Torino, a centrocampo contro il Milan torna l’emergenza

Torino, a centrocampo contro il Milan torna l’emergenza

Verso San Siro / Tra infortuni e squalifiche la mediana è di nuovo ridotta all’osso

15 commenti
Baselli, Le formazioni ufficiali di Torino-Atalanta

Alla congiuntura di eventi negativi che sta caratterizzando il momento attuale del Torino, come se non bastassero i dubbi sul futuro e una stagione che non riesce a prendere la piega tanto attesa, si aggiunge anche la carenza di uomini nella zona nevralgica del gioco, il centrocampo. Squalifiche e infortuni hanno ridotto all’osso il reparto mediano della squadra di Ventura, che adesso si trova con gli uomini contati nel momento più difficile del calendario. E l’andata, la cui situazione era molto simile, racconta che le difficoltà sono parecchie.

GAZZI E ACQUAH OUT, BENASSI SQUALIFICATO – Già si sapeva della lungodegenza di Acquah, che è sulla via del recupero dalla lesione all’adduttore della coscia sinistra che l’ha tenuto fermo sin dal match con la Sampdoria. Il ghanese sarà ancora fuori contro il Milan, sperando di poter dire la sua già nella partita successiva contro la Lazio. Dovrà ancora attendere parecchio invece per il rientro in campo Alessandro Gazzi, cui sabato è stata diagnosticata una lesione tra il primo e secondo grado del retto femorale della coscia sinistra, che lo mette in rischio addirittura per il derby del 20 marzo. Il rosso mediano farà sicuramente di tutto per esserci, ma la priorità va data, ovviamente, al proprio fisico, in ottica di un recupero completo. Al quadro, di per sé poco edificante, si aggiunge la squalifica per Benassi, ammonito contro il Carpi e in diffida: un altro elemento tra i più positivi della banda di Ventura che saluta, anche se solo per una partita.

LE SOLUZIONI – Arrivato a questo punto, il Toro non può prescindere dalla presenza di Baselli e Vives, che sono consci dell’importanza delle loro prestazione, ancora di più per la mancanza dei loro comprimari. A differenza del girone d’andata, però, quando il calendario era affollato da Coppa Italia e infrasettimanali, il percorso regolare può agevolare l’uso continuo delle due colonne della mediana. Contro il Milan, poi, ci sarà ballottaggio tra Obi e Farnerud, entrambi di ritorno da un infortunio che non ha permesso loro di mettere piede in campo con continuità, anche dopo il recupero. Il nigeriano pare in vantaggio, non fosse altro per il fatto che Ventura ha scelto lui per sostituire Benassi nel match di domenica: probabile che sia lui dunque pronto a una nuova maglia da titolare, dopo quella contro il Chievo. Nodi da sciogliere, insomma, con la speranza che sabato sera scenda in campo la mediana migliore possibile.

15 commenti

15 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Cecio - 1 anno fa

    La squalifica di Benassi ci toglie l’unico elemento valido del centrocampo dell’ultimo periodo.
    Eh sì perchè Baselli non ne azzecca più una neanche per sbaglio e su Vives mi vengono in mente solo brutte parole…
    Poi ci sono Obi e Farnerud che in 2 han giocato gli stessi minuti di Prcic…

    Mister viste le assenze, non sarebbe il caso di provare qualcosa di diverso dal solito 3-5-2?
    Così per darci una botta di entusiasmo…e dai facciamola sta zingarata eh?!?!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    Emergenza a centrocampo? Sbaglio o già lo scorso anno non siamo incappati in questo problemino? Contro lo Zenith al ritorno negli ultimi 20 min. giocammo con Bovo a centrocampo, tutto frutto come quest’anno di una mercato di gennaio di disboscamento, dove si sfoltisce la rosa ma non si rinforza. Doveva arrivare un centrocampista sventolato a Natale da braccino ma che non è mai arrivato, come si dice errare è umano perseverare e diabolico ma questa società a me sembra fatta di testoni che come le macchinine a scontro continuano a sbattere sempre nello stesso punto, chi con lo stesso modulo, chi con la stessa mania di non spendere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. daunavitagranata51 - 1 anno fa

    CMQ VADA SEMPRE E SOLO FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. daunavitagranata51 - 1 anno fa

    cari tifosi tutti ci si aspettava un altro Toro in questo campionato di Sventura, purtroppo non ci resta molto da fare o da dire, unica cosa ancora disponibile è la speranza di riuscire almeno di vincere la corsa di non retrocedere in B,e che gli sbagli di questo anno ci servano da lezione per sbagliare di meno, che la Fortuna ci assista quindi cerchiamo di essere più audaci perchè solo cosi puoi essere baciato dalla Fortuna, FORZA TORO T.V.B.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. bottigliengo - 1 anno fa

    in ogni caso a milano ne faranno polpette di questo torino moscio e senza gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gian.ca_500 - 1 anno fa

      Ecco, ci mancava anche il gobbo infiltrato, non ti basta farti insultare giornalmente sul blog della Gazzetta???

      Qui duri poco anche se la tua vena masochistica è veramente incredibile…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

      Senti io non ti conosco, andiamo subito al nocciolo della questione, per chi tifi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

      COME IL BAYERN NE FARÀ DEI GOBBI!
      BAYERN UBER ALLES
      JUVE MERDA!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. bottigliengo - 1 anno fa

    pare che dagli sfasciacarrozze sia pieno di granata che cercano quel famoso specchietto retrovisore dove si vede la juve a meno cinque. Un ricordo prezioso, introvabile, non ha prezzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bottigliengo - 1 anno fa

    inizia un ciclo di ferro per la cairese. Non avranno problemi di classifica perché carpi e frosinone sono state dichiarate società non gradite da Lotito fin da inizio stagione, quindi si sapeva dall’inizio che sarebbero state fatte retrocedere per questioni di business. Ma se al posto di queste due vittime sacrificali ci fossero una samp, un palermo, un chievo un verona sono molto convinto che la formazione di Ventura vedrebbe la serie B molto da vicino, ma molto tanto. Comunque vedremo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. pupi - 1 anno fa

    A parte gli infortuni che hanno condizionato il campionato in modo evidente a cui aggiungo la scarsa vena di chi doveva trascinare la squadra (in questo senso Glik è deprimente, anche come carisma) oltre al fatto di aver collezionato errori grossolani sottoporta che avrebbero cambiato almeno 3 o 4 partite, gli evidenti errori del portiere, la cosa che risulta secondo me palese (ed è il motivo per cui Ventura si è fossilizzato su una tipologia di gioco) è la mancanza totale di giocatori con caratteristiche che possano ribaltare il quadro tattico e la gestione della partita. Addirittura c’è chi propone Acquah davanti alla difesa! Ma scherziamo! La prerogativa basilare di tale ruolo è il senso della posizione oltre ala capacità di gestire le situazioni tatticamente complicate senza travolgere sistematicamente l’avversario come accade quasi sempre ad Acquah. Oppure giocare a 4 dietro? Ma se neppure i gobbi ci riescono e l’han fatto nelle ultime partite e comunque possono sfruttare esclusivamente le ripartenze di Dybala e Pogba (perché alla fine il gran gioco di Allegri è questo). A 4 la coperta diverrebbe ancora più corta, servono qualità tecniche che non abbiamo. Poi accusare Ventura di non voler giocare con il play o con il trequartista è pretestuoso nel momento in cui quando andò via dal Milan richiese Saponara, Ilicic fuori dal progetto viola e non venduto solo per l’ennesimo infortunio di Gomez, Valdifiori (per altro era praticamente già del Toro se Sarri non fosse finito al Napoli). L’errore di Ventura è stato credere di sostituire Darmian che ti dava una spinta per 90 minuti con continuità impressionante oltre ad una fase difensiva ottima e credere che Peres possa diventare un grande giocatore! Domenica ha causato l’ammonizione di Glik con il suo cambio di campo sballato, ha fatto un fallo che a termini di regolamento poteva benissimo portarlo all’espulsione diretta quando la difesa era si era già posizionata e dove tergiversare ringhiando sull’avversario è l’ABC di un giocatore medio, senza contare come tira le punizioni e che il tiro in porta fatto nel derby è evidentemente un’eccezione visto che difficilmente prende lo specchio. Poi è spettacolare quando parte e sembra poter andare in porta da solo, il problema è che 9 volte su dieci alla fine fa la cosa sbagliata vanificando gli ottimi presupposti creati. Un fatto è scontato, a parte la classifica deprimente, il valore commerciale della rosa ora si è abbassato di parecchio. Ps: El Khaddouri si è divorato un goal alla Martinez, no alla Belotti, no all’Immobile…..beh ne abbiamo già abbastanza dei “ciccatoriciccatori” la davanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. LeoJunior - 1 anno fa

    purtroppo è così. Annata sbagliata sotto tanti punti di vista. Meno sul fronte acquisti (che alla lunga daranno soddisfazioni) molto di più su quello delle NON partenze e delle conferme. Lì forse si è sbagliato. Maksi, Glik e Perez oggi valgono almeno 15 milioni in meno. e non sono poca cosa per una squadra come il toro. Conferma che in molti casi è meglio vendere l’argenteria fin tanto che luccica …. è dura da accettare ma ne va della sopravvivenza. Il tema fondamentale sta nel fatto che lo “schema” del mister, soprattutto una volta che gli avversari lo conoscono, comporta tanta personalità e sfrontatezza. Se la stagione si mette male e hai un mix di giovani e di piedi non proprio educati … diventa insostenibile. Però non buttiamo tutto all’aria. facciamo il conto, con le debite proporzioni e aspettative, di quante squadre mantengono le promesse e i piani estivi. Solo in Italia ci sono Milan, Inter, Roma e poi alla ns portata Genoa, Samp, Udinese. E volendo allargare (in tutti i sensi!) Man Utd, Man city, Chelsea. Il calcio non è una scienza esatta, tutt’altro. Salviamo il salvabile e riprendiamo il cammino. Se il mister va cambiato lo si faccia perché c’è un progetto diverso, non perché una stagione è andata male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

      Hai ragione, non si deve cambiare per un’annata storta. Ma ho corme l’impressione che Ventura non sia in grado di dare una scossa ai ragazzi e si concentri esclusivamente sulle tattiche. Mi chiedo come mai, visto che con Cerci faceva miracoli in tal senso..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

    Che annata maledetta, fra infortuni e testardaggine del mister e mancanza di rinforzi a gennaio a centrocampo e giovani che devono crescere mi sa che la salvezza sarà già un discreto risultato quest’anno.
    Aggiugiamo i malumori e gioatori demotivati come Glik e spompati come Moretti e Vives è il quadro è fatto.
    Spero che in società stiano lavorando già per l’anno prossimo quando dovremo sostituite mezza squadra fra vecchi e partenti ( Glik Moretti Vives Gazzi Peres Maximovic Avelar Obi Farnerurd e forse Molinaro e magari Padelli )

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

      Mi scuso per i refusi ma fa finche non ci sarà la possibilità di correggere gli errori sui post saremo destinati come la nostra squadra a fare spesso di queste figure …:)

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy