Quando il bianconero si fa granata: Zaza l’ultimo esempio, e raggiunge tre ex…

Quando il bianconero si fa granata: Zaza l’ultimo esempio, e raggiunge tre ex…

Prima la Juventus, poi il Torino: non sono pochi i giocatori che hanno compiuto questo percorso. Ed alcuni, in granata, hanno davvero lasciato il segno

di Federico Bosio, @fedebosio19

Dalla Juventus al Torino, per via diretta o approdando nel frattempo presso lidi intermedi. Nonostante l’aspra e marcata rivalità cittadina, non si tratta di un percorso inedito e Simone Zaza ne è perfettamente consapevole: il centravanti è stata la ciliegina sulla torta del calciomercato estivo conclusosi nella giornata di ieri, proprio il giorno in cui il club granata ha trovato l’accordo con Valencia e giocatore per poi ufficializzarlo. Il centravanti (che questa mattina è atterrato a Caselle) torna così all’ombra della Mole, un paesaggio a lui ormai familiare perchè aveva indossato la maglia bianconera nella stagione 2015/2016, là dove si era contraddistinto per la foga dimostrata in particolare proprio contro il Torino in un derby di Coppa Italia.

Torino 2018/2019, i numeri di maglia ufficiali: Zaza sceglie la 91, Soriano la 6

Il lucano è solamente l’ultimo di una fornita lista di giocatori, parecchi dei quali hanno lasciato nel corso della storia un segno indelebile indossando la casacca granata nonostante la – criticata – provenienza dal club bianconero. I due esempi più lampanti sono sicuramente il Barone Guglielmo Gabetto, sette stagioni nella Juventus prima di divenire un perno del Grande Torino, e Pasquale Bruno, approdato in granata nel 1990: proprio quest’ultimo è stato l’emblema dell’incarnazione dello spirito Toro, nonostante – ed anzi forse a maggior ragione – la provenienza bianconera. Il medesimo percorso è stato compiuto anche da Felice Borel ed Alfredo Bodoira, ma anche il più recente passato è ricco di nominativi certamente rilevanti. Da Ciro Immobile, prodotto del settore giovanile juventino sbocciato e consacratosi in Serie A proprio tra le fila del Torino, al contorto percorso seguito da Fabio Quagliarella fatto di addii e ritorni, passando per Antonio Nocerino, Amauri e Cristian Molinaro.

Lasciatosi alle spalle il passato, adesso, Simone Zaza è pronto a cominciare una nuova avventura con la maglia del Torino (che, come da lui stesso sottolineato, ha fortemente voluto) e tra le cui fila non sarà comunque l’unico ad aver compiuto la traversata del Po’, da una sponda all’altra. In granata troverà infatti altri tre giocatori dal passato bianconero: si tratta di Emiliano Moretti (alla Juventus nel 2002/2003 ed ormai idolo indiscusso della piazza granata, pronto ad affrontare la sesta stagione al Toro), Iago Falque, cresciuto nel vivaio bianconero, e Tomás Rincón, il più fresco di trasferimento prima dell’attaccante, approdato al Torino la scorsa estate direttamente dai ‘cugini’. Un percorso compiuto dunque da parecchi giocatori, che spesso in granata hanno saputo esaltarsi e farsi ricordare dal pubblico, riuscendo a ‘cancellare’ la parentesi alla Juventus: Simone Zaza è l’ultimo di questa lunga serie, pronto a cogliere la sfida.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

    Che cavolo! Avete dimenticato “la fudre” :
    Nestor Combin
    Ex gobbo passato al Toro.
    Amico di Meroni, la domenica del derby più bello e triste della storia aveva la febbre ma volle giocare. Segnó tre gol alla juve di pura rabbia e amore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Garnet Bull - 7 mesi fa

    *Moretti inizia la settima stagione in granata….. 4 con Ventura, 2 con miha e questa con Mazzarri

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy