Bomba carta nel Derby della Mole: Torino e Juventus si costituiscono parte civile contro Saurgnani

Bomba carta nel Derby della Mole: Torino e Juventus si costituiscono parte civile contro Saurgnani

In tribunale / Con i granata anche i tifosi feriti, la Figc. Il club bianconero: “Abbiamo subito un danno rilevante”. Udienza aggiornata al 30 marzo

3 commenti

Quest’oggi a pranzo, presso il tribunale di Torino, è iniziato il processo a Giorgio Evenzio Saurgnani, 29 anni, promotore finanziario bergamasco, accusato di essere coinvolto nell’episodio del lancio di una bomba carta durante un derby della Mole della scorsa stagione. La causa – come si legge in una nota dell’Ansa – è stata aggiornata al 30 marzo perché il pm Andrea Padalino ha aggiunto un nuovo capo d’imputazione: porto abusivo di esplosivi. Questo sarà di competenza di un tribunale collegiale e non monocratico.

Oltre ad alcuni dei tifosi granata feriti, si sono costituiti parte civile la Figc, il Torino e la Juventus. “La curva venne chiusa – spiega l’avvocato Maria Turco, legale della società bianconera – e ci venne inflitta una sanzione di 30mila euro. Tutto questo per il gesto di qualcuno che si definisce tifoso della Juventus e che non è nemmeno nostro abbonato. Il danno che abbiamo subito è rilevante”.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. TORERO - 1 anno fa

    …ridi, ridi coglione! Che adesso voglio vederti pagare quello che dovrai pagare con lo stipendio da fame da promotore fallito quale sei…come ti rovinera’ Padalino (che conosco di fama qui a Torino)…!!! Che culo che ti fara’!!! …sicuramente fallito come sei andrai a piangere da mammina e papino…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. MAgo - 1 anno fa

    Coglione e delinquente !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ziocane66 - 1 anno fa

    Certe persone dovrebbero farle sparire, ma anche certe squadre !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy