Il “De Profundis” può attendere

Il “De Profundis” può attendere

Editoriale / L’ambiente deve conservare equilibrio, la squadra deve confermarsi a Ferrara: la via per l’Europa passa da qui

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Ora che il Torino ha sconfitto l’Inter possiamo guardarci indietro di qualche giorno e realizzare quanto sia labile l’equilibrio dell’ambiente granata. Sono bastate due sconfitte dettate soprattutto da errori banali (contro Fiorentina e Roma, comunque non le due squadre peggiori del campionato) per leggere e ascoltare i soliti peana del “Anche quest’anno addio Europa, anche quest’anno la stagione è già finita”, nonchè i primi processi (a gennaio non ancora concluso!) a società, allenatore e squadra per un campionato già etichettato come fallimentare. E’ del tutto comprensibile che l’abitudine al nono posto abbia assuefatto al pessimismo, ma sta di fatto che in molti sono caduti nella tentazione di fare troppo presto il “funerale” a questo Toro. Che invece ieri ha mandato un messaggio a tutti: la squadra c’è e, con tutti i suoi limiti, ci crede ancora. Sarebbe bello che dietro trovasse un ambiente compatto, senza frange di tifosi che abbozzano contestazioni e cantano “tirate fuori i co..” alla prima sconfitta. Per intendersi, l’esempio positivo è quanto succede a Bergamo, dove l’Atalanta – sotto 0-3 contro la Roma – ha tratto le energie per rimontare da un tifo che non ha mai fatto venir meno il sostegno. I calciatori di Serie A sono divi strapagati ma restano esseri umani che ascoltano l’ambiente circostante e ne assorbono le energie, positive o negative.

La partita contro l’Inter non ha visto un Torino spettacolare, ma tignoso e organizzato sì. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, ma in altre occasioni i granata hanno raccolto meno di quanto meritato. La squadra di Mazzarri deve fare tesoro delle sue caratteristiche principali: solidità, organizzazione, corsa, fisicità. Concretizzare le occasioni ed evitare errori banali. Così facendo, lo sosteniamo da mesi, anche senza innesti dal mercato, anche senza particolari lampi di qualità può perlomeno lottare per il settimo posto fino a fine campionato. Intanto vedremo già tra sette giorni a Ferrara se i granata avranno fatto tesoro dei loro errori (ricordate la sconfitta contro il Parma dopo la vittoria contro la Sampdoria?). In casa della Spal si avrà una controprova importante: e chissà che un settore ospiti pieno di calore non possa aiutare.

 

100 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tifoso indomito A.C.Torino - 3 mesi fa

    I difensori dello status quo:
    Ormai non leggo neppure piu’ gli articoli, vengo solo a leggere la battaglia quotidiana tra quelli che scusano in tutti i modi una squadra fatta in un modo diverso da quella che l’allenatore vorrebbe che a sua volta veniva da un’altra squadra simile diversa da quello che voleva l’allenatore precedente.
    Una squadra a cui manca il centrocampo da un decennio.
    Vengo a vedere quelli che difendono un undicesimo posto con una squadra potenzialmente da 5 posto che l’allenatore fa girare tutta scarburata.
    Ma va bene cosi’ in nome di chi sa quale minaccia che incombe sul futuro…. va bene cosi’
    Cosi’ ci si arrocca sulle prorpie posizioni ogni volta di piu’. Quando si vince saltano fuori gli accontentisti venuti dalle loro tane, quando si perde arriva la fazione opposta dai loro rifugi. Ma ragazzi… vedere gente di 40 – 50 o 60 anni o piu’ che si scanna a difendere le proprie posizioni al punto di prendersi a nomi fa veramente ridere oppure fa pena, dipende dal punto di vista. C’e’ gente che accetta sempre tutto, garantisce che… spera che… un giorno riusciremo… se arriva questo se arriva quello…. ma intanto siamo sempre allo stesso posto…
    ehehehe
    E questo 11 posto costante gli accontentisti lo difendono pure. Potrebbe essere peggio… e certo… potrebbe essere peggio…
    Naturalmente chi si lamenta e’ un gobbo, certo e’ un gobbo….
    ma ci vediamo da fuori? Facciamo la battaglia tra di noi e facciamo il favore a chi ci vuole belli divisi cosi che si puo’ continuare ad andare avanti.
    che gran bel quadro che vedo…
    avanti avanti mettete i meno… e’ l’unica cosa che potete fare…. se vi fa star bene fatelo pure… ma ci rendiamo conto di che battaglia tra poveri stiamo conducendo?
    L’unica cosa bella e’ vedere la Primavera. Quando la primavera gioca si vedono fratelli accontentisti e maicuntent tifare tutti dalla stessa parte, per mano… Beh ecco perche’ voglio seguire di piu’ la primavera, giocatori veri, calcio vero, tifosi uniti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rza78 - 3 mesi fa

      Squadr a da 5 posto? Io direi da scudetto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Conterosso - 3 mesi fa

    Ora vorrei capire… Ma forse ieri avete visto un Toro dal gioco spumeggiante, che ha espresso un calcio spettacolare, che ha creato caterve di palle goals, che ha schiacciato l’Inter nella propria metà campo, che ha messo l’Inter alle corde per tutta la partita? Io no, non ho visto niente di tutto ciò, anzi ho assistito ad una partita che ha offerto uno spettacolo mediocre. Pertanto non è certo questa vittoria che come per magia ha risolto tutti i nostri problemi; quelli c’erano, ci sono e penso che continueranno ad esserci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco59 - 3 mesi fa

    La partita contro una Spal, perlatro in gran forma, ci dirà se abbiamo finalmente imboccato la strada giusta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. tafazzi - 3 mesi fa

      1 vittoria miracolosa nelle ultime TREDICI partite….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. claudio sala 68 - 3 mesi fa

    La squadra ha carattere e fisicità e si vede, Izzo e Rincon sono i ragazzi copertina in questo senso. Però tiriamo poco e male per cui facciamo pochi gol per cui non riusciamo mai a creare il gap con l’altra squadra tale da permetterci di gestire il risultato di una partita. La fase offensiva deve molto crescere, partite come quella di ieri devono fare suonare i campanelli di allarme al mister, mi aspetto qualcosa di diverso con la Spal per provare a vincere la partita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ezio 76 - 3 mesi fa

    I problemi del Toro rimangono anche dopo la vittoria di ieri con un Inter a mio parere non al top e con poco gioco sugli esterni che avrebbe potuto metterci in difficoltà.
    Ieri la differenza l’ha fatta il ritorno di Izzo in difesa.
    I problemi di centrocampo e attacco rimangono invariati, e se Falque Meite Baselli Belotti non riprendono la forma migliore il più in fretta possibile, resto dell’idea che la E.L. sia molto difficile da raggiungere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 mesi fa

    @Prawn : grazie per la stima. Ma più che altro volevo chiederti a questo punto di restare in sella fino all’ultima giornata.. Se poi funzionerà davvero prometto una mia solitaria Sanremo-Torino-Superga.
    Rigorosamente fuori allenamento :/

    Una preghiera:
    Basta con questi cazzo di commenti quando vinciamo del tipo che “certi forumisti spariscono quando si vince e tornano quando si perde”.
    Perché anche voi che scrivete ogni volta che vinciamo che quando vinciamo quelli che scrivono quando perdiamo non si fanno vedere…anche voi un filino provocatori e scassacazzi lo siete …
    lo dico con ironia, eh, non vi offendete, sono tra il serio e il faceto diciamo .. :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      Fratello, ma allora inizia ad allenarti, no?! Alla peggio ne gioverà almeno la salute fisica.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 3 mesi fa

      in sella ci sto volentieri fino a fine campionato, poi magari riesco anche ad evitare meglio di leggere i commenti di certi individui qui sul forum, cosi’ il benefit alla salute e’ totale, fisica e mentale.

      a te, ai granata’ che dicono le stesse cose da mesi, in bocca al lupo, avete ragione voi e non cambiera’ niente anche quest’anno, da li, la mia apatia, il mio andarmene a pedalare.

      se poi arriva un tre quartista di prestigio, o anche un esterno in grado di saltare l’uomo, magari ri-appendo la bici al chiodo la domenica.

      ma dubito fortemente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Torello_621 - 3 mesi fa

    De profundis? Ieri allo stadio c’era molta cazzimme, per dirla alla napoletana. Il de profundis, o meglio, il cacaminchiam lo suonano su questo sito solitamente qualche gambero andato a male, il samurai con la katana moscia, cervelli in fuga con streaming pirata, kazzimozzi e testediminchia rosi dal livore verso Mazzarri e Presidente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marcohelg_385 - 3 mesi fa

      per fortuna che ci sono tifosi che non si accontentano del 13 posto,che sono stufi di vedere giocatori e allenatori di dubbia qualita’! per fortuna! FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

        …per fortuna!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Tifoso indomito A.C.Torino - 3 mesi fa

      il toro che tu tifi e’ esattamente come il tuo nick. Te lo sei scelto in modo incos=nscio: Torello
      questo infatti e’ un torello non un Toro e tu sei un tifoso 2.0 di quelli che tifano il torello e vede la cazzimma allo stadio, mentre uno sopra ha visto esattamente l’opposto…
      buon per te. Chi si accontenta gode.
      Io godo gia’ di altre cose con qualcun’altro, cosi’ non ho bisogno di accontentarmi col torello.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ardi - 3 mesi fa

    Felicissimo della vittoria ma persino i commentatori gobbi di sky hanno più volte ribadito che abbiamo pochi punti rispetto al valore della rosa. I motivi sono a mio avviso tre:
    Mazzarri che mette giocatori fuori ruolo e manca un gioco offensivo ben costruito, la mancanza di un rifinitore trequartista, basta vedere l Atalanta che grazie a gasperini ha messo zapata nella condizione di poter segnare con gli assist di gomez, e gli arbitri che un po’ di punti ce li hanno oggettivamente tolti. Speriamo nonostante questo di raggiungere gli obbiettivi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13967438 - 3 mesi fa

    Quindi v

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Giaguaro 66 - 3 mesi fa

    Certo sig. Sartori che paragonare quanto fatto dal Toro degli ultimi anni con quanto fatto dall’Atalanta ci vuole un bel coraggio! Società e programmi societari, Stadio, lancio e preparazione di giovani calciatori italiani, calciatori stranieri di livello (vedi Duvan Zapata che è da anni che sentiamo che dovrebbe arrivare al Toro), gioco spumeggiante e soddisfazioni in Italia e in Europa…possono bastare per far in modo che a noi del Toro ci girino un po’ i coxxxxni per questa pena? Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maicuntent - 3 mesi fa

      Lo stadio dell’Atalanta è molto peggio del nostro e i tifosi atalantini erano caldi anche prima dell’Europa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giaguaro 66 - 3 mesi fa

        a beh allora direi tutto bene, continuiamo così…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. marcohelg_385 - 3 mesi fa

      bè direi….se cairo avesse fatto/facesse quello che stanno facendo a bergamo sarei anche daccordo ma non sta facendo manco un quarto quindi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. claudio sala 68 - 3 mesi fa

      L’Atalanta gioca in modo differente dal Toro, può piacere di più ma le squadre sono completamente diverse e quindi i paragoni tengono poco anche perché non ha più punti di noi. Ricordo inoltre che con la Roma a Roma, se non ci mangiamo un gol alla fine pareggiamo anche noi, il primo tempo difensivo dell’Atalanta di ieri è stato imbarazzante

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. granata - 3 mesi fa

    Il problema della vittoria contro l’ Inter è che non risolve le carenze della squadra e aumenta i rimpianti. Che il Toro fosse diventato solido fisicamente non è una noviità, che la fase difensiva fosse migliorata rispetto alla scorsa stagione idem. Ma nemmeno con l’ Inter ci sono stati passi avanti in fase di costruzione, quando devi fare gioco per creare occasioni da gol. Per fortuna non l’ hanno detto i soliti tifosi mai contenti, ma Mazzarri in persona: “Non abbiamo giocato bene”. Swe non si migliuotra da qwuel punto di vista, la tanto auspicata continuità di risultati non può che essere una chimera. Io spero che l’ 1-0 con i nerazzurri, frutto di un gol un po’ casuale e di una buona tenuta difensiva, serva almeno per dare morale e dare coraggio. In primis a Mazzarri, che quando mette Zaza sacrifica il suo uomo migliore, quel Iago Falque che, se messo a fare l ‘esterno di fascia, è veramente un bel giocatore. Mazzarri dovrebbe sperimentare (ma siam ogià arrivati a fine gennaio) quel tridente VERO che nonm ha mai messo in campo, èperchè nelle uniche due volte in cui Belotti-Zaza-Iago Fqleu hanno giocvato insieme il terzo è andata a posizionarsi a centrocampo (nel posto di Baselli) e vioè nmonm è cambiato quel 3-5-2 cui il tecnico non ha nessuna voglia (o capacità) di rinunciare. Eppure, come scrive anche qui quacuno, rimane insoluto il problema del gol. Ieri, rete di Ozzi a parte, non si è mai centrato lo specchio della porta. D’ altronde ol modulo mazzariano prvede un superlavoro per le punte che spesso si trasformano in centrocampoisti aggiunti, se non rtientrano fino all’ altezza dei difensori.
    Il rimianto nasce dall’ aver visto l ‘Inter, terza forza del campionato annaspare contro di noi. Giocando meglio avremmo potuto essere molto più avanti in classifica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giaguaro 66 - 3 mesi fa

      Caro Granata, innanzitutto mi complimento per la tua analisi che concordo pienamente. E’ vero il rimpianto è grande perché il campionato è davvero mediocre, purtroppo però Mazzarri è una vera delusione; è talmente bloccato psicologicamente che non riesce a capire che il mondo sta andando avanti. Mettere insieme il Gallo, Zaza e Jago senza snaturarli, per lui è un problema e per non snaturare l’unico schema che concepisce, snatura i giocatori riuscendo a farli rendere al peggio delle loro caratteristiche e capacità. Molto bravo a fare blocco e a distruggere il gioco altrui ma incapace anche solo ad inventare uno schema su punizione. I tiri nello specchio della porta avversaria nelle ultime 3 partite si contano sulle dita di una mano…altro che dire

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. suoladicane - 3 mesi fa

    sono contentissimo di aver vinto con l’Inter, squadra guidata da un allenatore a me antipaticissimo e credo molto sopravvalutato.
    Non montiamoci la testa, perchè abbiamo vinto per un gol casuale e fortunoso ed a parte un colpo di testa di Lollo (fuori) all’inizio, ed un tiretto di Belotti nel secondo tempo (facile preda di Handanovic), non abbiamo prodotto nulla in avanti; ed i difetti sono apparsi un po’ quelli di sempre per quanto riguarda il gioco.
    Adesso speriamo che la squadra riesca a ripetersi ed a vincere le prossime due partite, allora si torna in corsa per l’europa.
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. dattero - 3 mesi fa

    il bravpo giornalista non deve compiacere,bensi stimolare.
    trovo l’art molto aziendalista e poco logico.
    chiaro che firmerei per 10 vittorie cosi,pero’ ieri ero un po’ pessimista e penso con realismo.
    la squadra avra’ una fisionomia,ma finche’ vede gli attaccanti non ricevere palloni,finche’ non vedo un’impostazione atta a sviluppare un VERO gioco offensivo rimango dubbioso,
    il mese che verra’ sara’ fondamentale,poi,come il 90% dei tifosi credo che manchi un tassello…anzi due

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. prawn - 3 mesi fa

    Ieri durante il primo tempo di Torino-Inter, come avevo pianificato con cura, mi sono fatto 45 minuti di bici.
    Ho guardato il risultato, ero contento, mi sono andato a fare una doccia, ho aspettato un’altra mezzora ed ero contento del risultato.
    Bene, non credo nella scaramanzia ne tanto meno nel portare sfiga, ma farmi un giro in bici, sono sicuro, mi ha fatto meglio che guardare il toro, anche se hanno vinto.
    Faro’ probabilmente lo stesso nella partita contro la SPAL.
    L’abbonamento (streaming) l’ho cancellato come promesso, dopo le deludenti partite e il deludente andamento di quest’anno, sommato ai deludenti andamenti / campionati finiti troppo in fretta degli ultimi anni.

    Ci vorra’ del tempo per questa societa’ per farmi scendere dalla bici e tornare davanti alla tv o persino allo stadio.

    Articoli aziendalisti come questi mi fanno ridere (manco piu’ mi incazzo), perche’ tanti dei tuoi giornalisti la pensano diversamente caro Sartori, incluso il Chiarizia.

    Son d’accordo come spesso capita, con la solita cricca, con i razionali/obiettivi che frequentano TN, Daniele, per esempio che ha scritto un bel commento qua sotto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torello_621 - 3 mesi fa

      Conferma la mia tesi: porti sfiga quando segui le partite.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 3 mesi fa

        Mi stupisce che tu abbia l’intelligenza e la coordinazione per usare il sito, per registarti, inserire la password e postare, sari un’eccezzione, perche’ gente che crede alla sfiga, alla sfortuna, che scrive minchiate simili: elletroencefalogramma piatto.

        Mi fai pena, la tua insistenza a .scassarmi i marroni e’ veramente penosa.

        Ripeto: stammi alla larga, non scassare i coglioni

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Torello_621 - 3 mesi fa

          Ma guarda che non è scaramanzia o sciocca superstizione. È un fatto assolutamente scientifico elaborato su base statistica, non certo da me che non ne sono in grado. Esiste uno studio indipendente dell’ università del gambero in fuga che dice che tutte le volte che durante la partita chatti ogni 3 minuti come fai di solito perdiamo. Quando invece curi la tua salute in bicicletta vinciamo. Ti auguro tanta salute.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Marco59 - 3 mesi fa

        Solo un idiota come te poteva partorire tale castroneria.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-13967438 - 3 mesi fa

    Quindi vediamo se ho capito: tifare forte aggiunge qualità ai piedi quadrati.
    Quindi se io portassi 2.000 persone al palazzetto dove giocano i miei ragazzi, metto il play a fare il centro perché cresce di statura con il tifo forte.
    A me sembra una fesseria, ma magari mi sbaglio io, per carità.
    Sta di fatto che se pur vero che i conti si fanno alla fine, è fin troppo facile che le altre squadre pretendenti al nostro obiettivo (ammesso sia veramente quello) hanno tutte più qualità tecnica.
    Qualcuna ha meno vigore fisico, vedi ad esempio la Fiorentina, ma tanta qualità in più.
    Altre a parità di forza muscolare e tecnica hanno nel gioco la loro forza, vedi Atalanta.
    E il Toro? Il Toro è un cantiere incompiuto, il brutto anatroccolo che quando si atteggia a cigno prende ceffoni, e se come tifoso lo spero, come sportivo lo dubito fortemente.
    La competitività non si inventa dal niente, dal poco o dal sufficiente: se non parti già da qualcosa di buono la differenza con chi è relativamente migliore ci sarà sempre.
    Ma magari mi sbaglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. miele - 3 mesi fa

    Mi sembra una posizione un po’ troppo aziendalista. Non mi pare che i tifosi si siano scatenati contro la società alla prima occasione. Riconosciuti i torti arbitrali subiti, ci sono state molte partite insoddisfacenti per vari motivi. Ora si é vinta una partita importante, ma certe lacune rimangono evidenti. Ieri auspicavo almeno due acquisti a gennaio: un laterale ed un centrocampista, ovviamente di livello adeguato. I motivi sono simili: Ola Aina potenzialmente è fortissimo, sia per qualità tecniche che fisiche, ma necessita ancora di molta esperienza apparendo a volte distratto e superficiale. Lo stesso vale per Meite, gran fisico e buona tecnica, ma a volte troppo lento nelle giocate. Si può obiettare che Ansaldi è in grado di ricoprire entrambi i ruoli, ma mi pare una sfida alla iella, con infortuni e squalifiche sempre in agguato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. granatadellabassa - 3 mesi fa

    La squadra è solida e combattiva ma i gol arrivano con il contagocce. E questo non è un difetto da poco. Se vedo con che facilità segnano le nostre rivali, mi girano le balle. Ma continuo ad essere convinto che questa rosa possa fare molto meglio. Io credo che questo Toro ci proverà fino alla fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Il_Principe_della_Zolla - 3 mesi fa

    Il De Profundis è solo rimandato. Non abbiamo che il campionato, e anche quest’anno non andremo da nessuna parte. Sarebbe strano il contrario. E sia chiaro, non sono i tifosi che mollano, le resposabilità sono chiaramente altrove.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. èunafede - 3 mesi fa

      Sembra quasi un augurio … io non riesco ad augurarmi che la mia squadra perda. De gustibus

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. WAKEMAN - 3 mesi fa

    A me interessa vincere, non me ne frega niente del bel gioco che alla fine ti fa fare tanti gol ma ti fa perdere anche tante partite (vero Mihajlovic?) la squadra è forte, solida ma non c’è la famosa punta che la metta dentro ed un rifinitore che gli faccia l’assist. Difesa da scudetto e centrocampo finalmente con le palle….diciamo che siamo all’ 80% e l’Europa ce la giochiamo fino alla fine, poi se ci andiamo prenderemo rifinitore e punta di qualità…la mia speranza è questa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      ….e se non ci andiamo non prenderemo nessuno … così il prossimo anno (dopo 14 anni) saremo qui a fare di nuovo sti discorsi del cazzo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. user-14142375 - 3 mesi fa

    Domanda: chissà come mai , dopo che vinci , certi nick non li leggi più se non dopo un paio di giorni e invece se perdi con la Spal si buttano sopra il cadavere a fare man bassa ? Solo rompi palle e incompetenti oppure c’è altro sotto…. Un qualcosa che è costantemente piotato ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      Capita lo stesso quando perdi o esci dalla coppa Italia. Io sono sempre qua e cerco sempre di fare critiche costruttive e analisi coerenti. Il mio pensiero è chiaro, scrivo dopo le sconfitte, dopo i pareggi anonimi e dopo le vittorie, non mi esalto per un risultato come quello di ieri, o come quello con la Samp, perché spesso sono frutto del caso. Questa squadra non ha gioco, nè quando vince nè quando perde, e Mazzarri resta per me un allenatore mediocre. Lo sosterrò finché avrò fiato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco59 - 3 mesi fa

      Siamo sempre qui, stai sereno: non siamo come Urbano, che quando la squadra perde scappa, non risponde…e sbatte la portiera dell’auto.

      Noi siamo diversi, siamo i Tifosi Maicuntent del Toro..!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Carlin - 3 mesi fa

    A me sembra che i tifosi non hanno mai fatto mancare il loro calore. Se ci sono state contestazioni,erano piu’ che giustificate,e dovute al non gioco sviluppato da questi giocatori, ritenuti da quasi tutti all’altezza per raggiungere certi traguardi.La partita contro l’Inter,non è stata esaltante,si è vinto con un tiro in porta,e i nerazzurri si sono dimostrati ben poca cosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      Se manca il gioco o se i giocatori vengono messi fuori ruolo, se non c’è manovra e i cambi in corsa sono spesso sbagliati, la responsabilità di chi è, secondo te?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. rza78 - 3 mesi fa

      Mi permetto di risponderti: non mi riferivo ai (pochissimi , e tra quelli io ci sono sempre) che vanno allo stadio, ma a quella pletora di INCOMPETENTI (se non in malafede) che hanno chiesto su questo forum l’esonero di mazzarri dopo la coppa italia (vero è che parliamo di una decina di individui). I nerazzurri si sono dimostrati poca cosa? vero, ma forse anche perché imbrigliati tatticamente da mazzarri esattamente come l’anno scorso. Secondo te è un caso se abbiamo vinto 2 volte di fila contro l’inter dopo 24 anni di sconfitte o pareggi? o forse mazzarri è bravo quanto se non di più del tanto celebrato spalletti? stiamo sempre parlando dei terzi in classifica con una rosa (questo credo sia indiscutibile) nettamente superiore alla nostra. Ti faccio una domanda: come sarebbe stato vissuto nel nostro ambiente un 1-4 come quello che abbiamo rifilato alla samp? bene, nessuno ha detto una parola su Giampaolo. o su Gasperini quando l’atalanta ha preso 4 pere dalla spal o ieri ha chiuso sullo 0-3 con una fase difensiva da oratorio. Credo che sia una delle ragioni per le quali (sempre che sia vero) Gasperini ha ppreferito 2 anni fa Bergamo. perché si lavora meglio in un ambiente non incline al masochismo(e con giocatori più o meno del livello dei nostri perché non mi si dica che hateboer,mancini,ilicic,zapata, Gomez ecc siano più scarsi dei nostri. e in classifica 1 mese fa eravamo davanti noi, adesso loro di 2 punti. A fine anno si tireranno i conti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fuser90 - 3 mesi fa

        1 L inter è la big con cui abbiamo fatto più punti nelle ultime 5 stagioni(4 vittorie 4 pareggi 2 sconfitte)
        2 la vittoria dell anno scorso dove “imbrigliamo” l inter quella dove segna ljajic ti ricordo che gli abbiamo così imbrigliati da farci fare 15 tiri nello specchi e dove han preso 3 legni pure.
        3la partita di domenica oltre al gol zero conclusioni nello specchio…Questo è un Nereo Rocco più scarso

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Madama_granata - 3 mesi fa

    L’articolo riassume all’incirca ciò che penso io.
    Per me, criticare sempre e comunque, anche quando la squadra fa bene, ce la mette tutta, e si vincono le partite, è sbagliato.
    Altrettanto è sbagliato non farci sentire e non criticare anche aspramente quando la squadra gioca male, non ci mette la grinta, e perde le partite.
    Questo il mio pensiero, anche in risposta al mio commento di ieri, contestato dai co-tifosi “Piemunteis” e “Steacs”.
    Per me non va mai sempre bene, né tantomeno sempre male.
    E, come recita l’articolo, i calciatori sono uomini che, come tutti i comuni mortali, vanno all’occorrenza e se meritevoli, lodati e stimolati, incentivandoli a fare sempre meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 mesi fa

    Giusto non remare contro.
    Giusto non dichiarare finiti i sogni di accesso in EL già a gennaio.
    Giusto non abbattersi per due sconfitte contro Roma e Viola.
    E sarebbe anche bello rivedere più spettatori allo stadio, ieri erano poco più di 20000 e molti erano interisti.
    Detto ciò, non siamo decimi in classifica a causa di chi mugugna sui social nè abbiamo pareggiato dozzine di partite che bisognava vincere per colpa della gente allo stadio.
    Non ci sono state contestazioni che hanno destabilizzato i giocatori ( l’ultima che ricordo degna di questo nome fu quando tornammo in B con i vari Di Michele e Co) non proprio l’altro ieri.
    Al limite siamo diventati un po’ apatici, che forse è anche peggio, ma quando ti ritrovi quasi tutti gli anni a centro classifica senza mai vincere un derby di consolazione, senza arrivare manco ai quarti di coppa Italia …vincendo quasi mai con le big (a parte l’Inter) è normale che ci sia un po’ di scontento e soprattutto di noia.
    Non siamo tutti uguali noi del Toro ma penso di poter dire che nessuno di noi sogna la Champions…ci accontenteremmo di raggiungere i traguardi di una Lazio, che non sarà poco ma credo di sia fattibile, considerando la pari utenza di utenza e forse addirittura maggiori risorse economiche del nostro presidente rispetto a Lotito, per non parlare dell’Atalanta e della Sampdoria che al momento ci sono ancora davanti e con merito, specie la Dea.

    Insomma, per accendere i tifosi serve a questo punto la miccia dei giocatori, sono loro a dover entusiasmarci. Ricordate l’anno di Cerci e Immobile ? Non eravamo uno squadrone ma quei due ci fecero sognare come non capitava da anni. Non andammo in Champions e in El solo da ripescati, ma fummo contenti tutti.
    Dateci modo di sognare, non di vincere: di sognare e basta. Ma per farlo serve un filotto di vittorie, a partire da domenica contro la Spal.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spelli_446 - 3 mesi fa

      Perfettamente d’accordo. Ed aggiungo :giusto non fare funerali dopo le sconfitte con Fiore e Roma, però adesso non è che siamo diventati fenomeni,aspettiamo le prossime. Sempre sostenere il nostro Toro e che qualcuno da lassù ce la mandi buona..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

        Samp e Parma insegnano. Ormai siamo scafati.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ALEgranataALE - 3 mesi fa

      Brsvo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. miele - 3 mesi fa

      Complimenti, Daniele. Sei stato preciso e lucido nel descrivere lo stato d’animo di gran parte dei tifosi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. fabrizio - 3 mesi fa

      ottime parole che condivido al 10000×10000

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

      Ottimo commento che condivido totalmente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. rza78 - 3 mesi fa

      Concordo ed infatti rilancio: che ‘entra mazzarri? Sta facendo un buon lavoro sotto tutti i punti di vista e ha chiesto fino allo sfinimento pereyra o perotti per completare una rosa che in teoria doveva contare soriano come sostituto di ljiaic. La differenza con la lazio (ad oggi, tra l’altro, di soli 2 punti) è che lotito vende e compra bene, cairo vende benissimo e compra così così.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    7. rza78 - 3 mesi fa

      Concordo ed infatti rilancio: che ‘entra mazzarri? Sta facendo un buon lavoro sotto tutti i punti di vista e ha chiesto fino allo sfinimento pereyra o perotti per completare una rosa che in teoria doveva contare soriano come sostituto di ljiaic. La differenza con la lazio (ad oggi, tra l’altro, di soli 2 punti) è che lotito vende e compra bene, cairo vende benissimo e compra così così.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    8. suoladicane - 3 mesi fa

      purtroppo chi critica viene spesso tacciato di essere maicuntent, incompetente, o addirittura gobbo, ma questo è tipico un po’ di tutti i forum, nei quali i frustrati essendo protetti dall’anonimato si sentono tutti dei geni, supercompetenti, e con un coraggio leonino…….

      come dicevo in un altro commento, auguriamoci di vincere le prossime due; personalmente l’unica cosa che ho visto è stata la grinta e la concentrazione; ma il gioco del calcio è anche altro, ad esempio un attaccante che tira in porta e centra lo specchio e costringe il portiere alla parata.
      poi ripeto sono contento per Izzo, ma il gol è stato assolutamente casuale, un tiro (deviato) verso la porta un gol direi che con la dea bendata siamo quasi a pari.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. tafazzi - 3 mesi fa

    Stiamo facendo un campionato leggermente sotto le attese. Ci giochiamo il settimo posto con le solite note. Purtroppo l’Atalanta, per gioco e ambiente, c’è superiore e non di poco, ma le altre (samp e viola)sono alla nostra portata. Non è detto che qualche “big” davanti non possa crollare.
    Le somme si tirano alla fine non dopo otto giornate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. user-14142375 - 3 mesi fa

    Facciamo due conti : abbiamo circa 1200000 di tifosi sparsi nel mondo, una settantina lasciano qua e là un commento in questo forum. Di questi una ventina si rammaricano per la vittoria di ieri, perché se si perdeva era meglio almeno veniva esonerato Mazzarri , perché al Toro tutto fa schifo, perché se sparissimo è meglio così almeno ripartiamo a giocare contro il Moncalieri parlando di come era bello e grande il Toro di Mazzola e Pulici, che il Filadelfia così rifatto è brutto anzi no, è fantastico, solo che c’è quel maledetto dell’allenatore che lo tiene chiuso. Altrimenti saremmo lì notte tempo a vedere tutti gli allenamenti…………… Concludo : 1200000 di tifosi, 70/80 che bazzicano qui, 20/30 che si lamentano costantemente… ognuno tragga le proprie considerazioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      Ma chi l’ha detto questo? Fammi i nomi, per favore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. èunafede - 3 mesi fa

      Bello che tutti possano esprimere liberamente la loro opinione, giusto che ci siano voci e pareri discordanti, si impara sempre da chi non la pensa come noi, meno comprensibile il fatto che ci siano soggetti perennemente incaxxati nei confronti di società e giocatori arrivando ad augurarsi la sconfitta della propria squadra (se è la loro squadra…); però fino a che rappresentano lo 0,0025% va bene lo stesso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. rza78 - 3 mesi fa

    Condivido quasi totalmente. L’ho scritto più volte e sono convinto che certi tifosi siano uno dei nostri mali (come avviene a genova sponda non blucerchiata). Oggi nei forum mancano le firme di buona parte degli anti-mazzarriani. Perché? perché è gente che vuole solo rompere i coglioni e che secondo me capisce anche poco di calcio. Rincon non è resuscitato…è che con il modulo di inizio anno scorso era mandato al massacro in una squadra sbilanciata e senza centrocampo. Da quando è arrivato mazzarri la squadra c’è sempre stata, qualche partita l’ha sbagliata come capita a TUTTE le squadre anche ben più blasonate (vedi Inter ieri..che dire di spalletti se critichi mazzarri?)ma la squadra è SOLIDA e nessuno ci mette sotto (contrariamente al girone di andata dell’anno scorso: 0-4 nel derby, 0-3 con i viola, 0-5 con napoli ecc). Siamo a -5 punti dal 4 posto , a meno 2 punti dalla lazio che ha un monte ingaggi quasi doppio rispetto al nostro e qualcuno chiede l’esonero perché perdi in coppa italia contro una squadra di pari valore (se non superiore)? siamo alla follia come a genova quando chiesero la testa di Gasperini…resto però convinto che alla squadra manchi un giocatore. Pereyra o Perotti ha chiesto con insistenza mazzarri e uno dei due poteva e doveva arrivare. e lì si torna al solito tema: mazzarri sta lavorando bene ma la società fino a che punto lo supporta?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      se non lo supporta significa che non ha tutta questa intenzione di andare in Europa… che è un po’ quello che diciamo da tempo ‘noi maicuntent’ ….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. rza78 - 3 mesi fa

        davide è proprio questo il punto…cairo è un fior di imprenditore chè in editoria ha raccolto successi su successi. credi davvero che se lo volesse non sarebbe in grado di fare una squadra da settimo posto. purtroppo le sue ambizioni nel calcio sono minime. fa una squadra da 9-10 posto e poi se tutto gira bene (o male?) te la giochi, se no amen. 2 anni fa ha scelto un pessimo allenatore, l’anno scorso uno capace ma quello che non cambia mai è la sua inclinazione a non completare la rosa. Ti segnalo che rispetto all’anno scorso ha abbassato il monte ingaggi eppure tutti si aspettano l’europa sicura. e questo sinceramente è incomprensibile. La fiore ha preso muriel, la samp gabbiadini …mazzarri ha chiesto perotti visto che già non gli hanno preso pereyra. risposta: è fuori portata. anche l’europa lo è se si ragiona così….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 3 mesi fa

      Monte ingaggi:
      Lazio 66
      Toro 43

      Chissà dove hai letto i monte ingaggi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Bischero - 3 mesi fa

    Esci con la fiorentina in casa in coppa e devi prenderti gli applausi? I giocatori devono trascinare i tifosi devono capire.ognuno faccia la sua parte. Società compresa. Questa squadra é in lotta per l Europa ma non ne ha la forza per farcela da sola. Poi se vogliamo far finta di nulla possiamo farlo. Ma le nostre concorrenti ci sono avanti e per di più si sono rafforzate mentre noi “cerchiamo occasioni”. Non l ho detto io. Lo ha detto petrachi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. ellelibo_669 - 3 mesi fa

    siamo tutti tifosi granata, certo. e abbiamo giustamente opinioni diverse. ma molti qui sembrano remare contro.. ad esempio… un anno fa la societa’ ha scelto Mazzarri.. puo’ piacere o meno ma e’ l’allenatore del TORO.. la sua carriera racconta da sempre di ottimi risultati, punti, purtroppo non di bel gioco… nell’attesa che magari arrivi Klopp.. io sostengo Mazzarri.. magari lo stimola di piu’ che essere insultato… cosa intendo? io lo chiamo Mazzarri, mister, allenatore… altri qui usano appellativi offensivi.. rimangono tifosi granata.. con opinioni rispettabili.. ma a mio avviso remano contro..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. dennislaw - 3 mesi fa

    quando una squadra vince come ha fatto il Torino con l’Iter si dice che è stata brutta ma cinica. Lo ha fatto anche la Juventus con la Lazio, che per altro ha giocato una bella partita. Significa però che il gioco non è ancora sufficiente e che può andar bene qualche volta. Per l’Europa, io penso che non basterà. troppe squadre giocano meglio e alla fine il calcio è ” galantuomo”.I giocatori sono da lodare per l’impegno profuso, qualcuno anche per la qualità. I due attaccanti hanno dimostrato di poter convivere, ma che occorre un rifinitore e uno che dalla fascia faccia arrivare cross ben fatti ( serve Iago Falque ). Il goal di Izzo è arrivato da un campanile gettato a caso nell’area…10 per l’impegno a tutti,ma do 6 meno a Mazzarri di incoraggiamento e 4 alla società che ha venduto Ljajic. Quest’anno con lui , vista l’Inter terza, ci si giocava la Champions.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 mesi fa

      Non posso che esser d’accordo vista la mia battaglia pro ljajic.
      Su iago rifinitore ho delle riserve. E’ stato provato in quella posizione ma lui nn ci si trova ed i risultati non sono stati buoni.
      Lui è un laterale (dx o sx) e lì, a mio avviso deve stare. Cio’ che invece mi preoccupa è la sua preparazione fisica xkè, non so se è solo una mia impressione, mi sembra decisamente più lento dell’anno scorso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. drino-san - 3 mesi fa

    Hai proprio ragione, il 12° uomo col passare del tempo si é trasformato in un Banti, un Mazzoleni…uno dei difetti di questo Toro sono proprio i tifosi, tra i peggiori d’Italia. E il bello é che credono anche di essere diversi dagli altri. In effetti lo sono, ma in peggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      Sei completamente fuori strada.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. tafazzi - 3 mesi fa

      Non esagerare, i tifosi del Toro non sono quelli che frignano sui forum come bambini alle prime avvisaglie.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ddavide69 - 3 mesi fa

      uno dei peggiori sei tu

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Simone - 3 mesi fa

    Che si sia usciti dalla Coppa Italia è un dato di fatto e mentre l’anno scorso siamo usciti perdendo in casa della giuve quest’anno siamo usciti giocando noi in casa.
    Sig. Sartori lei stesso sottolinea la poca spettacolarità del gioco, e non solo ieri.
    E’ chiedere tanto sperare per un gioco un po’ più brillante?
    E’ chiedere tanto la sostituzione di Ljajic con un giocatore dalle stesse qualità (visto il fallimento Soriano)?
    Lei fa l’esempio dell’Atalanta, ma l’ha vista la partita?Il primo tempo la Roma ha fatto 3 tiri con la DEA che li assediava.
    Ha mai visto nulla del genere quest’anno da parte del Toro?
    I paragoni o li si fanno per bene o meglio non farli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

    Beh caro direttore così come c era chi con troppa precipitazione dava il Toro fuori dai giochi così c è chi oggi dovrebbe appunto aspettare la spal. Faccio sommessamente notare che a parità di condizioni la passata stagione la società ha cambiato mister. Evidentemente non erano i tifosi a suonare il de profundis…tornando a questa stagione non sono le ultime due sconfitte ad aver provocato le proteste del pubblico ma l andamento complessivo del girone di andata e il paragone con il tifo della dea non regge proprio visto il gioco che sviluppa la squadra e il buon andamento della stessa. Io spero che il de profundis non ci sia proprio ma dobbiamo correre perché siamo in ritardo proprio a causa di un girone mediocre. Nel fare certe analisi bisognerebbe partire da lontano, dall ingaggio di Mazzarri, dalle sue considerazioni sul mercato estivo e dal rendimento insufficiente della squadra per tutto il girone di andata, senza trascurare il fatto che uno dei due fiori all occhiello della campagna acquisti è stato rispedito al mittente, mentre altri acquisti o giovani trattenuti languono mestamente in panchina. Il tifoso del Toro è molto umorale,lei sicuramente lo sa quanto me, tuttavia affermare che le proteste o i cori nascono semplicemente dal malcontento per due partite andate male (una era di coppa Italia, uno degli obiettivi stagionali) mi sembra riduttivo e forse pure ingeneroso (spero di non beccarmi una querela) verso i fratelli che a volte fanno migliaia di km per vedere una squadra che finora ha reso ampiamente sotto le aspettative. Se i parametri sono grinta, fisicità, organizzazione difensiva per noi non ci sono problemi,siamo abituati a vedere i giocatori che danno tutto in campo anche se non ci piace come sono messi. Se però si vince di più e si va in Europa concorderà con me che è meglio per tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. ProfondoGranata - 3 mesi fa

    Soliti discorsi… c’è chi vede il bicchiere mezzo vuoto (il presidente non investe e pensa solo alle plus valenze, il ds compra solo bidoni, il mister è troppo rigido e antiquato e la squadra non si impegna, tutti in panchina e mandiamo in campo la primavera), e chi invece (COME ME) vede il bicchiere mezzo pieno (il presidente applica una gestione ragionata figlia del calcio di questa epoca, il ds è stato capace di fare ottimi colpi con budget limitati, il mister ha idee ferme che non favoriscono lo spettacolo ma che sono molto spesso molto efficaci e la squadra ha un grande potenziale ma deve fare i conti con alti e bassi fisiologici e la difficoltà ad adattare i giocatori a schemi e ruoli non sempre congeniali ma quando ci riesce i risultati non mancano).
    Personalmente comprendo la frustrazione di chi per tanti anni ha visto sfumare obiettivi e progetti e in Cairo sperava in un presidente stile Pianelli, disposto anche a scenari economicamente mettendoci del proprio per fare sempre più grande il Toro. Ma capisco anche che ero un bambino quando quel grande presidente pagò cara quella gestione e fu poi costretto dagli eventi a lasciarla…
    La storia la conosciamo tutti.
    Ora però a vincere i campionati (per il solo ego come dice qualcuno oltremanica, perché il calcio che conta oggi punta ai ricavi della Champions e all’Europa e non ai semplici titoli) sono le società. Non le squadre.
    Il calcio è una azienda che per continuare a sostenersi deve fare ricavi.
    Il Toro ha bisogno della EL come mezzo per poter andare avanti ed entrare stabilmente nel giro delle squadre che vi possono ambire. Detto o no, palesato o meno, questo è l’obiettivo della società. Con si fa a non capirlo. Comunque non è un obiettivo ad ogni costo. Per i motivi di cui sopra.
    Presidente. Ds. Allenatore. Giocatori. Tutti lo hanno ben chiaro. Ma poi un conto è dirlo ed un conto è realizzarlo.
    Sono perfettamente d’accordo con l’articolo. Noi siamo i tifosi del Toro. A noi il compito di sostenere sempre la squadra e senza mezzi termini. E non scatenare polemiche ad ogni piccolo intoppo.
    La situazione in classifica dice che siamo ancora in corsa. Manca quasi tutto un girone. Molte grandi hanno avuto problemi anche peggiori. Dobbiamo crederci fino in fondo.
    Va bene discutere su questa o su quella scelta, va bene sperare di vedere meglio impiegato il proprio beniamino, ma arrivare agli insulti anche fra noi… davvero troppo… Qui non siamo ala juve…

    Credevo nella coppa Italia perché era alla nostra portata. Se avessimo giocato come ieri avremmo passato il turno.
    Credo ancora nella EL perché abbiamo il potenziale per farcela e perché è evidente che la società ha investito per questo obiettivo.
    Spero anche ancora che il nostro presidente intavoli quella battaglia legale che possa ridarci lo scudetto ingiustamente revocato.
    Credo nel Toro. Sono del Toro.
    Sogni? Favole?
    Ma il Toro non è fatto di leggende?

    Granata è una fede in fondo… no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 3 mesi fa

      L’articolo riassume all’incirca ciò che penso io.
      Per me, criticare sempre e comunque, anche quando la squadra fa bene, ce la mette tutta, e si vincono le partite, è sbagliato.
      Altrettanto è sbagliato non farci sentire e non criticare anche aspramente quando la squadra gioca male, non ci mette la grinta, e perde le partite.
      Questo il mio pensiero, anche in risposta al mio commento di ieri, contestato dai co-tifosi “Piemunteis” e “Steacs”.
      Per me non va mai sempre bene, né tantomeno sempre male.
      E, come recita l’articolo, i calciatori sono uomini che, come tutti i comuni mortali, vanno all’occorrenza e se meritevoli, lodati e stimolati, incentivandoli a fare sempre meglio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 3 mesi fa

        Scusate il “doppione”. Involontariamente ho inviato 2 volte lo stesso commento.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Tifoso indomito A.C.Torino - 3 mesi fa

          e noi mettiamo meno due volte, non c’e’ problema, e’ un piacere, figurati :-)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. ddavide69 - 3 mesi fa

    Caro Sartori non sono d’accordo con te , senza innesti difficilmente potremmo arrivare settimi , per quesa ragione : troppe squadre che stanno davanti a noi dovrebbero fallire contemporaneamente.

    Tolte juve, napoli che sono fuori portata rimarrebbero 2 posti per la Champions , 2 per EL + 1 a fare i preliminari.

    Roma , Lazio , Inter , Milan , Atalanta per me hanno rosa piu’ ampia e alla lunga questa cosa torna utile .

    Per la settima piazza ci sono Atalanta ,Sampdoria , Sassuolo e Fiorentina.

    Dovrebbero cannare tutte e 4 … mi pare oggettivamente poco probabile, ergo SERVE un almeno un centrocampista.

    Detto questo spero di sbagliarmi e che abbia ragione tu , significherebbe fare i preliminari di EL.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      Ho scritto 2 volte l’Atalanta che secondo me dovrebbe giocarsela con noi .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. GranataForce - 3 mesi fa

      Concordo con il fatto che occorra un centrocampista, di qualità, uno che verticalizzi e/o apra il gioco, cosa che oggettivamente manca, cosa che già ho detto la settimana scorsa commentando l’articolo sui bomber e rimpianti. Sostenevo e sostengo che il problema non è di chi deve fare gol, ma di come li facciamo, pochi, pochissimi su azione ma la stragrande maggioranza su prodezze/ calci da fermo e rigori, e ieri ne è la riprova.
      Non concordo su l’analisi che siamo spacciati perché ci sono 7/8 squadre che competono per l’Europa, e dico Europa, non EL, perche è vero, escluse Napoli e Asini in Pigiama, io in realtà non vedo squadre così lontane da noi, il Milan è a 35 punti, è 5 da noi, la Roma si fa rimontare 3 gol, e se noi ci demoralizziamo per la folta concorrenza, non pensate che forse possono pensarla allostesso modo anche gli altri?
      Forza Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

        9 volte su 10 i gol sono affidati al caso e all’improvvisazione, o, come dici, alle prodezze dei singoli. Non è possibile pianificare nulla in questo modo perché quando ti va male porti a casa un pareggio squallido, quando ti va malissimo non riesci a rimontare e sono volatili per diabetici. Attacchiamo poco e male, con azioni confuse e lente, tre attaccanti che hanno messo insieme poco più di dieci gol, ma dove diavolo vogliamo andare?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. GranataForce - 3 mesi fa

          ma non pensi anche tu che sia più un problema di rifornimento alle punte che le punte?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 3 mesi fa

            Infatti il problema sono i rifornimenti alle punte: se belotti il pallone deve andarselo a prendere a centrocampo…

            Le altre squadre hanno soluzioni alternative : l’Atalanta ha un gioco corale inoltre ha ilicic

            Per me è la 7a ,cioè quella che andrà in europa.

            Il milan e l’inter hanno una rosa piu’ ampia e poi alla fine come al solito se devono decidere chi farci andare ci penseranno glia arbitri.

            RIPETO : noi dovremmo essere piu’ forti per raggiungere l’Europa.

            Mi piace Non mi piace
  35. Conta7 - 3 mesi fa

    Al titolo aggiungerei: “… per il profondo dispiacere di qualcuno!”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. user-13780428 - 3 mesi fa

    Con le squadre più forti abbiamo sempre giocato, tanti pareggi, pochissime vittorie (con l’Inter soprattutto) ma potrebbe anche andar bene così. Vediamo con le medio- basse, a partire da domenica, a partire da quando dovremo noi impostare il gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. MONDO - 3 mesi fa

    Ovviamente dopo una vittoria è giusto che nell’ambiente ci sia soddisfazione caspita ……
    Purtroppo analizzando la situazione con raziocinio e obiettività , è innegabile che il Toro ha un sacco di limiti , come evidenziato da tutti da mesi (scarsa prpensione al gioco offensivo e propositivo , assenza di qualità soprattutto a centrocampo , attacco spuntato ….)
    quindi tutti siamo contenti di essere ancora in lotta per un piazzamento importante ….. il problema , innegabile , è che le i rivali (ns. livello) hanno un’organizzazione di gioco migliore , senza avere investito cifre monstre ….
    Anche ieri abbiamo segnato su una situazione di palla ferma , in mischia abbiamo impostato una gara di contenimento , tutta aggressività e fisicità ….
    A me sembra che Samp , Fiorentina e Atalanta , soprattutto , hanno un’atteggiamento e un principio di gioco totalmente diverso …. non si può sempre sperare di fare vittorie impostando gare di contenimento e di attesa sia in casa che fuori senza uno straccio di schema offensivo (vedere lo score dei ns. punteri …)
    Credo che sia più probabile ottenere risultati in modo propositivo che attendista e sperando in episodi …. è sempre stato così

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. robertozanabon_821 - 3 mesi fa

    Aver vinto una partita, con grande fatica e contro una squadra con molti problemi, mi rende sì felice ma non significa che abbiamo risolto le nostre lacune, che restano identiche a prima. Se l’avere “pungolato” e stimolato, con la critica, una reazione caratteriale della Società e della Squadra viene considerato negativo, chissà cosa avrebbe fatto il Toro con la “beatitudine” consenziente dei suoi “estasiati” ammiratori. Non abbiamo ancora fatto nulla ed ecco che sbucano degli ineffabili “trionfatori”. La Società ringrazia e, fiera di tanta gioia procurata, regalerà altri 13 anni di limbo sportivo alla sua eternamente grata e felice tifoseria. Bene così? Contenti? Come sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alexku65 - 3 mesi fa

      Grande Roberto. Non sempre la penso cone te ma stavolta hai scritto un commento da 10 e lode. Bravo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. mario.martinengh_629 - 3 mesi fa

    Tra dicembre e gennaio abbiamo incontrato Milan, Lazio, Juventus, Inter e Roma. cioe 5 delle 6 big. Ce la siamo giocata con tutte, e ci siamo allontanati solo di un paio di punti dal 6ª posto dove eravamo prima di questo ciclo di sfide. In queste squadre, approssimativamente, l’ingaggio dei 2-3 giocatori piu pagati equivale all’ingaggio di tutti i nostri ragazzi. Io credo che possiamo essere soddisfatti, anche se la squadra ha evidentemente dei limiti, non é iper-spettacolare, e l’obiettivo dell’Europa resta piu improbabile che probabile. Ovviamente tutti vorremmo vedere il Toro in testa alla classifica o almeno in Champions, e la soddisfazione per le prestazioni della nostra squadra puo essere vista come una sorta di rassegnazione. Ma realisticamente per il momento i nostri obiettivi non possono essere che questi. Cairo peraltro non há i soldi degli Agnelli. Aspettiamo di vivere una favola com il Manchester City, ma per quest’anno ancora nessuno sceicco si é innamorato del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      non è che serve essere agnelli per investire , il problema è che cairo non investe affatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

    Il film lo conosciamo già. Lo abbiamo visto a Genova, dove squilli di tromba e fanfara avevano annunciato la partenza dell’ invicibile Armada, salvo poi imbattersi nel Parma e ripiombare nell’anonimato che ben conosciamo (13anni!), con il condimento di qualche pareggio importante. Lo ha detto Testadighisa. A Ferrara c’è la prova del nove. È già! E con l’Udinese in casa, subito dopo. Ecco, a questo giro, prima di far partire la filarmonica dei Wiener, aspetterei cautamente l’esame di maturità.
    P.S. E per favore non chiamatelo disfattismo! Qui siamo tutti tifosi del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

      Su questo sono d’accordo con te, non dobbiamo esaltarci per le vittorie come non dobbiamo abbatterci per le sconfitte. L’ unico elemento deputato a emettere sentenze inappellabili è la matematica, quando questa ci dirà che non ci sarà più possibilità di andare in Europa allora ci potremo sentire autorizzati alle critiche e alle stroncature più feroci..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

        Il problema, Alessandro, è che ne abbiamo viste tante e tutte uguali. Abbiamo una paura fottuta che tutto si ripeta ancora una volta, e da qui deriva anche un certo sconforto, soprattutto se vedi certi risultati e, soprattutto, li vedi giocare in un certo modo e segnare gol con il lanternino. Quando sei a ragionare con la matematica, di solito è già troppo tardi, e qua nessuno ci vuole arrivare! Bergamo, Cagliari, Udine, Bologna, Sassuolo, in casa col Parma…nel ritorno si deve cambiare registro a partire dal gioco e dalla mentalità, e là, perdonami, la vedo davvero dura (sperando di cannare alla grandissima).

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

          Ma guarda che è una paura che ho anche io, questi anni li ho vissuti come voi,però io parto da una considerazione,abbiamo chiuso il girone di andata senza una sconfitta esterna, vorrà dire pur qualcosa o no??? Vuol dire che questa squadra dei valori li ha e la classifica dice che è veramente tutto da giocare. A me dispiace perché andato via Soriano non è stato sostituito e non sopporto la società che afferma di essere a posto così, allora perché lo hanno comprato…????
          A noi serve come il pane un giocatore che sappia sostenere la punta, o le punte,un giocatore che faccia da collante fra centrocampo e attacco, se trovassimo quello sono convinto che Belotti riprenderebbe a segnare con una certa frequenzae a quel punto con la difesa che abbiamo potremmo davvero puntare alla EL con un alta probabilità di successo…Così come adesso siamo costretti a soffrire ma aspettiamo prima di arrenderci….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. user-14153144 - 3 mesi fa

    Guardiamo la classifica…a tre punti c è il sesto posto e solo la Viola e in vantaggio negli scontri diretti avendo pareggiato a Torino….le premesse ci sono,indubbiamente ieri non si è giocato bello ma bene…davanti avevamo sempre la terza in classifica e….mille volte un Belotti così che un icardi apatico a nove milioni L anno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. ellelibo_669 - 3 mesi fa

    l’equilibrio non e’ roba da tifosi… neanche granata purtroppo… essere ambiziosi e criticare ci sta… disfattismo e autolesionismo un po’ meno… ho letto su questo forum parecchi attacchi anche offensivi a presidente, ds e mister.. ora a mio avviso, tolte le offese sempre, le rimostranze al presidente ci stanno, in 14 anni ne ha sparate tante e mantenute poche.. ma per me il ds ha fatto miracoli anche se ovviamente non e’ infallibile.. il mister e’ solo un anno che e’ qui, lasciamolo lavorare.. a differenza degli anni passati siamo ancora in lotta per qualificarci alla EL.. a fine campionato valuteremo ma ora sosteniamo.. infine.. molti esaltano Gasperini.. giusto, grande allenatore.. MA E’ GOBBO! voi dove eravate dopo toro-genoa 2-3 del 2009??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Oni - 3 mesi fa

    Io lo ribadisco invece anche quest’anno niente Europa perché giocando così male una volta di va bene,come ieri, ma come spesso e accaduto le altre volte ti va male e squadre come Lazio Sampdoria Atalanta come gioco ci sono nettamente superiori Milan Roma hanno giocatori che ti possono risolvere le partite da soli e quindi onestamente la vedo dura

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

      Si ma la Lazio contro di noi ha pareggiato una partita solo perché noi non siamo stati capaci di chiuderla, l’Atalanta non è andata oltre lo 0-0 e la Sampdoria ne ha prese 4 in casa. Inoltre se guardiamo la classifica non mi sembra che fra noi e loro ci sia questa distanza siderale, quindi di cosa stiamo parlando???
      I processi si fanno a fine campionato, non a Gennaio come solo noi siamo abituati a fare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

        Non guardare solo gli scontri diretti. Bisogna osservare con attenzione tutto il cammino fatto e la quantità enorme di punti lasciati per strada soprattutto con le piccole, e ci metto anche il Parma. Facciamo troppi bassi con qualche acuto, NON abbiamo gioco, l’attacco è profondamente malato, ci serve un fantasista/regista come il pane. Un’analisi fatta bene deve osservare le cose a 360 gradi e non guardare solo dove conviene.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

          Marchese del grillo, io non nascondo la polvere sotto il tappeto, i problemi che abbiamo li vedo benissimo e purtroppo ce li porteremo fino a fine stagione, tuttavia oggi abbiamo 30 punti che con po’ più di attenzione potevano essere almeno 34,le formazioni citate hanno sicuramente un organizzazione di gioco più bello del nostro ma alla fine tutto si traduce in 3-4 punti punti più di noi, a 5 punti siamo in zona Champions, per cui questi sono dati di fatto ed è da qui che secondo me dobbiamo partire. Senza processi a Gennaio…quelli si faranno a fine stagione come logica vorrebbe che sia…

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy