Barreca: “Ora sto bene e voglio dimostrare al mister che ci sono anche io”

Barreca: “Ora sto bene e voglio dimostrare al mister che ci sono anche io”

Il terzino granata parla a Torino Channel

di Redazione Toro News

Ai microfoni di Torino Channel, a margine dell’allenamento al Filadelfia (qui la nostra diretta), ha parlato Antonio Barreca, commentando così il suo attuale stato di forma: “Sì, sono stato fermo tanto tempo per questa pubalgia. Ora però sto bene, riesco ad allenarmi bene, ho ancora un po’ di fastidio ma sopportabile e sto cercando di dimostrare al mister che ci sono anche io adesso. Il gruppo è la cosa più importante, mi hanno aiutato e sostenuto, devo ringraziare i compagni per questo. Mi sono sempre stati vicini”.

Barreca parla poi della prossima sfida, quella contro l’Udinese,  e su Mazzarri: “Sono più organizzati rispetto all’andata, l’Udinese è una squadra tosta e dovremo stare attenti e concentrati. Mazzarri? Quando arriva un mister a stagione in corso non è facile né per loro né per noi, la prima settimana è stata dura, anche perché non è facile cambiare. Ci siamo adattati bene e credo contro la Samp abbiamo dimostrato il gioco che vuole lui e speriamo di riuscire in questo fine stagione a fare più punti possibile. Con la difesa a 3, mi piacerebbe molto fare il quinto perché credo di essere adatto, ma anche in una difesa a 4 bisogna stare attenti. Possiamo farle entrambe”.

Infine Barreca: “Contro la Sampdoria è stato un punto positivo, abbiamo finito in 10. Detto ciò si poteva anche vincere, però adesso pensiamo all’Udinese per fare bene e poi arrivare carichi al derby. Due partite di fila in casa? I tifosi ci possono dare una grande mano, perché se dovessimo vincerle entrambe sarebbe un bel salto in classifica in chiave Europa, che è poi il nostro obiettivo”.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gio - 7 mesi fa

    Se ha ancora fastidio, dopo tutto questo tempo, non è una cosa molto positiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 7 mesi fa

      la pubalgia è la cosa peggiore che può capitare ad un atleta, perchè è lunghissima a passare e non hai mai un reale riscontro di una vera e propria guarigione… a volte si supera, altre volte si cronicizza…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy