Torino, i volti nuovi della Primavera: Onişa, un combattente in cabina di regia

Torino, i volti nuovi della Primavera: Onişa, un combattente in cabina di regia

Giovanili / Il rumeno classe 2000 arriva dalla Virtus Entella per essere l’erede di D’Alena: mancino raffinato, si distingue anche per la sua grinta

di Federico Bosio, @fedebosio19

È cominciata una nuova stagione, ed anche per la formazione Primavera l’esordio in competizioni ufficiali è ormai alle porte (sabato 15 alle 15 a Palermo, per i granata). Come è normale che sia la categoria vive di annate nelle quali la maggior parte dell’organico viene confermato in blocco, e di altre in cui si rende invece evidentemente necessaria una piccola rivoluzione, in base alla carta d’identità dei giocatori che ne fanno parte. Come è cambiata quindi la rosa a disposizione di Federico Coppitelli? Nel corso dell’estate il Torino è stato attivissimo anche per quel che riguarda il settore giovanile, registrando gli arrivi di ben dodici pedine. Andiamo a conoscere da vicino i nuovi acquisti e in questo percorso cominciamo con Mihael Onişa.

Classe 2000, rumeno, il giocatore è approdato in granata a inizio agosto con un compito affatto semplice: quello di rimpiazzare – per il momento sul terreno di gioco, sarà poi lo spogliatoio ad emettere i suoi stessi verdetti – un elemento cruciale per il gioco di Coppitelli come Antonio D’Alena; l’ex capitano ha infatti compiuto il grande salto verso il calcio professionistico con un prestito al Renate. Il giovane originario di Timisoara è dunque arrivato dalla Virtus Entella con la formula del prestito con diritto di riscatto, proprio per esserne l’erede designato. Ed il tecnico granata l’ha finora utilizzato infatti come perno centrale di centrocampo di fronte alla difesa. Onişa, 183 centimetri, nasce come vero e proprio regista dotato di un mancino raffinato ma abbina a queste geometrie anche una notevole qualità e quantità fisica: buon profilo in fase di interdizione, è anche un elemento grintoso che – in mediana – conviene sempre avere.

Dopo aver svolto tutta la trafila delle giovanili nel Timisoara, è stato scoperto dall’attuale agente Acri nel 2015 presso il centro di Eccellenza in Romania e l’anno successivo si è trasferito per l’appunto all’Entella, che con un blitz riuscì a superare la concorrenza di Inter, Atalanta e Fiorentina: l’interesse già manifestato in passato da formazioni di questo calibro vale già un buon biglietto da visita per il centrocampista. Che al Torino, approda dopo due stagioni da protagonista in Liguria nelle quali come sottoleva ha collezionato anche 24 presenze tra campionato Primavera 2, Coppa Italia e Torneo di Viareggio. Mihael Onişa, uno spirito combattente in cabina di regia per Coppitelli e i suoi ragazzi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy