Gazzi saluta dopo 4 anni, l’uomo “da Toro” che ha conquistato i tifosi

Gazzi saluta dopo 4 anni, l’uomo “da Toro” che ha conquistato i tifosi

La grinta, il sudore, la professionalità: questo e molto altro è e resterà, per i tifosi granata, il “rosso mediano”, prossimo alla firma col Palermo

Arrivederci e in bocca al lupo, Alessandro Gazzi: uomo incarnante il tremendismo granata, prima di essere giocatore del Toro. Nelle prossime ore, il “rosso mediano” – come affettuosamente soprannominato dalla Maratona – diventerà ufficialmente un centrocampista del Palermo, chiudendo un quadriennio speciale, con la maglia del Torino appiccicata addosso.

Professionista serissimo e mai sopra le righe, Gazzi arriva sotto la Mole grazie a Giampiero Ventura, che nell’estate del 2012 lo chiede a gran voce, ottenendolo grazie a Petrachi, che lo preleva dal Siena per circa 2 milioni. Nella sua prima stagione in granata, Gazzi è il vero protagonista della mediana, e contribuisce con le sue doti in fase d’interdizione e la sua proverbiale grinta alla salvezza di Glik e compagni, segnando per altro due reti. Nel 2013/14, anche per continue noie fisiche, il suo impiego è decisamente ridimensionato, tanto da far presagire una cessione imminente in estate. Cessione, però, bloccata in primis da Ventura, che rassicura il ragazzo – che dalla sua non si è mai risparmiato – facendone nella stagione successiva di nuovo il fulcro della mediana, premiando la sua grandissima professionalità, e soprattutto quel “lavoro sporco” da mediano vecchio stampo di cui Gazzi si è sempre fatto carico.

Nell’ultimo anno le presenze di Gazzi si fanno sempre più rarefatte, ma ogni volta che il numero 14 scende in campo viene accolto dai cori d’incoraggiamento dei tifosi, quei tifosi che ne hanno sempre apprezzato la grinta, pur riconoscendone gli evidenti limiti tecnici. Quegli stessi tifosi che stanno riempiendo la rete di messaggi d’addio scritti con cuore, per un giocatore che non è mai stato e mai sarà un campione, ma un vero uomo e un professionista serio, sì. Come pochi. E la gente del Toro, questo, non lo dimentica.

 

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. bikeblack - 12 mesi fa

    Gazzi è un campione di correttezza e agonismo “vero”. Se poi non ha i piedi fatati…Io lo preferisco di gran lunga a certi giocatori che si perdono nel dribbling o protestano sempre per ogni spintarella subita. Da lui molto avrebbero da imparare. Magari anche nel modo di esprimersi davanti ai microfoni. Ecco perché la sua partenza mi spiace. Auguri per il futuro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Daniele abbiamo perso l'anima - 12 mesi fa

    I piedi sono quelli che sono, ma uomini seri cone Gazzi in squadra servono sempre, magari affiancati da giocstori di qualità.
    In bocca al lupo a Gazzi, l’unico che si portava libri in ritiro anziche la Playstation …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. andrea_cornell_392 - 12 mesi fa

    Bene…via uno scarpone…. finalmente si fa piazza pulita…che Cairo abbai voglia dopo 10 anni di vestire di più nel Toro??? ora via l’altro scarpone (padelli) e tutti i vecchi (bovo-moretti-molinaro-vives) ..unico da sostituire sarebbe Moretti (Helander?)
    Presi B.Henrique -kucka e un terzino dx (de silvestri? sabelli?) la squadra è giovane e competitiva…da europa League per me…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alextattoli@libero.it - 12 mesi fa

      Non è Premier Manager, è la realtà; ed anche se impera il dio denaro non si possono cambiare giocatori a caso per il gusto del cognome straniero o altri criteri da PlayStation.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. carlitomarinell_258 - 12 mesi fa

    il prossimo speriamo sia Molinaro! una riflessione, contro il Benfica, cosa sarebbe successo con Ventura in panca con a fianco Parigini e Molinaro in campo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cecio - 12 mesi fa

      Sono d’accordo con la tua provocazione, anche se Molinaro e Parigini non c’entrano niente l’uno con l’altro…uno è terzino sx, l’altro ala dx…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. forzatoro39 - 12 mesi fa

    Vero uomo TORO ! Ovunque andrai sarai sempre amato dai veri tifosi ! Lunga e gloriosa carriera te lo meriti !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. claudio sala 68 - 12 mesi fa

    in bocca al lupo, un vero professionista. Ma Obi invece non lo vuole nessuno? Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy