Rincon cuore Toro: corre più di tutti, Mazzarri non ci rinuncia

Rincon cuore Toro: corre più di tutti, Mazzarri non ci rinuncia

Focus on / Ad eccezione del match contro l’Udinese, El General è sempre partito dal 1′

di Marco De Rito, @marcoderito

Ormai è una certezza. Tomas Rincon nel Torino è un elemento imprenscindibile a cui Walter Mazzarri non riesce a fare a meno. Eccezionalmente contro l’Udinese il venezuelano è rimasto in panchina, ma nelle altre gare è sempre partito dal 1′ e ha giocato sino alla fine, solamente contro la Roma è uscito all’86’. Anche contro la Fiorentina si è confermato, mettendosi in mostra e confermando il suo grande momento. Ha recuperato una grande quantità di palloni ma soprattutto  si è sacrificato rendendosi disponibile ad aiutare la squadra a rimanere alta nella metà campo della Fiorentina.

CONTRO LA FIORENTINA – In alcune occasioni contro la Viola ha provato a sfoggiare il suo destro ma è stato murato dalla difesa viola. El General ha comunque raggiunto quota due reti questa stagione. E’ andato in gol contro il Cosenza in Coppa Italia e contro il Frosinone, risultando decisivo. Solo due le reti segnate dal centrocampista, ma si tratta già di uno dei suoi migliori score da quando è arrivato in Italia. A Genova Tomas ha messo a segno tre reti in altrettante stagioni. Con il Toro, invece, l’anno scorso segnò due reti.

L’IDEALE PER MAZZARRI – Anche se non è tra i più concreti in zona gol, ma è comprensibile considerando il ruolo che ricopre, si tratta di uno dei granata più grintosi. Lo testimoniano in chilometri percorsi in questo campionato: con una media di 10.871 km. E’ il granata che ha corso di più in questo inizio stagione. Anche per questo Mazzarri lo ritiene importantissimo per gli equilibri del suo gioco. Il tecnico al centro della mediana desidera giocatori robusti e rocciosi, bravi in fase d’interdizione, in modo da bloccare sul nascere gli attacchi avversari. Che siano più di strappo che costruzione. Rincon risponde sicuramente a questo identikit e già dalla scorsa stagione è stato individuato come uno degli elementi di cui Mazzarri difficilmente riesce a fare a meno, non solo per la fase d’interdizione ma anche in fase d’impostazione cerca di dare il suo contributo. Quest’anno è cambiato molto dal punto di vista del gioco ma il classe 1988 rimane un punto fermo.

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. valex - 3 settimane fa

    Fino a pochi mesi fa, a leggere i commenti qui, Rincon era uno dei più detestati e criticati. Non passava giorno che almeno dieci di noi ne chiedessero la cessione immediata. Oggi è diventato insostituibile. Mah…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rokko110768 - 3 settimane fa

    Nel Genoa Rincon giocava in una mediana a 2, dato il 343 di Gasperini. I suoi erano compiti di interdizione, rottura ed eventuale inserimento. Non di impostazione.
    Nel 352 Rincon al più può fare l’interno di quantità, in partite soprattutto difensive. Il suo posto è nel 3421 adottato in queste partite dove con Meitè forma una mediana davvero forte e fisica.
    Fuoriclasse? No. Brocco? Neppure. Le sue caratteristiche son quelle e va valorizzato in questo modo. Se torniamo al 352 serve certamente un regista basso da prendere a Gennaio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. luna - 3 settimane fa

    Per le sue caratteristiche,fa benissimo il suo lavoro, una diga a centrocampo, riesce anche a buttarla dentro.
    Se riuscisse a controllare i suoi eccessi di agonismo sarebbe il massimo, non potremmo chiedere di piú.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. alexku65 - 3 settimane fa

    Le opinioni di alcuni sono variabili quanto le fasi ormonali legate all’età. Da maledizione di Mihajloviciana memoria a Salvatore della PATRIA. Grazie WM che tra i vari non miracoli sei riuscito anche in questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Rinascito - 3 settimane fa

    Tomas e un giocatore che senza nessun dubbio ha spirito toro, magari tanti giocatori vorrebero avere la meta dello spirito di Tomas. Certamente gioca il ruolo che gli affidano, nel Genoa per esempio, Gasperini lo faceva giocare non come un mastino di guerra, sino come un giocatore piu relassato che cercava piu la fascia, ma in nostro centrocampo, non abbiamo nessun altro centrocampista che faccia pressing su ogni palla giocata, per tanto sara lui solo lui quello che faccia il compito del Mister, perche non si stanca mai … nel Amburgo gioco anche da terzino, e un lottatore nato, un giocatore sottovalutato per sua disposizione fisica, ma nella nazionale gioca pure con i piedi e la testa, mi pare che su di lui si puo ottenere tantissimo, seguo a Tomas da quando aveva 16 anni, per me e assolutamente un giocatore toro, ci dara qualcosa in piu!!! …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. michelebrillada@gmail.com - 3 settimane fa

    è il giocatore piu scarso che ho visto quest’anno in tutta la serie a serve solo a farsi ammonire facendo dei falli che si vedono da fuori dello stadio e che meritano il rosso diretto uno scarpone incapace di fare un passaggio a tre metri non parliamo di saltare l’uomo non sa neanche che cosa voglia dire e il fatto che mister (porte chiuse al fila) lo faccia sempre giocare dimostra che non capisce nulla di vero calcio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Seagull'59 - 3 settimane fa

    …ne giudicheremo il rendimento…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Seagull'59 - 3 settimane fa

    Gioca finalmente 3 partite come ci si dovrebbe aspettare da uno comprato a 9M€ e con uno stipendio netto di 1,5M€ ed è già diventato un fenomeno? In Italia, per ora, c’è libertà di pensiero: il mio è che ci rinuncio volentieri e che a fine anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. TOROHM - 3 settimane fa

    Mi piace mi sta simpatico si guadagna la pagnotta sudando e correndo più di tutti.Un vero Toro.
    Però Se si vuol stare più su del 6/7 posto ci vuole un piede molto migliore e un cervello non migliore ma più veloce.Purtroppo rallenta troppo il gioco.Bene per interdire male per ripartire.Deve correre meno lui è far correre di più la palla.Le grandi squadre sembrano veloci ma in realtà è la palla che fanno scorrere più velocemente.Se si corre tanto vuol dire che la palla l’ha l’avversario.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. bric - 3 settimane fa

    mi ricorda de ascentis, capaci di perdere più palloni di quelli recuperati… per carità, ci sarà anche di meglio in giro. non ho niente contro del general ma un po di qualità in più non farebbe male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-13814870 - 3 settimane fa

    Non merita di sicuro le critiche e prese in giro di qualcuno qui. si impegna tantissimo sempre.. e fa ciò che sa fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. ALESSANDRO 69 - 3 settimane fa

    Se tutti i tecnici lo mettono in campo vorrà dire pur qualcosa…Basta non pretendere da lui ciò che non è capace di fare..per il resto è un giocatore di quantità e se fisicamente è in forma per il centrocampo è un bel tassello….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. granatadellabassa - 3 settimane fa

    Sabato ero allo stadio e sono davvero rimasto impressionato da come pressava tutti quanti gli passavano a tiro. Davvero un mastino. Certo non ha i piedi raffinati ma in una squadra serve anche chi recupera la palla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. r.ponzon_769 - 3 settimane fa

    Nessuno più che rompe le scatole a Rincon…?
    Diamo tempo ai ragazzi e al mister, che siamo davvero una buona squadra !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy