Torino, a Bormio inizia la seconda fase: via alle prove di 3-4-3

Torino, a Bormio inizia la seconda fase: via alle prove di 3-4-3

La seduta / Mazzarri cambia pelle al Toro rispetto alla prima settimana di ritiro. Valdifiori esce anzitempo

di Marco De Rito, @marcoderito

Walter Mazzarri ritorna al 3-4-3. Dopo la prima settimana di ritiro a Bormio, dove il tecnico ha svolto gli allenamenti provando la squadra con il 3-5-1-1, con Iago Falque a supporto di Belotti. L’allenatore è ritornato a schierare i suoi giocatori con il modulo che nel campionato scorso aveva sperimentato. La volontà è quella di avere un Toro camaleontico che si sappia adattare in base alle situazioni e agli avversari, che sappia cambiare pelle dalla cintola in su. L’unica certezza è la difesa a tre, base su cui si fonda il gioco di Mazzarri.

Rispetto alla settimana scorsa oggi si è visto provare i movimenti per un attacco composta da una punta e due esterni. Nell’allenamento mattutino l’allenatore ha utilizzato Belotti e Butic come terminali offensivi, mentre come esterni d’attacco ha provato Berenguer, Iago Falque, Parigini e Kone. Ciò si è notato, in particolare, nella partitella finale a campo ridotto disputata a ritmi intensi. Si è giocato con due squadre composte da nove giocatori ciascuna e con i calciatori che non potevano effettuare più di due tocchi consecutivi. Segnale che il tecnico granata insiste per vedere scendere in campo il suo Toro con un gioco fluido e veloce. Sempre molto alto il pressing, come esige l’allenatore toscano dalla passata stagione: l’obiettivo è quello di non fare ragionare l’avversario.

Torino, Bremer è atteso a Bormio: già completate la pratiche in Brasile

Anche gli esercizi antecedenti alla partitella sono stati incentrati sulle prove di 3-4-3. Le azioni offensive sono state provate con un punta centrale e due esterni che dovevano servirlo. Il tutto aveva come principio un giocatore che partiva con palla al piede dalle retrovie o con dei traversoni in profondità. Ancora a parte Simone Edera e Lucas Boyè, che hanno fatto dei giri di campo prima di rilassare i muscoli nella “piscinetta” a bordo campo. Unica nota negativa è lo stop di Valdifiori, il centrocampista è uscito durante la partitella zoppicando e toccandosi la coscia, la speranza di Mazzarri è che non sia nulla di grave. Adesso, l’appuntamento per Belotti e compagni è alle 16.45 per la seduta pomeridiana, sempre a porte aperte per il pubblico.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 5 mesi fa

    Ma quindi un 3-4-3 con ali offensive altre? piu’ un 3-4-2-1?

    Ljacic quando arriva?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ForzaToro - 5 mesi fa

    Fiducia in Mazzarri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Joker - 5 mesi fa

    Un gioco veloce favorisce gli attaccanti perché non da tempo ai difensori di posizionarsi ed è anche più bello da vedere per noi tifosi lasciamo lavorare il tecnico per dimostrare quello che vale in quanto lo scorso campionato ha preso in mano una squadra non fatta per lui quindi non giudicabile

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy