A Bormio sognando il Toro: Fiordaliso, il contratto per aprire al meglio la stagione

A Bormio sognando il Toro: Fiordaliso, il contratto per aprire al meglio la stagione

Ritiro / I ritratti degli otto giovani partiti con la prima squadra: il terzino ha tante strade aperte

di Nikhil Jha, @nikhiljha13

Giovani, forti e speranzosi. È l’identikit dei prodotti della Primavera del Torino che si stanno giocando le proprie carte a Bormio con la prima squadra sotto gli occhi di Walter Mazzarri. Il sogno è quello di convincere il mister e guadagnarsi un posto in prima squadra, nella prima stagione in Serie A.

Comincia come meglio non potrebbe la stagione 2018/2019 per Alessandro Fiordaliso, uno degli otto prodotti della Primavera della scorsa stagione ad essere aggregato alla prima squadra durante il ritiro di Bormio. Non solo l’esperienza in altura tra i grandi: per l’eclettico giocatore (schierato da Coppitelli da centrale, da terzino destro o sinistro, e provato da Mazzarri come quinto di centrocampo) è in arrivo infatti il primo contratto da professionista, che lo legherà al Torino per i prossimi due anni – più uno ad opzione, per una durata complessiva potenziale fino al 2021 – come anticipato da Toro News.

Torino, altra operazione futuro: dopo D’Alena, si blinderà Fiordaliso

Un investimento significativo quello della società granata, che non vuole perdere il controllo su un giovane distintosi alla grande nella passata stagione. In particolare, è stata la sua crescita nel corso dell’annata ad impressionare. Partito timido, si è trasformato di partita in partita in un vero punto di riferimento per qualità e costanza.

Dopo il contratto, sarà da definire il futuro: nonostante il giocatore a Bormio si stia comportando bene, è difficile immaginare che possa rimanere nella rosa a disposizione di Walter Mazzarri ai nastri di partenza della nuova stagione. Per lui due le possibilità in gioco: la più classica delle partenze in prestito, dove accumulare esperienza tra i professionisti – c’è il Piacenza in pole position, squadra con cui il Torino ha ormai una sinergia forte dopo i due recenti prestiti di Jacopo Segre. Altrimenti è in ballo anche la possibilità di continuare a vestire il granata come fuoriquota della Primavera, con un altro anno agli ordini di Federico Coppitelli. Nel valutare i pro e i contro di ognuna delle decisioni, intanto, Fiordaliso si gode il ritiro come punto più alto della propria giovane carriera, provando ad assorbire i segreti dei grandi e pensando solo a crescere ancora.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy