Benevento-Torino 0-1: Falque in extremis fa godere Miha

Benevento-Torino 0-1: Falque in extremis fa godere Miha

Il Torino non convince, ma vince: lo spagnolo decide il match all’ultimo minuto, ma Sirigu è il vero protagonista – salvando il risultato in più occasioni

Au bout de souffle, Iago Falque. Il Torino è cinico, gioca male davanti, Sirigu deve fare gli straordinari, ma alla fine i granata riescono comunque a portare a casa tre punti da Benevento: lo spagnolo segna all’ultimo minuto il gol della vittoria granata, sfruttando l’unica grande occasione della partita, con Belotti e compagni davvero poco costruttivi in attacco. Tre punti sofferti e importanti per i granata, che han creato poco e rischiato tanto, ma alla fine han portato a casa una vittoria molto importante. Per morale, e non solo.

La prima frazione vede il Torino – che perde Obi per infortunio muscolare dopo appena 20′ – faticare molto ad essere concreto in avanti, con Ljajic unico granata veramente ispirato dalle parti di Belec. Il Benevento, al contrario, ha voglia e determinazione, e Sirigu deve superarsi più di una volta su Ciciretti e Coda, tra i più positivi nei sanniti.

Dopo un primo tempo complicato (qui il commento), il Toro prova flibilmente a mettere il naso davanti, con Belotti e Ljajic subito positivamente ispirati. All’8′ Niang ha la prima palla buona davanti a Belec, ma invece che impattare di testa sul grande assist a reientrare di Iago Falque, il francese tenta uno stop decisamente toppo difficile.

BENEVENTO, ITALY - SEPTEMBER 10: Fabio Lucioni (L) of Benevento competes for the ball with Adem Ljajic of Torino during the Serie A match between Benevento Calcio and Torino FC at Stadio Ciro Vigorito on September 10, 2017 in Benevento, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)
BENEVENTO, ITALY – SEPTEMBER 10: Fabio Lucioni (L) of Benevento competes for the ball with Adem Ljajic of Torino during the Serie A match between Benevento Calcio and Torino FC at Stadio Ciro Vigorito on September 10, 2017 in Benevento, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

I granata sono più intraprendenti rispetto alla prima frazione, ma di occasioni vere e propri davvero poche: Niang sembra più in partita, e su un suo tiro cross intorno al 10′, per poco la difesa sannita non si autopunisce, con Belec a parare la deviazione di un suo compagno. All’11’ altra tegola nei granata: problema al bicipite femorale per Acquah, che come Obi deve lasciare il campo: entra Baselli, in gruppo solamente da venerdì dopo l’infortunio al ginocchio, il Torino non ha più centrocampisti in panchina.

I granata si tuffano in avanti cercando lo spazio giusto,ma il Benevento si copre bene e le idee offensive dei granata sono troppo prevedibili. A 20′ dal novantesimo finisce la partita di un intermittente Niang, con Miha che butta dentro Berenguer. Lo spagnolo però è troppo molle sulle gambe, e le migliori occasioni arrivano sempre dai soliti noti: Ljajic ci prova all’altezza del dischetto ma viene murato, e qualche minuto dopo è Baselli ad avere una buona chance, ma anche il suo tiro al volo trova una selva di gambe sannite davanti. Nel finale Sirigu deve superarsi su Lazaar e Cataldi, e quando sembra che la gara ormai sia destinata a finire sullo 0-0, arriva il colpo di reni del Toro: imbucata di Ljajic, Iago solo davanti a Belec non sbaglia, segnando il definitivo 1-0 nell’ultimo dei minuti di recupero. Il Toro non convince, soffrendo e creando poco, ma – alla fine – vince.

20 commenti

20 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. iugen - 2 mesi fa

    Questo schema è una disgrazia, zero occasioni in 90 minuti. Sono felice per la vittoria ma non c’è da essere così entusiasti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robert - 2 mesi fa

    Cari signori, si ripete la solita storia dell’anno scorso.Le prime 2 o 3 partite vinte per culo senza un gioco decente.Quest’anno siamo alle solite ma con un organico superiore.A questo punto penso che sia l’allenatore che non va e che ormai ha inculcato ai giocatori una tattica di gioco non adatta alle loro caratteristiche tecniche.Non vorrei sbagliarmi ma in generale azzecco sempre quello che dico.Alle prossime partite …….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabertoro - 2 mesi fa

      Porti sfiga allora

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. cugio - 2 mesi fa

      allora vai a fare il gufo dalle zebre plis 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Alberto Fava - 2 mesi fa

      Mi tocco gli zebedei, ma per me questo commento proviene da un “tifoso a strisce”.
      Quindi è innocuo.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. abatta68 - 2 mesi fa

      mah…veramente, se ben ricordo, lo scorso anno nelle prime tre partite ne abbiamo perse due, e anche per sfiga (rigore di belotti sbagliato al 90esimo e sconfitti a bergamo su rigore)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Wallandbauf - 2 mesi fa

    Oggi ho fatto pace con i due punti persi a Bologna…niang..cvd..il gallo con sto modulo soffre e lo si sapeva, magari nel corso della stagione cambia mister e lui può riprendere a giocare come sapeva, speriamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawda - 2 mesi fa

    Sicuramente abbiamo giocato male, ma il Torino alla fine ha vinto ed ha vinto una partita che normalmente avrebbe perso. In un post dopo la partita di Bologna avevo scritto che se vogliamo lottare per andare in EL bisognera’ vincere tante volte per 1 a 0, magari non meritando, magari soffrendo ma alla fine portando a casa 3 punti, oggi abbiamo cominciato. Il Torino ha sette punti, potevano anche essere nove senza un fischio sbagliato ed alla fine e’ questo quello che conta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 2 mesi fa

      Siamo tutti felicissimi per la vittoria e la classifica, ma questo non può farci dimenticare che finora il gioco non è stato brillante e non possiamo sempre confidare nella buona stella. Contro avversari più temibili sarà molto difficile ripetere questi risultati se non ci sarà un deciso salto di qualità nel gioco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 2 mesi fa

        Vero, finora abbiamo giocato male, anche con il Sassuolo in casa non e’ stata una bella partita, punteggio a parte. Pero’ questa volta voglio vederla in modo positivo, per una volta abbiamo raccolto piu’ di quello che meritiamo, la buona stella e’ stata dalla nostra invece di girarsi sempre dall’altra parte, per cui prendo il bicchiere mezzo pieno e spero che con le prossime giornate si possa riempire con un gioco migliore. Per portarmi avanti io stasera mi sono aperto una bottiglia di Barbaresco, una vittoria si festeggia sempre, soprattutto se fortunata perche’ e’ qualcosa a cui non siamo abituati.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. miele - 2 mesi fa

          Hai ragione: considerando tutte le volte che la sorte ha infierito contro di noi, è giusto festeggiare il periodo favorevole senza tanti sofismi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. mannaiaa - 2 mesi fa

    Per me mancano idee davanti non c sono automatismi e gioco veloce troppo prevedibili i giocatori non sono mai cosa fare e alla fine perdono palla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. warriors - 2 mesi fa

    psrtita salvata di culo….. manca troppo per andare in Europa…almeno che gli altri siano piu’ scarsi di noi….Sirigu oggi ha salvato la baracca….l’ allenatore inadeguato ….e Niang era meglio lasciarlo lavorare come posteggiatore o lavavetri …..per essere l’ investimento piu’ caro ,,,dell’ era Mandrognana ….c’era di meglio ma molto molto meglio…calcolando che conosce il modulo del suo vate …. pessima prova di uno che non ne avevamo proprio bisogno…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. abatta68 - 2 mesi fa

    se giochi male e sei quarto in classifica… và beneeeeee!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Akatoro - 2 mesi fa

    Quando il migliore in campo è il portiere qualcosa non va

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 2 mesi fa

      quando il tuo portiere è il migliore in campo vuole dire che hai fatto un acquisto azzeccato! per anni siamo stati abituati a perdere le partite per colpa di una cappella del nostro portiere… le partite si vincono anche cosi, proprio perchè Sirigu, Iago e Ljaic giocano nella tuua squadra, non in quella avversaria! poi ragazzi… è ancora tutto da fare eh, ovvio che si deve migliorare e anche in fretta, però… sento già commenti catastrofici che ci proiettano in serie B! io non mi aspettavo una partita molto diversa, diciamo che speravo che la si sbloccasse un pò prima, ma per una vittoria di misura ci avrei messo la firma.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Akatoro - 2 mesi fa

        Non è un commento catastrofico, però con tutto il rispetto per il Benevento, con la differenza di squadra che c’è non si possono lasciare 4/5 occasioni da gol all’avversario.
        PS ovviamente ringrazio Dio che sirigu è con noi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Romagna Granata - 2 mesi fa

    pensate voi se avessimo in panchina un vero allenatore….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabertoro - 2 mesi fa

      Pensa avessimo dei veri tifosi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. cugio - 2 mesi fa

    bene, il culo è dalla nostra parte, anche quello ci serve, ma dalla prossima partita FUORI LE PALLE!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy