Luca Asvisio si presenta: “Io tifoso granata, ecco il Filadelfia che ho in mente”

Luca Asvisio si presenta: “Io tifoso granata, ecco il Filadelfia che ho in mente”

ESCLUSIVA TN / Il neo presidente: “Il Toro ha bisogna di icone, il Fila può essere una di queste. Senza secondo e terzo lotto l’opera è monca”

di Marco De Rito, @marcoderito

L’INCARICO

asvisio

E’ del 18 luglio fa la notizia ufficiale della nomina di Luca Asvisio a presidente della Fondazione Filadelfia (leggi qui). Il dottore commercialista, già nei quadri della Fondazione, succede a Cesare Salvadori dopo un anno dove Rosario Rampanti ha ricoperto il ruolo ad interim. Il neo presidente affida a Toro News le sue prime parole in pubblico da numero uno della Fondazione, parla della situazione attuale dei lavori e dei suoi progetti futuri, raccontandoci anche qualche aneddoto personale su come vive l’essere un tifoso granata.

Luca Asvisio, quali sono le sue prime emozioni dopo l’incarico? 

“E’ stata una sensazione importante, anche perché ho sempre vissuto di lavoro e di Toro. Il fatto di essere stato incaricato per questa importante, ma anche delicata, presidenza non può che farmi molto piacere”.

Quali sono gli obiettivi che si propone per il suo mandato? 

“La Fondazione è stata acefala per un anno e mezzo circa, ci saranno delle proposte da raccogliere non solo da parte dei consiglieri ma anche da terzi. L’obiettivo è fare in modo che si possano avere nuove iniziative sul Fila. Ci sono molti volontari che sono disposti a mettere le proprie energie per il  Toro e quindi speriamo, in qualche modo, di collezionare queste energie, dandogli nuovo vigore per completare questa struttura. Sia con il nuovo museo e, magari, anche con punti d’incontro. Sarebbe bello creare una collaborazione anche con lo stadio “Grande Torino”, magari anche Superga, fornendo la possibilità di fare dei tour, delle attività che in qualche modo facciano sentire il peso e l’importanza di questa squadra per la città. Ma mi faccia aggiungere una cosa…”. 

Certo, dica pure.

“Penso sia importante coinvolgere anche la società civile. In seguito a questi anni, dopo il grande lavoro di Cesare Salvadori, penso che sia giunto il momento di portare un po’ di gente nuova. Ricreando le condizioni affinché il Fila possa essere la sede, come nel passato, nella quale si andava a vedere giocare la Primavera. Creare un punto d’incontro con i calciatori, per fermarsi a fare due parole,  facendo sentire quest’ultimi amati dalla tifoseria. Alla fine i giocatori vivono di questa notorietà e quindi spero che si possa ricreare una vicinanza tra il calcio, il Fila ed i tifosi”.

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. michelebrillada@gmail.com - 5 mesi fa

    finalmente si sente parlare del fila come dovrebbe essere un punto di incontro tra i giocatori e i tifosi come era in passato e non un freddo e cupo blocco di cemento armato come è oggi e quasi sempre chiuso al pubblico se cairo vuole comandare se lo compri il fila se no si adegui e cominci a pagare di affitto quello che pagava alla sisport altrimenti se ne vada

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. GlennGould - 5 mesi fa

    @Kipling, ti rispondo qua.
    Dunque, di “avere ragione” su di un forum che parla di toro mi importa meno di niente. Il punto è che mi sembra che qua si stia esagerando.
    Chi scrive non è un ammiratore di Cairo, e su questo non ho nulla da aggiungere oltre tutto ciò che ho scritto in passato, qui e da altre parti.
    Ma leggere certe robe, che Vidulich era meglio, che Goveani pure, che Cairo sta creando la strada per la serie b,che è meglio fallire, etc… proprio non comprendo come si faccia a scrivere certe cose.
    Ormai soldi e potere decidono le sorti del calcio; il toro vive e respira dove respira la juve, una delle squadre più ricche e,soprattutto,potenti al mondo. Torino è il loro territorio, oggi ancora molto più che in passato, si son presi tutto, il toro a confronto è una formica zoppa. Ed è solo grazie alla figura di uno come Cairo, per ciò che conta, che riusciamo ad essere ben vivi e non completamente inghiottiti dalla situazione. Questo, evidentemente, qualcuno non solo non lo ha ancora capito, ma lo ignora del tutto. Liberissimo di farlo, ma ritengo sia mio “dovere” cercare di fare aprire gli occhi a chi, in questo senso, proprio non vede.
    Tempo fa’,un certo Giraudo espresse il desiderio di volere a Torino una squadra sola, e la cancellazione dell’altra dall’esistenza. Una figura come quella di Cairo ci permette di non preoccuparci più di tanto di questa “profezia”.
    Per ora.
    In definitiva, ovviamente liberissimi di criticare il presidente, tutti come lo critico io, ma che sia chiaro, se possibile, tutto il resto.
    Ciao.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il "Se" di Kipling - 5 mesi fa

      @glenn ho capito il tuo ragionamento ma tu stai rispondendo a Cuore granata 44 non a me, quelli erano argomenti toccati da lui, io parlavo con un’altra persona per vecchie storie e sei entrato tu. ti saluto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granata - 5 mesi fa

    Scrivo da tempo che il Torino ha bisogno di passione, professionalità e competenza, più ancora dei soldi (in fondo non ce ne sono così pochi), per fare il salto di qualità verso l’ EL. L’ arrivo di Asvisio alla presidenza della Fondazione Filadelfia indica la strada da intraprendere anche per il club. Professionista di prim’ ordine, sono sicuro che farà di tutto per completare il tempio del nostro tifo. Le strutture che ancora mancano sono quelle che lo renderebbero una tappa significativa non solo per noi tifosi, ma anche per coloro (non torinesi e magari stranieri) che volessero conoscere la nostra unica e affascinante storia. Buon lavoro dottor Asvisio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13746076 - 5 mesi fa

    Auguri e buon lavoro Dr. Asvisio. Troverà molti volontari all’interno della fondazione e del museo a supportarla. Vedremo sui rapporti con la parte pubblica. Effettivamente come ha detto Mecu, la miglior scelta che ci potesse essere a capo della fondazione. FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Tashunka - 5 mesi fa

    Condivido al 100 % le parole del nuovo presidente della Fondazione Filadelfia e come me credo tantissimi tifosi. Tanti sono nostalgici dei tempi che furono dimenticando che le critiche e le contestazioni ci sono sempre state anche alla squadra dello scudetto ad Agroppi prima a Pianelli poi e via via fino ai giorni nostri. Invece quello che conta ed è fondamentale per i nostri colori e per le giovani leve che vogliamo coinvolgere, sono i valori morali, la forza e la coesione nel combattere i prepotenti e gli arroganti come quelli dell’altra sponda, far vedere che siamo ancora in tanti a non piegarci al show business.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Forvecuor87 - 5 mesi fa

    Le sue parole presidente portano un po’ di serenità dopo una settimana passata a sentire mille cavolate.
    C’è bisogno di Fila c’è bisogno di completarlo renderlo a tutti gli effetti efficiente. È chiaro non è un lavoro semplicissimo ma con la fatica ed il sudore faremo anche questo. Colgo l’occasione ancora per ringraziare tutti i volontari ed ancora l’ex presidente Salvadori persona davvero splendida seria ed umana! Grazie a tutti di cuore. Avete fatto e state facendo un lavoro straordinario. E a lei presidente buon lavoro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Il "Se" di Kipling - 5 mesi fa

    Dott. Asvisio,
    faccia aprire il Fila, lo so e’tra i suoi programmi, ma lo faccia davvero.
    La nostra tifoseria, ormai affranta e sbigottita dalle recenti dichiarazioni sul mercato del presidente della Effeci Torino, si merita di meglio che essere cosi’ maltrattata. Parli a Walter Mazzarri e lo convinca che piu’ importante dei auoi piccoli segreti c’e’ il morale del tifoso.
    Ce la stanno proprio mettendo tutta per far perire il tifo piu’ bello d’Italia. Almeno lei, si prodighi, si impunti, combatta, affinche almeno il Fila venga riaperto ai suoi tifosi.
    Il nostro tempio, lo hanno distrutto e volevano sopprimerci ma noi ci siamo ancora.
    Quale motivo poteva esserci nel tenere chiuso il fila il secondo giorno di raduno, quale disturbo puo’ arrecare un tifoso ad un giocatore? Perche’ lasciamo in mano queste decisioni a uno come mazzarri che non sembra avere idea di cosa vuol dire avere rispetto per il nostro tempio .
    La ringrazio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. CUORE GRANATA 44 - 5 mesi fa

    Grazie in primo luogo alla Redazione per questa intervista al neo Presidente al quale da “vecchio cuore granata” auguro di tutto cuore(scusate il bisticcio) di portare a compimento quello che definirei “un grande sogno”L’incipit è molto realistico e quindi il problema prioritario è il reperimento dei fondi.Per il Lotto 2 a quanto pare la copertura finanziaria è pressoché esistente e quindi si tratterà di mettere a punto gli atti e procedure occorrenti per “mettere in moto il meccanismo” Per il lotto 3 Museo purtroppo tutto è “di là da venire” ed allora richiamo quanto detto in un precedente commento:se Cairo ha un minimo afflato di granatismo” passi il Rubicone” e dimostri di non essere in rapporto di sudditanza con la “Famiglia”. Sia lui stesso a finanziare la realizzazione del Museo senza se\ma con un investimento strutturale di circa 2\3 mln.ampiamente compatibile con le risorse di Bilancio. Ne guadagnerebbe in credibilità! Penso abbia ormai deluso anche i suoi sostenitori in buona fede. La smetta con le panzane dei 49mln investiti peraltro malamente in DUE sessioni di mercato dimenticando di elencare gli introiti derivanti da cessioni corpose.Se sul punto Museo continuerà nel suo pervicace silenzio beh.. lo considererei tra i peggiori Presidenti della ns. Storia perché pur avendone la possibilità VOLUTAMENTE non farebbe quello che potrebbe fare. Eh sì anche peggio di chi ci ha portato al fallimento.L’ignavia è una brutta bestia ed un minimo di vergogna,forse, dovrebbe provarla! Chissà!!Sempre FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il "Se" di Kipling - 5 mesi fa

      Caro Cuore Granata, non pensavo proprio che un giorno avrei sentito un presidente di serie A prendere cosi’ apertamente in giro i tifosi della sua squandra. Si e’ oltrepassato il limite.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. tric - 5 mesi fa

      Peggio di chi ci ha portato al fallimento! Ma come si fa a dire certe cose? Puoi anche disprezzare Cairo, ma lo paragoni a chi ha ucciso il Toro, salvato solo per miracolo? Usa il cervello, per favore!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Il "Se" di Kipling - 5 mesi fa

        Penso che nel Vostro piccolo forum abbiate perso il senso della realta’. Quando vi leggo mi vengono in mente gli ultimi giorni di Maria Antonietta d’Asburgo-Lorena riferendosi al popolo affamato, durante una rivolta dovuta alla mancanza di pane disse indignata : “Se non hanno più pane, che mangino brioche”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. GlennGould - 5 mesi fa

          Per la cronaca, quella frase non l’ha mai detta, è un falso storico.
          Su chi pensa che Cairo sia peggio di chi ci ha fatto fallire, inutile commentare.
          Ps: al rogo quel 25 per cento in più che ha rinnovato l’abbonamento (io compreso). Traditori!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Il "Se" di Kipling - 5 mesi fa

            @Glenngould
            io indico la luna e tu guardi il dito?
            Non ha importanza se quello e’ un falso storico oppure no, E’ importante che rende bene l’idea di uno che a forza di dibattere del colore della pipi’ degli angeli, dimentica la realta delle cose.
            Il 25% che tu citi e’ dovuto al fatto che la campagna e’ partita in ritardo e la gente fa in fretta prima delle ferie, fonte: la biglietteria.
            A me fa piacere che tu creda in questo 25 improbabile %
            Considerando la felicita’ che c’e’ in giro tra i tifosi, ti sembra una cosa plausibile? Evidentemente si.

            Mi piace Non mi piace
          2. Il "Se" di Kipling - 5 mesi fa

            p.s. poi scusa ma cosa entra il 25% con quello che si stava dicendo? , mi sembra che tu voglia solo aver ragione e cerchi motivazioni qua e la, eg. il falso storico, magari ci aggiungi anche mezzo chilo di 25% che sicuramente lui sara’ contro etc etc…
            ma dico ti sembra normale?
            lascia perdere

            Mi piace Non mi piace
      2. CUORE GRANATA 44 - 5 mesi fa

        Ciao tric.Rispetto le tue opinioni,ci mancherebbe tuttavia, con il mio piccolo e limitato cervello confermo quanto sopra scritto perché questo Presidente stà uccidendo il Toro lentamente cancellando i ns. valori e diversità e quindi in modo peggiore di chi ci ha fatto fallire!Quanto al “miracolo” lo hanno fatto i lodisti e non Cairo.Sempre FVCG!!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Massimo Ivano Meridio - 5 mesi fa

          apperò, se non arrivava Cairo il TORO sarebbe stato di giovannone,sai che bellezza, adesso dite che sarebbe stato comunque meglio lui piuttosto che Cairo.
          che grazie sempre a Cairo il signor giovannone si intasca quello che gli spetta da quel 2% che si è tenuto di azioni che gli permette di vivere molto bene.
          Poi Cairo sfrutta il TORO eh

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. masterfabio - 5 mesi fa

    In bocca al lupo e buon lavoro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy