Una speranza dall’Argentina: Boyè apre con un bel goal. Barreca e Gyasi, ci siamo

Una speranza dall’Argentina: Boyè apre con un bel goal. Barreca e Gyasi, ci siamo

Italia Granata / Il Newell’s perde ma l’attaccante futuro granata va in rete. Diop sbaglia un rigore, Prcic gioca titolare a Perugia

Puntata molto ricca di Italia Granata: sugli scudi c’è Lucas Boyè, autore di un bel goal con la maglia del Newell’s Old Boys nella prima giornata del campionato argentino. In rete anche Emmanuel Gyasi: contro il Tuttocuoio la sesta rete stagionale vale tre punti per la società toscana, che è sull’orlo del fallimento.

Gioca titolare Sanjin Prcic, mentre resta ancora in panchina Pryyma nel Frosinone; ancora titolare Antonio Barreca, che nel Cagliari piano piano si sta affermando per quelle che sono le sue qualità. In Lega Pro, esordisce Claudio Morra nel Savona, mentre Abou Diop sbaglia un rigore.

Ricordiamo che Vittorio Parigini è fermo ai box e ci rimarrà ancora per diverse settimane a causa di uno strappo alla coscia; Lys Gomis, invece, di fatto non è più un giocatore del Frosinone, anche se continua ad allenarsi con la squadra di Stellone. I ciociari hanno altri tre portieri. Infine, Sanchez Mino (Cruzeiro) inizierà il suo campionato solo a maggio.

SERIE A

PRYYMA (Frosinone) – Ancora rinviato l’esordio in Serie A di Vasyl Pryyma: il difensore ucraino non entra in campo nella gara che la squadra di Stellone perde con onore (2-0) in casa contro la Juventus.

SERIE B

PRCIC (Perugia) – Prcic titolare nella gara che il Perugia ha pareggiato contro lo Spezia (0-0), pur in superiorità numerica. Il franco-bosniaco ha evidenziato la necessità di trovare minutaggio maggiore e anche quella di conoscere maggiormente i compagni, ma gioca tanti palloni e ne sbaglia pochi. Per essere stata di fatto la prima gara della stagione, c’è una piena sufficienza, con la ripromessa di valutarlo meglio quando avrà raggiunto il ritmo partita. Esce al 35’ della ripresa (VOTO: 6)

ARAMU (Livorno) – Il Livorno vince 1-0 in casa contro la Ternana: basta un goal di Biagianti. Mattia Aramu resta purtroppo in panchina; il rientro da titolare dopo l’infortunio al menisco di novembre è rimandato.

BARRECA (Cagliari) – La Serie B ha sempre la stessa capolista, il Cagliari, al cui interno c’è ormai un titolare scuola Toro. Antonio Barreca gioca novanta minuti nella gara vinta contro l’Entella (vinta 1-0): per lui è la terza gara da titolare nelle ultime quattro. Il prodotto di casa Murru deve accontentarsi della panchina. Contro i liguri, Barreca cresce alla distanza, spingendo bene nella ripresa e andando anche vicino al goal nella ripresa. Altra prestazione che convince gli scettici e che dovrebbe indurre il Torino a considerare con attenzione la sua posizione. (VOTO: 6)

L'esultanza del Cagliari (foto tratta da Facebook)
L’esultanza del Cagliari (foto tratta da Facebook)

CHIOSA (Avellino) – Giornataccia per l’Avellino e per Chiosa. Irpini sconfitti 4-1 a Novara: il centrale del Torino si fa saltare netto sul secondo goal di Evacuo ed è coinvolto nel naufragio della sua squadra. Una giornata-no ci può comunque stare, dopo tante prestazioni positive messe in fila (VOTO: 5)

ALFRED GOMIS (Cesena) – Il Cesena pareggia con fatica in casa del Modena nella gara di domenica (0-0). Alfred Gomis mette via un altro clean sheet, ma stavolta più che per le sue parate i romagnoli restano imbattuti per merito della traversa e di un salvataggio sulla linea di Lucchini (VOTO: 6)

Alfred Gomis, Torino, Cesena, Coppa Italia
Alfred Gomis, titolare in campionato, riserva in Coppa Italia

ROSSO (Brescia) – Anche Simone Rosso resta in panchina: al “Piola” di Vercelli il Brescia perde 2-1 e l’ex “Folletto” della Primavera granata resta fuori.

LEGA PRO

SUCIU (Cremonese) – Panchina per Sergiu Suciu nella gara che la Cremonese vince 2-0 in casa del Mantova.

GRAZIANO (Renate) – Nessun minuto anche per Giovanni Graziano nella sconfitta del suo Renate in casa contro il Pordenone (0-2). Il biondo classe 1995 ultimamente ha perso un po’ di vista il campo.

PARODI (Ancona) – Luca Parodi torna titolare nell’Ancona: novanta minuti nella posizione di terzino destro, in casa de L’Aquila (la gara finisce 1-1). Il giocatore del Torino non brilla particolarmente ma nemmeno sfigura. (VOTO: 6)

MORRA (Savona) – Esordio per Claudio Morra con la maglia del Savona: l’attaccante che ha trascinato la Primavera del Torino allo Scudetto entra al minuto 80 della gara contro il Teramo (1-1). Troppo poco per incidere, ma era importante tornare in campo dopo una lunga assenza per infortunio (VOTO: ng)

PROIA (Pistoiese) – Nessun minuto per il mediano classe 1996 Federico Proia nella gara che la Pistoiese perde in casa del Santarcangelo (3-1).

FISSORE (Fidelis Andria) – L’Andria perde 2-0 in casa del Benevento e sprofonda sempre più in classifica. Matteo Fissore resta fuori dalla gara: il difensore centrale sta ancora recuperando da un infortunio dopo quello che era stato un ottimo avvio di stagione.

Matteo Fissore Andria
Matteo Fissore (foto instagram)

LESCANO (Monopoli) – Sorride il Monopoli, che vince 2-0 in casa contro la Lupa Castelli. Facundo Lescano marca una presenza: entra al 41’ della ripresa (Voto: ng)

GYASI (Carrarese) – La Carrarese è sull’orlo del precipizio: il fallimento societario è alle porte. Ma sul campo i toscani tornano a esultare dopo due sconfitte, riavvicinandosi alla zona play-off. E il merito è di Ima Gyasi, l’attaccante classe 1994 del Torino, che in casa del Tuttocuoio di Lucarelli segna la rete decisiva da tre punti sul finire del primo tempo. Il tiro rasoterra in mischia dell’ex attaccante della Primavera del Torino regala ai suoi lo 0-1 e soprattutto porta a sei le marcature stagionali di un giocatore che sta facendo vedere cose incoraggianti. (VOTO: 6.5)

Gyasi esulta dopo il gol con la maglia della Carrarese (La Nazione)
Gyasi esulta dopo il gol con la maglia della Carrarese (La Nazione)

BONIFAZI (Casertana) – La capolista del Girone C, la Casertana, perde a Matera (2-1). Nessun minuto per il giovane difensore del Torino, Kevin Bonifazi, che non sta vivendo una stagione da protagonista. Si aspetta ancora l’esordio con la maglia dei campani dopo il trasferimento di gennaio.

DIOP (Juve Stabia) – La Juve Stabia perde 4-3 in casa della Paganese al termine di una partita a dir poco rocambolesca. Basti dire che gli stabiesi sbagliano due rigori, uno di questi calciato proprio da Abou Diop, che perde una bella occasione per segnare il secondo goal in due partite con i campani (VOTO: 5.5)

SERIE D

Nell’ultimo turno di Serie D, tra i giovani legati al Torino giocano titolari il portiere Bambino (1996, Chieri: 3-1 all’Argentina, voto 6); il portiere Cizza (1997, OltrepoVoghera: 2-0 alla Caronnese, voto 6); il difensore Dalmasso (1996, Pinerolo: 3-2 alla Fezzanese, voto 7); l’esterno Orofino (1997, Pro Settimo: 2-0 al Derthona, voto 6); il portiere Lentini (1996, Sporting Bellinzago: 3-2 al Bra, voto 6); l’esterno Mulatero (1997, Bra: 3-2 contro il Bellinzago, voto 6); il difensore Cochis (1996, Monza: perso 2-1 contro il Ciserano, voto 6); il portiere Grillo (1997, Campobasso: 1-1 col San Nicolò, voto 5.5).

ESTERO

BOYE’ (Newell’s Old Boys) – Perde il Newell’s nella prima giornata del campionato argentino (2-1 contro il San Martin). L’attaccante che si unirà al Torino dal primo luglio, Lucas Boyè, apre bene il torneo segnando, anche se la rete non serve alla sua squadra. Ma la realizzazione è di buona fattura: controllo a seguire e diagonale destro da fuori area che buca il portiere avversario (VOTO: 7). (Guarda la rete realizzata dall’attaccante)

PRIMAVERA

D’ORAZIO (Carpi) – Il centrocampista classe 1997 non scende in campo nella gara che i ragazzi di Enrico Bortolas perdono in casa contro il Sassuolo (0-1), quarto in classifica nel girone del Toro.

BORTOLUZ (Vicenza) – Colui che ha regalato la Supercoppa Primavera al Torino, Elia Bortoluz, gioca titolare nel Vicenza, dove si è trasferito in prestito nel mercato di gennaio. Mister Fortunato lo tiene in campo novanta minuti, lui non trova la rete e i biancorossi perdono 0-1 con il Perugia (VOTO: 6).

Bortoluz, Primavera, Youth League, Torino-Middlesbrough

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. WGranata76 - 1 anno fa

    Vorrei aggiungere che nella prima presenza con pochi minuti nel Perugia, la scorsa partita e non questa evidenziata nell’articolo,Prcic ha suscitato questo commento in Bisoli “Prcic, che ha dimostrato di avere qualità, testa, gamba e visione di gioco ed intelligenza calcistica.”
    Pur non essendo un fenomeno Bisoli è un allenatore esperto di serie B con qualche trascorso in serie A.
    Possibile che Ventura abbia scartato così questo giocatore? E visti i risultati di Vives e soci, magari non era il caso di provarlo dato che è un regista sto ragazzo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Angry Bull - 1 anno fa

    In 4 anni Ventura non è stato capace di lanciare dei giovani del nostro vivaio. Abbiamo molti ragazzi interessanti, con buone capacità e bisognerebbe avere il coraggio di schierarli. Siamo aggrappati a un modulo che ormai conoscono anche i muri e siamo riusciti nell’impresa di fare dei rinnovi di contratto a gente come Molinaro, Vives, Gazzi ecc… tutti a fine carriera. Riconosco, però, che Ventura ha svolto un buon lavoro, almeno negli anni passati, ma se vogliamo fare il salto di qualità bisogna avere un tecnico giovane, motivato e con idee di calcio diverse. Siamo il Toro e vorrei tornare agli anni in cui lanciavamo molti giovani e avevamo uno dei vivai più importanti d’Italia. E il signor Cairo deve mettersi in testa che noi siamo il TORO!!! Non siamo un’impresa per fare plusvalenze e se vuole ottenere dei risultati deve iniziare a programmare e a investire nel futuro!!! FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Seagull'59 - 1 anno fa

    Quando vedo la Premier League inglese mi chiedo sempre come mai lì i giovani giocano, li lanciano, rischiano forse anche di bruciarli, mentre qui da noi, al massimo, vanno in prestito in B o a giocare in squadrette di nessun conto e quindi senza alcuna possibilità di emergere… Barreca, Parigini e Gomis sono tre su cui puntare e riportare al Toro quanto prima.
    Mi fa invece veramente imbestialire vedere che persino i gobbi lanciano ieri un 1997 della primavera: noi cosa ce l’abbiamo a fare se MAI ne vediamo uno in campo, neanche in situazioni così precarie come quelle viste ieri contro il Chievo? Ad esempio, Edera ieri avrebbe fatto peggio di quelli che pestavano il centrocampo??? Non c’è più sordo di chi non vuol sentire e cieco di chi non vuol vedere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy