Quando si domina una diretta concorrente…

Quando si domina una diretta concorrente…

Editoriale / Il Torino non può essere contento per non avere vinto una partita simile. Ma i passi avanti ci sono

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Il Torino non può essere contento per non avere vinto una partita del genere. Bene partire da questo presupposto. Perché quando si domina per ottanta minuti si deve trovare il gol che chiude la partita. Il Toro non riesce ad innescare come si deve Belotti e tiene in stand-by uno come Zaza, che finora è partito titolare solo due volte in dieci partite. Viene da pensare che i sogni europei passino dalla valorizzazione di questi due giocatori. Perché per il resto il Toro c’è. Sul piano del gioco le cose buone fatte vedere a Bologna sono state confermate alla grande contro una diretta concorrente come la Fiorentina. Una squadra che finora non era mai stata messa sotto da nessuno. Il Torino ha giocato in una sola metà campo per circa ottanta minuti, cedendo leggermente solo nel finale per la comprensibile stanchezza. I dati parlano chiaro: con la Fiorentina il Torino ha dominato per lunghi tratti.

E sul piano del carattere, se contro il Bologna ce la si era giustamente presa con una squadra che aveva buttato via una vittoria già praticamente in mano, stavolta si può solo applaudire Belotti e compagni. Per il modo in cui hanno reagito al cazzotto iniziale, un gol regalato (l’ennesimo) quando la partita ancora non era iniziata. Passi avanti, insomma, ce ne sono stati. Sotto tutti i punti di vista. Ora la squadra deve avere la forza – primo il mister – di non cadere nel vortice delle recriminazioni contro gli arbitri, seppur giustificate. Avanti di questo passo i punti possono arrivare. Perché dominare una diretta concorrente qualcosa dovrà pure significare.

Le pagelle di Torino-Fiorentina 1-1: Aina sontuoso, Belotti manca ancora

37 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Russcumelsang - 3 settimane fa

    Non sono completamente d’accordo con Sartori: mi sembra eccessivo il termine dominare utilizzato alla fine per descrivere la nostra partita contro la viola. Dominare una diretta concorrente vorrebbe dire dover recriminare su decine di occasioni da goal fallite o aver visto completamente inoperoso il nostro portiere…e non mi sembra sia il caso della partita di ieri. Sicuramente si è giocato alla pari (con una squadra che fuori casa aveva raccolto sino a ieri un solo punto).
    Cambiano gli allenatori, si alternano i calciatori ma siamo sempre qui a dover recriminare.
    Siamo la squadra dei SE.
    Se avessimo quattro punti in più saremmo a pari merito con la Lazio…
    Se non avessimo gettato al vento la vittoria contro il Bologna…
    Se avessimo battuto la Fiorentina…
    Se non ci avessero danneggiati gli arbitraggi…
    Se Belotti tornasse il centravanti di due anni fa…
    Se avessimo un regista capace di illuminare il gioco…
    Se avessimo ali capaci di crossare…
    Se…se…se…sempre a fare i conti con questi stramaledetti SE e mai poterci godere un terzo/quarto posto in classifica e una squadra capace di giocarselo sino alla fine.

    Sempre e solo Forza TORO (anche se…)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 settimane fa

      Forza Toro senza SE…e senza MA!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. parodifran_696 - 3 settimane fa

    D’accordo con Sartori. Partita dominata, è chiaro che dobbiamo recuperare Belotti, e possibilmente Zaza.
    Mazzarri è stato molto attento a mettere in campo chi stava meglio, io non sono sicuro che Zaza-Belotti insieme siano meglio rispetto al 3-4-2-1 con Baselli e Iago.
    Sta a Zaza cercare di conquistare il posto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 settimane fa

      Zaza dovrebbe cominciare ad avere le sue chance dal primo minuto e possibilmente per qualche partita intera. Poi ne parliamo. Uolter continua ad accanirsi col Gallo che secondo me dovrebbe riflettere per qualche turno in panca, riposare, recuperare smalto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Toro - 3 settimane fa

    Io penso che le soddisfazioni del Toro e di noi tifosi passino dal recupero di Belotti, per recuperare Belotti è necessario fornirgli molti palloni in area per questo oltre alla buona notizia del recupero di Ansaldi e gli ottimi progressi di Aina credo sia necessario passare a un 3-4-3 con davanti Parigini Belotti e Falque.. Parigini e Falque in questo momento sono gli unici 2 in rosa in grado di innescare Belotti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. morassut.maur_927 - 3 settimane fa

    Se continuiamo così, possiamo scordarcela l’europa league altro che storie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Fabius - 3 settimane fa

    È inammissibile che dopo 3 mesi di preparazione e lasciando in panchina gli ultimi arrivati non si sia in grado di sviluppare un gioco offensivo decente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pimpa - 3 settimane fa

    Quando si domina una diretta concorrente e non si vince.
    Quando si domina Udinese e Bologna,nientepopodimeno,e non si vince.
    Quando succede una cosa gravissima e cioè che l’allenatore sta da una parte e la società da un’altra perché il primo si rifiuta e non farà mai giocare insieme i giocatori che sono costati più soldi che mai.
    Quando non ci si chiede perché la Juve cede Rincon e Zaza senza il minimo rimpianto.
    Quando hai un allenatore,l’ennesimo,che continua a cercare scuse,inventare complotti e mistificare la realtà piuttosto che riconoscere l’evidenza.
    Quando si invoca come salvatore chi non giocava manco nel Benevento o chi ha fatto un gol o due per sbaglio l’anno scorso.
    Quando in squadra non c’è uno,dico uno,che sappia battere calci d’angolo punizioni rigori.
    Quando c’è tutto questo,cosa si vuole di più dalla vita?
    Si potrebbe rispondere un lucano e pensare a Zaza?
    Mah,per quel che mi riguarda,c’è poco da stare allegri,la depressione regna,nessuna scintilla che accenda questa sterpaia secca che sono i nostri cuori,le nostre speranze,il nostro sangue.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 3 settimane fa

      Grande Pimpa. Nulla da aggiungere al tuo commento tagliente, ma, ahimè, assolutamente obiettivo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marchese del Grillo - 3 settimane fa

      Uno c’era e l’abbiamo mandato sul Bosforo a pescare anguille. Siamo i soliti grandi incompiuti!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. antonio - 3 settimane fa

    Non sono d’accordo con Sartori. Se dominare significa fare possesso palla giocando soltanto in orizzontale, senza mai verticalizzare, senza riuscire a portare gli esterni a crossare (fermo restando che, quelle rare volte che succede, si sbagliano cross elementari, De Silvestri docet), costringendo gli attaccanti a giocare sempre di spalle alla porta, allora abbiamo dominato. Il problema è che il Toro non ha un gioco offensivo, non esistono movimenti offensivi, l’allenatore è troppo difensivista per mentalità e per gioco. Non è tollerabile far giocare De Silvestri esterno alto per evidentissimi limiti tecnici, così come Rincon è inguardabile come organizzatore di gioco. Zaza deve giocare titolare, con Belotti e Iago; a centrocampo devono giocare Baselli e Meite, con Aina a destra e Ansaldo a sinistra. Ma ripeto, squadra costruita malissimo in estate e allenatore con mentalità prima non prenderle. Sarà l’ennesima stagione fallimento e mediocre della gestione Cairo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. robert - 3 settimane fa

    Diretta concorrente per che cosa ?Se Sirigu non faceva quelle tre parate strepitose col cavolo pareggiavano.Mazzarri non ha ancora capito che deve allenare meglio la squadra per far reggere la partita ai giocatori per 95 minuti.Ormai è constatato che il Toro negli ultimi 20 minuti arranca per mancanza di ossigeno dando la possibilità agli avversari di andare a rete facilmente.Su l’espulsione di Mazzarri stendiamo un pietoso velo.Un allenatore di una squadra gloriosa come il Toro non può comportarsi così come se allenasse una squadretta di seconda categoria.Qualcuno, a cominciare dal Presidente,lo deve redarguire altrimenti alla prossima siamo alle solite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. halbert883 - 3 settimane fa

    Nel calcio per vincere bisogna fare goal e dunque tirare: non tentare stop e passaggetti leziosi in area avversaria. Un plauso ad Aina che ci ha provato con successo. Inoltre le sostituzioni a dieci e cinque minuti dal termine, tranne qualche eccezione, non servono a nulla. Salvo fare incazzare le “riserve” per il poco minutaggio giocato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. GlennGould - 3 settimane fa

    C’è qualche utente, di cui avrò letto una cinquantina di post. Tutti, bene che vada,polemici, se non peggio. Tutti. Ma che strano..oh, sti gobbi sono dappertutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 3 settimane fa

      Proprio vero che esistono.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 3 settimane fa

        …e che sono dappertuttOULD

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. fabrizio - 3 settimane fa

    tutto vero. peccato che il dato oggettivo e’ sempre lo stesso. Troppi pareggi, poche vittorie = meta’ classifica. purtroppo i punti sono gli unici che contano. il resto e’ bla bla bla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. alètoro - 3 settimane fa

    Personalmente non condivido assolutamente l’analisi della partita fatta da Sartori. Ritengo che il risultato è equo in quanto TORO e Fiorentina si equivalgono sostanzialmente sotto l’aspetto tecnico-tattico. Nulla da eccepire sotto l’aspetto agonistico ma nell’ultimo passaggio, al momento di scoccare il tiro decisivo in porta, come al solito, si sono palesati evidenti limiti tecnici, Belotti incluso.
    Non è assolutamente vero che il TORO abbia dominato la partita in quanto la supremazia territoriale ha conosciuto fasi alterne e le stesse occasioni da rete si sono numericamente equivalse. Sono molto perplesso leggendo il commento di Sartori e mi chiedo quale partita ha visto … Comunque e sempre Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-14016513 - 3 settimane fa

    pensate agli arbitri che vinciamo…mi raccomando…peccato che nn possono segnare…sta dirigenza si prende per il culo da sola….ci vogliono 3 giorni di allenamento a settimana nella fase di finalizzazione ….no l arbitro che nn fischia..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Hagakure - 3 settimane fa

    Se si vuole che le punte segnino bisogna “rifornrnirle adeguatamente”, sia con un centrocampo completo di un Rifinitore (con la R maiuscola, ovviamente) che le supporti, sia con dei giocatori di fascia che propongano dei cross almeno decenti in area.

    Sino a che Gallo (e non lo sto difendendo affatto, anche perchè mi pare molto sottotono, tra le altre cose) & C. dovranno andarsi a cercare i palloni a centrocampo o rimarranno continuamente e costantemente isolati, con inutili lanci lunghi dalle retrovie che non hanno alcuna utilità e valenza, il problema del gol continuerà a sussistere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bilancio - 3 settimane fa

      Perfetto. Detto tutto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Scott - 3 settimane fa

    Inoltre non capisco un tema tattico: perchè rincorrere sempre il risultato mettendo la seconda punta a partita ampiamente iniziata piuttosto che iniziare la partita con 2 punte, aggredendo il risultato per poi difenderlo alla fine anche togliendo la punta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hagakure - 3 settimane fa

      E soprattutto perchè continuare ad insistere nel mettere Parigini sempre e solo al fine partita…???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Scott - 3 settimane fa

        Siamo lì, partenza sempre prudente. Inizio tempo standardizzato, con lancio lungo di Rincon sulla fascia per Belotti che la prende di testa e la regala ai 3 o 4 difensori avversari che gli sono intorno. Penso che il calcio e soprattutto il Toro abbiano bisogno di più fantasia. Mi sembra di vedere sempre le stesse cose. Se queste cose andassero sempre bene, avrebbe pure un senso. Una volta un tizio allo stadio, nella noia del silenzio tombale, si alzò e gridò: allenatore, improvvisa un po’.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Scott - 3 settimane fa

    Partita dominata fino alla 3/4. La fase di rifinitura per le punte non è di buona qualità. Le poche reti sono più per la mancanza del Ljajic di turno che per demeriti degli attaccanti. O forse per carenze strutturali di gioco dalla 3/4 in avanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. granata - 3 settimane fa

    Commento ragionato ed equilibrato. La squadra con una sola punta “vera” è spuntata (scusate il gioco di parole). Fra l’ altro una punta cui si fa fare di tutto, tranne la cosa che sa (o sapeva?) fare meglio: stare nel cuore dell’ area avversaria. E’ un problema tattico importante, cui Mazzarri deve trovare rimedio. E poi mancano i cross precisi dalle fasce (De Silvestri, generosissimo, non brilla per piedi buoni), manca un rifinitore che sappia fare l’ ultimo passaggio con precisione. Oltre a Zaza, proverei e riproverei Soriano. Se per Mazzarri questi due giocatori non sono utili al suo modulo, allora c’ è stato un corto circuito fra lui e la società, che su di loro ha investito risorse economiche importanti. Mazzarri stia attento a non fare la fine di Mihajlovic, cui è stato soprattutto imputato l’ aver voluto a tutti i costi Niang. Non si salverà con le frecriminazioni contro gli arbitri. L’ intensità di gioco non basta, è indice di impegno e dedizione da parte dei singoli, ma il direttore d’ orchestra deve saper utilizzare al meglio la “rosa” di professionisti a sua disposizione, amalgamarla in modo che raggiunga risultati ottimali. Ieri abbiamo perso due punti e alla fine abbiamo rischiato anche di non portarne a casa nemmeno uno. Nel calcio chi non trasforma in goal il gran correre alla fine viene punito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. prawn - 3 settimane fa

    Senza attaccanti non spegneremo mai, ora di far partire Zaza dall’inizio.
    E per quanto non abbia fatto vedere niente anche Soriano.
    D’altronde che ha fatto vedere il Gallo quest’anno?
    Tanta volontà ma risultati patetici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Bilancio - 3 settimane fa

    Per me i temi sono:
    L involuzione di Belotti
    La mancanza di Ljacic (che determina anche il punto sopra)
    Il NON utilizzo di Zaza fin dall inizio.
    Il NON aver ancora trovato una collocazione a Soriano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. SiculoGranataSempre - 3 settimane fa

    Bicchiere mezzo pieno: se giochiamo così e abbiamo il Gallo al 20% non saprei cosa potrebbe succedere con lui all’80%… Fiducioso. Prendete i giocatori di questa squadra uno per uno e ditemi se sulla carta abbiamo poche rivali. Rientrerà Ansaldi. E forse l’unico punto debole resterà il centrale esterno. Ma se Lyanco conferma la sua statura quest’anno potrebbe essere quello buono. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione2 - 3 settimane fa

      Quindi abbiamo una squadra in cui SE il gallo migliora, SE Ansaldi torna, SE Lyanco è buono ce la possiamo giocare. Pensa invece se migliorano le altre squadre…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SiculoGranataSempre - 3 settimane fa

        In realtà non era un gioco al Se, perché Ansaldi rientra e Belotti tornerà. Era una constatazione. Abbiamo a mio parere una buona squadra come non si vedeva da tempo. Gli uomini ci sono. Io ho visto su sky tutte le dirette concorrenti. Mi mancava la Viola. Posso dire che siamo tranquillamente la 6^ 7^ forza (Milan permettendo) del campionato per uomini e gioco. Dipende ora tutto dalla testa. Negli anni scorsi era una sofferenza vedere il Toro. Ora giochiamo e a sprazzi anche moooolto bene. È la realtà. Poi si vedrà

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. mirafiori64 - 3 settimane fa

    il calcio è fatto di episodi, a questa squadra manca la cattiveria sottoporta, a volte mi sembrano leziosi e superficiali, mancano i gol di belotti e di zaza, un attaccante ispirato nasconde tutti i problemi. Ieri a me il Toro è piaciuto, tolto gli ultimi venti minuti dove siamo calati fisicamente (avevamo speso parecchio nel primo tempo) e i cambi non hanno aiutato le cose, abbiamo tolto equilibrio per una maggiore capacità offensiva che poi è mancata proprio per lo “sfilacciamento” di una squadra stanca fisicamente. Ieri anche se il trio bel-za-iago non ha funzionato ma è da insistere, l’affinitàa belotti-zaza ieri è stata imbarazzante, sembrava che giocassero insieme per la prima volta. Di positivo è che questa campagna acquisti ha portata centimetri è kg a questa squadra, fisicamente nel primo tempo eravamo dei mostri, vincevamo tutti i contrasti e arrivavamo prima su tutte le seconde palle. Io sono fiducioso,ricordiamoci che siamo una squadra di seconda fascia, qualcuno crede di essere il real e scrive con disprezzo che siamo da decimo posto, noi facciamo parte di quella fascia di squadre che lottano dal 7 posto in poi, i primo sei posti sono gia occupate da squadre tecnicamente ed economicamente piu attrezzate di noi, il mio non è “accontentismo” e guardare la realtà delle cose.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. user-14016513 - 3 settimane fa

    belotti fa di tutto pure se nn segna se nn gioca perdiamo in partenza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. user-14016513 - 3 settimane fa

    arbitri che sbagliano ,sempre e solo arbitri….dopo aver visto un attaccante ..zaza voler stoppare in aria piccola …nn ci sono arbitri che tengano…allenatevi sulle minchiate che fate in partita vaa…nn ci credo….polli più’ delle altre partite….ma rivedetevi dopo le partite invece di pensare agli arbitri…incompetenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. GlennGould - 3 settimane fa

    Sono (per la seconda volta in vita mia) d’accordo con l’autore dell’articolo. A Genova proverei il gallo in panca, perché si ripigli, e Zaza al suo posto. Per il resto stiamo crescendo, ieri la viola ha giocato per non perdere; ci è riuscita fondamentalmente perché, al momento, ci manca un centravanti che segni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spelli_446 - 3 settimane fa

      Vai a dirglielo a Sirigu che la Viola ha giocato per non perdere .. Senza i suoi due miracoli finali ci beffavano come polli un’altra volta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. TORO1960 - 3 settimane fa

    Peccato per i due punti buttati a Bologna, ma ieri , sotto una pioggia battente, abbiamo dominato contro un’avversaria difficile da prendere. Avanti così, le vittorie arriveranno. F.V.C.G. ♉♉♉♉

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy