Cagliari, centrocampo decimato: Padoin in regia e occhio a Barella

Cagliari, centrocampo decimato: Padoin in regia e occhio a Barella

Verso il match / Diego Lopez dovrà sopperire alle assenze dell’infortunato Cigarini e di Joao Pedro sospeso per doping. Scalpita il moldavo Ionita

di Marco Notaro, @MarcoNotaro17

Sabato pomeriggio il Torino affronterà il Cagliari, nella gara valida per la 30° giornata del campionato di Serie A. I rossoblu arriveranno a questa sfida dopo aver vinto in rimonta il match contro il Benevento, con un calcio di rigore assegnato dal VAR in extremis e trasformato da Barella. La squadra di Lopez si è così allontanata dalla zona rossa della classifica piazzandosi al 14esimo posto con 29 punti. Dopo aver scoperto la difesa dei sardi, ora andiamo ad analizzare il centrocampo.

CIGARINI IN DUBBIO – Lopez ha disegnato un centrocampo a cinque per la sua squadra: un mediano, due mezzali e due esterni che supportano allo stesso tempo il lavoro della difesa e dell’attacco. Il regista della squadra sarà Padoin, vista la possibile assenza di Cigarini per infortunio. L’ex bianconero è un giocatore duttile, capace di ricoprire più ruoli, ma non si distingue molto per la sua capacità tecnica – nonostante abbia già giocato in passato come perno a centrocampo –  ed il Toro potrebbe sfruttare la sua presenza in mezzo al campo per mettere in difficoltà il Cagliari. Se il pressing granata dovesse funzionare, i sardi non avrebbero un grande regista su cui poter puntare e questa potrebbe essere una delle chiavi della gara.

OCCHIO A BARELLA – Nel ruolo di mezzali dovrebbero agire BarellaIonita, due ottimi elementi sia in fase di copertura che in fase di spinta. Per la giovane stella dei sardi questa è stata una stagione straordinaria, 25 presenze con un bottino di 5 gol in campionato per un giocatore che cresce di partita in partita e che è già finito nel mirino dei top club europei. Dopo la sospensione di Joao Pedro, il brasiliano infatti è stato sospeso dalla Nado Italia per uso di sostanze dopanti, Barella è anche diventato il rigorista dei rossoblu. Buona anche la stagione del moldavo Ionita, già 27 le sue presenze e due i suoi assist. Un giocatore a cui il Toro dovrà stare molto attento sui calci piazzati, visto che si tratta di un ottimo colpitore di testa.

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. torinodasognare - 4 mesi fa

    Beh, meglio decimato che assente come il nostro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy