Petrachi: “Mercato? Abbiamo un sostituto per ogni ruolo, il campo deciderà”

Petrachi: “Mercato? Abbiamo un sostituto per ogni ruolo, il campo deciderà”

Il ds parla a Torino Channel: “A Benevento non si deve sbagliare atteggiamento. Conosco il Vigorito, sarà difficilissimo. Ecco perché…”

di Redazione Toro News

Il direttore sportivo del Torino Gianluca Petrachi ha parlato ai microfoni di Torino Channel, parlando del calciomercato appena finito e della trasferta di Benevento: “Come considero la squadra? Il campo deciderà se si è fatto bene, io aspetterei a parlare. Personalmente credo si sia fatto un bel lavoro, ma – ripeto – sarà il campo a decidere. Vedremo. Credo comunque che nella nostra rosa, abbiamo un cosiddetto “gioco delle coppie” abbastanza completo: abbiamo almeno due giocatori in tutti ruoli che si possono sostituire l’uno con l’altro, e se la giocano alla pari. Non amo fare proclami, spero si sia fatto bene, ma ripeto sarà comunque il tempo a dirlo”

Parlando, poi, della gara di domenica“Per me è una partita non difficile, ma difficilissima, e non vorrei essere preso per pazzo. Conosco il Vigorito, so cosa trasmette quello stadio a chi ci gioca, sarà una battaglia. Non bisogna sbagliare l’atteggiamento e andare la sottovalutando l’avversario, la tecnica può essere esaltata solo dalla voglia e dalla grinta. Se ci si mette questo, allora sì che si può pensare di far bottino pieno, se no diventa difficile. L’approccio sarà determinante, ma ci penserà l’allenatore a lavorare su questo in questi giorni. Il carattere è un aspetto essenziale. In certi contesti soprattutto: penso a Frosinone, a Crotone, sono degli stadi difficili, dove non influisce solo l’aspetto tecnico e basta, ma anche quello ambientale. Dobbiamo andare lì non da provinciali, ma pensando che dobbiamo imporre il nostro gioco”
Infine, Petrachi: “ Differenza trasferta-casa? Ci sono delle dinamiche che a volte sfuggono, ma qualcosa come mentalità abbiamo acquisito rispetto allo scorso anno. I giocatori che c’erano già han conosciuto meglio l’allenatore e quelli nuovi lo stanno facendo adesso. La maturazione arriva anche incontrando difficoltà, mi auguro ci sia un approccio diverso quest’anno, ma il mister sta già lavorando per questo, perché è la mentalità che fa la differenza”
1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Castiglioni Granata - 9 mesi fa

    Ricordo qualche anno fa Carpi, dopo un inizio campionato impressionante. Gli regalammo i primi tre punti storici in serie A… cerchiamo di non fare altrettanto domenica (sgrat sgrat)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy