Stadio Grande Torino: contro il Sassuolo per vincere all’esordio

Stadio Grande Torino: contro il Sassuolo per vincere all’esordio

La “nuova casa” / Impianto rinominato ed intitolato agli Invincibili: tre punti per aprire con una nota lieta questo nuovo storico capitolo

Petizione Olimpico, Stadio Grande Torino

Chiuso il capitolo Roma, il Torino è pronto a scrivere una nuova pagina che però non si limiterà questa volta a far parte del grande libro di questo campionato: la sfida contro il Sassuolo in programma domenica pomeriggio infatti, a prescindere dal risultato finale, entrerà nella storia in ogni caso. Il motivo è molto semplice: lo Stadio Olimpico a partire dal match contro i neroverdi sarà ufficialmente rinominato “Stadio Grande Torino” intitolando così l’impianto agli Invincibili caduti a Superga.

vittoria
Il Torino ha vinto l’ultimo match interno, contro l’Atalanta: sentiero da seguire

La dedica dell’impianto è passata attraverso una petizione firmata dal popolo granata, ed è successivamente stata approvata dalla prefettura: Torino-Sassuolo sarà quindi la prima partita ad essere disputata sul terreno dello “Stadio Grande Torino” ed è chiaro come, proprio per l’ulteriore importanza assunta da questo incontro, Ventura ed i suoi ragazzi vogliano onorare al meglio la sfida. Vincere all’esordio nella “nuova” casa rappresenterebbe di certo una nota lieta all’interno di questa stagione ed un solido e positivo punto di partenza sul quale costruire il futuro nel rinominato impianto.

Maratona
Lo Stadio Olimpico: a partire da domenica sarà rinominato “Stadio Grande Torino”

Le mura amiche devono tornare ad essere un fortino inespugnabile, così come i granata erano riusciti a renderlo nel corso della passata stagione: più travagliata invece questa annata, che anche di fronte al pubblico di casa ha visto Glik e compagni soccombere in parecchie occasioni e gettare al vento grandi possibilità. Prima della vittoria contro l’Atalanta, in quello che è quindi stato l’ultimo match disputato allo “Stadio Olimpico di Torino”, i granata non conoscevano infatti la vittoria casalinga addirittura dal 16 gennaio (4-2 al Frosinone): tendenza assolutamente da invertire. Bagnare l’esordio nel “nuovo” Stadio per onorare la memoria degli Invincibili e poi aprire nel migliore dei modi un nuovo ciclo, aggiungendo un’ulteriore nota positiva al grande libro della storia granata e poggiando la miglior base per il futuro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy