Mazzarri al posto di Mihajlovic: la scelta di buonsenso del Torino

Mazzarri al posto di Mihajlovic: la scelta di buonsenso del Torino

Editoriale / Con una squadra costruita dal tecnico serbo, il toscano fa più punti, segna più gol e ne subisce meno. I segnali appaiono promettenti, ora serve un bel mercato

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

A bocce ferme, è il momento di tirare le fila della stagione. Per il Torino non è stata malvagia (confermato il nono posto della scorsa stagione ma con 54 punti, uno in più) ma comunque deludente e sotto le aspettative. L’obiettivo di inizio stagione, l’Europa League – fissato tra qualche proclama di troppo: lezione da imparare – non è stato centrato. Le speranze sono svanite alla quintultima giornata, con la sconfitta in casa dell’Atalanta arrivata settima. Quell’Atalanta che è presa giustamente ad esempio virtuoso, per la sua bravura nell’acquisire una dimensione internazionale nonostante risorse economiche non eccezionali, e che alla fine dei conti dista sei punti. Il Toro li ha persi contro squadre come Verona, Chievo e Spal: rimanere in corsa fino alla fine non era impossibile e i rimpianti sono più che giustificati.

LEGGI: Le pagelle di Genoa-Torino 1-2: un monumento per Falque e Nkoulou

GENOA, ITALY - MAY 20: Walter Mazzarri coach of Torino during the serie A match between Genoa CFC and Torino FC at Stadio Luigi Ferraris on May 20, 2018 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)
GENOA, ITALY – MAY 20: Walter Mazzarri coach of Torino during the serie A match between Genoa CFC and Torino FC at Stadio Luigi Ferraris on May 20, 2018 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

L’altra considerazione conclusiva della stagione, però, non può che essere quella riguardante il cambio di allenatore. Walter Mazzarri al posto di Sinisa Mihajlovic a metà stagione. Se la scelta sia stata vincente, lo si scoprirà prossimamente. Sicuramente è stata una mossa di buonsenso. Presa nell’interesse del club e sintomo della volontà di migliorare le cose. Arrivati ad inizio gennaio, era chiaro che il progetto  del mister serbo (che, è bene ricordarlo, a settembre ringraziò la società per la squadra costruita, assumendosi con sincerità le responsabilità di un eventuale fallimento) era in piena involuzione, tra una sfilza di pareggi, le rimonte subite e gli equivoci tattici. A stagione compromessa, la decisione di Cairo e Petrachi: esonerare Miha e chiamare Mazzarri, non un tecnico qualsiasi, ma colui che era ritenuto il migliore sulla piazza e in grado di inaugurare un altro progetto pluriennale.

Un ragionamento semplice, quello del club: “nel migliore dei casi, se la fortuna ci assisterà, potremo qualificarci in Europa già in questo campionato (e il Toro non è andato così lontano dal riaprire il discorso). Nel peggiore, Mazzarri avrà il vantaggio di iniziare la prossima stagione conoscendo già squadra e ambiente“. E’ precisamente quello che ha fatto il mister toscano. Lo dicono i fatti, i numeri. Nel girone di ritorno griffato Mazzarri, rispetto a quello di andata con Miha al timone, il Toro ha fatto quattro punti in più, preso otto (!) gol in meno e segnato quattro gol in più. Tutto questo con una squadra costruita secondo le indicazioni di Mihajlovic. E nel girone di ritorno, sempre più difficile rispetto all’andata perchè i punti pesano di più. I segnali sono positivi e il futuro del Toro non è un punto interrogativo. La strada è tracciata: dopo il mercato estivo si vedrà se ci sono i presupposti per arrivare a destinazione.

52 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fantomen - 7 mesi fa

    Mazzarri può piacere o no non importa …….basta che non si perda tempo a parlare e a confrontare un allenatore con un Impostore …….dimentichiamoci dell’anno e mezzo dì buio su tutti i fronti e ripartiamo e perdoniamo chi ha sostenuto un impostore che faceva male al Toro per far fare bella figura a se stesso……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. abatta68 - 7 mesi fa

    Mazzarri è un allenatore di calcio, Mhjailovic molto meno, abbiamo perso tempo e basta. Ora voglio vedere quanto la società sappia rispondere alle richieste di questo tecnico che, a mio avviso, sa il fatto suo anche in termini di selezione e di formulazione di una rosa coesa e coerente con il gioco che il mister vuole portare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-1007904 - 7 mesi fa

    Bene, se il mercato lo ha fatto Miha, complimenti per Sirigu e Nkoulou. Bravo Sinisa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. CUORE GRANATA 44 - 7 mesi fa

    Scusate se mi intrometto con un argomento “fuori tema” ma ho letto che il Museo degli innominabili ha raggiunto 1mln di visitatori.Non sono riuscito a frenare la mia indignazione per la vergognosa mancanza di rispetto che da 13 anni Cairo pervicacemente ha nei confronti della ns. Storia! Se penso che con un investimento di 2\max3mln fatto attraverso un atto di liberalità della Fondazione Mamma Cairo potremmo avere in tempi ragionevoli anche noi nella logica sede del Fila il ns.Museo altrettanto glorioso e prestigioso,anzi con peculiarità oggettive che ne farebbero un “unicum”a livello internazionale! La piccineria e l’insensibilità di questo “personaggio” lo rendono “il peggior Presidente” possibile perché pur disponendo ampiamente dei fondi necessari(al limite tagli gli ingaggi di taluni inutili giocatori) continua ad ignorare la questione. In tutto ciò dovremmo forse trovare una spiegazione nel suo asservimento alla ben nota “oligarchia Sabauda”? Il prossimo anno,se sarà ancora Presidente,eviti l’ipocrisia di salire a Superga.Possibile che nessuno “con palle e contropalle” sia disponibile a promuovere un dibattito pubblico in merito?FVCG!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. claus - 7 mesi fa

    Rispondo al club dei criticoni, cominciamo dall’allenatore, Ventura non andava bene, Mihalovic vi faceva schifo, Mazzarri non vi accontenta, chi vorreste? tutte le volte che abbiamo preso un ex toro è stato un disastro. La squadra era stata costruita contando su una punta da 25 gol, ne ha segnato 10 sbagliando diversi rigori che forse sarebbero stati sufficienti per sperare, magari inutilmente, di lottare con l’Atalanta. Il presidente per Voi ha tutti i difetti del mondo, Petrachi di calcio dite che non capisce niente, forse l’unico che accettate è il magazziniere. Non è che avete per caso sbagliato dire che siete tifosi del Toro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marino - 7 mesi fa

      Quindi che il Toro abbia fatto peggio in 13 anni dell’Udinese dipende dai tifosi? Perchè uno dopo 13 anni di figure pessime negli stadi d’Italia dovrebbe dire che ha uno squadrone, così è tifoso del Toro? E in tutta Italia che hanno fischiato Ventura cosa sono? Russi? Ugandesi? Perchè se sono italiani devono dire che Ventura è un grande allenatore. Cairo dovrebbe tirare fuori i soldi almeno per i suoi sostenitori, a non pagare si presenta gente del genere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

      Un altro che da lezioni di tifo agli altri…ma non è che se sai argomentare magari si può discutere nel merito oppure vuoi tagliare corto con la solita storia che gli “altri” non sono tifosi e tu invece si? Perché guarda che così non rendi un gran servizio ai tifosi “veri” come te…praticamente vivete il vostro tifo col prosciutto negli occhi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marino - 7 mesi fa

        Per costoro i tifosi sono quelli che la squadra perde regolarmente e loro sono soddisfatti. Non solo negli occhi il prosciutto… lo prendono da 14 anni e ne sono soddisfatissimi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. maraton - 7 mesi fa

        @Granat….iere di Sardegna – non è che se uno non la pensa come te non sà argomentare…anzi mi sembra il post di @claus sia corretto: ha fatto delle considerazioni e ha tratto delle conclusioni. e chi invece parla sempre e solo per slogan (“prosciutto sugli occhi”) che di solito di argomenti ne ha pochini. tralascio volutamente l’altro soggetto che ha risposto, essendo nel migliore dei casi un frustato in cerca di rivalse (virtuali), e nel peggiore un lacchè a libro paga di chi gestisce la periferia. visto che effettua gli interventi con il copia/incolla e sul forum praticamente ci vive 😉

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marino - 7 mesi fa

          Carissimo Maraton, puoi confrontarti con i falliti ciroboys, i degni aficionados del presiniente perdente che vi rappresnta, con uno di levatura superiore sei perdente. Io al pc ci lavoro, ma a parlare c on voi 4 rimbambiti forse passao 1presuo facendo cifrfe4 cxhe4 tu non ti potrai mai permettere, frequentando ambienti dove ti riderebbero in faccia e con un distintivo sulla giacca che ai falliti come te

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maraton - 7 mesi fa

            il tuo post (doppio, perchè forse hai tanti master e parli l’inglese, ma non sai scrivere in italiano) ti qualifica esattamente per quello che sei: un frustato in cerca di rivincite virtuali sulla vita vera. e non preoccuparti della mia famiglia….pensa magari alla tua…a meno che non sia virtuale ance quella 😉

            Mi piace Non mi piace
        2. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

          Non sono d’accordo. Claus ha chiuso il post “argomentando” proprio che chi non la pensa come lui non è tifoso del Toro, se sostiene che Petrachi non capisce di calcio o che il presidente ha tutti i difetti del mondo. Peraltro dovresti ormai conoscermi e sapere che io rispetto sempre le idee degli altri soprattutto se argomentate. Non mi pare granché come argomentazione dire che la stagione si basava su uno che doveva fare altri 24 goal e ne ha fatti 10 perché allora vuol dire che ci affidiamo al caso…infine un consiglio: non accomunarmi a chi non ti va bene e con i quali vi insultate a vicenda un giorno si e l’altro pure proprio perché non tollerate chi la pensa diversamente da voi. Sarò ben felice di confrontarmi anche aspramente con claus nel merito ma non quando mi si da patenti di tifoseria. Credo che in questo senso poi Claus non abbia bisogno di avvocati difensori per quanto consideri il tuo parere, quando civilmente espresso, autorevole e degno di attenzione, anche se non lo condivido.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maraton - 7 mesi fa

            cit. “Il presidente per Voi ha tutti i difetti del mondo, Petrachi di calcio dite che non capisce niente, forse l’unico che accettate è il magazziniere. Non è che avete per caso sbagliato dire che siete tifosi del Toro?”
            questo è il testo corretto ed io sinceramente ci leggo altro. in merito a quello scritto da te “Non mi pare granché come argomentazione dire che la stagione si basava su uno che doveva fare altri 24 goal e ne ha fatti 10 perché allora vuol dire che ci affidiamo al caso…” invece per conto mio hai toppato…perchè compri o tieni un calciatore per quello che “in teoria” potrebbe fare, se poi non lo fà per svariati motivi la colpa non può essere di chi l’ha comprato o trattenuto. questo non è affidarsi al caso, l’assemblaggio di una squadra dipende dalle potenzialità che possono essere espresse, ma non è una scienza esatta. nessuno può comprare un giocatore sapendo in anticipo i goal o gli assist che farà, ma può averne un’idea dal rendimento pregresso. ed è logico supporre che se belotti quest’anno avesse reso in linea alle sue potenzialità il campionato sarebbe stato sicuramente diverso. idem lijalic che ha avuto una fase di letargo che non gli ha permesso di esprimersi come l’anno scorso

            Mi piace Non mi piace
          2. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

            Ma guarda che non c’è bisogno che mi fai le citazioni. Mica dobbiamo fare un ricorso in commissione tributaria che dobbiamo fare le citazioni…ciò che tu leggi del post di Claus è diverso da come l interpreto io amen…Quanto al resto, tralasciando questo tua invero fastidiosa attitudine a giudicare se uno toppa o meno, ritengo che programmare senza affidarsi al caso sia anche darsi delle alternative valide qualora l unico cavallo su cui hai puntato si metta a zoppicare e significa anche eventualmente intervenire a gara in corso. Comunque si resta ognuno delle sue opinioni, per me non è un problema. Non mi confronto con le persone col spasmodico intento di convincerli che hanno torto. Buona serata e Forza Toro

            Mi piace Non mi piace
    3. prawda - 7 mesi fa

      @claus – Io direi che sarebbe stato meglio cominciare con il dire che la squadra e’ stata costruita facendo 55M di attivo e quando il mercato si chiude con un risultato cosi’ eclatante, nessuno in serie a si e’ nemmeno avvicinato, pensare di avere anche una rosa competitiva e’ oggettivamente risibile. Ovviamente sei libero di ritenere Cairo il miglior presidente, questo il miglior Torino degli ultimi 30 anni e di essere felicissimo dei risultati ottenuti, senza alcun problema rispetto la tua opinione pero’ consenti a chi ha invece delle idee diverse di esprimerle ovviamente sempre con rispetto e senza offendere. Ritenersi piu’ tifosi di altri o migliori tifosi mi sembra presuntuoso e decisamente infantile; se vuoi confrontarti nel merito nessun problema ma senza affibbiare patenti a nessuno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. LeoJunior - 7 mesi fa

    Il giudizio sulla stagione non puoà prescindere dalle parole dette da Petrachi pochi giorni fa dove si parlava di mancanza di gruppo, giocatori che non accettano la panchina, etc. Evidente segnale che il cambio di mister non è dipeso da punti o classifica ma da una china pericolosamente mal gestita stava prendendo la squadra. Quando si creano fazioni, gelosie e inimicizie in una squadra, poco conta la cifra tecnica dei giocatori. Il giocattolo si rompe e non recuperi piu’. Quindi dobbiamo ripartire da qui. A mio avviso la squadra, come somma dei singoli, non vale meno di quelle arrivate avanti. Ma se, come abbiamo visto tutti, manca unita’ di intenti ti trovi in mano qualche cosa che vale meno. E cosi’ e’ stato. Il grande lavoro fatto (speriamo bene) e’ stato quello di capire su chi contare e il resto dovra’ essere fatto (ancora meglio) per scegliere giocatori adatti. E non si pensi che bastano milioni per farlo. Ci vuole tanta, tanta abilita’ e sensibilita’. E qui, che Dio ci aiuti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marino - 7 mesi fa

      Vero, ma occorrono anche i milioni, altrimenti si fanno giocare i tifosi e si risolve il problema. Sono anni che sento dire che quelli arrivati davanti sono più scarsi di noi, lo era anche la Lazio di quel delinquente di Lotito. Noi invece abbiamo quella bella persona di Ciro e i risultati si vedono

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawda - 7 mesi fa

    Davvero siamo all’apoteosi del risibile o per essere piu’ chiari quando il servilismo fa spettacolo. Per cominciare credo sia ora di smetterla con questa panzana che il mercato l’abbia fatto Mihajlovic perche’ in nessuna societa’ e’ l’allenatore che va a fare cessioni ed acquisti ma c’e’ un DS preposto proprio a questo, semmai l’allenatore chiarira’ come vuole giocare, cosa manca, quali ruoli sono scoperti e chi eventualmente puo’ essere ceduto; poi e’ la societa’ sulla base del budget stabilito a fare le sue scelte. Esattamente quanto ha dichiarato Mazzarri pochi giorni fa parlando di mercato. Sui punti poi siamo francamente a livelli da asilo infantile: e’ vero che i numeri si possono anche girare ma vi sono comunque dei dati certi, alla fine del girone d’andata il Torino era a due punti dal settimo posto, ha finito la stagione a sei punti. Vero che l’Atalanta e’ solo, si fa per dire, a sei punti, ma a tre giornate dalla fine era a undici punti, come la Samp che nelle ultime tre giornate non ha fatto un punto e che quindi era sette punti avanti. Questo per dire che mentre la Samp ha lottato per entrare in EL e non riuscendovi ha mollato, il campionato del Torino era finito gia’ a febbraio e non possono essere certo sei punti arraffati nelle ultime due giornate a modificare il giudizio. Sulla stagione non malvagia poi stendiamo un velo pietoso, la verita’ e’ che questa squadra vale la classifica che ha conseguito, questa rosa vale una forbice tra il settimo ed il decimo posto a seconda di diverse variabili quali rendimento dei singoli, infortuni, fortuna, decisioni arbitrali. “Segnali positivi ed il futuro non e’ un punto interrogativo”, sembrano piu’ affermazioni da ufficio stampa di UT perche’ ad oggi e’ difficle anche solo scorgere segnali positivi e questa squadra di punti interrogativi ne ha molti, dal portiere visto che la presenza di Sirigu e’ tutt’altro che scontata anche per le clasole del contratto, dalla difesa dove i pensionamenti non sono piu’ procrstinabili, dal centrocampo che e’ da lotta per non retrocedere con scarse possibilita’ di farcela, alle fasce dove la qualita’ difetta e l’eta’ pesa, all’attacco dove anche se restasse Belotti, cosa di cui ho enormi dubbi, andrebbe valutato se sia il giocatore dello scorso campionato o di questo, ed in ogni caso manca chi possa sostituirlo. Su Mazzarri pur ritenendolo piu’ preparato di Mihajlovic, soprattutto nella fase difensiva, ho piu’ di una riserva che spero vivamente di veder fugate il prossimo anno; quello che non mi e’ piaciuto meno e’ stato un gioco decisamente noioso, in alcuni momenti sembrava di essere tornati al peggior Ventura o il difensivismo esagerato con minimo cinque difensori in campo a volte addirittura sei con Ansaldi schierato a centrocampo. Rocco e Fabbri erano offensivisti al confronto. Insomma per fare un salto di qualita’ vero che possa portare il Torino a giocarsela per certi obiettivi dovrebbero arrivare due centrocampisti forti, un centrale difensivo, almeno un laterale di destra se si confida nella ripresa di Barreca e nella tenuta fisica di Ansaldi, oltre ad una riserva per Belotti; credere che Petrachi possa fare tutto questo mi sembra oggettivamente come pensare di poter fare sei al superenalotto giocando una sola colonna e con oltrettutto la difficolta’ aggiuntiva di non avere manco i soldi per pagare la ricevitoria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

      Condivido al mille per mille…quando si vedranno le cifre voglio proprio vedere cosa si inventeranno per giustificare il fatto che si è preferito tenere i soldi in saccoccia piuttosto che spendere qualche milione per farli i famosi sei punti…altro che squadra costruita da miha, ma ci faccia il piacere….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 7 mesi fa

        Ciao Granatiere. Non dovremo aspettare ancora molto per vedere dove e’ finito il tesoro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. gl65 - 7 mesi fa

      Condivido su tutta la linea, non dimentichiamo che con Mazzarri ( difficile fare peggio di Miha) nel girone di ritorno contro le squadre davanti abbiamo fatto pochissimi punti e le partite sono state spesso molto noiose, quindi i 3 o 4 punti in più sono casuali

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 7 mesi fa

        Non solo, se contassimo anche le decisioni sbagliate del Var (partite contro il Bologna, la Samp ed il Verona) il risultato sarebbe pure sovvertito. Questo per dire che vedremo il prossimo anno cosa fara’ davvero Mazzarri, quando le scuse saranno a zero, perche’ finora a parte una maggiore organizzazione difensiva ha fatto vedere gli stessi alti e bassi patiti in precedenza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. maraton - 7 mesi fa

      cit. “Davvero siamo all’apoteosi del risibile o per essere piu’ chiari quando il servilismo fa spettacolo. Per cominciare credo sia ora di smetterla con questa panzana che il mercato l’abbia fatto Mihajlovic perche’ in nessuna societa’ e’ l’allenatore che va a fare cessioni ed acquisti ma c’e’ un DS preposto proprio a questo.”
      dici questo ma subito dopo ti smentisci:
      ” semmai l’allenatore chiarira’ come vuole giocare, cosa manca, quali ruoli sono scoperti e chi eventualmente puo’ essere ceduto”
      ma scusa…. allora chi lo fà il mercato…..babbo natale?
      da che mondo è mondo un’allenatore chiede (giustamente) iprofili idonei per giocare come vuole lui, poi non è che se chiede iniesta arrivi iniesta, chiaro, ma se dici a benassi che sei la terza o quarta scelta praticamente lo inviti a fare le valige (fatte); se chiedi de silvestri espressamente è perchè sai che verrebbe ed è abbordabile; se chiedi niang perchè lo conosci e ritieni di poterlo fare rendere al meglio e la società ti accontenta chi è che fà il mercato? oppure adesso dopo che sinisa si era detto soddisfatto della rosa a disposizione, si vuol far credere che cairo e petrachi hanno allestito la squadra all’insaputa del serbo?
      in effetti quest’anno mazzarri ha fatto le sue valutazioni e fatto le richieste per come vuole giocare e come desidera la rosa, ma sicuramente petrachi farà di testa sua e cairo anche, quindi arriveranno 5 attaccanti, 3 portieri, e almeno 2 terzini destri, poi naturalmente mazzarri dirà che è contentissimo e con una rosa del genere andrà in europa 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 7 mesi fa

        Pensavo che l’italiano fosse una lingua chiara ma vedo che cosi’ non e’, per cerco di essere piu’ chiaro. Il mercato a mio parere lo fa il DS e questo capita in tutte le societa’, ecco perche’ dico che e’ ora di finirla con la panzana che Mihajlovic abbia comprato tizio e sempronio. Ovviamente il DS si confrontera’ con l’allenatore che comunichera’ dove ritiene vi siano delle carenze, dova va migliorata la squadra, quali giocatori sono eventualmente in eccesso, quali profili gradirebbe ma poi sara’ il DS che sulla base degli obiettivi e del budget della societa’ che decidera’ chi vendere e chi acquistare. Per essere chiari onde evitare delle ulteriori difficolta’ di comprensione, l’allenatore chiede per esempio un centrale e Petrachi acquistera’ chi piu’ si avvicina alle caratteristiche richieste ovviamente sulla base del budget, purtroppo nel caso del Torino sempre molto esiguo, e della disponibilita’ dei giocatori e delle societa’ di appartenenza. Francamente non ci vedo nessuna contraddizione; l’allenatore allena ed il DS si occupa di fare mercato. Chi prende 1,5M netti o addirittura 2M come Mazzarri secondo te dira’ che la societa’ non lo ha accontentato? Fa parte dello stipendio anche mangiare un poco di m….a in senso figurato, d’altra parte la pagano come fosse caviale; se poi ti piace pensare che gli acquisti indovinati li ha fatti Petrachi e quelli sbagliati Mihajlovic, sei ovviamente libero di farlo ma mi pare oggettivamente una stupidaggine. Pero’ magari potresti essere davvero convinto che il mercato al Torino lo faccia Babbo Natale.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maraton - 7 mesi fa

          vedo continui a scrivere una cosa, dicendone un’altra.
          fà lo stesso…non è un problema.
          in quanto al mercato fidati che so molto bene come si svolge e chi lo fà. tu continua pure a sostenere la tua idea, ci mancherebbe altro, ma sappi che babbo natale non esiste 😉

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. prawda - 7 mesi fa

            Sinceramente mi dispiace vedere che hai problemi di comprensione, io ritengo di essermi espresso in un italiano corretto ed in modo estremamente chiaro, se poi proprio non riesci a capire pazienza. Io ovviamente continuero’ a sostenere le mie idee, sono altresi’ felice di leggere tanta sicurezza da parte tua, anche se da quello che scrivi sinceramente nutro dei seri dubbi sulle tue convinzioni ma ovviamente sono le tue opinioni, lungi da me criticarle e continua liberamente ad esprimerle. Sarebbe cortese se fosse reciproco.

            Mi piace Non mi piace
  8. Conta7 - 7 mesi fa

    Al di là dei numeri in senso stretto (che poi, con qualche episodio del VAR e se non avessimo avuto tutti quegli infortunati nel momento cruciale sarebbero stati sicuramente migliori), vorrei soffermarmi su ciò che sta dietro tali evidenze.

    Stante la stagione non memorabile, la cosa che mi fa più piacere e che mi dà sensazioni positive in vista dell’anno prossimo è il processo di crescita che la squadra ha dimostrato sotto la guida Mazzarri.
    Nonostante le difficoltà (squadra non equilibrata strutturalmente, girone di andata deludente con conseguente calo di stimoli visto l’allontanarsi dell’obiettivo – che io comunque ho sempre ritenuto non proprio realistico), nelle ultime partite si è visto in maniera netta il miglioramento che giocoforza richiede dei “tempi tecnici di apprendimento”:
    – Solidità: è un primo punto fondamentale
    – Carattere: saper reagire e lottare fino all’ultimo pur non avendo obiettivi è davvero ottimo
    – Duttilità: nelle ultime 3 partite abbiamo cambiato interpreti e anche assetto, senza che la squadra ne risentisse. Ieri, per esempio, abbiamo dimostrato di saper vincere anche senza Ljajic, cosa non di poco conto
    – Cinismo: nel calcio moderno è fondamentale capitalizzare al massimo le chiare occasioni da gol

    Io credo che Mazzarri abbia dato indicazioni chiare sul mercato, al netto di variabili di “forza maggiore” ovviamente: palla alla Società ora, allestiamo una squadra con i giusti crismi e sono convinto che potremo far molto bene..

    Sempre FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-1007904 - 7 mesi fa

      Avete presente che abbiamo giocato alla fine, Spal a parte, con squadre in vacanza? Vi segnalo i disastri con Lazio, viola, derby e ad es un primo tempo a Cagliari che grida vendetta da quando orrendo. Senza dimenticare l’ostracismo nei confronti del miglior talento in squadra. Sto uomo, guarda caso, deve ringraziare due pupilli di Miha: Adem e Lollo. Altrimenti….ciao Walter

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Conta7 - 7 mesi fa

        Se la metti così… Rispondo per punti:
        – “Vacanza”: anche noi potevamo esserci, invece abbiamo ripreso 2 volte il risultato a Napoli (che poi ha fatto in scioltezza 6 punti nelle ultime 2), ribaltato contro la SPAL che doveva salvarsi ed espugnato Genova sponda rossoblu dopo 37 anni
        – Disastri: con la Lazio abbiamo perso 1-0 con un gol nato da un fallo clamoroso su Rincon (magari potevamo perdere lo stesso, ma intanto fischia e palla a noi..). Con la Fiorentina l’avevamo ripresa e stavamo provando a vincerla, poi ci ha pensato il VAR (che a Napoli e nel derby non è intervenuto…) all’ultimo minuto. Il derby era un partita da 0-0 sbloccata da una ripartenza su un fallo a centrocampo e un rimpallo vinto da Bernardeschi. A Cagliari, che aveva appena preso a pallonate la Lazio, abbiamo stentato un po’ il primo tempo, ma poi dominato nella ripresa
        – Ljajic-De Silvestri: il serbo veniva da un infortunio e anche Mihajlovic l’aveva messo fuori, se Mazzarri avesse avuto ostracismo non lo avrebbe spronato come ha fatto (vai a vedere che spirito ha messo in campo ed i km percorsi, lui che è sempre stato una prima donna). Su De Silvestri (che noi tutti spesso abbiamo definito uno “scarsotto”), ora attacca come una punta ed il suo rendimento è straordinariamente fuori scala per il suo standard: direi che lo scenario tattico ed i dettami di Mazzarri lo stanno esaltando, di certo non il viceversa

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-1007904 - 7 mesi fa

    Non concordo per NULLA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. JoeBaker - 7 mesi fa

      Con chi? Su cosa?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 7 mesi fa

        …non so… non concorda in genere, per principio!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. parodifran_387 - 7 mesi fa

    Mazzarri ha dimostrato di essere un allenatore da Europa.
    Vediamo se Petrachi gli metterà a disposizione una squadra da Europa, dei colpi alla Gustafson e Sadiq ci siamo stufati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-1007904 - 7 mesi fa

      Non concordo con l’esaltazione al mister. Minimo sindacale e noia mortale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. RobyMorgan - 7 mesi fa

    Veramente sono solo 54 i punti come scritto nellarticolo. …
    Cmq FVCG sempre e speriamo di centrare un obiettivo il prox anno!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. rokko110768 - 7 mesi fa

    Sulla bontà del lavoro di Mazzarri e della sua professionalità penso ci sia ben poco da opinare e molto da apprezzare. Anche per me che non ero un suo particolare estimatore.
    La rosa è stata costruita per fare altro tipo di gioco, gli errori ci sono stati e sono da inputare alla società ed a Mihajlovic.
    L’unico vero problema è il minimalismo cairota, che farà sì che al netto di qualche miracolo si rischi ogni anno di arrivare in mezzo alla classifica vincendo solo lo scudetto del bilancio; che in ogni azienda seria è importante ma che senza una prospettiva di crescita porta inesorabilmente all’oblio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-1007904 - 7 mesi fa

      Ma bontà di cosa????? Noia mortale è pessimo gioco. Boh contenti voi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13882506 - 7 mesi fa

    mazzarri x questa stagione ha l’attenuante che la squadra non la fatta lui il prossimo anno in estate vediamo braccino e company cosa prometteranno altri fenomeni. il primo aquisto importante dovrebbe essere …un biglietto di solo andata x quel fenomeno del nostro caro DS petrachi a Torino non dovrebbe tornare neanche x una vacanza. da tifoso spero che le cose cambiano ma con Cairo ormai siamo abbastanza scottati.sempre f.toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. torotorotoro - 7 mesi fa

    la squadra l’ha costruita Mihajlovich. Il centrocampo a due: chi l’ha voluto? Chi ha chiesto Niang con insistenza fino all’ultimo minuto? Chi ha voluto lo scarto dei gobbi Rincon? A Mihajlovich non interessava la storia del Torino (non che interessi particolarmente a Cairo e a Petrachi), per cui gli scarti dei gobbi gli andavano bene. Per una volta che Cairo investe sul Toro ha preso tre bufale, Niang, Rincon, Sadiq, mal consigliato dal capriccioso Miha. (La differenza tra allenatori sta lì: Giagnoni con un colbacco un poco spelacchiato, e Miha in pelliccia. Usiamo gli occhi: molto spesso uno è come si rappresenta. (col gel in testa, e zero idee). Il Toro è il Mondo con la sedia alzata. Vedremo Mazzarri. Almeno lavora ed è attento ai dettagli. Purtroppo non credo che Cairo voglia di più di un Toro nella parte destra della classifica, e plus valenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gud_74 - 7 mesi fa

      Non stimo Miha, ma non può valere l’equazione che i Bidoni li ha voluti il Mister mentre i Colpi li ha fatti il DS ( N’Koulou e Sirigu )

      Non funziona così.

      Al Mister non posso imputare i flop del mercato ma tutto ciò che non ha creato come Squadra/gioco/gruppo/organizzazione/tattica.

      Il mercato lo fa la SOCIETA’!!!

      In condivisione con il mister certamente ma lo fa la SOCIETA’, ripeto, se il ns. infallibile DS avesse avuto per le mani qualcuna’altro lo avrebbero preso con buona paca del mister, ed invece il buio più totale….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. torotorotoro - 7 mesi fa

        mah… l’assegno lo stacca il presidente, il DS negozia, e i giocatori li richiede l’allenatore, da che mondo è mondo.
        Quando li sceglie la società (vedi Recoba) il risultato è modesto se non penoso. Il DS spesso propone, soprattutto per i campionati stranieri, dietro suggerimenti degli osservatori–se ci sono–o di agenti (Carlao?) Possiamo dire che Petrachi ha stabilito un record negativo di schiappe, con qualche eccellente proposta (dubito che Miha conoscesse N’Koulou e il campionato francese). A Miha non interessava la coesione nello spogliatoio, e questo lo si deduceva da urli e critiche pubbliche dei suoi giocatori. Alcune considerazioni. Al di là del nostro nome magico, un’attrattiva sono gli stipendi pagati regolarmente (cosa positiva del “campionato finanziario”) e (ahimè) che il Toro è visto come un passaggio per fare un salto verso altre squadre che pagano di più e che ambiscono a EL o coppa dei campioni. Cairo non capisce l’ambizione di chi vuole una squadra tra i primi 6 posti. Tanto guadagna abbastanza così com’è, senza alzare gli stipendi. Non ha la passione di noi tifosi. Petrachi è un impiegato che fa come chiede Cairo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. dattero - 7 mesi fa

    chiedo scusa,ma articolo fazioso.
    Col somaro serbo,perche’lo e’,senza dubbio,si era a due punti da una certa zona,con questo genio,un po’ piu’ distanti.
    Sta storia dei punti piu’ o in meno,sa tanto di figurina Panini,son articoli da bar.
    Questo e’ uno che dice che l’applauso disturba l’allenamento,poi come sempre,parola al campo,teniam presente che patrecchia gente ha perso entusiasmo e fiducia,causa le troppe frottole

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andrea Valentino - 7 mesi fa

      La causa è la proprietà, non ha nessuna intenzione di crescere….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Andrea Valentino - 7 mesi fa

      La causa é la proprietà, non ha nessuna Intenzione di crescere…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Gud_74 - 7 mesi fa

    Sono convinto Mazzarri sia un ottimo allenatore capace di dare un’identità precisa alla squadra ma lo saranno altrettanto in società?

    I nostri due acquisti più costosi di quest’anno sono stati dei flop, e la favoletta che li ha voluti a tutti costi il Miha non me la bevo.

    Il Mister certo da delle indicazioni di ruolo/caratteristiche ma chi li sceglie è la società ( DS ).

    e quindi vuol dire che sotto mano non avevamo niente di meglio rispetto a Rincon/Niang.

    Caro Petrachi tu sei pronto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RobyMorgan - 7 mesi fa

      Sono curioso di sentire quello che dirà Mia quando è come potrà parlare , ma forse sarà tutto velato se vuole continuare a lavorare nell’ambiente.
      Cmq di chi è la colpa è una soddisfazione per attenuare i rimpianti , ma è possibile che non riusciamo a copiare neanche l’Atalanta nei progetti?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

      Prawn, Granatiere: quando mai ci siamo rinforzati a gennaio? Salvo per botte di culo con il primo Maxi Lopez… Gia d’estate Cairo non fa faville ma scorciamoci di rinforzare la squadra a gennaio. Non avverrà mai con questa società. Questo per dire che Mazzarri non si poteva aspettare rinforzi e non li ha avuti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

    Sicuramente Mazzarri è più competente e aveva una squadra non sua, ma sui punti in più si tenga presente che nel girone di ritorno avevamo Juventus, Fiorentina, Lazio, Inter e Milan in casa. Contro le quali è arrivata solo una vittoria, un pareggio e tre sconfitte e contro Atalanta e Samp dirette concorrenti fuori casa, un pareggio e una sconfitta. Oltre al pareggio col Napoli in crisi.
    Totale una sola vittoria contro le prime otto. Qui bisogna migliorare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

      Certamente. Ma dire che la squadra era costruita da miha fa veramente ridere…In ogni caso di recente il presidente si è vantato di aver costruito una squadra in tre giorni dunque che problema c era a ritoccare questa a gennaio. Il 6 punti dall Atalanta li si poteva fare nel girone di ritorno, la stagione non era ancora compromessa perché l europa era a due punti. Caro Sartori bisogna dire le cose come stanno. Miha ha le sue gravi colpe ma l indiziato principale è la società che a gennaio ha tirato in remi in barca per i soliti motivi e smettiamola anche con questa storia dell ottimo mercato. Il parere nostro o degli addetti ai lavori conta come il due di picche. Il mercato è ottimo se la squadra rende altrimenti fa cagare. O devo pensare che il nostro ds fa il mercato per compiacere la stampa e gli addetti ai lavori invece di farlo per migliorare la squadra?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 7 mesi fa

        Si compagine ridicola e mal assortita per Miha ma zero rinforzi a gennaio, bastava, forse rinforzare il centrocampo, si è preso un giovane di prospettiva che manco poteva cominciare con noi ques’tanno, un’altra scommessa con WM che ora dice (giustamente) che vuole quattro attaccanti, lo faranno giocare nella primavera quello?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

          nel Toro 2 presumo, altrimenti Mazzarri potrebbe pure iniziare a incazzarsi, non è più tempo delle genialate alla sadiq di petrachi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. ALESSANDRO 69 - 7 mesi fa

    Auguro a Mazzarri e ovviamente a tutti noi malati di TORO una prossima stagione sotto ben altri auspici. Anche perché il paravento Mihailovic oggi scade, perciò trovare un altro capro espiatorio in caso di ennesimo fallimento diventerebbe dura……FORZA TORO SEMPRE E COMUNQUE..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy