Gastòn Silva resta in panchina, il suo Uruguay perde 2-1

Gastòn Silva resta in panchina, il suo Uruguay perde 2-1

Qualificazioni mondiali / La Nazionale di Tabàrez cade in Ecuador, il granata non scende ancora in campo

Gaston Silva in Torino-Inter, pagelle

La pausa Nazionali non significa solamente sfide amichevoli: per le selezioni sudamericane infatti, al contrario che per le europee, sono in atto le qualificazioni per il prossimo mondiale in Russia 2018 con il metodo di un unico girone da dici squadre che si affronteranno attraverso match di andata e ritorno. Le prime quattro saranno automaticamente qualificate mentre la quinta disputerà un playoff; durante questa pausa si giocano le partite valide per il terzo ed il quarto turno.

L’Uruguay di Gaston Silva in questo momento è terzo a 6 punti ed è reduce dalla fresca sconfitta al vertice patita ieri nel match esterno contro l’Ecuador: 2-1 per i padroni di casa il risultato finale, a segno Felipe Caicedo e Fidel Martinez, di Cavani la rete dei biancazzurri. Nel corso di questa sfida non ha trovato spazio il granata Gaston Silva: il giovane difensore dopo essere stato una colonna delle selezioni minori ed anche il capitano dell’Under 21, finora è fermo ad una sola presenza nella Nazionale maggiore. Il ct Oscar Tabàrez lo convoca sempre e non si può dire che il terzino non faccia parte del giro abituale, ma nella pratica non scende quasi mai in campo.

Gaston_Silva
Gaston Silva, seconda stagione al Torino per l’uruguayano

Questa situazione è comunque comprensibile e può essere dettata da due principali motivazioni: durante queste partite ufficiali è ovvio come l’allenatore preferisca magari tutelarsi schierando giocatori con maggiore esperienza, e la Nazionale uruguayana in questo senso ha elementi del calibro di Jorge Fucile, Maxi Pereyra ed Alvaro Pereyra nello stesso ruolo di Silva; secondo elemento è proprio il ruolo. Il giovane granata si è fatto notare sotto la Mole per la sua duttilità e la capacità di ricoprire differenti posizioni in campo (quasi) sempre sul centro-sinistra. Tabàrez gioca però stabilmente con la difesa a quattro e dunque l’unica collocazione veramente possibile per Silva sarebbe quella di terzino sinistro, ruolo in cui ci sono i sopraccitati più esperti compagni di squadra.

Mercoledì 18 andrà in scena un altro scontro al vertice di grande importanza per l’Uruguay, che ospiterà infatti il Cile secondo in classifica con un solo punto in più dei ragazzi di Tabàrez: un’occasione per il sorpasso da non sprecare. Vista l’entità dell’impegno sarà difficile vedere il granata scendere in campo, almeno dal primo minuto: in virtù del turnover potrebbe però aprirsi qualche speranza in più per Silva, che, con il vantaggio della giovane età, continua ad allenarsi per ritagliarsi il proprio spazio nella Nazionale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy