A Bormio sognando il Toro: Gilli, duttilità sorprendente e voglia di stupire

A Bormio sognando il Toro: Gilli, duttilità sorprendente e voglia di stupire

Ritiro / I ritratti degli otto giovani partiti con la prima squadra: provato anche in attacco, per il terzino si apre comunque una stagione in Primavera

di Nikhil Jha, @nikhiljha13

Giovani, forti e speranzosi. È l’identikit dei prodotti della Primavera del Torino che si stanno giocando le proprie carte a Bormio con la prima squadra sotto gli occhi di Walter Mazzarri. Il sogno è quello di convincere il mister e guadagnarsi un posto in prima squadra, nella prima stagione in Serie A.

Insieme ai suoi compagni, anche Filippo Gilli sta vivendo il suo piccolo sogno: allenarsi con i professionisti della Serie A a 17 anni per tutta la durata del ritiro è sicuramente un’esperienza formativa dall’importanza incalcolabile per il ragazzo. È bene non illudersi: Gilli, l’anno prossimo, giocherà nella Primavera di cui sarà una colonna portante; ma questa voglia di farsi trovare pronto sicuramente non è dispiaciuta a Walter Mazzarri.

Gli effetti sono stati evidenti: tra i ragazzi della Primavera, Gilli è stato tra quelli più utilizzati. Il tecnico granata ne ha apprezzato soprattutto la duttilità, una qualità forse rimasta nascosta durante la scorsa stagione: il terzino è stato schierato sia da esterno di centrocampo a tutta fascia nel 3-4-3- e nel 3-5-2 (emanazione naturale delle sue qualità in un sistema con difesa a tre) sia talvolta in attacco, per ovviare alle carenze numeriche dovute all’assenza di alcuni uomini chiave come Ljajic e Niang, ancora in permesso dopo i Mondiali.

A Bormio sognando il Toro: Adopo, l’ultimo arrivato e un futuro che non fa paura

Chiaramente, anche l’assenza di Ansaldi – anche lui reduce dalla rassegna in Russia – ha favorito il minutaggio di Gilli all’interno delle gerarchie di Mazzarri (che aveva a disposizione solamente De Silvestri e Berenguer), ma per il ragazzo sono comunque esperienze preziose che potranno dare i loro frutti nella prossima stagione in Primavera. Una categoria in cui il terzino si è imposto con largo anticipo (partendo dal derby d’andata con la Juventus e conquistando poi di fatto la fascia destra) e di cui potrà trarre i benefici nell’annata che verrà, sempre agli ordini di Federico Coppitelli. Con Walter Mazzarri ormai spettatore interessato.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13758358 - 5 mesi fa

    sarebbe stato convocato buongiorno ma è infortunato
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Seagull'59 - 5 mesi fa

    Come mai non c’è neanche un ragazzo del Toro nella Under 19 agli europei di categoria???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13746076 - 5 mesi fa

    Forza ragazzo, il mister in primavera ti saprà sicuramente valorizzare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy