Bisacchi (Radio Sportiva): “Il Torino è da Europa, ma lo era anche l’anno scorso”

Bisacchi (Radio Sportiva): “Il Torino è da Europa, ma lo era anche l’anno scorso”

L’intervista / Il giornalista genovese ai nostri microfoni: “Samp squadra in salute”

Meno di due giorni a Torino-Sampdoria: nella marcia di avvicinamento alla sfida è il momento di dare la parola a Marco Bisacchi, preparato e stimato collega genovese, speaker di Radio Sportiva e collaboratore di Tuttosport, che segue da vicino le vicende della Sampdoria.

Buongiorno Marco. Come sta la Sampdoria? Che squadra arriverà a Torino?

Vedrete una squadra in salute. Certo, ci sono stati tanti cambiamenti: sono usciti diversi giocatori importanti, come Skriniar, Schick, Muriel e Fernandes, e ne sono arrivati altri, come Zapata, Ramirez (che si è inserito subito molto bene) e Strinic. Caprari è un innesto molto interessante, un giocatore emergente. Quagliarella, poi, è il simbolo di questa squadra e giocherà certamente. Dal punto di vista tattico, mi aspetto una squadra che proverà a replicare la partita che ha permesso di vincere a Firenze; gli uomini di Giampaolo proveranno a prendere il gioco in mano, senza lasciare il pallino in mano al Torino. Si tratta di una squadra che è stata costruita per giocare, e che se prova a difendersi e basta alla fine perde.

E’ una Sampdoria più forte o più debole rispetto a quella che arrivò decima l’anno scorso?

Il vantaggio rispetto all’anno scorso è la permanenenza Marco Giampaolo: ha il vantaggio di avere un anno di lavoro con la squadra e la società alle spalle, è un tecnico rodato e che sa far rendere questa squadra. Questo lo dimostrano le due vittorie nelle prime due giornate. In senso assoluto, sulla carta il peso della mancanza di Muriel e Schick si dovrebbe sentire, ma la Sampdoria è partita a punteggio pieno dimostrando di poterne fare a meno.

Il Torino ha un obiettivo dichiarato, quello di lottare per l’Europa League. E i blucerchiati?

Sinceramente non so se la Sampdoria potrà lottare per quel traguardo. E’ una squadra che ha cambiato comunque molto, solo a centrocampo la struttura è sempre la stessa. E credo ci siano squadre più attrezzate e più complete, come lo stesso Torino, ma anche la Lazio e l’Atalanta: ci penserei bene, prima di etichettare gli orobici come una favola durata una stagione. Per l’Europa vedo altre squadre favorite, insomma, ma la Sampdoria può essere ritenuta una outsider.

Lo stop forzato di tre settimane, tra la sosta e il rinvio della gara con la Roma, è uno svantaggio per la Sampdoria?

Direi di sì, la squadra era reduce da due vittorie ed era in forma, la pausa può avere un po’ spezzato il ritmo.

La tua opinione sul Torino? Come è percepita a Genova la squadra di Mihajlovic?

Una buona squadra. Secondo me l’anno scorso è stato un po’ deludente, perchè il Torino avrebbe già potuto lottare davvero per l’Europa. Tuttavia, i granata si possono rifare quest’anno, l’occasione è ghiotta e la squadra è senza dubbio di qualità, con un attacco importante, tra i migliori della Serie A. A Genova Mihajlovic è ben conosciuto, un allenatore che trasmette carattere ma sa anche far giocare bene le proprie squadre. E la permanenza di Belotti è stata una prova di forza da parte del presidente Cairo; personalmente mi aspettavo che prima o poi l’offerta importante sarebbe arrivata, invece il Gallo alla fine è rimasto in granata. Ora dovrà dimostrare di essere rimasto a Torino volentieri, però. Chi lo marcherà tra i blucerchiati? Credo Silvestre, perlomeno sulle palle inattive.

Per chiudere: un pronostico su Torino-Sampdoria?

Difficile fare previsioni su questa partita. Propendo per un salomonico pareggio, tra due buone squadre che giocheranno una partita intensa.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ALLO STADIO CON LA SEDIA DI MONDONICO - 2 mesi fa

    Due salomoniche belle pere, girate il pullman e tutti a casa, altro che pareggio
    Domani la sblocca il Gallo, zuccata devastante su corner del cecchino serbo AL10

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mancio 74 - 2 mesi fa

    Per chiudere direi di dargli un paio di sberle e rimandarli a casa ,senza subirne ovviamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Athletic - 2 mesi fa

    Io invece oggi mi domandavo cosa sarebbe successo se anzichè Miha, avessimo preso Gasperini. E la mia non è una recriminazione, perchè a suo tempo, io non ero favorevole all’arrivo di nessuno dei due … però, visti i risultati che hanno ottenuto .. mi chiedevo, chissà dove saremmo con Gasperini in panchina ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 2 mesi fa

      Ciao Athletic, scusami ma stavolta non sono d’accordo con te.
      Gasperini mi sta proprio sulle balle , in quanto già a guardarlo prima che apra bocca capisci che è un gobbo di m****.
      Se parla poi ( soprattutto quando la perde) ti leva ogni dubbio.
      No, no .
      E non è una questione di professionisti da capire, che vanno dove sono meglio pagati, ecc ecc.
      Ci sono casi che proprio sono incompatibili, ad esempio tu vedresti mai un Ezio Rossi o un Renato Zaccarelli allenare la juve? No, io no sarebbe un’incubo.
      Ecco, Gasperini sarebbe stato per me un brutto sogno.
      E pazienza se ci avrebbe fatto vincere lo scudetto, sarebbe stato sporco di merda bianconera!
      Ciao
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Athletic - 2 mesi fa

        Probabilmente il mio post è stato male interpretato, da te come da tanti altri immagino. Io ho specificato che quando è andato via Ventura ero contrario sia al possibile arrivo di Miha, sia a quello di Gasperini, per motivi diversi, non mi piacevano nessuno dei due. E di certo non rimpiango il fatto che sia andato a Bergamo anzichè da noi. La mia era una semplice curiosità, una domanda che ti fai … chissà cosa avrebbe combinato Gasperini con una rosa come la nostra, tutto lì.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Alberto Fava - 2 mesi fa

          Ok capito, ho interpretato non correttamente il tuo pensiero. Ciao e FVCG

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 2 mesi fa

    L’anno scorso e’ stato deludente, ma allenatore nuovo, centrali nuovi di difesa (meno forti) e cmq un modo di intendere il calcio completamente diverso da Ventura.

    Piu’ passa il tempo piu’ perdono a Miha l’annata scorsa, gente come Benassi, Zappa, Barreca alla fine non sono buoni per i suoi schemi, puo’ piacere o meno e puo’ dispiacere vederli partire (come con Peres) ma alla fine l’allenatore scelto dalla societa’ e’ stato lui.

    Quest’anno ci sono meno scuse, direi che a parte Barreca (che sicuramente a lui piace in ogni caso, altrimenti partiva) ha giocatori allineati, magari non tutti proprio con seconde scelte all’altezza ma la squadra dei titolari e’ da europa, su quello non c’e’ dubbio, puo’ solo fallire lui nel farli giocare assieme a questo punto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy