Torino Primavera: partita ad armi pari per 50′ contro l’Alessandria

Torino Primavera: partita ad armi pari per 50′ contro l’Alessandria

Amichevole: Torino Primavera – Alessandria 0-3 / Buona gara contro avversari più esperti. I grigi vincono solo nella ripresa

Finisce con una sconfitta la quinta uscita stagionale del Torino Primavera di Moreno Longo. Sotto gli occhi dei vertici del Torino – erano infatti presenti il Presidente Cairo, il Direttore Sportivo Petrachi e il Direttore Generale Comi, oltre al capo del vivaio Massimo Bava – l’Alessandria di Beppe Scienza, un ex allenatore della Primavera granata, ha vinto per 3-0 in quel di Cantalupa, trovando tutte le reti nella ripresa dopo un primo tempo assolutamente equilibrato.

Longo ha schierato quella che ormai è la formazione-tipo, con Zaccagno tra i pali; Stanghellini, Novello, Friedenlieb e Procopio in difesa; Osei e Tindo a centrocampo; Edera, Martino, Debeljuh e Zenuni davanti. Un undici che ha retto bene l’urto contro un’Alessandria di buon livello, dall’età media molto più elevata e destinata a lottare per la promozione in Serie B ( e che vedeva al suo interno, tra gli altri, le vecchie conoscenze granata Massimo Loviso e Antimo Iunco) per i primi 50 minuti, in cui Zaccagno è stato chiamato a compiere due sole vere parate. Anzi, i granata hanno avuto due-tre situazioni offensive sfruttate non al meglio (come un tiro di Debeluh al 16′) che avrebbero potuto regalare il vantaggio. Nella ripresa, nei granata è subentrata un po’ di stanchezza e l’Alessandria – totalmente rivoluzionata da Scienza, e questo ha influito parecchio – ha trovato le reti che hanno deciso la partita.

È stato l’attaccante scuola Inter Bocalon a sbloccare il risultato intorno al 5′ con un sinistro incrociato da fuori area. Lo stesso Bocalon ha poi trovato il raddoppio al 24′, eludendo Friedenlieb e insaccando davanti a Zaccagno; i granata hanno accusato il colpo e un minuto dopo hanno subito la terza rete firmata da Casula. Intorno a un quarto d’ora dalla fine Longo ha poi cambiato tutta la formazione, dando spazio alle seconde linee. Si sapeva che questo sarebbe stato un test molto probante; le indicazioni che Longo ha potuto trarre sono comunque positive, perché la squadra ha retto bene il campo contro avversari con molta più esperienza e abituati ad altri ritmi.

Da segnalare l’infortunio occorso a Debeljuh nel primo tempo: l’Alessandria non ha lesinato gli interventi duri e il croato ne ha subito le conseguenze, riportando un trauma che lo ha costretto all’uscita anticipata. Prossimo appuntamento in programma per domani, quando a conclusione del ritiro di Cantalupa la Primavera granata sarà ospite del Pinerolo allo Stadio “Barbieri” per un’altra gara amichevole.

TORINO PRIMAVERA – ALESSANDRIA 0-3
Marcatori: st 5′, 25′ Bocalon, 26′ Casula

TORINO (4-2-4): Zaccagno (st 32′ Cucchietti); Stanghellini (st 32′ Carissoni), Novello (st 32′ Auriletto), Friedenlieb (st 32′ Benassi), Procopio (st 32′ Origlio); Tindo (st 32′ Segre), Osei (st 32′ Piccoli); Edera (st 32′ Candellone), Debeljuh (pt 25′ Bortoluz), Martino (st 32′ Gjuci), Zenuni (st 32′ Bortoletti). Allenatore: Moreno Longo

ALESSANDRIA primo tempo: Nordi, Sosa, Manfrin, Loviso, Moreno, Sirri, Boniperti, Mezavilla, Marconi, Branca, Fischnaller.

ALESSANDRIA secondo tempo: Vannucchi, Spighi, Sabato, Zemide, Picone, Benech, Marras, Nicco, Bocalon, Iunco, Casula. Allenatore: Giuseppe Scienza

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy