Torino, Belotti non segna ma i cross scarseggiano

Torino, Belotti non segna ma i cross scarseggiano

L’analisi / La squadra di Mihajlovic è la terzultima per cross effettuati

di Marco De Rito, @marcoderito

Con la conferma di Andrea Belotti, anche per questo campionato, il Torino si prospettava una stagione ricca di gol. Negli ultimi match le reti stanno venendo meno, il “gallo” non riesce più a segnare ed anche Sinisa Mihajlovic in conferenza ha ripreso i suoi attaccanti dicendo che non li vede più incisivi.

LEGGI: Rincon, opzione mezzala: può dare una svolta alla sua stagione

E’ vero che il reparto offensivo granata non riesce a concretizzare come lo scorso campionato e che il capitano granata, dopo esser rientrato dall’infortunio, non è ancora riuscito a riprendersi completamente ma i numeri dicono che la colpa non è solo di Belotti. Il problema è, anche, che gli arrivano pochi palloni giocabili. La formazione piemontese è la terzultima squadra per cross effettuati, in Serie A. Un dato negativo considerando il potenziale offensivo che si dispone davanti.

FC Internazionale v Torino FC - Serie A

Avendo un attaccante come il “gallo”, 134 cross, di cui 80 utili e 54 sbagliati, sono troppo pochi. Il punto forte dell’attaccante bergamasco sono sempre stati gli inserimento ed i colpi di testa ma, nonostante sia innegabile che non sia ancora in forma, senza palle giocabili non riesce ad essere incisivo. La squadra di Mihajlovic deve puntare di più sul gioco sulle fasce disponendo di ottimi elementi di spinta. Belotti è un patrimonio che il Torino deve cercare di risaltare e quindi, i granata devono utilizzare di più l’arma dei cross per far ritornare il capitano a bucare la rete.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. BAVARO GRANATA - 1 anno fa

    La maggior parte dei cross l’altro anno arrivavano da barreca e Zappacosta ………..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. wToro - 1 anno fa

      Verissimo, soprattutto da Zappacosta Belotti l’altr’anno ha fatto un sacco di gol.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 1 anno fa

    Mi ero ripromesso di starmene zitto per un po’, per lo meno fin quando non se ne va l’egregio Signor Sinisa Mihalovic.

    Articoli come questo confermano i leciti sospetti che il nostro comandante non la racconti giusta durante le conferenze stampa: come si fa a prendersela con gli attaccanti quando palle buone non arrivano e gli attaccanti spendono la maggior parte del tempo a cercar palloni buoni (da metacampo in giu’) e fare a sportellate con gli avversari?

    Ma che cosa contano nell’entourage dell’allenatore?

    Cordialmente,
    sempre e solo forza toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy