Toro, Santo Stefano al Fila: segnali di Belotti in partitella

Toro, Santo Stefano al Fila: segnali di Belotti in partitella

Diretta TN / Segui con noi la ripresa dei lavori in vista del Genoa

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo

17.14 Finisce così l’allenamento di Santo Stefano, davanti a 700 persone accorse al Filadelfia.

filadelfia

17.01 I giocatori ancora in campo provano l’uno contro uno: prima Belotti contro Moretti, poi De Luca contro Burdisso, poi ancora Sadiq contro N’Koulou. In porta c’è Ichazo

17.00 Rimangono in campo Beloti, Moretti, Burdisso, Sadiq e De Luca: Mihajlovic è a colloquio con loro

16.57 Lo spagnolo prova a rifarsi andando in rete, ma è in fuorigioco. Il gol partita è di Sadiq, festeggiato da tutti: è lui a decidere la partitella di Natale

16.55 Gran destro a giro di Molinaro, risponde Ichazo. Poi Iago calcia alle stelle il rigore: ancora 0-0

16.47 Gran parata di Ichazo su Sadiq, cui segue un’incredibile traversa colpita da Belotti, con una botta al volo di destro

16.45 Ancora applausi, per un bel tiro di Berenguer parato da Sirigu

16.41 Applausi per una bella girata di Niang

filadelfia

16.39  Comincia la partitella: un undici è composto da Sirigu; De Luca, N’Koulou, Baselli, Molinaro (in difesa scelte forzate dalle assenze); Valdifiori, Acquah e Rincon; Iago, Sadiq e Niang. Nell’altro schieramento spazio a Ichazo; De SIlvestri, Burdisso, Moretti, Barreca; Gustafson, Boyé, Obi; Edera, Belotti e Berenguer

16.37 Sta per iniziare la partitella

16.34 Termina l’esercitazione

16.30 Quando un quintetto recupera palla deve fare almeno 4 passaggi per uscire dal pressing dell’altro

16.24 Va a segno Belotti, grandi applausi per lui

16.20 Il quintetto di Iago si sposta ai lati del campo come jolly, mentre quello di Baselli e N’Koulou partecipa all’azione. Si lavora molto sull’uscita dal pressing

16.14 L’altro attacco è composto da Rincon, Iago, Acquah, Niang e Sadiq. Su ogni metà campo ci sono i jolly: De Luca e Molinaro da una parte, N’Koulou e Baselli dall’altra parte. Valdifiori agisce da mediano per entrambi gli attacchi, che devono attaccare la medesima linea difensiva

16.10 Esercitazione di attacco contro difesa. La difesa è composta da Sirigu in porta, De Silvestri, Burdisso, Moretti e Barreca in linea, Gustafson come mediano. Attaccano Edera, Berenguer, Boyé, Belotti, Obi e Validifori

16.03 Si avviano i preparativi per un nuovo esercizio

filadelfia

16.01 Terminata la fase fisica, si torna sul principale. Nel frattempo si è arrivati a superare le trecento unità di pubblico

15.56 Fase di esercitazione atletica a tutto campo

15.50 I giocatori si spostano sul campo secondario

15.46 Capitolo assenze: fuori, come previsto, Ljajic e Ansaldi. Non ci sono neanche Lyanco, che ha rimediato un trauma contusivo/distorsivo contro la Spal e Bonifazi

15.41 Esercizi sul possesso: il gruppo è diviso in due squadre, che devono mantenere il controllo del pallone con massimo due tocchi

15.37 Momento di pausa

15.33 Scoppia una bomba carta all’esterno del Filadelfia. Non c’è però nessun segno di tensione

15.28 Per arrivare in porta, bisogna effettuare passaggi filtranti tra le sagome

15.25 Continua l’esercitazione da parte di Belotti e compagni: si aggiungono anche i portieri, verso cui si calcia dopo gli scambi palla a terra

filadelfia

15.18 Squadra divisa in due metà campo, con riscaldamento e esercizi di dai e vai

15.16 Ora gruppo intorno a Mihajlovic, pronto a dare il via alle esercitazioni

filadelfia

15.14 Applausi e incitamenti in particolare per Andrea Belotti, che saluta la tribuna

15.11 Entrano adesso i giocatori, applauditi dal pubblico presente

filadelfia

15.04 Al momento sono usciti soltanto i portieri, sul campo principale

15.02 Si aprono le porte del Filadelfia, e i primi tifosi entrano nell’impianto. Presenti un centinaio di persone

WhatsApp Image 2017-12-26 at 15.00.08

È già tempo di smaltire le scorie del pranzo di Natale e – soprattutto – dell’amaro pareggio contro la Spal per il Torino di Sinisa Mihajlovic,che dopo la sessione di scarico di domenica scorsa e la giornata di pausa nel giorno del 25 dicembre riprende, in questo martedì di Santo Stefano, la preparazione. All’orizzonte, infatti, c’è la sfida contro il Genoa, in cui si attendono risposte dal punto di vista caratteriale da parte di una squadra che a Ferrara ha mostrato una volta più tutti i suoi limiti.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pimpa - 1 anno fa

    Se abitassi a Torino avrei iniziato a contestare il mandriano (e la società) fin dal primo giorno della presentazione un anno e mezzo fa perché era solare che sarebbe stata una autentica sciagura.
    Io rispetto chi va agli allenamenti e allo stadio facendo finta di niente,sorbendo coca cola o ciucciando un lecca lecca,ci mancherebbe.
    Bisognerebbe però che nessuno di quegli ardimentosi si lamentasse della penosa condizione attuale,il che stento a credere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 1 anno fa

      Io invece se potessi andare a vedere gli allenamenti al filadelfia mi piscerei addosso dalla gioia e dall emozione perché potrei vedere il mio Toro, anche solo in allenamento, fanculo a tutto il resto e fanculo alla “penosa condizione attuale”…meno male che tra tifosi non siamo tutti uguali

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 1 anno fa

        Hahaha @Granat….iere, questa m8 era sfuggita… sorry for it.
        Ma fammi capire, insieme a tutta sta gioia, ti “sorbiresti” una Coca Cola o ti ……. ciucceresti il lecca lecca ? :-)
        Robe da matt……
        Ciao
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13686151 - 1 anno fa

    Se contestiamo ad ogni allenamento andiamo dritti in serie b.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Pimpa - 1 anno fa

    Domanda:perché i trecento arditi non contestano pesantemente non i giocatori ma il mandriano e la società invece di applaudire Andrea quando segna?
    In un ordine di importanza,direi che sarebbe più utile per non dire necessario. O no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 1 anno fa

      Domanda: perché non vai al filadelfia a contestare il mandriano come lo chiami tu invece di pretendere che lo facciano gli altri per te? Evidentemente chi ha potuto andare al fila vuole semplicemente assistere all allenamento e non stare li a contestare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 1 anno fa

        Forse anche perché se il “mandriano” sente i complimenti, magari esce dalla stalla e viene a ringraziarla di persona.
        Ma forse questo è il vero “target” …..

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy