Primavera, Torino-Sassuolo 2-2: ripresa da grande squadra premiata nel recupero!

Primavera, Torino-Sassuolo 2-2: ripresa da grande squadra premiata nel recupero!

Giovanili / I ragazzi di Coppitelli pagano un primo tempo abulico, provando a scuotersi solo nella ripresa

di Nikhil Jha, @nikhiljha13

Lo scotto della finale di Coppa Italia conquistata contro a Roma viene pagato contro il Sassuolo, per il Torino Primavera: ma i granata reagiscono nella ripresa trovando il pareggio con due gol di rigore di D’Alena e Millico: il secondo all’ultimo istante di partita.

Coppitelli fa inevitabilmente girare la rosa, dopo due impegni infrasettimanali consecutivi di Coppa Italia contro la Roma e in vista della sfida di nuovo ai giallorossi in programma il 7 febbraio – recupero della partita rimandata in autunno. In attacco l’unico confermato è Butic, affiancato oggi da Flavio Bianchi e da Giuseppe Borello, mentre a centrocampo D’Alena lascia il posto a Celeghin e la fascia da capitano a Buongiorno.

Il Torino comincia controllando pallone e campo: i neroverdi si compattano all’interno della propria trequarti, minimizzando le opportunità per i granata e colpendo in maniera inaspettata al 21′: Mota Carvaho – arrivato a gennaio dalla Virtus Entella – sfugge a Edoardo Bianchi e costringe al miracolo Coppola, che nulla può sulla ribattuta vincente di Raspadori. Il Toro subisce il colpo e il pareggio: un filtrante fa fuori tre difensori e lancia in porta Mota Carvalho, che ha vita facile ad allungare per i suoi. La partita va così spedita sui binari voluti dai neroverdi, che la buttano sulla malizia e sul fisico. Un Toro lento e frustrato reagisce di nervi e l’atmosfera  al Filadelfia si scalda, favorendo soltanto il Sassuolo, che si divora almeno tre occasioni limpide per chiudere.

Nella ripresa Coppitelli prova il tutto per tutto, inserendo Millico e D’Alena per Ruggiero e Kone e ridisegnando i suoi con il 4-2-3-1: Borello, Bianchi e Millico vanno a comporre la linea alle spalle di Butic. La musica cambia e i granata ritrovano fiducia andando vicini al gol prima con Borello e poi colpendo un clamoroso incrocio grazie al colpo di testa di Celeghin. La rete arriva su rigore proprio con D’Alena, dopo che lo stesso Borello si fa atterrare in area da Celia. Il Toro è generoso ma il Sassuolo sempre più chiuso. All’ultimo minuto di ripresa, D’Alena si fa atterrare in area e manda Millico sul dischetto: il 21 non sbaglia. Un finale thriller che regala ai granata un punto e soprattutto la consapevolezza di non morire mai.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy