Rampanti: “La squadra è come una famiglia: il papà deve saper dire no”

Rampanti: “La squadra è come una famiglia: il papà deve saper dire no”

Parola al Mister / Analizziamo insieme a Serino la prova a due volti del Torino a Bologna

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo

Il Toro ha centrato la seconda vittoria consecutiva dopo quella agguantata in extremis contro il Chievo, vincendo 3-2 contro il Frosinone, al termine di una gara pazza ed emozionante. Per analizzare al meglio gli spunti post-partita, abbiamo come di consueto dato la “Parola al Mister” Rosario Rampanti.

Serino, una partita “da polli” è la giusta definizione di Bologna-Torino?

“E’ stato abbastanza clamoroso questo epilogo. Intanto, voglio premettere che secondo me la squadra ha giocato bene. Ma buttare al vento due punti così, dopo che potevi chiudere la partita, dispiace moltissimo. Questa volta mi aspettavo finalmente di andare liscio, e invece. Purtroppo ci sono state delle carenze evidenti”.

Di che tipo?

“Non tecniche, ma carenze di personalità, di carattere. I giocatori devono capire che la gara bisogna sempre tenerla viva, senza mollare anche se si vince. Invece, qualcuno inspiegabilmente ha staccato la spina. Guardiamo il secondo gol: a parte il rinvio di Sirigu, mi ha lasciato basito la mancata rincorsa di Berenguer. Fino a lì era sempre stato partecipe e prontissimo, e lo avevamo sottolineato. Ma lì è venuto a mancare in maniera importante, quando doveva rincorrere alla morte quel pallone che gli era stato soffiato“.

Non è l’unico ad aver sbagliato in quell’occasione…

“Già, anche Djidji – che ha pure giocato bene. Ma cavolo, l’errore sul secondo gol non si fa nemmeno nelle categorie più basse. Non ci si può piantare per terra in quel modo. Quindi dalla serenità dell’intervallo, si è passati a buttar via una partita che ora grida vendetta. Perché alla fine questi punti mancheranno, anche se guardando la classifica si è tutti lì. E ripeto: la spiegazione di quello che è successo ieri non è tecnica, perché la squadra ha giocato bene…”

Serino, parlando di carattere a volte si rischia di non inquadrare bene il problema.

“Il sociologo Alberoni diceva che bisogna avere consapevolezza di tutto ciò che ci circonda, ed esaminare pregi e difetti, studiare gli altri e avere la voglia di superarsi. Deve esserci questa voglia, perché se il Toro ambisce ad arrivare a certi traguardi questi errori non si devono fare. La squadra e la società si pongono degli obiettivi, ma sono i giocatori singoli per primi che devono lavorare per raggiungerli: non devono mai dare segni di cedimento. Il Berenguer che deve rincorrere quel pallone, lo deve fare senza se e senza ma. Quando si ha il risultato dalla propria parte, non esiste rilassarsi. Ma queste sono cose che sicuramente l’allenatore avrà detto mille volte ai suoi giocatori, capisco che è facile parlare da fuori ma queste sono le cose che penso”.

Uno dei grandi problemi di questa squadra, comunque, pare ancora essere il rendimento di Belotti.

“Io vedo una squadra come una famiglia. In settimana si è parlato e si è scritto di questo comportamento da buon papà di Mazzarri verso Belotti. Bene, una squadra ha un papà, dei figli (i giocatori) e il “nonno”, che è il Presidente. La responsabilità di gestire i giocatori-figli è del papà-allenatore, e il nonno si riserva di intervenire solo in momenti eccezionali – se no delega il papà. Ma ogni tanto, quando il figlio sbaglia, è il caso che il papà dica no in maniera perentoria, perché solo così si cresce. Mi viene in mente Ljajic l’anno scorso e Baselli quest’anno: sono esempi lampanti di come questo metodo possa funzionare. Ogni tanto fa bene stare fuori, e il buon papà ogni tanto deve dire no. E’ questo il concetto dietro al mio commento su Belotti: una pausa fa bene a chiunque. Mazzarri ha fatto bene a dargli fiducia, ma credo si sia arrivati al limite perché la squadra sente troppo la mancanza di qualcuno che concretizzi il lavoro. E ieri i palloni sono arrivati… Il Gallo deve ritrovare quelle grandi motivazioni che aveva appena arrivato. Io capisco anche l’allenatore che deve proteggere i propri”figli”, ma una “sberla” a volte fa bene. E sono sempre stato un estimatore di Belotti…”

Tornando sulla partita, ti è piaciuto il Toro “tecnicamente”?

“Si è stati padroni del campo. Ieri si è giocato la migliore partita finora, c’era una buona distribuzione della palla. I gol si sono presi su disattenzioni clamorose, che non devono capitare. Iago dopo il rientro ha fatto benissimo, anche se negli ultimi minuti si vedeva che era affaticato ma è normale. Anche Rincon secondo me ha giocato molto bene, così come Djidji prima del secondo gol. Nkoulou ormai ci ha abituati alla piena sufficienza ogni partita. Bisogna tenere presente, poi, che la squadra sta rendendo nonostante la mancanza all’appello del centravanti. Quando si giudica questa squadra, si deve tenere in considerazione il fatto che si sta giocando senza il contributo della punta. Ricordiamocelo bene, perché non è da tutti avere un giocatore sulla carta come Belotti che non rende come era lecito aspettarsi. La squadra è lì nonostante lui”.

Pareri sulla prova di Zaza?

“Quando è entrato non l’ho visto fare i soliti strappi nella corsa. Probabilmente, non stava ancora bene perché mi aspettavo che in quei 20’ sparasse tutto quello che aveva. Mi viene da pensare che abbia dato l’ok a giocare ma che non fosse al meglio. E ripeto, nonostante questi fattori la squadra secondo me ha fatto e sta facendo il suo dovere. Non mi faccio influenzare dal risultato in questi casi”.

Infine, un commento su Baselli – che sembra essere sulla strada giusta per tornare sui suoi standard.

“A Baselli è servito stare in panchina, come servirà anche a Soriano. Ma deve ancora migliorare, perché questa bella partita che ha fatto non deve durare solo 70’. Deve cercare più intensità e portare più in la la soglia della fatica. Deve insistere ancora, perché ha le qualità per fare bene per 90’. Il suo lavoro deve essere più intenso, più partecipativo. Ieri ha fatto vedere grandi miglioramenti, ma non può ritenersi ancora soddisfatto. Deve tornare ad essere il Baselli che era anche nel giro della Nazionale”.

46 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granata1950 - 3 settimane fa

    Scusate ma io vedo anche un calo (magari normale) di Metie in più e vero che Belotti non gira un gran che,Pero diciamo ma quanti cros arrivano?sempre pochini io ne ho visto solo 1 e che purtroppo ha sbagliato,facciamo arrivare qualcuno in piu e vediamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ToroSardo - 3 settimane fa

    Tante troppe chiacchiere sul ”Gallo” vero sbaglia gol, come tutti, ma quando era in campo si vinceva, Zaza non ha tenuto nemmeno un pallone, Mazzarri non ha il coraggio di farli giocare assieme, questi sono i fatti, tutto il resto è fumo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14003131 - 3 settimane fa

    Sempre bipartisan il ns Serino… e’ una dote, come l’equilibrio che nei tifosi difetta sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. marcohelg_385 - 3 settimane fa

    non capisco perche si continua a mettere in concorrenza zaza e belotti!!iago rifinitore alla claudio sala e loro davanti a fare i gemelli del gol punto. se è stato fatto un mercato del genere mi pare tanto ovvio… il vero problema del toro e mazzarri con le sue paure!! caro RAMPANTI dire la squadra e’li nonostante lui, mi pare offensivo verspo un ragazzo nostro capitano che sputa l’anima in ogni partita!!evidenzia tuoi gravi limiti intelettuali di mazzarri non dici mai niente di veramente critico forse perche quando (sempre)chiude il fila tu sei uno di quelli che puo’ cmq assistere??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Pesce - 3 settimane fa

    A me sembra che qui in molti sostengono la mancanza di esterni adeguati per il gioco di mazzarri. Io invece punto l’attenzione sulla “famosa” solidità difensiva delle squadre di Mazzarri, dove è finita? 11 gol presi in 9 partite.
    Il buon Serino almeno questo lo dovrebbe rimproverare al suo tanto decantato mister

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mav - 3 settimane fa

    Non so di cosa state parlando ? Coi due punti buttati nel cesso domenica saremmo al 5* posto ….qualcuno si aspetta di più? Abbiamo incontrato Roma Inter Atalanta Napoli facendo solo 2 punti buttato nel cesso 4 punti tra Udine e Bologna…..è vero che facciamo cagare ma facendo un po’ più di attenzione …..siamo lì

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Granat....iere di Sardegna - 3 settimane fa

    Insomma se ho capito bene la colpa è tutta dei giocatori e, udite udite, bisogna tenere conto che la punta di ruolo non sta giocando bene. Non ricordo tutte queste considerazioni quando si è giudicato l ex mister che Belotti non lo aveva neanche fisicamente e come rimpiazzo aveva sadiq e non zaza. Mi spiace dirlo ma il giudizio di rampanti è fortemente influenzato dalla sua stima smisurata nei confronti di Mazzarri che, probabilmente, si sta rivelando allo stato attuale mal riposta. Un qualsiasi allenatore che avesse ottenuto questi risultati, con queste squadre e con questo gioco, sarebbe stato massacrato e invece Mazzarri no. La colpa è dei giocatori e Belotti non sta rendendo come dovrebbe. Se poi guardiamo in casa d altri c è chi riesce a fare cose migliori con rose non eccezionali. Mi chiedo che problema ci sia a muovere qualche critica al mister pur avendone immutata stima, mica succede nulla…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 3 settimane fa

      Altre squadre giocano in modo diverso. Prendi uno che sa solo fare il 3-5-2 o 3-5-1-1 e non gli orenfi nessun esterno. Che lo hai preso a fare ? I miracoli? Che poi non mi piaccia come allenatore è relativo. I cadu sono solo 2: o sei in mala fede e mandi via uno per prendere un opposto per disfare la squadra per tornaconto economico o proprio di calcio non dai nulla e doeri sempre ti cada di hulo. Ripeto a me non piace ma lo vorrei vedere con 2 esterni veri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 3 settimane fa

        Nel gioco di Mazzarri gli esterni sono terzini. Aina a quanto pare l ha chiamato lui. De Silvestri lo fa giocare anche con una gamba sola. Evidentemente gli vanno bene. A me non stupisce il gioco di Mazzarri. Lo conoscevo già. Casomai si è involuto ma non mi scandalizzo. Però almeno che porti a casa il risultato. Parla tutti i giorni con i giocatori. Possibile che ci siano ancora problemi di tenuta mentale che, tra l’altro, si sono manifestati anche l anno scorso. Trovo deleterio anche solo pensare di cambiare mister. Non possiamo cambiarne uno ogni sei mesi. Tuttavia un po di sana autocritica non basterebbe. Non basta essere tatticamente preparati. Evidentemente c è qualche altro problema e va risolto. Per serietà e professionalità non ho niente da dirgli, è esemplare, ma ci vuole un po di sana follia, buttare il cuore oltre l ostacolo. Speriamo lo faccia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Federico Granata - 3 settimane fa

    D’accordissimo con Serino, sia quando difende la buonissima prova sotto l’aspetto del gioco, che quando dice che Belotti potrebbe avere un turno di riposo.
    Chiaro che Mazzarri farà di tutto per recuperarlo, ma non sarebbe un crimine tenerlo fuori, se è in questo stato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Claudio70 - 3 settimane fa

    Che la società non abbia preso gli esterni a Mazzarri è chiaro.
    Voleva Peres, o un giocatore simile, e ha avuto Aina.
    Sta facendo bene con Aina, Berenguer e De Silvestri, ma è chiaro che non sono Bruno Peres o simili.
    Soriano e Zaza mi sembrano due rattoppi di Cairo, ma comunque la squadra sta girando bene, con il 3-4-2-1.
    Il problema è che giochiamo spesso 3-4-2-0 perché Belotti è il fantasma di sè stesso.
    E allora meglio un turno in panca e dentro Zaza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 3 settimane fa

      Scusa Claudio, tu pensi che Peres difenda meglio di Berenguer ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 3 settimane fa

        Appunto. Per giocare con Mazzarri ci volevano troppi soldi per cambiare metà squadra ma non in mezzo. Se consideriamo berlinguer e desi deglu esterni non lamentiamoci se arriviamo decimi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Vanni - 3 settimane fa

    Gente, per il gioco di Mazzarri mancano i fondamentali: gli esterni. Non glieli hanno presi, gli hanno preso un miscuglio di semi pippe ma non calciatori veri che servivano a lui. Fa ciò che può finche presiniente non lo manda via. Non è solo colpa dell’allenatore, anzi è il due di picche. Gli hanno preso Soriano quando non ha tenuto Ljajic perché non vede il gioco per vie centrali. Avrà il suo modo di intendere il calcio ma non sarà un cletino da non capire la differenza tra Ljajic e Soriano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ciccio76 - 3 settimane fa

    Ritengo Belotti un giocatore da Toro , possiede la giusta grinta, ovviamente come tutti i terrestri anche lui deve rifiatare x ritrovarsi e tornare il Gallo che conosciamo , altrettanto ovviamente tenerlo fuori significa deprezzarlo e x la società questo non si può fare. Speriamo prevalga il bene del Toro e aspettiamo il giocatore perché quanti di questa caratura ne possiamo comprare in giro ? Nota positiva viene da Baselli , personalmente sono sempre stato un suo estimatore e spero abbia preso la rotta giusta, ha giocato spesso in ruoli non suoi, mentre domenica ha fatto vedere cose positive nella sua naturale posizione , certo è atteso da partite e avversari più corposi , comunque vediamo se è anche lui veramente da Toro credo ne valga la pena è ancora giovane .FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. parodifran_765 - 3 settimane fa

    Per una volta ero quasi d’accordo con Vanni.
    Tranne che su Belotti.
    Anche Icardi si sbatte, non è vero che sta fermo 85 minuti. E segna di più, nelle ultime due stagioni più di 25 gol all’anno.
    E Belotti, facci caso, ultimamente corre meno rispetto a prima, anche meno rispetto a quanto faceva con Mihajlovic.

    Al momento non è il Toro di Mazzarri che sta facendo mancare il supporto a Belotti, ma è Belotti che manca al Toro di Mazzarri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 3 settimane fa

      Il Toro di Mazzarri non esiste. Il suo gioco non mi piace, ma gli mancano uomini nelle posizioni fondamentali per lui. Cerca di rattoppare con cio che ha ma per lui il gioco in mezzo non esiste, se no avrebbe fatto restare Ljajic. Siuamo sempre con la coperta corta: prima Sinisa non aveva centrocampo e difesa ridicola coi vari Carlao, lo jeti e Castan rotto, ora questo senza esterni dove il suo gioco si basa sugli esterni. Bah.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 3 settimane fa

        Mi correggo: abbiamo 1 esterno vero, Ansaldi, ma è inaffidabile fisicamente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Vanni - 3 settimane fa

    Mazzarri è uno che gioca col 3-5-2 ma ha bisogno di esterni forti se non fortissimi. Chi abbiamo noi? Nessuno.
    E allora che cacchio è servito prendere lui e nessun giocatore?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 3 settimane fa

      Per chi mette no ricordo che al Napoli, unica squadra da ricordare con cui ha fatto risultati Mazzarri, sugli esterni aveva un certo Maggio nazionale (di allora) e un certo Zuniga naxionale colombiano in oiena forma. Gente che sapeva coprire ma soprattutto saltava l’uomo e crossava per i vari Cavani e Lavezzi. Uguale uguale agli esterni della cairese.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. policano1967 - 3 settimane fa

        nn mi piace mazzarri ma dire che ha fatto bene solo al napoli e riduttivo.ha fatto bene anche con reggina e samp nei limiti della rosa.per quanto riguarda al napoli, se hai il due lavezzi cavani al top i risultati vengono anche se dietro hai aronica.stiamo parlando di due grandi attaccanti senza dimenticare altri.il tanto osannato ventura nelle dovute dimensioni deve tutto a cerci immobile.nn che ventura ci dava un calcio champagne,tutti dietro la linea della palla e al momento opportuno contropiedi micidiali.io direi catenaccio e contropiede.la rosa del toro e questa.mancano gli esterni?a parte iago ottimo giocatore ci son tanti giovani berenguer edera,lo stesso parigini provato e aina.son giovani e devono imparare tanto.nel 352 gli esterni son fondaentali ma se li hai e hai deciso che devono maturare con noi nn possiamo pretendere tutto e subito.nn a caso si parla di candreva vero o falso che sia.ecco questo e un ottimo profilo per noi come esterno.lo stesso ansaldi potrebbe andare bene pero i guai fisici li ha ma tutto nel discorso fatto prima.nn e un caso che siamo iago dipendenti ma ripeto e l unico ottimo esterno che abbiamo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Vanni - 3 settimane fa

          Ok ma allora il mercato lo hanno fatto presiniente e tirapiedi e a Mazzarri gli hanno comunicato le firme. Non posso credere che mazzarri abbia sconsigliato Ljajic per prendersi poi Soriano. Non gli han preso nessuno che volesse lui. Se consideri sti mezzi esterni giovani, dei buoni calciatori a futuro, se resteranno saranno inutili perché Mazzarri sarà gia da altre parti. E che non parlino di Europa con sta squadra incompiuta, anche se per il livello di questo campionato c’è il rischio che la Spal vada in CL.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Vanni - 3 settimane fa

    Però Rampanti non è che come gioco abbuamo fatto chissà che a Bologna. 2 goals di cui 1 prodezza di Iago e l’altro cappellata della loro difesa. Abbiamo tenuto palla, ci mancherebbe, contro quei pipponi di serie B. Sono d’accordo sulla dormita di berenguer se no segnavano il prossimo anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. policano1967 - 3 settimane fa

      certe partite nn le devi guarda per le occasoni create ma bensi per i rischi che corri.il toro a bologna nn ha mai sofferto ed ha avuto una certa padronanza poi che siamo andati in doppio vantaggio e ci siamo tagliati i coglioni da soli va sui punti persi ma nn si puo dire nulla di piu.abbiamo piu sofferto col frosinone nonostante abbiamo avuto piu occasioni gol ma e stato un brutto toro quello.eppure in quella partita qualcuno osannava la reazione da squadra matura e che voleva vincere ed ha vinto ma nn mi pare che il frosinone fosse il flamenco di zico e junior…a me sta toro nn e che mi stia piacendo tanto pero gli errori fatti a bologna nn devono offusca una buona prestazione.se parli di cappellata loro devi usare lo stesso metodo sul loro pareggio…cappellata nostra

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Vanni - 3 settimane fa

    Stavolta non ho nulla contro le parole di Rampanti tranne che su Baselli: non farà mai il salto di qualità e nemmeno continuità. Quello è. Una partita decente e 3 da prendere a calci in hulo.
    Molti criticano o hanno criticato Rincon: se fa il suo mestiete di rubapalloni è uno dei migliori in Italia, se deve fare il regista diventa una pippa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. parodifran_320 - 3 settimane fa

    Sul discorso dell’utilzzo di Zaza e Soriano, ovvero degli acquisti dell’ultimo giorno di Cairo, mi sembra chiaro che Mazzarri abbia un’idea chiara sinora.
    Non vuole rinunciare a Iago, per cui a supporto della punta fa giocare chi sta meglio tra Baselli e Soriano.
    E diciamo che a Chievo Soriano non aveva incantato, quindi con Frosinone e Bologna ha giocato Baselli, che ha messo a segno due gol.
    Su Zaza era chiaro che non fosse in condizione, lo si era visto col Napoli.
    Quindi è subentrato a Chievo, e dopo 90 minuti col Frosinone ha avuto un problemino.
    Riproposto a Bologna, non stava ancora bene, e si è visto.
    Ora il problema è Belotti, perché un conto è giocare con una punta vera, che lavora e segna, un conto è giocare in 10, con un giocatore fuori dalla partita.
    E mi dispiace, ma il paragone con Icardi non regge.
    Icardi segna, e non venitemi a dire che la palla di Berenguer è peggio di quella di Vecino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 3 settimane fa

      Si ma Icardi sta fermo 85 minuti, il Gallo va su e giù x il campo. C’è un po di differenza anche se i gol di Icardi il Gallo ne farà pochi ma anche molti di Belotti, Icardi se li sogna di notte.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. parodifran_819 - 3 settimane fa

    D’accordo con Serino, prestazione di ottimo livello, risultato assurdo, ma che deve far riflettere.
    Io penso anche che i giocatori devono essere i primi a guardarsi dentro e capire se vogliono fare il salto di qualità, perché il secondo gol è un gol da dilettanti, in cui Berenguer, Lukic e Djidji guardano. Assolvo in parte Djidji ma Berenguer e Lukic devono fare fallo.
    E farebbe bene Mazzarri a tenere fuori Belotti. Capisco la difficoltà nel toglierlo, ma non può che fargli bene.
    Se Zaza sta meglio rispetto a Bologna, dove è entrato senza la stessa cattiveria di Chievo e Frosinone, deve giocare al posto del Gallo,
    Stiamo giocando, come dice Serino, senza centravanti, e giocare in 10 è dura

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. granatadellabassa - 3 settimane fa

    Concordo con la disamina di Serino, in particolare sul fatto che è stata la nostra miglior partita e che Mazzarri dovrebbe ragionare sull’ipotesi di uno stop per il Gallo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. user-14052638 - 3 settimane fa

    in panchina c’è un signore di nome Zaza che tecnicamente è superiore al Gallo quindi mandiamolo x un mesetto a ripetizione di tecnica ind. e poi facciamoli giocare insieme poi vediamo,x la gestione delle partite serve un centrocampista che dia i tempi e gestisca il pallone e non consegnarlo sempre agli avversari così riusciremo a non farci rimontare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. fabio.tesei6_829 - 3 settimane fa

    Mai e poi mai Belotti in panchina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 3 settimane fa

      Mica siamo come quando avevamo Rolandone Bianchi e nessuno in panchina e Rolandone non segnava piu’ e toccava farlo giocare (stesso discorso con altri mille giocatori Larrondo, Sadiq, Niang, … Lucarelli).

      Se uno non sta bene di testa o di muscolo non lo fai giocare, piu’ gioca senza segnare piu’ si scava la fossa da solo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. PrivilegioGranata - 3 settimane fa

    Baselli è stato più dinamico e propositivo del solito, in alcune occasioni accelerando nel portar palla verso la trequarti avversaria. Purtroppo i nostri là davanti, tolto Berenguer, non hanno mostrato accelerazioni degne di nota. Anche Zaza se ne è stato tranquillino, non volendo forse forzare il polpaccio, giustamente. Se non fosse stato per quello svarione sul rilancio di Sirigu,avremmo portato a casa l’1-2 facendo abbastanza schifo nel secondo tempo, ma incamerando i 3 punti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. granata - 3 settimane fa

    D’ accordissimo con chi sottolinea l’ utilizzo improprio di Belotti, seppure, in questo concordo con Rampanti, sia in un momento di crisi. Ho anch’ io fatto nei giorni scorsi il paragone con Icardi. Da arieti d’ area non si deve pretendere un’ ampia partecipazione al gioco collettivo, costringendoli ad arretramenti, allargamenti sulla fasce, corse a perdifiato per raggiungere lanci imprecisi (come spesso accade al Toro). Bisogna dar loro sostegno e, soprattutto, una spalla. Mazzarri non ha creduto nella campagna acquisti della società e non utilizza i pezzi più “pregiati”, Zaza e Soriano. Insiste invece su altri giocatori come Meitè (quarta prestazione insufficiente consecutiva), Berenguer (come esterno difensivo di fascia lascia molto a desiderare e lo si è visto in occasione del raddoppio del Bologna, ma era già accaduto in precedenti partite), lo stesso Baselli, che come sottolinea sempre Rampanti non è ancora al meglio (o è questo il massimo che può dare?). Se il tecnico non ha condiviso le scelte societarie ha due strade: o si adegua obtorto collo, magari per dimostrare dopo reiterate prove che sono state sbagliate, o si dimette e se ne va con un gesto di grande dignità. Gli consiglierei la prima strada, ma se il suo credo calcistico glielo impedisce, dovrebbe scegliere la seconda (naturalmente è pura illusione, chi rinuncerebbe a un ingaggio di 2 milioni di euro netti all’ anno?). Certo non bastano prestazioni contraddittorie come quelle con Frosinone e Bologna per sperare di centrare obiettivi stagionali auspicati da tutta la tifoseria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 3 settimane fa

      Ok tutto giusto. Ma allora testadighisa che cavolo di giocatori voleva? L’errore è stato di Cairo fondamentalmente: non puoi pensare di passare da un gioco come quello di Sinisa ad uno come quello di Mazzarri con 2 o 3 rattoppi. Ci va altro e secondo me era moooolto piu fattibile prendere un allenatore x il 4-3-1-2 e prendere che so un vero centrale o un vero centrocampista. Costava meno e forse ora ci sarebbe stato ben altro entusiasmo. Che Cairo di calcio capisca una fava è risaputo, ma in società deve avere un entourage da polli allo sbaraglio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Bischero - 3 settimane fa

    Andrò contocorrente ma a me baselli gol a parte non mi é piaciuto. È sempre stato avulso al gioco ed ha appoggiato poco il gioco. Serve altro nel ruolo. Sia a livello tecnico che fisico. Non avesse fatto gol non avrebbe preso la sufficienza. Per il resto condivido con serino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. robertozanabon_821 - 3 settimane fa

    Bene Serino, toccato l’aspetto umano sul “momento” di Belotti. Ma mi aspettavo qualche considerazione più tecnica. Per esempio: il gioco di Mazzarri non premia le caratteristiche del Gallo. Se prendiamo Icardi, notiamo come fuori dall’area sia impalpabile e quasi irrilevante. La soluzione non può prevedere la trasformazione del giocatore in qualcosa che non è. Belotti si è reso disponibile ad una presunta “crescita” per migliorarsi nel gioco di squadra, partecipando alla manovra in tutte le fasi tattiche, ma questo sforzo lo ha allontanato dalle sue vere origini che sono quelle dell’inconsapevole ma implacabile “cecchino”. A quanto pare il voler trasformare un killer specializzato in un “generico” tuttofare non produce risultati e getta il Gallo in una crisi di identità che lo rende un giocatore “qualunque”. Se in casa ho del buon riso, è inutile cercare di fare la “carbonara”. Ecco, oggi un bel risotto lo mangerei proprio volentieri. E buon appetito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 3 settimane fa

      strano io credevo che WM si basasse sulle fascie e cross per la testa del Gallo, invece hai ragione tu, mi pare piu’ che altro che abbia bisogno di un ‘maxi lopez’ che stoppi la palla e la passi ai centrocampisti per metterla dentro (o alle seconde punte) mi pare ovvio a questo punto.

      zaza molto meglio in quel ruolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Serafino - 3 settimane fa

        E’VERO QUI NESSUNO PARLA DI LIAJC AL NS, MISTER NON SERVIVA E ADESSO NE PAGHIAMO LA MANCANZA. IO NON VEDO PUò DARSI MI SBAGLIO STO GIOCO CHE SERINO A VISTO A BOLOGNA CONSIDERIAMO CONTRO CHI GIOCAVAMO PER ME QUESTA LOTTERà PER LA RETROCESSIONE CON UN GIOCATORE IN CAMPO COME IL SERBO FORSE SI SAREBBE SBLOCCATO ANCHE IL GALLO. NON SI POSSONO BUTTARE PUNTI COME QUESTI CON 2 PUNTI PERSI GUARDATE DOVE SAREMMO IN CLASSIFICA, PUR GIOCANDO MALE. QUESTO IL MIO PUNTO DI VISTA CHE PUò ESSERE NON CONDIVISO.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. dattero - 3 settimane fa

    belotti non rendera’ mai se deve fare il mediano,rincorrere a dx e a manca.
    una squadra che non verticalizza,non fa sovrapposizioni in velocita’ e non mette palle in mezzo lo penalizza.
    Ricordatevi il gol di liverpool..
    Ora è lui il nuovo capro espiatorio,piuttosto mi piacerebbe far rimarcare come un esercito rifletta il carattere del suo comandante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 3 settimane fa

      squadra incompiuta e incompatibile con il timoniere: serve un attaccante centrale che appoggi per centrocampisti e seconde punte, servono 4 giocatori di ruolo (ne mancano 2) sulle fascie per fare la doppia fase, servono 6 difensori di ruolo ‘pronti’ (ne mancano 2), serve un portiere buono coi piedi (sorry sirigu, forse MSavic a sto punto era meglio), sta valorizzando Baselli/Meite/Rincon

      Purtroppo se cambiamo allenatore troppo spesso la crescita non la vedremo mai, soprattutto passando da due opposte visioni del calcio, Ventura invece ce lo siamo tenuti in periodi di magra…

      Cambiano i volti, i giocatori e i comandanti e restiamo piantati a meta’ classifica

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 3 settimane fa

        Su Sirigu però non si può sentire. Guarda che senza alcune sue parate saremmo in zona retrocessione. E poi che capoellata ha fatto coi piedi a Bologna? Il passaggio al dormiente? Era quasi a meta campo la palla, non appena fuori dell’area.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. prawn - 3 settimane fa

    Cambiero’ la dieta Sabato perche’ sembro veramente l’unico a pensare che non hanno giocato bene, avessi tempo me la riguardo pure.
    Chiaro che son d’accordo se manca la punta (e manca da un anno) e manca il capitano (e manca da un anno) e’ dura, il gioco si spegne, han fatto fin troppo bene.
    Ma sta storia deve finire, basta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Conta7 - 3 settimane fa

    8 palle gol nitide = 2 gol fatti.
    1 disattenzione e 1/2 = 2 gol subìti. Full stop.
    Le ingenuità di “gioventù” (vd Berenguer) e persino qualche errore da chi non ti aspetti (vd Sirigu) ci possono stare, fanno parte di un processo di crescita, anche se quando ti puniscono così crudelmente fanno male.
    Ma l’importante è avere un’identità di gioco e dare continuità alle prestazioni.
    Questo è l’aspetto su cui la squadra mi sta trasmettendo fiducia.
    Su Belotti, Mazzarri saprà benissimo cosa fare, la storia dei suoi attaccanti parla da sola.
    FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. alrom4_918 - 3 settimane fa

    Dopo altre prestazioni deludenti Mazzarri disse che da quel momento avrebbe mandato in campo solo quelli più in forma …..e poi ci tocca di vedere il Belotti di questi tempi . Mah !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. user-13658280 - 3 settimane fa

    serino secondo me Belotti non viene lasciato fuori xche a sostituirlo sto giro c è zaza e non un incapace qualsiasi… è probabile ke se zaza gioca una partita intera spegnerà e poi dopo come fa a far giocare di nuovo il gallo al posto suo? se Belotti ha bisogno del papà ke lo protegge siamo a posto

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy