Atalanta-Torino 0-0: i granata ritrovano compattezza

Atalanta-Torino 0-0: i granata ritrovano compattezza

Al 45′ / I granata soffrono in avvio ma poi si ricompattano

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

A Bergamo il Toro lotta e tiene il campo: soffre in avvio, ma poi ritrova compattezza. Il primo tempo termina a reti inviolate e il risultato può dirsi tutto sommato giusto, in attesa di scoprire cosa riserverà la ripresa.

Ripartire è la parola d’ordine per il Toro che entra in campo all’Atleti Azzurri d’Italia. Vittorio Parigini è la sorpresa di Walter Mazzarri per la sfida di Bergamo: il prodotto del vivaio granata fa il suo esordio da titolare in Serie A con la maglia con cui è cresciuto. Sostiene Belotti insieme a Baselli nel 3-4-2-1 disegnato dal tecnico, che prevede l’altra novità in difesa, con Koffi Djidji che rileva Emiliano Moretti. A destra De Silvestri torna titolare dopo l’acciacco che lo ha frenato nella settimana precedente. Lo schieramento è a specchio rispetto a quello dell’Atalanta di Gasperini, che prevede Gomez e Rigoni dietro a Zapata.

LEGGI: La diretta di Atalanta-Torino 

L’Atalanta, spinta come sempre dal suo rumoroso pubblico, ha due occasioni nei primi 10′: prima Gomez sfodera un destro da fuori che termina a lato, poi Rigoni – servito da Zapata, nell’occasione liberatosi di Djidji – mette di poco fuori un diagonale radente. La supremazia territoriale è chiaramente di marca bergamasca, ma dopo il primo quarto d’ora il Toro riesce quantomeno a riorganizzarsi, senza concedere altri spazi. E senza nemmeno riuscire a proporre altro che non sia un gioco difensivo dietro la linea del pallone, salvo in un’occasione, quando Baselli lanciato da Meité serve Belotti che però calcia male. Però perlomeno Mazzarri non soffre: Nkoulou e Djidji limitano al minimo i rischi, con il franco-ivoriano che, dopo un paio di passaggi sbagliati in avvio, si ricompatta e tiene bene il duello con Zapata. A sinistra bene Aina, che è il granata più coraggioso insieme a un volitivo Vittorio Parigini, che corre tanto e si rende utile. Prima dell’intervallo, un tiraccio di Palomino sugli sviluppi di una palla inattiva termina altissimo. A Bergamo il primo tempo finisce 0-0.

 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granata - 2 mesi fa

    Direi che dopo il Napoli, affrontare l’Atalanta in casa sua così, direi che è un gran passo avanti. Sarebbe belli mantenere la squadra corta ma 10 15 metri più avanti per non lasciare soli Belotti e Parigini. Magari dentro Soriano…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 2 mesi fa

    la compatezza della cacca, certo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy