Torino: per Lyanco è finito il calvario, e ora vuol convincere Mazzarri

Torino: per Lyanco è finito il calvario, e ora vuol convincere Mazzarri

Focus on / Il difensore vuole diventare l’innesto invernale per la difesa

di Marco De Rito, @marcoderito

Lyanco vuole prendersi il Torino. Dopo un’assenza che dura dallo scorso dicembre, è carico per ritornare tra i titolari nella gara contro il Sudtirol. Walter Mazzarri e la società granata credono molto nel giocatore. La partita di questa sera sarà un’occasione per far ritornare il difensore a riassaggiare il terreno di gioco con la prima squadra. L’impegno non si presenta particolarmente impegnativo ma intanto può inserirsi dentro i meccanismi della formazione granata, e dimostrare che comunque è pronto anche per sfide più impegnative.

Torino, Iago Falque: “Questa sarà la mia miglior stagione”

IL CALVARIO – Il classe 1997 ha vissuto un vero e proprio calvario lo scorso campionato che non gli ha permesso di esprimersi al meglio. Nel ritiro estivo, con Sinisa Mihajlovic, era stato ostacolato da una tonsillite. Dopo l’esordio al derby e tre partite da titolare, una distorsione alla caviglia in allenamento lo ha fermato. Il 23 dicembre 2017, in occasione della gara contro la SPAL si è fermato nuovamente, per un trauma contusivo/distorsivo con un’infrazione ossea sul collo del piede sinistro. Quella contro la Spal è stata la sua ultima gara, perché dopo due mesi è tornato ad allenarsi ma il 28 febbraio al Filadelfia ha riscontrato un altro problema, sempre allo stesso piede, andando vicino alla frattura. Il 14 settembre il difensore è tornato ad allenarsi in gruppo. Dopo aver giocato il 30 settembre il match tra Torino e Fiorentina con la Primavera, sempre contro la Fiorentina, ma con la prima squadra, è ritornato tra i convocati di Mazzarri.

PERMANENZA – Dall’anno scorso però, il difensore classe ’97 ha collezionato solamente 4 presenze con la maglia della Prima Squadra granata. Troppo poco per un giocatore per il quale sono stati investiti 9 milioni di euro (7 più 2 di bonus). La società di Via dell’Arcivescovado crede molto nel classe 1997 che nel luglio 2017 è arrivato dal San Paolo, carico per effettuare la sua prima esperienza in Europa. Per il momento non è stato molto fortunato. Lyanco questa sera ha l’occasione per riscattarsi e dimostrare di poter essere il vero innesto difensivo.

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. suoladicane - 4 mesi fa

    e infatti credo giocherà izzo.
    sft

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy