Zaza titolare come in azzurro? Mazzarri tira dritto: nel Toro gioca chi sta meglio

Zaza titolare come in azzurro? Mazzarri tira dritto: nel Toro gioca chi sta meglio

Verso il match / I granata tornano oggi in campo, a Udine, e il tecnico non fa sconti: “Non è il club che deve guardare quello che succede in azzurro, semmai il contrario”

di Federico Bosio, @fedebosio19

La sosta Nazionali è ormai alle spalle, oggi il Torino torna in campo e lo fa in via ufficiale, per la quarta giornata del campionato di Serie A. Un turno che mette i granata di fronte all’Udinese in terra avversa, e che impone loro di proseguire lungo la strada tracciata nel corso dei primi tre incontri a livello di prestazione, determinazione e forza di volontà. Un obiettivo che necessità di alcuni elementi indispensabili per essere raggiunto, come ben sa Walter Mazzarri che nel corso della conferenza stampa di ieri pomeriggio è stato limpido e quasi lapidario nel ribadire ancora una volta i principi secondo i quali ha di fatto creato o rimodellato il gruppo a sua disposizione e lo sta adesso guidando, con polso saldo e linee guida estremamente definite nei pensieri che evidentemente vengono portate anche all’atto pratico e non restano semplici parole al vento.

La prima e più importante regola sembra rispondere alle seguenti parole: nel Torino, in questo Torino, gioca chi sta meglio. Sembra una banalità, ma se ci si ferma a riflettere per pochi attimi ci si potrà facilmente accorgere che tante realtà evidenziano come in effetti non lo sia. La rotta intrapresa e seguita con il massimo della convinzione dal timoniere granata invece appare essere proprio questa: “Se vogliamo crescere bisogna che giochino quelli in forma. La squadra deve prevalere sull’avversario. Tutto il resto è aria fritta.” Un concetto che rimanda al desiderio di schierare certezze, giocatori che possano garantire un determinato tipo di prestazione dal primo all’ultimo minuto e che siano al momento in grado di spendersi al cento per cento per la causa granata: mentalmente, certo, ma anche a livello fisico. Parole utilizzate nel momento in cui è stato interpellato sul possibile utilizzo di Zaza dal primo minuto, una delle tematiche più calde dell’avvio di stagione in casa Torino. Sembrano molto lontani i tempi di Niang in campo dall’inizio pur in condizioni non adeguate come accadeva sotto altre gestioni.

La punta ha giocato titolare in azzurro contro il Portogallo. Ma questo non significa che la storia debba essere la medesima con la casacca granata. Parola di Mazzarri: “La Nazionale è una storia per conto suo. Non è detto che noi dobbiamo tenere conto di quello che è successo, semmai è il contrario, visto che i giocatori si allenano nei club. Se noi vogliamo aggredire l’avversario, serve andare a mille. Noi facciamo i test. Zaza in questo momento non ha i ritmi degli altri.” Titolare con l’Italia ma ad oggi non nel Torino? Uno scenario più che verosimile, con il club granata che entra quindi in una nuova dimensione nella quale godere dell’abbondanza in più reparti e poter contare su una scelta variegata, ma puntando sempre sulle pedine che in quel momento danno maggiore sicurezza. Il tutto, al fine di raggiungere un obiettivo ben definito, che il tecnico granata si prefigge senza scontare altre frecciatine al CT Mancini: “A me poi sembra che la Nazionale non abbia vinto. Noi invece dobbiamo vincere…”

23 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13999465 - 4 giorni fa

    lasciamolo lavorare fra 7 8 giornate si potrà avere un riscontro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13658280 - 4 giorni fa

    l importante è ke se il gallo fa fatica a far gol come lo scorso anno si ha il coraggio di far fare un po di panca anke a lui se si vuol fare il bene del Toro e non del singolo giocatore…mi sembra ke al toro ci si perde troppo a guardare ke se uno non gioca perde valore o va giu di morale però negli ultimi anni nessuno dei nostri ne ci ha fatto vincere il derby e ne ci ha portato vicino all Europa quindi spero sul serio si faccia giocare chi fa i fatti e basta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. microbios - 4 giorni fa

    Lo Zaza visto in nazionale è un giocatore completamente fuori condizione, ovvio che WM lo tenga fuori. Ci vorrà almeno un mese perchè possa avere la condizione per proporsi come titolare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13758358 - 4 giorni fa

    zaza sembra quasi un peso, zaza lo vedo perplesso, ecc quanti commenti inutili dettati da sensazioni personali e dalle personali aspettative senza un riscontro sulla realtà che, a meno di essere amici intimi del mister o del giocatore, nessuno conosce.
    mazzarri esprime ciò che serve x crescere come squadra e risalire la classifica ed è quello che anche io desidero vedere il Toro più in alto possibile, e credo anche tutti voi, indipendentemente da chi va in campo. prima la squadra se non la pensate così continuate a rimpiangere quel giocatore che chissà cosa avrebbe potuto fare…ma anche no…
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Granata DOCG - 4 giorni fa

    Ma sono solo io che vedo Iago Falque giocare come trequartista, sempre e comunque ?
    Perchè Mazzarri, che reputo un buon allenatore, dice che gioca come seconda punta ? Non è vero. Forse abbiamo idee differenti su cosa significa seconda punta. Iago quando arretra è letale. La davanti non fa nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Torello_621 - 4 giorni fa

    Mi pare che si giri intorno, facendo quasi finta di nulla, ad un concetto molto forte che Mazzarri ha espresso. La squadra per raggiungere gli obiettivi deve rimanere concentrata e dare il massimo al 100% per 6 mesi di fila e non accontentarsi alla prima prestazione positiva ed avere un atteggiamento superficiale. La superficialità porta a stare al 9 posto, la concentrazione e l’impegno costante fanno salire la classifica. Negli anni passati c’è stata molta superficialità anche da parte di giocatori di primo livello della rosa. Ora la società ha investito molto e quest’anno non si può più fallire per cui tutti dietro a Mazzarri zitti e concentrati, meno social più cazzimme.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13686151 - 4 giorni fa

    Zaza è stato preso per sostituire l’anno prossimo il gallo dal primo minuto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata DOCG - 4 giorni fa

      Addirittura

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. GlennGould - 4 giorni fa

      Vero. Tra l’altro, l’anno prossimo prenderemo immobile che però sarà preso solo per sostituire Zaza che fra due anni andrà via.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Toro71 - 4 giorni fa

    Per Mazzarri Zaza sembra quasi un peso. Ma allora perché Cairo l’ha preso? A me sembra che al Toro arrivino allenatori che non condividono le scelte della società. È pazzesco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. prawn - 4 giorni fa

    Se il Gallo non comincia a segnare Zaza potrebbe anche diventare il titolare, piu’ facile questo scenario che il 3412 a dire la verita’.

    Cmq e’ chiaro e ovvio che Zaza non ha i 90 minuti, si e’ visto persino in nazionale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FVCG'59 - 4 giorni fa

      Se si dovesse avverare quello che dici, avremmo un bel problema da risolvere o, meglio, un Gallo da vendere a gennaio. Spero invece si trovi il modo di farli coesistere il più possibile (Falque potrebbe diventare il trequartista dietro le due punte?).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-14003131 - 4 giorni fa

    Ops rifo: non mi sembra dica troppe stupidaggini… gioca chi è più in forma, banale ma ragionevolissimo. Poi come al solito parla il campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-14003131 - 4 giorni fa

    A mesembra che Mazzarri dica poche stupidaggini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. FVCG'59 - 4 giorni fa

    Il compito di un Grande Allenatore è proprio quello di saper gestire La Rosa a disposizione, a maggior ragione se i giocatori forti sono tanti.
    Il Gallo e Zaza credo potranno giocare insieme solo contro squadre “deboli” e il credo calcistico di Mazzarri tende ad avere l’uno o l’altro in campo.
    Certo non è semplice o facile gestire due attaccanti così ma o gli crei una squadra attorno che se li può permettere, altrimenti non resta che il tournover, con la capacità di saperli Gestire: questo dualismo ci dirà tanto sulla personalità, carattere e atteggiamenti del trio Gallo-Zaza-Mazzarri, spero solo per il bene del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Iosonodeltoro - 4 giorni fa

    Zaza e’ stato preso per fare il vice di Belotti o da inserire a partita in corso.se vogliamo ottenere dei risultati la squadra deve essere equilibrata e la panchina adeguata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. silviot64 - 4 giorni fa

    Per cosa lo hanno preso e chi lo abbia voluto mi è oscuro. Il modo che ha WM di affrontare la questione la dice lunga. Mai una parola positiva. Insomma : non mi rompete con questo qui, io non lo volevo, quindi sta in panchina. Anche il giocatore inizio a vederlo perplesso. Probabilmente da Cairo aveva avuto altre rassicurazioni. Non si può pensare che se ne stia mesi in panchina o, dio non voglia, che si rompa il gallo. Non capisco perché con un 352 noto da gennaio non si sia investito su un esterno forte. Forse non lo capisce nemmeno WM, il quale sta cercando di far intendere in modo piuttosto diretto che non è stato accontentato su tutto come invece in tanti scrivono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 giorni fa

      Premesso che ho delle riserve su Mazzarri e vedremo tra una decina di giornate se il suo credo tattico e le sue scelte porteranno dei risultati oppure no; premesso ciò, Mazzarri non si sta lamentando di Zaza, ha solo detto che non ha ancora raggiunto lo stato di forma degli altri. Lasciamolo lavorare ancora e poi vedremo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. silviot64 - 4 giorni fa

        Concordo. È prematuro. Sulle mancate lamentele hai ragione, sai benissimo però che ciò che si fa trasparire all’esterno di una società, non solo di calcio, è frutto di accordi e riunioni. Quello che percepisco è un tono duro, al limite del risentito.lonstesso concetto si può esprimere in modi diversi. Però, ripeto, aspettiamo pure qualche mese, magari la mia è una falsa impressione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Riba - 4 giorni fa

          Anch’io ho delle riserve su Mazzarri, lo reputo un allenatore normale e non un allenatore forte poi ha un modo di comunicare terribile. Ricordo le sue interviste post-partita all’Inter, una lamentela unica, poi se qualcuno prova a fargli un ragionamento diverso dal suo non intende sentir parole…comunque a prescindere da questo speriamo raggiunga i risultati per quello che è lautamente pagato! Alla fine vedremo chi ha ragione….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Garnet Bull - 4 giorni fa

      L’unico a sapere REALMENTE come stanno le cose e Mazzarri, e dato che è tutt’altro che un incompetente, di conseguenza non facciamoci film mentali e lasciamolo lavorare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Kalokagathia - 4 giorni fa

      Zaza é il nostro asso nella manica, tornerà molte utile come assoluto protagonista nel momento più opportuno. Il fatto che sia stavo venduto Lijaic é un segnale molto importante: Zaza sarà primo attore. In questo momento rettificare e comprendere l’intesa Belotti-Iago ha la priorità. Zaza non sta partendo titolare non per limiti tecnici o la presunta antipatia da parte del mister, bensì per via del contesto.
      Dunque ora facciamo tutti i bravi e andiamo a portare a casa sti 3 punti coi furlani!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Granata - 4 giorni fa

    @redazione ,scusate, non c’era più spazio per altri commenti nell’articolo della conferenza stampa di ieri che avete postato un articolo quasi identico ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy