Graziani: “Il Toro non ha avuto coraggio”

Graziani: “Il Toro non ha avuto coraggio”

Esclusiva / L’indimenticabile gemello del gol difende Belotti: “Il Gallo è troppo solo, servono rifornimenti. Scudetto? la Juve rischia”

di Marco Parella
graziani

Uomo e calciatore sanguigno, da lui ci si aspetta sempre la bordata, in campo, come a parole. “Ciccio” Graziani – che ha assistito dal vivo al match di Bergamo, presente allo stadio per la trasmissione “Quelli che il calcio” – va contro corrente e difende il suo erede designato dalle critiche.

Buongiorno Ciccio Graziani. Togliamoci subito il dente: possiamo smetterla di parlare di Europa?
La speranza è l’ultima a morire, per carità, ma come si fa a recuperare un distacco così ampio? Ieri era una partita da non perdere.

Ecco, ieri come hai visto il Toro a Bergamo?
Nei primi 25 minuti non mi era dispiaciuto sul piano del gioco e nel modo di stare in campo. Era partito bene, anche se le occasioni migliori le aveva avute l’Atalanta. Nel secondo tempo sono venuti fuori i padroni di casa e noi ci siamo complicati la vita. Parliamoci chiaro, il Toro ha preso due gol identici ed evitabilissimi. Siamo stati troppo distratti in fase difensiva, se lasci due volte la gente sola dentro l’area è un casino. Nelle altre categorie, magari non ti castigano, ma in A è matematico. Avevamo avuto anche la fortuna di raddrizzare subito la partita, ma dopo poco abbiamo fatto di nuovo lo stesso errore.

 

È mancato qualche ingrediente in particolare?
Il coraggio. Forse bisognava rischiare qualcosa prima. Se quella è la partita della stagione, quelle davanti hanno perso tutte e mancano soltanto cinque domeniche alla fine, perché non fare un 4-3-3 più offensivo? Male che vada perdi, ma parti dal primo minuto con un assetto un po’ spregiudicato. Non me ne voglia Mazzarri, ma ieri per il Toro era come una finale e se devi giocarti una partita da dentro o fuori, devi crearti i presupposti per riaprire quello spiraglio verso l’Europa. Ora invece il campionato è finito.

Atalanta BC v Torino FC - Serie A

Da bomber a bomber, come hai visto Belotti?
Male male. Deve imparare a difendere di più la palla, a fare il centravanti vero. Contro Caldara e Mancini ha faticato tanto. A sua discolpa, dico che non gli arriva mai una palla giocabile. A Bergamo ha giocato sempre spalle alla porta, ha provato qualche fraseggio, ma nulla di più. Se però un attaccante non tira mai in porta, le colpe saranno sue, ma anche di chi non lo serve. Io, Claudio Sala e Pulici eravamo tre che là davanti facevano paura e oggi il Toro non li ha tre così, con tutto il rispetto. Ma noi avevamo anche gente che ci dava dei begli assist. Dzeko a Roma tira in porta dieci volte a partita perché intorno ha compagni che lo servono spesso e bene. Se Belotti venisse supportato, tornerebbe importante. Dal canto suo, deve tenere di più la palla per far salire la squadra e mettersi in condizione di riceve la giocata giusta.

LEGGI ANCHE: Primavera: attento Toro, la Juve prova a soffiarti Bava

Ammesso e non concesso che il Gallo rimanga un’altra stagione al Toro, Mazzarri farebbe bene a costruire la squadra intorno a lui per esaltarlo?
Eccome. Andrea è un bel terminale offensivo, è migliorato molto nel gioco aereo, calcia bene, è forte in acrobazia. Ovviamente deve avere giocatori vicini che lo riforniscano meglio.

Uno di questi è Edera, che si sta affacciando alla Serie A senza timori.
È un giovane molto promettente, ma non pretendiamo subito tutto. Sono le sue prime partite in A. Nell’ultima partita avrei voluto vederlo come seconda punta più vicina a Belotti. Invece ha giocato molto largo sulla fascia e, soprattutto in fase di non possesso, si preoccupava solo della fase difensiva. Non è Iago Falque, ma lasciamolo crescere.

Atalanta BC v Torino FC - Serie A

A fine partita Sirigu sembrava molto indispettito dall’atteggiamento del suo capitano. Mazzarri e Moretti hanno smorzato i toni, tu cosa ne pensi?
Non so cosa gli abbia detto Sirigu, di certo la partita di Belotti non è da sufficienza. Comunque, ripeto, gli esterni devono mettere più palloni in mezzo per lui. Ljajic, Falque e anche Niang sono più portati ad accentrarsi e tirare e va bene così, ma allora una mano al numero 9 può arrivare anche dagli esterni di centrocampo.

Capitolo scudetto. Dopo la vittoria del Napoli allo Stadium, in molti chiedono al Toro e non solo di “scansarsi” nelle prossime sfide ai partenopei. Da sportivo come la pensi?
Quello che ci auguriamo oggi per la Juve potrebbe capitare anche al Toro. Se un domani la Juve tirasse indietro la gamba e giocasse per far vincere un’altra squadra e non far andare il Toro in Europa, io mi incavolerei parecchio. Sarebbe una schifezza. Nel calcio bisogna giocare sempre per vincere, se poi con una tua vittoria fai un favore a qualcuno, pazienza. Il fatto di “scansarsi” è un discorso che posso concepire da parte di un tifoso, ma non da un calciatore, la cui professionalità lo deve portare ad andare in campo per vincere, senza guardare chi ha davanti, torti o vantaggi.

A questo punto vuoi tentare un pronostico per la vittoria del campionato?
La Juve l’ho vista cotta, la più brutta degli ultimi trent’anni. Se non si rigenereranno in poco tempo, l’entusiasmo del Napoli potrebbe favorire i partenopei. Al di là di tutto, però, la Juve ha ancora un punto di vantaggio e il destino nelle loro mani. Si può vincere anche con un soli punto in più, ma l’altra sera il Napoli ha stravinto in tutti i sensi.

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ALESSANDRO 69 - 6 mesi fa

    Ciccio io penso che non è questione di moduli ma di chi va in campo ..non stravedo per Mazzarri ma lo ritengo un tecnico serio e preparato per cui sicuramente ha mandato in campo la migliore formazione possibile con l’unico modulo sostenibile……Evidentemente se L’ Atalanta a questo punto della stagione occupa la 6 posizione sarà mica un caso….????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Esempretoro - 6 mesi fa

    Premetto che Ciccio rappresenta insieme a Pupi e il Poeta il massimo ch’io abbia mai visto e che forse mai più vedrò con la nostra maglia,non sposo la sua tesi;
    a parte che manca la controprova, siamo arrivati a questo scontro con uno zaino di occasioni perdute,molte delle quali condotte anche con doppio vantaggio…ma di che ragioniamo? Secondo me si è dato quello che potevamo in questo momento e con questa formazione,nonché con i problemi di alcuni singoli.La Dea ha fatto di più e meglio,facciamone una ragione.
    Nessuna acrobazia tattica avrebbe migliorato di molto (sempre fosse successo,magari sarebbe andata peggio…),lo sport è così, i momenti no si alternano,basta guardarsi intorno…il Milan che si è fatto battere dal Benevento non è neppure parente del pur non trascendentale avversario incrociato la scorsa settimana. E la Viola? E i ciclisti? Si sta raschiando il barile il un campionato nel quale i punti per andare in EL saranno probabilmente i più bassi di sempre (il Parma fallito chiuse a 58…).
    Questa considerazione racchiude la vera domanda:ci si rende conto che senza qualche gradita sorpresa avremmo potuto farcela sotto fino a fine stagione?
    Il cambio di strategia non è urgente…di più.
    Vorrei anche ricordare agli amici della Primavera che vorrebbero veder esordire alcuni dei nostri ragazzi in prima squadra:ma è necessario essere con l’acqua alla gola per vederne 1 all’opera? Ci siamo trainati delle zavorre per 20 partite e non siamo in grado supportare un ragazzo per una mezz’ora ogni tanto?
    Certo,magari non se ha fatto 90’il giorno prima…FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Athletic - 6 mesi fa

    Mazzarri avrebbe potuto mettere Berenguer al posto di Bonifazi, era l’unica cosa che poteva fare di diverso. Ma non credo proprio che con Berenguer in campo avremmo fatto un granché di diverso. Coi titolari invece potevamo giocarcela, un pareggio poteva starci tranquillamente. I problemi sono stati due, da una parte gli indisponibili e dall’altra essere arrivati a questo punto con l’obbligo di vincere. Se non avessimo buttato via partite facili, un pareggio poteva bastare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. luna - 6 mesi fa

    Concordo con prawn e user-13658280, la squadra al completo se fosse uscita con un punto sarebbe stato giá stato un risultato, cosi rimaneggiata ha fatto il massimo che poteva, …il coraggio in questo caso avrebbe avuto un appellativo diverso: follia.
    Graziani, riconoscente per sempre per avermi regalato con i tuoi compagni la gioia dello scudetto ad 8 anni, circondato da decine di coetanei che per convenienza ed opportunismo avevano scelto altri colori. Con il dovuto rispetto anche tu in questo momento delicato hai fatto un gran liscio, diciamo che ti sei mangiato un gol.
    Lasciate in pace Mazzarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dukow79 - 6 mesi fa

      Scusa se mi permetto ma quali erano tutte queste defezioni: De silvestri perennemente tacciato dai tifosi come il brocco fedelissimo di Sinisa, Baselli criticato costantemente per lo scarso impegno e Iago autore di prove ottime alternate a partite anonime? Coi titolari si perdeva ugualmente non è una opinione, mercoledì abbiamo rischiato di buscarle da un Milan coi presunti titolari che sabato ha consegnato 3 punti a una squadra retrocessa da mesi. Pure Franco Ordine ieri ci prendeva per il culo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 6 mesi fa

        De Silvestri col nuovo modulo (meno compiti difensivi) sta giocando bene (e segna) non e’ Zappa ma e’ adeguato. Baselli e’ rinato.

        Senza Obi quest’anno non abbiamo vinto quasi mai e non ci si puo’ affidare a uno che e’ piu’ in infermeria che in campo.

        Con Acquah probabilmente abbiamo sempre perso o finito in 10 o entrambi.

        Rincon con Baselli ancora ancora ma solo con Acquah e’ suicidio.

        Far debuttare uno o due primavera nel ‘bagno di sangue’ di Bergamo mi sembra ingrato anche perche’ cmq all’EL ci credeva miha e toro news e nessun’altro.

        Non so se si perdeva coi titolari, forse coi titolari e col Gallo dell’anno scorso c’erano speranze.
        Forse con Lyanco e Bonifazi centrali difensivi.

        CMQ mazzarri fa quel che puo’, su questo non c’e’ dubbio.

        Che l’atalanta ci sia superiore in praticamente tutto lo dico da mesi, basta vederli giocare contro le grandi.

        CMQ ricordiamo che non sono tutto oro, hanno un tot di prestiti in scadenza

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. luna - 6 mesi fa

        Scusa vedo solo ora, ti sei risposto in parte da solo e sotto é stato chiarito in maniera ineccepibile il quadro.
        Comunque, era per far presente che non abbiamo proprio uno squadrone in condizioni normali e quindi il “coraggio” che sarebbe mancato per me é realismo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. dukow79 - 6 mesi fa

    Graziani paragonare il toro di Cairo con quello del 76 è come paragonare la merda col risotto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Seagull'59 - 6 mesi fa

      Castellini Santin Salvadori P.Sala Mozzini Caporale C.Sala Pecci Graziani Zaccarelli Pulici
      Una squadra così non la vedremo mai più: grazie Ciccio per avermi fatto sognare e godere per lo scudetto del 1976!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Seagull'59 - 6 mesi fa

        Ho la fortuna di essere sempre e costantemente seguito da un pesce pilota, o forse è un gobbo DM, che non mi fa mai mancare il suo -1: questa volta lo ribadisce anche sulla formazione dell’ultimo scudetto, che io ho avuto la fortuna di veder giocare e festeggiare, lui credo proprio di no, povero frustrato…AHAHAH

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Seagull'59 - 6 mesi fa

          G D M

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. rokko110768 - 6 mesi fa

    Credo che Mazzarri, con tutte le assenze ed i limiti noti di questa rosa, a Bergamo non potesse fare più di così. Abbiamo vuoti importanti in mezzo al campo, che non possiamo permetterci per ambire a certi traguardi. In più Belotti sembra fuori giri, fa fatica e non vede la porta. Se sia un problema fisico o di testa non lo so, credo ora il secondo con le sirene del mercato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bertu62 - 6 mesi fa

    Continuo a leggere un po’ovunque che “la questione” (mettiamola così…) Belotti che quest’anno non segna è dovuta al fatto che giocano diversamente…..MAH!!! In effetti là davanti è cambiato tutto vero? Oppure no? Già, è proprio così, non è cambiato nulla! Belotti c’era prima e c’è adesso, così come Ljajic e Falque! In più anzi abbiamo Edera e Berenguer! No fratelli, non cerchiamo scuse e/o scusanti per il Gallo di quest’anno: semplicemente NON E’ PERVENUTO!
    Ora, ammesso in tutta onestà che E’ COSI’ e basta, andare ad individuare esattamente il perché non è né semplice né alla nostra portata, visto che può essere di tutto e di più od anche solo TUTTO quanto insieme: infortuni che hanno pregiudicato la forma fisica, mancanza di stimoli/obbiettivi, magari anche il fatto che rimpiange di non essere andato via dal Toro l’anno scorso! Comunque BASTA trovare alibi: semplicemente NON LA BUTTA DENTRO, manco tirando un rigore!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. prawn - 6 mesi fa

    Naltro che rompe i coglioni a Mazzarri, ma chi metteva?
    Quell ectoplasma di Niang?
    Berenguer piccoletto fragolino dall’inizio?
    Ma per favore.
    Mazzarri ce lo teniamo per un altro anno lasciatelo lavorare, lasciatelo decidere chi è degno (pochi) e chi deve arrivare.
    E basta difendere il Gallo, se l’è presa pure Sirigu un motivo ci sarà.
    Quando gli arriva una palla la manda sulla luna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. claudio sala 68 - 6 mesi fa

    Credo che a Napoli non sia necessario scansarsi…il Napoli gioca con un’intensità che noi ce la sogniamo. Per il resto sono d’accordo con Ciccio, non vai a Bergamo con quella formazione se devi vincere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ddavide69 - 6 mesi fa

    Allora non sono l unico a vedere che se questa era l’ultima spiaggia, giocarla così equivale a? a consegnare le armi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio sala 68 - 6 mesi fa

      Ogni tanto siamo d’accordo…buona giornata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 6 mesi fa

        Molto più di quanto tu creda

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-13658280 - 6 mesi fa

    ciccio, però giocare col 433 con tutte quelle assenze proprio a metà campo nn so e soprattutto, con quel modulo devi avere i centrocampisti forti, avrei voluto vedere l atalanta con acqua al posto di de roon a metà campo se avrebbe giocato cosi bene… il problema è ke mancano giocatori bravi non è di mazzarri la colpa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 6 mesi fa

      Negli ultimi venticinque minuti non c era più nulla da perdere, mettevo dentro un primavera adopo avrei provato il 433 con ansaldi a destra e Bonifazi centrale

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy