Calciomercato Torino, Aramu verso il prestito: è corsa a cinque in Serie B

Calciomercato Torino, Aramu verso il prestito: è corsa a cinque in Serie B

In uscita / Poco spazio in granata: il trequartista sembra destinato ad un’altra stagione di maturazione. Benevento, Spal, Bari, Vicenza ed Avellino alla finestra

36 commenti

Ultimi giorni di mercato decisivi in casa Torino, dove sono attese con ansia importanti novità per quanto riguarda le entrate: Mihajlovic aspetta ancora gli ultimi tasselli per rinforzare adeguatamente la formazione. Ma il mercato granata sembra essere particolarmente attivo anche alla casella operazioni in uscita, e così dopo aver salutato Vittorio Parigini approdato al Chievo in prestito secco per una stagione – club con il quale il giovane esterno ha anche già trovato l’esordio, domenica sera nel match vinto contro l’Inter – ecco che anche per Mattia Aramu potrebbe profilarsi la stessa soluzione.

Il giovane ed eclettico trequartista dopo essere rientrato alla base è stato oggetto delle valutazioni del tecnico serbo ed ha ben figurato nel corso della preparazione estiva: utilizzato sia come mezzala che all’occorrenza come attaccante esterno nel tridente offensivo, Aramu si è giocato bene le proprie carte sgomitando contro una folta concorrenza in entrambi i ruoli ed ha così trovato spazio nella sfida di Coppa Italia contro la Pro Vercelli, pur non scendendo in campo dal primo minuto. Mihajlovic in ogni caso sembra vederlo decisamente meglio in una linea di centrocampo a tre, come mezzala offensiva, ruolo a dir poco coperto: nell’organico granata sono infatti presenti Baselli, Benassi, Acquah, Obi ed i giovani jolly Lukic e Tacjtsidis, senza contare che il tecnico serbo con ogni probabilità un rinforzo dal mercato se lo aspetterebbe ancora anche in quella posizione. Una concorrenza decisamente elevata che costringerebbe Aramu ad un minutaggio forse troppo limitato; la prima dimostrazione a San Siro, dove il talentuoso prodotto del settore giovanile granata è rimasto in panchina per tutta la durata della partita.

Aramu in panchina a San Siro, nella sfida contro il Milan
Aramu in panchina a San Siro, nella sfida contro il Milan

Proprio per questa motivazione sembrerebbe spingere il Torino a guardarsi intorno per cedere il giocatore in prestito per un’altra stagione, dopo l’avventura tra le fila del Livorno: una soluzione che farebbe comodo sia allo stesso Aramu, per trovare continuità e crescere ulteriormente, sia al club granata che non tarperebbe le ali ad un giocatore decisamente talentuoso. Sembra quindi essere corsa a cinque per aggiudicarsi le prestazioni del duttile centrocampista: Benevento, Bari, Spal, Avellino e Vicenza sono alla finestra. Si tratta di cinque club che militano in Serie B, quindi una destinazione in ogni caso di valore per il giovane granata che si confronterebbe nuovamente con il campionato cadetto, per fare ritorno la prossima estate. Tanta, forse troppa concorrenza in granata: il Torino pronto a cedere Aramu in prestito, ultimi giorni di mercato decisivi.

36 commenti

36 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 9 mesi fa

    Siamo proprio sicuri che Aramu valga meno di Obi e Lukic? Io credo proprio di no.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. SangueGranata - 9 mesi fa

    Aramu è pronto per la a sia fisicamente che come personalità.Calcia bene i calci piazzati.Non esiste una logica per non cercare il prestito per il fumoso martinez (grande impegno e basta) e dar via parigini e aramu.Mai avuto dubbi sulla mediocrità di miha,i risultati parlano per lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. SangueGranata - 9 mesi fa

    Aramu via e martinez resta? Prenderemo mica qualche altro giovane serbo? Da CAIRESE a SERBIESE????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. sysma_558 - 9 mesi fa

    Serbo supercazzola di merdaccia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. gehenna8_448 - 9 mesi fa

    Fuori tema: ora che il Comunale è Grande Torino (Olimpico), considerando che non avevamo i preliminari di EL questa estate e considerando che ci costa 500.000 /anno per i restanti 98 anni, non si potrebbe vederlo un po di bianco e di granata invece di quell’osceno grigio topo? Stesso discorso non potrebbe valere almeno (sogno) per i seggiolini sotto alla Grande Torino? A me vedere la soluzione low cost della gigantografia di Mazzola dietro quelle vetrate appare indegno. sembra un carcerato…. e la chiudo qui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. The Mtrxx - 9 mesi fa

    Toro sempre piu’ simile al casino di samp e milan

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Tenente Sheridan - 9 mesi fa

    Anche se avete eliminato il mio commento, il “passaggio” da due stronzi a tre stronzi (Sinisa compreso), per quanto riguarda la gestione e il lancio dei Nostri Ragazzi, resta

    Il resto lo vedremo tra un paio di giornate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Mik - 9 mesi fa

    E un altro giovane del nostro vivaio rientrato finalmente alla base se ne va di nuovo in prestito in serie b. Due cose non mi tornano perche tanto per cambiare al toro si prendono spesso strade che portano chissà dove : una persona di 21 anni è un giovane non esperienziato magari in altri mestieri. Calcisticamente parlando, soprattutto nel resto d’europa, un calciatore con questa età ha già fatto vedere da qualche anno di che pasta è fatto. Quindi che vada nuovamente a farsi le ossa altrove, tra l’altro nuovamente in serie b dove ci ha gia giocato e dove ormai piu di tanto non può crescere se non si confronta mai con la massima serie…non se ne vede tutto sto grande motivo! Inoltre se a centrocampo come in altri reparti dove abbiamo altri giovani della primavera rientrati che scalpitano per giocare, invece dei Maradona di turno abbiamo quello che abbiamo…ma di che stiamo parlando allora????!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Como Granata - 9 mesi fa

    Quest’anno “ARAMU” era da tenere e provare piu’ volte…per me e’ un ottimo calciatore italiano…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. FVCG'59 - 9 mesi fa

    Ne rimarrà, per ora, solo più uno, come lo Highlander: Belotti! Solo però il tempo di diventare una bella plusvalenza e poi via, con il prossimo mercato!
    Qui basta bussare alla porta: un buon giocatore non lo si nega a nessuno, basta che porti la sua bela plusvalenza…
    Zappacosta al SASSUOLO!!!, il terzino della futura nazionale italiana, Baselli lo vuole il Milan, Aramu, Gomis e Barreca “maturare” altrove, perché qui ci sono dei fenomeni al posto loro (e Parigini al Chievo, perché qui non era utile alla causa). Non parliamo di Janson, Silva, Peres, Maksimovic e Glik: verso il calcio che conta è porta grana!
    Ma come potete pensare che un giocatore possa mai chiedere di venire al Toro, se non per rivitalizzarsi o cercare di passare da scommessa a plusvalenza? Se tutto va bene, appena diventerà appetibile per una Squadra, non esiterà a chiedere di andarsene…
    Progetto? Quale, se non monetizzare per le sole tasche presidenziali? Toglietevi dalla testa l’EL e qualsiasi tipo di obiettivo che non sia la salvezza (forse), ma domenica si gioca, quindi tutti allo stadio a tifare Toro, perché comunque il TORO siamo noi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torissimo - 9 mesi fa

      Sì, tutto vero, ma non esageriamo, la salvezza non è in discussione! Se il riferimento è Ljajic, non aveva molta voglia neanche lui di venire.
      Il prestito in B è un’idiozia a 21 anni per uno forte come Aramu. O lo si tiene o la A.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. cantante - 9 mesi fa

    buongiorno a tutti, chiaro spiace per Aramu e non capisco il perché’ di tenerlo qua sin ora visto che
    le caratteristiche del ragazzo sono note. Ma il problema è’ che ad oggi non abbiamo
    un portiere TITOLARE, un centrale difensivo n rapido, ed il famosissimo REGISTA., ed i giorni passano
    Spero che le mie sensazioni siano errate ma le idee dei ns dirigenti sono alquanto confuse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. tripppo - 9 mesi fa

    Abbiamo preso un allenatore che dovrebbe valorizzare i giovani, lo scorso anno con Ventura siamo partiti con questo concetto acquistando giocatori giovani ed italiani, con l’arrivo del nuovo mister però i giovani italiani non interessano (Parigini, Aramu, Zappacosta ecc..) prendendo altri giovani non italiani secondo me in questo caso andremo a perdere un potenziale importante per cosa ?
    Complimenti al Sassuolo che forse farà maturare Zappacosta e tutti quei giocatori nostrani che chiedono spazio nelle altre squadre riuscendo addirittura dove gli altri falliscono (C0ppa UEFA)
    Mi dispiace avevamo iniziato un buon lavoro che con il cambio allenatore abbiamo distrutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sanguegranata - 9 mesi fa

      Lo dico da diversi giorni ormai..
      felice di trovare qualcuno che la pensa come me ma la cosa non mi consola affatto.
      Anzi, se cediamo anche Aramu e Zappacosta dopo Parigini, Jansson, Peres, Gazzi, Glik che se n’è voluto andare, Maksimovic che se ne vuole andare, Baselli bocciato (buttato nella mischia contro il milan come mossa della disperazione)Molinaro preferito a Barreca mi vengono da pensare due cose:
      o che il serbo finita la carriera di calciatore non avrebbe più dovuto occuparsi di calcio oppure che sta cercando delle scuse, che sta mettendo le mani avanti perché sa già che la stagione sarà fallimentere, altro che EL!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. sysma_558 - 9 mesi fa

        GIUSTO !!!!! IL SERBO DOPO AVER APPESO GLI SCARPINI AL CHIODO doveva andare a coltivare la terra al suo paese. Sarebbe stato meglio per tutti!!!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Akatoro - 9 mesi fa

        sulle partenze concordo che almeno aramu e jansson andavano tenuti; parigini dipende, non si puo’ far crescere 3 giovani nello stesso ruolo (boye, parigini, aramu) perchè a fine campionato non avrebbero avuto minuti e presenze significative nessuno dei 3. Baselli non è stato messo titolare perchè rientrava da problemi fisici, e per barreca penso che il serbo abbia preferito puntare sull’esperienza, ma io sfido chiunque a dire che si sarebbero aspettati degli errori cosi’ grossolani da moretti e molinaro. Credo che in campionato barreca troverà molto spazio e ne uscirà titolare. Aramu sarebbe da tenere visto che oltre a fare esterno alto potrebbe fare la mezz’ala(ruolo in cui si cerca un nuovo innesto). per Zappacosta è meglio andar altrove perchè merita più che un posto da riserva, se no non maturerà mai visto che ha già 24-25 anni (sarebbe meglio in prestito)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. gehenna8_703 - 9 mesi fa

      Bisognerebbe dirlo agli anti-Guru, adesso hanno il coach di carattere (vedi Lerda, vedi De Biasi…). Quelli che stiamo piangendo e che il Tecnico sta lasciando andare via adesso con chi erano arrivati? Con un tecnico acclamato e stimato da qualsiasi suo collega, da qualsiasi calciatore e da qualsiasi addetto stampa ma NON dai suoi tifosi. E credo che queste poche righe pullulino di dati di fatto incontrovertibili.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

    A chi dobbiamo dire grazie?
    Ma siamo così sicuri che Mihajlović sia l’uomo giusto per far crescere questa squadra? La mia non vuole essere una domanda retorica ma è giusto un dubbio che ho dopo più di un mese del serbo alla guida del Toro. Sembra aver bocciato quasi tutti, ed io lo trovo incredibile. Parigini no, Peres no, Baselli e Barreca ni, Jansson e Gaston Silva orrore… mi chiedo chi sarà il prossimo, gli unici che ha promosso sono i due serbi: uno non voleva venire e l’altro se n’è già andato da solo.
    Naturalmente tutti i miei migliori auguri ma per il momento mi tengo le mie perplessità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi-TR - 9 mesi fa

      Miha non è Ventura…è abituato a lavorare in modo diverso…la società ha fatto una scelta ed era ovvio che ci sarebbe stato un cambio di rotta tecnico…sia dal punto di vista tattico che dei giocatori…se avessero voluto proseguire il lavoro di Ventura avrebbero dovuto scegliere altrove (no Longo però che ha esperienza zero di prime squadre quanto mai di serie A)…ormai la scelta è fatta…quelli bravi che sono andati via sarebbero andati via anche con Ventura e con qualsiasi altro dato che sono stati ceduti perchè non volevano più restare…gli altri non erano certo dei fenomeni…insomma…dimentichiamoci l’era Ventura…in molti dovrebbero essere contenti no ? non è quello che volevano con tanto di striscioni allo stadio e lamentele continue sui forum ?
      Quello che mi chiedo è come la Società voglia puntare a un posto in EL quando la sua politica è di cedere i pezzi migliori per scommettere su sconosciuti o giovani…non è certo questa la strada…dovrebbero dire chiaramente che lo scopo è la permanenza in A disputando un campionato dignitoso e senza patemi di retrocessione e credo che sarebbero tutti più sereni e contenti.
      Sempre Forza Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Ale67 - 9 mesi fa

    La campagna Acquisti/cessioni di quest’anno sembra basarsi sull’improvvisazione più totale. Chi doveva partire è rimasto. I ruoli che si dovevano coprire non sono stati coperti. I giovani su cui si era deciso di puntare sono stati ceduti o accantonati. Sono arrivati tanti giocatori mediocri/sconosciuti che non si sa bene cosa ne faremo. Aramu è l’ennesimo esempio di quanto ho detto. Se in quel ruolo avevamo già Obi, Acquah, Baselli e Benassi perchè abbiamo sprecato soldi X Tachsidis e Lukic a cediamo Aramu? Veramente deluso dalla ns dirigenza!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

      Ma non credo che sia da imputare in toto alla nostra dirigenza, ma più alle scelte tecniche del serbo. E’ lui che, a questo punto, sceglie chi serve al suo progetto e chi no.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ale67 - 9 mesi fa

        Propendo per un concorso di colpa. Sulla bocciatura dei ns giovani ti do ragione, ma sull’arrivo dei vari Tachsidis Gustafson Rossettini dubito abbia responsabilità

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Nicola - 9 mesi fa

          Io penso che in questi casi le responsabilità siano sempre dell’allenatore, non credo che a Cairo e Petrachi (o chi x loro) faccia differenza, all’interno di un budget prestabilito, se prendere Gustafson, Pinco Pallino o tenere Aramu. E se l’allenatore non dovesse essere d’accordo dovrebbe avere le palle per dirlo o per dimettersi, a meno che l’unica cosa che gli interessi non sia la panca e il grano….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Luigi-TR - 9 mesi fa

          esatto…chiedere a Petrachi…la rovina del Toro è lui

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. gehenna8_773 - 9 mesi fa

            Infatti ha vinto il Maestrelli come migliore DS del campionato proprio per quello, esattamente come Ventura, nell’anno dello scudetto del Venaria bianconero aveva vinto quello come migliore allenatore. Stampa, colleghi, addetti ai lavori e calciatori non capiscono nulla… poniamo il paradosso, ma fare le nozze con i fichi secchi comporta anche questo, subire giudizi privi di senso.

            Mi piace Non mi piace
          2. Akatoro - 9 mesi fa

            ma non scherzare. petrachi esegue direttive.Petrachi è, e dovrebbe essere l’anello di congiunzione tra presidente e allenatore. l’allenatore chiede i giocatori che gli interessano, il ds si da da fare per trattative e il presidente da budget.
            Io non credo che petrachi parta e faccia acquisti o cessioni senza benestare di presidente e allenatore

            Mi piace Non mi piace
    2. Luigi-TR - 9 mesi fa

      sono d’accordo con te

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Simone4Toro - 9 mesi fa

    ma se gioca Obi… voglio dire..Obi!!.. Vogliamo dire che Aramu è peggio??? ma quando mai…è triste da dire..ma il Sassuolo è diventato per noi un esempio..che tristezza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blackmapan_537 - 9 mesi fa

      Nessun allenatore getta nella mischia un giovane con il rischio di bruciarsi. A zappacosta ne sono state dette di tutti colori fino a 10 minuti fa, adesso è diventato un fenomeno. Stessa cosa per Gaston Silva. Per tenere un giovane a fare panchina è meglio mandarlo a giocare in una squadra minore e richiamarlo quando sarà pronto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luigi-TR - 9 mesi fa

        Gaston Silva ha avuto le sue occasioni, anche se poche, ma non ha mai convinto……Zappacosta anche non ha mai convinto però lo terrei…Aramu sono già 3 anni che và in giro per l’Italia a fare esperienza…è ora di essere promosso in prima squadra con il Toro…mica deve fare il titolare (per il momento) ma nella rosa può starci benissimo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. blackmapan_38 - 9 mesi fa

          Magari uno potrebbe anche preferire giocare piuttosto che crescere in panchina

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Gliinvincibili - 9 mesi fa

        Si quando avra l eta pensionabile.Ma che cazzo dite

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Ale67 - 9 mesi fa

    .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Torissimo - 9 mesi fa

    Va tenuto, anche perché non è vero che il ruolo è così coperto. È già pronto ora

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. sysma_558 - 9 mesi fa

    Lo avevo scritto la scorsa settimana che il serbo supercazzola avrebbe segato anche Aramu dopo Parigini. Al Chievo ancora non ci credono e ci prenderanno anche per il culo, dopo Aramu a chi tocca ? Barreca ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Luigi-TR - 9 mesi fa

    dovremmo imparare un pò dal Sassuolo, ragazzi come Aramu non andrebbero ceduti, neanche in prestito ma lasciati crescere nella prima squadra e giocare quando se ne presenta l’occasione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy