La probabile formazione del Toro: undici-tipo con Falque e Baselli dietro a Belotti

La probabile formazione del Toro: undici-tipo con Falque e Baselli dietro a Belotti

Verso il match / In mediana rientra Rincon, pronto a tornare ad affiancare Meité

di Redazione Toro News

Sono tre punti fondamentali per il Toro quelli in palio nella gara di domani pomeriggio contro il Genoa. I granata saranno chiamati ad invertire il trend casalingo per puntare con sempre più convinzione ad una qualificazione europea che rappresenta l’obiettivo stagionale per la squadra di Mazzarri.

DIFESA – Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo domani, si va verso la conferma del 3-4-2-1 delle ultime uscite. Pochi dubbi per quanto riguarda la linea difensiva schierata davanti a Salvatore Sirigu. Ai fianchi di Nkoulou, ormai una certezza per Mazzarri, dovrebbero essere confermati Izzo e Djidji come nelle ultime uscite.

CENTROCAMPO – In mediana l’unica differenza rispetto alla scorsa giornata dovrebbe essere rappresentata dal ritorno di Tomas Rincon. Il venezuelano tornerebbe a posizionarsi al fianco di Meité, a ricostituire una coppia che non si vedeva in campo dalla gara di Genova contro la Sampdoria. Sugli esterni, invece, si va verso la conferma di De Silvestri a destra e Ansaldi a sinistra.

ATTACCO – Per quanto riguarda il reparto avanzato, si va verso la conferma del doppio trequartista a supporto di un’unica punta. In questo caso, al fianco di Iago Falque dovrebbe esserci Baselli, pienamente recuperato dopo la contusione al ginocchio rimediata a Cagliari. Davanti, invece, dovrebbe giocare Andrea Belotti, ancora una volta preferito a Simone Zaza.

Dal discorso di Mazzarri al riscaldamento: così il Torino vuol tornare padrone in casa sua

PROBABILE FORMAZIONE DEL TORINO

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Rincon, Meité, Ansaldi; Iago Falque, Baselli, Belotti.

33 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Hagakure - 1 settimana fa

    Vergognati pagliaccio, tu e ei tuo padrone bracciamozze: siete fatti della stessa pasta (per non dire altro).

    P.S.: Bracciamozze sei il gemello squallido di Cimminelli, con la semplice differenza che il primo ci ha fatto fallire mentre tu, per perseguire i tuoi “scopi imprenditoriali” ci hai trasformati in una squadra mediocre e anonima, buona solo per “fare cassa”, nonchè nello zimbello dei merdosi strisciati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gig66 - 1 settimana fa

    Come già detto e ridetto…. WM non si privera ‘ mai dei suoi senatori ( Baselli e Rincon) , perciò Parigini lo vedremo sempre nel secondo tempo a fare le solite MINI apparizioni…. Ormai sono rassegnato, avevo creduto in un mister che sapesse variare gli schemi e di conseguenza la formazione in base all’avversario di turno, ho sbagliato TUTTO, anche WM come il precedente ha un’ottusita ‘ tattica ( prudente anziché garibaldina) che ci porterà ai soliti piazzamenti a centroclassifica.
    Probabilmente col Genoa vinceremo ( Da tifoso lo spero di cuore )…. Ma mi domando, se così non fosse , mister , non avresti fatto meglio ad ascoltare la Piazza inserendo 1 punta in più??? Se poi non vinci puoi sempre dire di averci provato. Di contro , se ( mi auguro di no ) la partita si incanala sui binari di Cagliari o peggio di quella col Parma , non oso pensare alle critiche del dopopartita.
    Ho solo voluto avvisarti !!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granata69 - 1 settimana fa

    La formazione ha una sua logica,ma sicuramente partendo con una punta e mezza dai alla squadra una mentalità di contenimento, e mi pare evidente che il nostro è un problema di mentalità visti gli alti e bassi.
    In questo momento rinuncerei a Baselli e metterei Parigini per un 3421, lui è Iago alle spalle del gallo.
    Sul fatto di molti che dicono che Iago rende di più da punta a dx,beh, Iago gioca esattamente dove ha sempre giocato e non è certo Mazzarri a dirgli di rientrare nella nostra metà campo a prendere palla. Il fatto è che tatticamente ha dei limiti. Guardate insigne che cambio di rendimento appena ha trovato un allenatore che lo ha spostato da quei 100 metri quadrati in alto a sx, ora spazia ovunque e fa la differenza. Iago deve fare lo stesso, spaziare ovunque sul fronte d’attacco, questo gli chiede Mazzarri,e lui non lo fa,e questo è un suo limite. Questa è la mentalità che manca, rifugiarsi in quello che si è sempre fatto, senza rischiare nulla di diverso e prendersi responsabilità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 1 settimana fa

      Il rifugio di Mazzarri ci è parso di capire che sta un pò più sotto.. La mentalità manca del tutto come l’appartenenza. Si dica pure che il calcio moderno non è quello della nostra gloriosa identità.
      Manca chi trasmette la storia e manca chi la può fare ora. Eccola la nostra identità.
      Si riparte da zero ? Non credo proprio.
      Vanni dice che sono parole al vento. Giusto, tanto sono frasi tra tifosi che il sig. diversamente bracciuto non ascolterà mai.
      Il confine resta tra prendere coscenza di non essere più “quel” toro che sempre ricerchiamo e intestardirci a credere che o lo siamo ancora tra un pò o lo diventeremo ma scrivendo, ci sentiranno e cambieranno. Ma quando mai ??.. Urbano, dormi bene, mi raccomando.
      Nella storia del Toro, sei secondo solo a Romero. Ma lui l’hanno usato. Tu no.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. marcohelg_385 - 1 settimana fa

      si…ha logica dello 0-0

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. enricolai68@gmail.com - 1 settimana fa

    Io non sono contento di questo TORO però che devo dire…..anche se non lo condivido in pieno ma sempre più di Sinisa dico forza TORO quindi forza WM

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13973712 - 1 settimana fa

    Ero molto scettico all’arrivo di Mazzarri, sinceramente mi sembrava più logico finire il campionato con Sinisa e poi affidare la squadra a un granata vero (uno fra Longo e Nicola) perché avevo il presentimento che il buon Walter (omonimo di Novellino ahi ahi ahi) fosse venuto al Toro per farsi la pensione….ma visto l’entusiasmo di tanti fratelli di tifo, ho sperato di sbagliarmi, anche se le parole di Cairo “lo cercavo da anni” mi mettevano i brividi di paura. Ora sono convinto sempre più che sia stata l’ennesima scelta “poco granata” che contribuisce sempre più a smantellare quel piccolo patrimonio di tradizione che ogni giorno muore un po’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Seagull'59 - 1 settimana fa

    ma cosa dobbiamo difendere col Genoa?
    3-4-1-2 Falque dietro Belotti e Zaza, a centrocampo chi volete e giochiamo per vincere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Seagull'59 - 1 settimana fa

    ma cosa dobbiamo difendere col Genoa?
    3-4-1-2 Falque dietro Belotti e Zaza, a centrocampo chi volete e giochiamo per vincere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13721612 - 1 settimana fa

    secondo me se si parte contro il Genoa con il tridente Iago belotti Zaza sarebbe sintomo di dare un po’ di sicurezza andiamo a vincere almeno con squadre alla portata del Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Pesce - 1 settimana fa

    Sono un po’ stufo di Mazzarri, qui in molti lo accusano di essere eccessivamente prudente, almeno questa prudenza fosse servita a qualcosa, invece tra gol subiti e punti fatti non mi pare proprio che tutta questa prudenza paghi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ProfondoGranata - 1 settimana fa

    Ma il tridente Zaza Belotti Falque è così impensabile?
    E Parigini pronto ad entrare nel secondo tempo, ma dall’inizio del 2T, non gli ultimi dieci minuti…
    È proprio così assurdo?
    Non sono quello che li allena, è vero, ma è anche vero che qualche occasione gli va data e il Genoa non è certo l’Inter (con cui peraltro abbiamo pareggiato in casa loro) per cui porrendo anche permettercelo o sbaglio?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. GlennGould - 1 settimana fa

    Avrei voluto vedere Iago dietro Zaza e il Gallo. Dall’inizio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. BIRILLO - 1 settimana fa

    Fossi Parigini, il prossimo anno me ne andrei.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 1 settimana fa

      Sono d’accordo, e con lui Edera. Poi, se andiamo avanti così, toccherà a Millico!
      Rimettere una volta Moretti, o Aina, al posto di Djidji? La scorsa partita non l’ho visto bene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BIRILLO - 1 settimana fa

        L’apocalisse…. Edera, Parigini, Millico. Il futuro positivo del Toro. Madama, se capitasse sarebbe un suicidio sportivo. Non ci voglio neanche pensare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Madama_granata - 1 settimana fa

          Neanche io, ma incomincio a perdere le speranze! Kean gioca nella Juve a 18 anni, Cutrone nel Milan, ecc.. Noi diciamo che a 21-22 anni i nostri ragazzi avranno un roseo futuro.. Quando?
          Dopo i 25, quando gli altri saranno a metà carriera??
          Quante squadre pronte ad accoglierli, e a farli giocare, fin da oggi?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. bertu62 - 1 settimana fa

    Spero solo che questa sia la formazione ufficiale!
    Basta Soriano, non è proprio il caso di insistere altrimenti corriamo il rischio di raggiungere il “quorum” di presenze e quindi far scattare l’obbligo d’acquisto: PER CARITÀ, già ci toccherà Zaza!!! Spiace (??) per il giocatore ma se non è più in grado di fare il “Suo” allora ha fatto bene la Samp a cederlo! Sul discorso che con questa formazione si gioca “per pareggiare” continuo a non capacitarmi: MA COSA VOLETE, UN “SINISA-2 LA VENDETTA”? A parte che si fa sempre in tempo a far entrare Berenguer/Parigini in qualsiasi momento (e sul fatto che I Sigg. “SO-TUTTO-IO” li farebbero giocare dal 1′ beh, evidentemente “CHI” li allena tutti i giorni SA più di chi sta dietro alle tastiere del PC, evidentemente, altrimenti le parti sarebbero invertite..) SE ci mettiamo più testa dall’inizio magari non becchiamo gol da polli e magari riusciamo a farla noi la partita, cross di Ansaldi e Lollo, movimento di Iago, inserimenti del Baso e di Meité, 3-0 e Genoa a casa….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 1 settimana fa

      Caro fratello Bertu62, se “forse” vinciamo col genoa in casa, “forse” è meglio che in EL non ci andiamo proprio. Perchè “forse” quelle che ci vanno hanno più fame, gioco e qualità, e “forse” con soli pareggi non passi neanche il girone. Spero di sbagliarmi su tutta la linea ma..qui mancano palle e coraggio, in tutti i sensi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BIRILLO - 1 settimana fa

      Su Soriano mi trovi concorde, su Zaza non sò, poche occasioni per lui.Data l’involuzine speriamo temporanea di Belotti credo che un mister meno ansioso gli avrebbe dato più spazio. Poi tanto rientra anche Niang, avremo solo l’imbarazzo della scelta. Anzi no, Walter il prossimo anno gioca senza punte. il 6-4-0, altro che Banfi col 5-5-5 ! :))

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. bertu62 - 1 settimana fa

      Evidentemente non è stata recepita l’ironia! Peccato, d’altronde non si può pretendere che tutti fossero presenti il giorno che il Signore l’ha distribuita :-) ! Invece pare che tanti stanno qui a fare le pulci su Soriano, su Baselli, su Parigini dal 1′, su Edera dal 2′ e su Moretti (!!!) al posto di Djidji!! Ahahahaha! Tutti comicità in effetti, altro che “ironia”!! Perché dai, dite la verità: tutti usciti da Coverciano, n’est-ce pas???
      E’ EVIDENTE che vinciamo, forse non l’avete neppure notato, impegnati come eravate a “non cogliere” il forse ironico, ma l’ho pure scritto: 3-0, con buona pace di Piatek neo-bomber, un’altro Schick, altro “pacco” formato riviera Ligure, buono solo al mare!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BIRILLO - 1 settimana fa

        Direi magari vinciamo, potremmo farlo, quella che non si vede è una svolta vera del mister, per cui ottenebrato dalla resistenza mazzarriana nel riproporre tutto quello che di agonistico ha poco, almeno dal mio punto non ho colto, nel caso chiedo venia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. BIRILLO - 1 settimana fa

        Poi se ti esponi sul risultato e ci azzecchi domani, a quel punto riprovi per San Siro e per il derby e ci becchi nuovamente… beh.. gente come me andrà solo più a vedere l’Alessandria o i grigi e senza fiatare, salvo rivedere i replay del Toro di nascosto in ore notturne che a quel punto è diventato altra cosa.. Bel film. Speriamo per domani e bon

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Madama_granata - 1 settimana fa

        Vorrei chiarire prima di tutto che io esprimo solo le mie idee, giuste o sbagliate, da semplice tifosa. Ben lungi da me sentirmi un “tecnico del calcio”!
        Qui si discorre, si dibatte, si discute tra tifosi, ma anche tra profani. Tra gente che sicuramente ama il Toro,
        e per questo si limita a “dire la sua”! Se qualcuno di voi è un professionista, “chapeau”, altrimenti sono tutti scambi di opinioni tra “appassionati sistenitori”, senza alcun potere decisionale, ovviamente!
        Mi sono sentita di chiarire xché la frase su Djiji è mia.
        Ho trovato l’ultima prestazione del ragazzo in calo. Penso che, forse, potrebbe giovargli un turno in panchina. Non parlo di “bocciarlo”!
        Lyanco,basandomi sulle scelte del tecnico, penso non sia ancora pronto. Bonifazi lo abbiamo mandato alla Spal. Ferigra gioca stamani nella “Primavera”, Bremer ho letto qui più volte che “non è ancora pronto”. A mio parere, rimangono x quel ruolo, Aina o Moretti. Pur se non giovanissimo, il nostro “senatore” ha comunque finora fatto ottime prestazioni, quando chiamato in causa. Sarebbe un delitto riproporlo x una, o uno spezzone, di partita?
        Domando, non affermo! Grazie

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Vanni - 1 settimana fa

      Che pipponi x dire nulla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BIRILLO - 1 settimana fa

        Se puoi dire qualcosa tu sarebbe gradito. Se.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. prawn - 1 settimana fa

    Formazione tipo, quella pensata e studiata quest’estate…

    Bene Baselli dietro le punte e il duo meite Rincon, bene Ansaldi….

    Se però sarà un altra noiosa domenica pomeriggio San Prudenzio Martire dovrà pure posare la sigaretta e il fiaschetto e farsi un esamino di coscienza, con i giocatori che ho, è proprio solo questo l’unico schema che posso fargli fare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. torracofabi_40 - 1 settimana fa

    E sempre una punta…….. Povero gallo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. BIRILLO - 1 settimana fa

    Siccome Belotti torna sempre in mediana, diventa quasi un 3 4 3 corto e basso. O un 5 5 0.. Vedremo ma non si sa più che pensare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. valex - 1 settimana fa

    Mai un po’ di coraggio. Mai rischiare giocando con tre punte o con centrocampisti che sappiano costruire e non solo interdire. Il gallo sempre solo e abbandonato in avanti che non riceve mai palloni utili. Mazzarri mi ha stufato!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. valex - 1 settimana fa

    Formazione perfetta per l’obiettivo di Mazzarri: il pareggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Il_Principe_della_Zolla - 1 settimana fa

    Errare humanum est, perseverare autem diabolicum.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 1 settimana fa

      ..et tertia non datur…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy