Torino Primavera: a Livorno va mantenuto il ritmo play-off

Torino Primavera: a Livorno va mantenuto il ritmo play-off

Primavera, 18° giornata: la presentazione / In casa dei labronici penultimi i granata di Longo vogliono un solo risultato. Conferma per il tridente Edera-Tobaldo-Candellone?

In campo oggi la Primavera, del Torino, per la nuova tappa della corsa il cui traguardo è la qualificazione ai play-off Final Eight. I granata di Longo saranno oggi di scena a Livorno, sul campo della penultima in classifica. L’obiettivo, ovviamente, è portare a casa la piena posta in palio, contro una squadra sulla carta alla portata dei granata.

UNITI VERSO UN OBIETTIVO – Attenzione, però: perchè i labronici arrivano da una vittoria importante, in casa dello Spezia (1-2). Inoltre, i ragazzi di Longo hanno già palesato, quest’anno, qualche difficoltà in trasferta, sui campi di squadre contro cui si scendeva in campo da favoriti come Novara e Trapani. Il Torino attuale, però, sembra cresciuto: la sconfitta bruciante nel derby in casa della Juventus (subita per un goal al minuto 89 contro una squadra che sta facendo il vuoto nel Girone A ed è anche in finale in Coppa Italia) ha visto reagire i granata, che si sono guardati in faccia, si sono ricompattati e uniti verso l’obiettivo dei play-off e hanno messo insieme sei punti contro Spezia e Pro Vercelli.

Auriletto, Torino, Primavera
Auriletto (1998) difensore del Torino Primavera

MANTOVANI OUT – In casa del Livorno, Longo dovrà – salvo sorprese – fare ancora a meno di capitan Mantovani, vittima di una distorsione alla caviglia, riproponendo la coppia Auriletto-Friedenlieb per contenere l’attaccante più temibile dei toscani, il classe 1998 Alberto Testa, autore sin qui di cinque reti in campionato. Per il resto ci si aspetta la conferma per l’attacco formato da Edera, Tobaldo e Candellone, supportato da Federico Zenuni; anche se resta forte la candidatura del centravanti classe 1996 Andrea Compagno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy