Benevento, l’attacco: Ciciretti mina vagante, e Parigini…

Benevento, l’attacco: Ciciretti mina vagante, e Parigini…

Focus On / Il reparto offensivo dei campani è ben fornito: e bisogna fare attenzione al gol dell’ex…

Il Torino sta per affrontare il Benevento in campionato, dopo l’interruzione dovuta alle competizioni per le Nazionali: i granata arrivato al “Vigorito” dopo una vittoria importante per 3-0 contro il Sassuolo, ma hanno ancora molta strada da percorrere per trovare la continuità. L’avversario dei granata è la neopromossa Benevento, che ha voglia di riscatto dopo le due sconfitte nelle prime due giornate: dopo aver analizzato difesa e centrocampo, tocca all’attacco dei campani esser messo sotto la lente d’ingrandimento.

Petrachi: “Mercato? Abbiamo un sostituto per ogni ruolo, il campo deciderà”

A guidare l’attacco ci saranno quattro giocatori in campo: il modulo varato da Baroni, prevede un 4-4-2 che quando si sbilancia in attacco diventa un 4-2-4, con gli esterni che aiutano i due attaccanti centrali. I calciatori scelti come titolari nelle ultime due giornate sono stati sempre gli stessi: le punte sono essenzialmente tre, ovvero Coda, Puscas e Ceravolo, con questi ultimi due che hanno fatto una specie di staffetta, partendo prima uno e poi l’altro come giocatori titolari. Sugli esterni, invece, i titolari potrebbero essere fissi. Sulla destra troviamo il giocatore che forse è più in forma nel reparto offensivo, Amato Ciciretti, e non solo perché è stato l’attaccante ad aver segnato il primo (e per ora unico) gol in Serie A del Benevento), ma anche perché conosce la squadra e potrebbe essere l’uomo in più del Benevento.

Vittorio Parigini
Vittorio Parigini

Sulla sinistra invece troviamo un giocatore che a Benevento potrebbe trovare il palcoscenico giusto per mettersi in mostra, ovvero Marco D’Alessandro, arrivato in prestito dall’Atalanta. In più, il Benevento ha a disposizione un giocatore che potrebbe essere particolarmente pericoloso arriva proprio dal Torino: è Vittorio Parigini, approdato in Campania in prestito con diritto di riscatto (che diventerà obbligo in caso di salvezza del Benevento). L’attaccante che arriva dalla squadra granata ha molta voglia di mettere in mostra il proprio valore, e la prima presenza potrebbe arrivare proprio contro il Toro. Gli uomini di Mihajlovic dovranno essere bravi a sventare i pericoli e possibilmente evitare “il gol dell’ex”.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. WGranata76 - 3 settimane fa

    Leggo la nostra rosa, leggo la loro (non malaccio per una neopromossa), ma resto dell’idea che la differenza sia alta e l’inesperienza al disputare partite in serie A pesi molto.
    Passi la prima,che é sempre la prima, ma oggi la forma fisica deve essere già sui binari giusti e la malfamato pure, quindi tattica in un senso o nell’altro esiste solo un risultato possibile, altrimenti dura pensare all’Europa. La Samp ci ha dato un bell’esempio alla prima contro il Benevento. Quindi tanto ritmo, aggressività e finalizzare quasi tutte le occasioni che verranno, magari poche se si chiuderanno a riccio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 3 settimane fa

      L’amalgama non la malfamato… Maledetto correttore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy