Filadelfia, l’anteprima dell’inaugurazione: la cronaca della giornata

Filadelfia, l’anteprima dell’inaugurazione: la cronaca della giornata

Diretta TN / Segui con noi l’anteprima dell’inaugurazione del Filadelfia

5 commenti

20.41 – Con l’inno granata e il saluto dei presentatori, termina il primo – intensissimo – giorno d’inaugurazione del Filadelfia!

20.40 – Ora dei bambini della scuola calcio granata lasciano volare in cielo dei palloncini commemorativi, al grido: “Forza Vecchio Cuore Granata”

20.35 – Viene ora mostrato un video riepilogativo sulla storia del Filadelfia!

20.25 – Ora in mezzo al campo prende la parola Massimo Gramellini, che tiene un lungo discorso con al fianco Claudio Sala e Paolo Pulici

20.17 – Finita l’asta dei seggiolini, dopo il commovente discorso di Mauro Berruto sul Grande Torino, prende la parola lo scrittore Culicchia, a centrocampo insieme a Vigato.

20.10 – Continua lo show. Arriva Benassi, che dice: “Prima vorrei sapere quanto ci dà di ingaggio l’anno prossimo… Comprerò cinque seggiolini!” E arriva Belotti. Ghione aizza la folla e Gallo dice: “Va bene, ne comprerò dieci!” Sinisa però dice: “No, ne devi comprare quindici… Cairo continua l’asta: Maxi Lopez quanti ne prende? 11. Ljajic? 20. Moretti, quanti ne prendi? In famiglia siamo 4, ne prendo 4″ Lo show di Cairo continua: “Padelli, a maggior ragione perchè vai all’Inter, quanti ne prendi? 3. Iturbe, non comprare tanti seggiolini quanti gol hai fatto perchè se no sono pochi… E lui?: “Se mi riscatti? 20” Cairo: “E poi dicono che io sono braccino”. Continua l’asta per i seggiolini: Petrachi ne comprerà 15, Molinaro 5, Baselli 2, Rossettini 5, Iago 10, Boyé 5, Avelar 5, Barreca 5, Obi 5, Acquah 6, Lyanco 5, Castan 5, Ajeti 5, Milinkovic 5, Gustafson e Lukic 5.

QUI LE PAROLE DI CAIRO SULLO SCUDETTO E SU BELOTTI

20.05 – Salvadori: “Sono orgoglioso di essere torinese, e sono orgoglioso di essere granata”. Interviene Miha che risponde a Cairo sulla questione dei seggiolini, scherzando: “Quanti seggiolini volete che io compri? Tanto dopo faccio pagare tutto dal presidente! Seriamente: comprerò dieci seggiolini”

19.56 – Viene chiamato Cairo al centro del campo: “Sono contento, vedere il Fila, la gente seduta, il campo, i pennoni, è molto emozionante. Il Grande merito è tutti i tifosi, che han tenuto duro, dal 1998, che proteggono il Fila. Gli angeli, le sentinelle, che han consentito di mantenere questo campo. Il vero merito è loro, e loro bisogna applaudire. Intanto ci tengo a ringraziare la Fondazione Filadelfia, il Presidente Salvadori, che han lavorato benissimo. Emozione incredibile. Dobbiamo trovare il modo per raccogliere i fondi che mancano per il Museo. Oggi ho visto Salvadori un pochino triste. Mi ha detto che avrebbe voluto vendere più seggiolini: ci sono 2000 seggiolini e ne abbiamo venduti solo 600. Allora io dico: qui abbiamo gente ricca e persone che hanno la possibilità. Io come presidente, dei 1400 seggiolini che mancano, ne compro 500. Il 28 aprile abbiamo scritto alla federazione, a tavecchio, per avere restituito quello scudetto. tutto è cominciato. Spero presto riusciremo ad avere indietro quello Scudetto che ci hanno tolto ingiustamente

19.53 – Parla anche Comi “E’ una grande emozione, sono cresciuto qui, vivo da 30 anni il Toro. Questo luogo lo farà crescere ancora di più”. Ancora Petrachi: “E’ il settimo anno che sono a Torino, ho sempre sentito della ricostruzione del Fila, e ora siamo qui. Abbiamo fatto qualcosa perché questo succedesse, si sta cercando sempre di far emeglio, e il mio augurio è che si possa ripartire per un grande futuro”

QUI TUTTE LE PAROLE DI MIHAJLOVIC

19.50 – Prende la parola Mihajlovic: “Si può dire che ci siamo arrivati, dobbiamo vincere col Sassuolo. Non c’era bisogno di sgridarli, sono tutti bravi ragazzi. I nostro obiettivo è andare in Europa in due anni, ques’anno si sono visti i miglioramenti, siamo noni in classifica, l’talanta è stata una sorpresa per tutti. Sicuramente potevamo fare meglio, se non ci siamo riusciti è solamente colpa nostra. Base è solida, con giusti innesti possiamo lottare per l’Europa. Penso che gente si è divertita, volevamo portare lo spirito del Toro e credo che ci siamo riusciti. L’obiettivo è trovare il giusto rendimento anche in trasferta. Penso che i ragazzi abbiano sempre dato il massimo. Io come allenatore mi devo arrabbiare, ma penso che loro han sbagliato solamente atteggiamento in due partite. Bisogna applaudirli”

miha

19.46 – Entra la prima squadra! Prima i portieri, Padelli, Milinkovic e Hart. Poi la difesa: Moretti, Barreca, De Silvestri, Lyanco, Castan, Molinaro, Rossettini. (assenti Zappacosta e Carlao infortunati. Poi i centrocampisti: Gustafson, Baselli, Benassi, Acquah, Lukic, Obi, Valdifiori. E infine gli attaccanti: Boyé, Andrea Belotti, Iago Falque, Juan Iturbe, Adem Ljajic, Maxi Lopez. Entrano anche Comi, Petrachi e Mihajlovic.

19.40 – Prende la parola Paolo Pulici: “Il pallone non suda, te per prenderlo si. Bisogna essere pronti durante l’allenamento, per essere dei giocatori come una volta bisogna lavorare tanto. Io devo moltissimo ai “vecchi”, da loro ho imparato tantissimo. Avere l’umiltà di ammettere che qualcuno è più bravo di te”. Zaccarelli: “Una città come Torino non poteva permettersi di lasciare in abbandono questo stadio”.

19.36 – I due speaker chiamano in mezzo al campo tutte le vecchie glorie granata, uno ad uno, dagli eroi dello scudetto agli ultimi

19.27 – Inizia la cerimonia, con Gino Strippoli e Jimmy Ghione a condurre. Nel frattempo è arrivata anche la prima squadra sul campo!

19.17. – Terminata la scopertura dei pennoni, tutta la folla si è spostata in tribuna in attesa della prima squadra. QUI LE PAROLE DI CAIRO

19.06 – Ecco che arriva il momento più atteso: la scopertura della targa di Don Aldo Rabino!

targa

19.01 – Scoperto anche il pennone dedicato all’ultimo scudetto. Claudio Sala: “Nessuno avrebbe scommesso un euro su di noi. Invece abbiamo vinto lo Scudetto 27 anni dopo Superga. al Fila sono diventato uomo. È qui che si sono costruiti tanti successi. Lo Scudetto lo abbiamo costruito qui giorno dopo giorno, con grinta e sacrificio. Era un dovere civico e storico far rinascere il Fila. È un pezzo della storia del Nostro paese che torna a vivere”. Ha parlato anche Emiliano Mondonico, leggi qui le sue dichiarazioni

18.55 – Continua la celebrazione della scopertura dei pennoni: scoperti quelli dedicati a Ossola e Gabetto, poi è il turo di Meroni e Ferrini. Così a figlia di Ferrini Cristina: “Per me questo è un tempio anche perché qui abbiamo fatto i funerali di mio padre”

18.47 –  Mentre viene scoperto il pennone dedicato a Valentino Mazzola, C’è anche un’emozionatissima Lilia Loik: “Siamo qui per vedere rinascere il Filadelfia per la commozione di giovani e meno giovani. Proprio l’entusiasmo dei giovani deve essere il fuoco per fare di questo sangue un’altra fossa dei leoni. Qui mio padre mi condusse per la prima volta allo stadio nel 1938. Avevo 18 anni quando mi sposai con Ezio. Poi lui è andato avanti insieme agli altri ragazzi. Oggi noi dobbiamo pensare che i ragazzi del Grande Torino sono qui in mezzo a noi”

gino

18.45 – Prende la parola Gianni Minà, mentre viene scoperto anche il pennone dedicato a Menti e a Loik: “Andavo in questo stadio con mio padre e ho visto il Grande Torino battere per due anni di fila la Juventus, la più grande soddisfazione per me, che ero un ragazzino”. C’è anche Mario Giordano: “Questi non sono pilastro e seggiolini ma qui c’è il nostro sangue. Io sono diventato granata perché mio padre mi recitava la formazione del grande Torino come una preghiera; mio figlio lo è perché io la recito a lui, mio nipote lo sarà allo stesso modo. Qui oggi non stiamo ricordando il passato. Noi stiamo guardando al futuro e al sangue dei nostri eroi per esserne sempre degni. Spero che anche loro ci aiutino da lassù”

18.40 – Vengono scoperti i pennoni dedicati agli Eroi di Superga: il primo dedicato a Bacigalupo e Ballarin, il secondo a Maroso e Grezar, il terzo a Rigamonti e Castigliano

pennone

18.35 – Tra le emozioni del pubblico, viene scoperto anche il secondo pennone, quello intitolato ai caduti di Superga. Prende la parola Domenico Beccaria: “Per me è un onore essere qui vicino alla famiglia Bacigalupo e alla famiglia Ballarin. Per noi questo è un punto di arrivo ma al contempo un punto di partenza perché ci manca ancora il Museo. Sono certo che con l’aiuto di tutti c’è la faremo”

18.30 – Mano a mano, si procede con la scopertura di tutti i pennoni celebrativi

18.25 – Inizia la cerimonia di scopertura dei pennoni: si comincia da quello dedicato allo scudetto del 1927/28

cairo

18.20 .– Mentre si attende l’arrivo della squadra, già presente in tribuna il presidente Cairo! Intanto, c’è anche Roberto Muzzi: “Questa è la storia, sono contento che Cairo ci sia riuscito, qui è dove han giocato e sono cresciuti tanti campioni” 

18.10 – Comincia a riempirsi sempre di più il piazzale, ormai gremito di tifosi granata e di vecchie glorie. C’è anche Antonino Asta: “Io sono arrivato proprio nell’anno in cui è stato buttato giù il Fila. E’ una doppia emozione riviverlo adesso, non l’ho mai vissuta direttamente, ma quando entri nella famiglia granata ti rimane qualcosa ed è come se l’avessi vissuta. Il Toro si deve riconoscere nel Fila, per viverlo quotidianamente. Il centro sportivo è un punto importante, e in più raffigura il mondo granata: è emozionante già solo vederlo. Mi auguro sia un inizio importante, il tifoso granata si accontenta di poco: salutare i suoi beniamini, aspettarli fuori…”

18.00 – C’è anche Maspero: “Io la prima volta che sono entrato qui era da avversario, quando incontravo le giovanili del Torino. C’era del timore ad entrare qui. Adesso sono molto emozionato, si vede il quartiere che diventa man mano granata fino ad arrivare qui, al Filadelfia. Sicuramente sarà fantastico per chi avrà la fortuna di allenarsi e giocare qui.Quando giocavo ne sentivamo parlare, ma pensavamo alla solita barzelletta: e invece ce l’abbiamo fatta, per chi ha indossato la maglia del Toro questo è un giorno fantastico”

IMG_0373ok (FILEminimizer)

17.45 – Presente anche Moreno Longo: “Eravamo un tutt’uno, e con la rinascita del Fila si può ricreare quel quid in più. Questo era un piazzale che abbatteva i ceti sociali, tornare a casa è una grande emozione. L’augurio è che non rimanga solo una struttura, ma che si riesca a tenerlo e colitvarlo giorno dopo giorno. La prima volta al Fila? Me la ricordo, quando mio papà mi portò a fare il provino. Fu l’inizio di un percorso di 20 anni con questi colori addosso. Sono entrato in una famiglia speciale. Emozionante anche rivedere la Primavera, il settore giovanile l’ho vissuto in maniera intensa. Bisogna fare i complimenti a tutti”. Qui il video con l’intervista completa

17.15 – Arriva anche Angelo Cereser (QUI LA VIDEO INTERVISTA): “Emozione forte, più importante di quanto ci aspettassimo. Il Filadelfia è il cuore delle persone, sono le chiacchiere dei tifosi, è il contatto della gente. E’ un momento molto elettrizzante. Mihajlovic studierà i valori del Torino, perché fare allenamento al Fila o da latre parti non cambia, ma i giocatori devono capire che cos’è quest’impianto. E’importante sapere che  è così per dare il massimo col cuore. Ricordiamoci che anche negli anni 50′ gli allenamenti alcuni erano a porte chiuse. Intanto cominciamo a fare arrivare i giocatori qui”

17.10 – Termina la visita guidata, si attende l’inizio della cerimonia, prevista per le 18

fila9

17.00 – Continua il tour, e continuano anche ad arrivare gli ospiti

16.50 – Gli ospiti vengono introdotti sul campo da gioco, dove è visibile la zolla d’erba originale del vecchio campo

La zolla di campo originale
La zolla di campo originale

16.35 – Gli ospiti vengono fatti entrare nell’impianto: inizia una visita guidata nel nuovo tempio granata. Vengono mostrati gli spogliatoi e anche i garage, oltre che il campo

16.13 – Arriva il Presidente Salvadori: “Giornata di grande emozione. Ho la gola secca, il che non mi è mai capitato, nemmeno in finale olimpica. Il timore che ci sia sempre qualcosa che va storto, noi del Torino lo abbiamo sempre. Stavolta abbiamo avuto dei santi in paradiso… La prima dedica è al Grande Torino, la seconda naturalmente è a Don Aldo, e poi chiramente a tutti quelli che hanno onorato il Torino. Da Novo, a Egri, fino agli ultimi che han vinto lo scudetto. Ci aspettiamo una collaborazione aperta, e quindi auspichiamo che la firma arrivi a breve. Museo? Dipende dalla raccolta. mi sono già lamentato pubblicamente della riposta dei tifosi, che secondo me è stata inferiore. Speravamo di completare tutti i seggiolini, ma solamente il 30% sono stati acquistati. Ma a breve avremo questo contratto col Torino, che ci permetterà di fare un altro mutuo: questo ci permetterà di completare prima di tutto il lotto numero 2, e probabilmente anche le due curve storiche, mentre per il museo l’impegno è più lungo”.

Ancora Salvadori “Questi ventitrè anni li ho trovati infiniti, il vergognometro lo abbiamo toccato quando si è dovuto foderare per evitare che nel 2006 gli ospiti delle Olimpiadi lo vedessero in quelle condizioni. E questo è stato motivo di grande dolore per tutti i tifosi. Abbiamo avuto gufi, scetticismi e tutto: molto non pensavano che ce l’avremmo fatto, per molti è stata una sopresa, per altri quasi una delusione per non potere più gufare come prima. I tifosi sono in una condizione straordinaria di gioia e di entusiasmo, guardate quanti cuori granata ci sono oggi”.

IMG_0363ok (FILEminimizer)

Infine il Presidente: “L’ultimo obiettivo è quello di completare tutto, con l’impianto e il museo In questo modo avremmo un impianto unico in Italia ed è una cosa straordinaria. Partite della prima squadra? Lo deciderà il Torino: ovviamente la prima squadra si allenerà, mentre la Primavera giocando qui riempirebbe lo Stadio con estrema facilità. E se questo non osta il Toro, sarà nel loro interesse.Ventitre anni di attesa a cosa sono dovuti? Abbiamo sempre creduto ci fossero mire speculative immobiliari, e se non era per i tifosi qui ci sarebbe un supermercato. E’ stato un combattere contro mire speculative, e poi ovviamente ci sono state difficoltà finanziarie, ma si è fatto un lavoro di squadra e questo è il risultato. Allenamenti a porte aperte? Ventura aveva una prevalenza per le porte chiuse, Miha per quelle aperte. Dipenderà dal mister”

fila

16.00 – Cominciano a fluire i primi ospiti, tra cui il responsabile del settore giovanile Bava e l’ex granata Dossena. Atteso il Presidente della Fondazione Salvadori

E’ il grande giorno! Il Filadelfia rinasce finalmente e apre le sue porte per l’anteprima dell’inaugurazione dell’impianto, che avverrà domani. Oggi, invece, è giornata riservata alle autorità e agli acquirenti dei seggiolini, che potranno visitare in anteprima l’impianto. Attesa la squadra di Mihajlovic, che raggiungerà l’impianto dopo la fine dell’allenamento, oltre che il Presidente Cairo – che prenderà sicuramente la parola insieme al Presidente della Fondazione Cesare Salvadori.

QUI IL PROGRAMMA DEL 24 MAGGIO

QUI IL PROGRAMMA DEL 25 MAGGIO

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. vinciink_479 - 7 mesi fa

    Sono milanista riveriano della prima ora ma sono stato sempre grande simpatizzante del Toro.
    La mia prima partita vista in uno stadio è stata Torino-Udinese nel 1957 al Fila Grazie al mio padrino grandissimo tifoso del Toro. Non dimenticherò mai la grande emozione di bambino. Tutti gli anni vado a Superga a rendere omaggio ai caduti del Grande Torino e mi emoziono sempre.
    Forza sempre Grande Vecchio Cuore Granata!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. sylber68 - 7 mesi fa

    Ma Graziani ??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. LeoJunior - 7 mesi fa

    600 seggiolini su 2.000 a disposizione per contribuire. Sui siti ci si ingegna per trovare aggettivi per appellare Cairo come tirchio (bracciamozze, braccino, etc.). non che i tifosi si siano distinti diversamente! amara constatazione. Con i soldi degli altri e’ sempre facile fare i signori ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 7 mesi fa

    Da leggere: l’articolo di Grammelini sul corriere… Molto bello

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Filadelfia - 7 mesi fa

    Con il nodo in gola e gli occhi lucidi riesco solo a dire : GRAZIE! GRAZIE! GRAZIE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy