punti che non ha fatto prima. E poi hanno un giocatore come Mota Carvalho che sposta gli equilibri”.

Sulla prossima partita: “Quello che mi consola che anche gli altri saranno stanchi come noi. Con la Roma sarà l’ennesima partita difficile. Mi piace il fatto di levare questa partita da recuperare, che poi se vinciamo magari siamo anche terzi… Poi ci sarà da preparare già il Verona. Se non si hanno spirito e identità anche morale, si fanno pochi punti. Mercoledì scorso abbiamo preso un gol poco furbo, dobbiamo migliorare anche in questo. Se vedi che ci sono giocatori nella Roma come Riccardi e nel Sassuolo come Mota Carvalho, devi fermarli prima. Mota è un attaccante da Serie B, ogni volta che ha un palla in area è ovvio che fa gol. Ma dobbiamo abituarci a questo fatto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy