Torino-Juventus 2-2: l’attacco convince, ma serve più attenzione dietro

Torino-Juventus 2-2: l’attacco convince, ma serve più attenzione dietro

All’intervallo / Al Fila è derby vero: il Toro rimonta lo svantaggio iniziale, poi subisce il pareggio

di Marco Parella

Il derby è sempre il derby, anche all’ora di pranzo. Al Filadelfia il Toro di mister Coppitelli vuole “vendicare” la beffa subita per mano dei bianconeri al “Mamma Cairo”. Difesa granata con la coppia di fuoriquota Ferigra-Capone, davanti i gioiellini Millico e Rauti.

Il Torino inizia con buona intensità, ma al 5′ va sotto: punizione dalla destra dopo un fallo di Samake, a centro area svetta Petrelli più in alto di tutti e la insacca alle spalle di Gemello. Doccia fredda. Kone prova subito a reagire con un bel cross per Rauti, alzato di testa all’ultimo da un difensore, poi è di nuovo Juve. Su calcio d’angolo la palla rimane in area, Capellini se la ritrova tra i piedi e calcia di destro, Gemello salva tutto con un gran riflesso.

Al 18esimo Gemello sfodera un’altra parata clamorosa sulla botta da dentro l’area di Portanova: palla tolta dall’incrocio a manona aperta e applausi da tutto il Fila. Sul ribaltamento di fronte Adopo si libera della marcatura a centrocampo e arrivato ai 15 metri prova il destro, ma la difesa fa muro. Tre minuti più tardi De Angelis guadagna un calcio di rigore per una trattenuta al limite. Si incarica della battuta Vincenzo Millico che fredda il portiere Loria piazzando la palla a fil di palo sinistro. Poi, in rapida successione, destro a incrociare di Rauti disinnescato a terra da Loria e numero di gran classe di Adopo a centrocampo che esalta i tifosi. Il Toro si è ripreso.

Ancora granata in avanti con Millico che cerca spazio al limite dell’area e poi impegna il portiere con una conclusione troppo centrale per fare paura. Al 27esimo azione fotocopia di Millico, ancora buona la preparazione, ma troppo debole il tiro, ma non c’è nemmeno il tempo di rammaricarsi perchè Kone mette dentro un pallone con i contagiri per l’accorrente Rauti che buca Loria. Rimonta completata. Quando la Juve riprende il gioco però il tempo si ferma: Petrelli prova a sorprendere Gemello direttamente dal cerchio di centrocampo. Il portiere del Toro stava ancora rientrando in porta dopo l’esultanza, ma per sua fortuna la palla sfila a pochi centimetri dall’incrocio.

Al 35esimo il tridente offensivo del Toro colleziona un’altra grande opportunità: Kone serve sulla corsa Rauti che va fino in fondo, alza la testa e prova a imbeccare Millico che arriva però una frazione di secondo troppo tardi. Pochi istanti più tardi la Juve impatta il punteggio con Portanova che porta a spasso Ferigra e chiude rasoterra sul palo. Niente da fare per Gemello e due a due. Coppitelli sostituisce Samake con Ambrogio. Quando mancano tre minuti all’intervallo è ancora un attivissimo Millico a provarci dal vertice sinistro dell’area, nessun problema per Loria. Qualche patema in più per Gemello che vede una conclusione deviata di Fagioli scavalcarlo e sbattere sul palo interno. La sfera percorre tutta la linea di porta, prima che Moreno sbagli clamorosamente il tap-in spedendo alto.

Al 45esimo è due a due, partita vera e combattuta, ma serve più attenzione in difesa per non sprecare il gran lavoro fatto dalla cintola in su.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy