Il Torino e il “doppio mediano”: Gazzi e Vives pronti a giocare insieme

Il Torino e il “doppio mediano”: Gazzi e Vives pronti a giocare insieme

Verso Torino-Chievo / Le assenze di Baselli e Acquah e lo stato di Obi e Farnerud sembrano costringere Ventura a riproporre i due pretoriani insieme: l’ultima volta fu in casa del Carpi

Quali che siano i motivi, a gennaio il Torino non ha provveduto ad acquistare la pedina mancante a centrocampo; un giocatore con qualità e visione di gioco, in grado di produrre il lancio a sventaglio per l’esterno opposto come il passaggio filtrante ben calibrato per gli attaccanti. E allora contro il Chievo, salvo sorprese, Giampiero Ventura si affiderà nuovamente ai suoi veterani, Alessandro Gazzi e Giuseppe Vives: sono pronti a giocare insieme, il che non succede spesso.

testa

LE ALTERNATIVE CI SAREBBERO MA… – Causa di questo, dicevamo, il mancato arrivo di un centrocampista nel mercato di gennaio; ma anche e soprattutto, il fatto che Obi e Farnerud, i centrocampisti che il Torino ha in rosa, non sono ancora pronti per giocare titolari. Se la mezzala svedese, tornato in gruppo stabilmente dopo il secondo infortunio consecutivo allo stesso legamento crociato, potrebbe anche entrare nella ripresa, le impressioni recenti destate da Obi non sono positive. Il nigeriano è apparso in campo una settimana fa, con la Primavera di Longo contro lo Spezia, decisamente col freno a mano tirato, incapace di produrre il cambio di passo e preoccupato di non subire nuovi infortuni. La piena forma è ancora lontana e difficilmente Obi sarà presto in campo col Torino di Ventura.

UN PRECEDENTE SCORAGGIANTE – E così, bastano un paio di defezioni – la squalifica di Baselli e l’acciacco di Acquah – per costringere Ventura a fare ricorso a Gazzi e Vives contemporaneamente; il rosso mediano come perno centrale, il napoletano come mezzala sinistra, con Benassi mezzala destra. Una soluzione che Ventura adotta molto raramente. E l’ultimo precedente con il “doppio mediano” non è incoraggiante: si tratta del famigerato Carpi-Torino 2-1 del 3 ottobre scorso. Ma Vives e Gazzi hanno giocato anche ottime partite insieme: una su tutte, la storica partita del “San Mamès” di Bilbao, con “O’ Professò” a scardinare la fascia destra dei baschi insieme a Matteo Darmian. In ogni caso, c’è da scommettere che i due pretoriani di Ventura, come al solito, si metteranno a disposizione della squadra con professionalità e non tireranno di certo indietro la gamba.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Frank Toro - 1 anno fa

    Gazzi e Vives a centrocampo insieme mi fanno lo stesso effetto che mi faceva sentire che sulle fasce avremmo giocato con Masiello e Pasquale…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Catlina - 1 anno fa

      Hahaha. ..e non è un bell’effetto direi..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    A questo punto con i due pretoriani a difendere in casa proverrei le tre tanto agognate punte, eh dai! Ventura e provaci, male che va la colpa questa volta è nostra!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ex calciatore - 1 anno fa

    La gamba non la tirano indietro di certo,sono i passaggi in avanti che preoccupano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. dbGranata - 1 anno fa

    Un’alternativa sarebbe riproporre il 3-4-3 con Baselli e Gazzi in mezzo. Io sono curioso, molto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 1 anno fa

      Baselli è squalificato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ospunda - 1 anno fa

    “Caro Cogoi, semo cagai” come si dice a Trieste.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy