Calciomercato, Niang: il Torino non ha fretta, tocca al Nizza passare ai fatti

Calciomercato, Niang: il Torino non ha fretta, tocca al Nizza passare ai fatti

In uscita / L’interesse dei francesi è reale, ma ad oggi non sono pervenute offerte concrete: i granata non hanno necessità di cedere

di Federico Bosio, @fedebosio19

Il Torino prosegue la preparazione in vista di un avvio di stagione particolarmente impegnativo, cresce, lotta in campo ed assimila quei concetti basilari del calcio di Mazzarri. Nel frattempo, uno sguardo è rivolto ancora ai tavoli di calciomercato sui quali si stanno disegnando le ultime trattative volte a modificare l’organico granata, attraverso operazioni sia in entrata che in uscita; il giocatore forse più chiacchierato dell’estate – ma, si potrebbe dire, sin dal suo approdo all’ombra della Mole un anno fa – è M’Baye Niang: un feeling ad oggi non sbocciato con la piazza ed una situazione che risulta essere più in ballo che mai. Ricapitoliamo velocemente: il parco attaccanti del Torino è vasto e non sono affatto da escludere operazioni di ‘sfoltimento’, ed il giocatore è nel mirino di Nizza e Sporting Lisbona.

In particolare sono i francesi ad aver espresso più di un apprezzamento per la punta che comunque, è sempre bene sottolinearlo, non sta puntando i piedi per lasciare il Torino: l’attuale situazione sembra essere una comune attesa, da parte di società e giocatore, per eventuali offerte concrete e congrue. Se questa non dovesse arrivare, l’attaccante resterebbe alla corte di Mazzarri per rilanciarsi senza troppi malcontenti. Anche il messaggio scambiato nella giornata di ieri con l’amico Balotelli, in riferimento ad un possibile approdo proprio in Costa Azzurra al posto del partente SuperMario, può effettivamente lasciare il tempo che trova e non essere interpretato come un segnale di una trattativa evidente o vicina ad una chiusura imminente. Quel che è certo è che il club di via Arcivescovado è pronto a valutare eventuali interessi, così come è sotto gli occhi di tutti il fatto che Niang non fosse presente nemmeno in panchina ieri pomeriggio, nell’amichevole disputata e vinta ad Alessandria proprio contro il Nizza.

Una situazione sulla quale Cairo, a fine partita, ha commentato: “è tornato pochi giorni fa, deve recuperare condizione e si sta allenando per recuperare il tempo perso”. Il presidente ha poi chiosato sul fronte mercato: “Se oggi ho parlato di Niang con i dirigenti del Nizza? No, non li conosco neanche”. Il pensiero del club è chiaro: il Torino non ha alcuna necessità ne fretta di cedere il giocatore, e non ha intenzione di valutare offerte inferiori ai 12-13 milioni; l’interesse del club francese è innegabile, ma ad oggi non sono pervenute offerte concrete. Se dunque i rossoneri vorranno davvero affondare il colpo, nei prossimi giorni dovranno passare dalle parole ai fatti e formalizzare il desiderio proponendo una somma congrua a quella valutata dalla società granata, evento che ad oggi non si è ancora verificato.

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. robytrol_181 - 4 mesi fa

    NJANG DOMANI 3 AGOSTO INZIA IL TRASLOCO PER MARSIGLIA, QUINDI DOVREMMO LEVARCELO DAI PIEDI. IL PROBLEMA E’ CON CHI LO SOSITUIRA’ IL NOSTRO MAGNANIMO PRESIDENTE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ANNO1976 - 4 mesi fa

    Niang lo terrei invece anziché regalarlo.
    Non può essere così scarso.
    Ora sta a chi di dovere motivarlo al meglio per sfruttarne le potenzialità.
    E magari sarà la sorpresa del prossimo anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. KanYasuda - 4 mesi fa

    Ottima strategia quella di non farlo giocare ieri, altrimenti quelli del Nizza, vedendolo, avrebbero rinunciato a qualsiasi tipo di interessamento.
    La migliore manovra per venderlo è quella di non metterlo più in campo prima di inizio campionato e parlarne sempre bene, cosa che il Ns.Presidente sa fare alla grande.
    Servirebbe però anche un pò di umiltà, e ricavarne pure 8-10 mln. sarebbe un ottimo rientro per questo investimento scellerato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13746076 - 4 mesi fa

    Vendete il ballerino nero!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. prawn - 4 mesi fa

    si aspetta, si alza il prezzo.. sperando che la sola non resti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Madama_granata - 4 mesi fa

    “La punta, Nyang, non sta pestando i piedi x lasciare Torino”, ma NOI, SÌ!
    X me è solo più modesto, o realista, di Acquah, che crede di essere tra i più richiesti in campionato, specie in England!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13965385 - 4 mesi fa

    Vendetelo!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. renato - 4 mesi fa

    Leggo nel titolo “il Toro non ha necessità di cedere”, “non ha fretta”… Io la penso esattamente al contrario, la necessità è assoluta e Cairo penso abbia molta fretta… Perchè dobbiamo leggere questi strani commenti da parte dell’articolista? Prima ci liberiamo di sto pacco e meglio è.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13955399 - 4 mesi fa

    Se vedeste quello che pagano qui in England per gente 1000 volte peggio…altro che risate..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Spadowsky - 4 mesi fa

      Beh…se ragioniamo sul “meno peggio” non costruiamo nulla di positivo….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Spadowsky - 4 mesi fa

    Petrachi ha la responsabilità di aver fatto acquistare sto pacco di giocatore…il giocatore più caro nella storia del Toro. Un DS che commette un errore del genere o è sprovveduto o è incapace oppure sotto c’è qualcos’altro…perché altrimenti sarebbe da licenziare immediatamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Spadowsky - 4 mesi fa

      Fans di Niang/Petrachi….spiegatevi….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Hagakure - 4 mesi fa

      DS petrachi 007, al servizio segreto di sua merdità la famiglia agnelli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Spadowsky - 4 mesi fa
        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Aiax76 - 4 mesi fa

    Dopo aver venduto Rosina a Dieci non mi stupisco più di niente…e i dieci di allora sarebbero trenta ,oggi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Hagakure - 4 mesi fa

    12/13 milioni questa inutilità fatta a giocatore…????

    …le risate sguaiate che si stanno facendo appena hanno sentito la richiesta do Cairo si sentono sin qui!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. GlennGould - 4 mesi fa

    Non ha fretta piu’ o meno. Secondo me Cairo, a pensare quanto ha pagato sto pacco, si è comprato una farmacia per avere Buscopan e ansiolitici a prezzo di costo.
    Poi si rende conto che Niang l’ha scelto Sinisa e che Sinisa l’ha voluto lui,e passa direttamente al valium..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy