Torino, Cairo: “Ho visto un buon Toro. Ripartiamo da Mazzarri, Belotti e non solo”

Torino, Cairo: “Ho visto un buon Toro. Ripartiamo da Mazzarri, Belotti e non solo”

Il presidente del Torino è intervenuto a Radio Anch’io Sport: “Europa? Il problema non sono stati gli investimenti”

di Redazione Toro News

SEGNALI POSITIVI

SSC Napoli v Torino FC - Serie A

È un Urbano Cairo a tutto tondo quello che si racconta a Radio Anch’io Sport, trasmissione in onda Rai Radio 1. “Spintarella involontaria alla Juventus? Mi sembra un’analisi parziale. Il Napoli l’aveva già bloccata la Juventus a San Siro e poi la Fiorentina. Ieri era un epilogo ormai scontato. Non credo che il Napoli avrebbe avuto molte chance anche battendo il Toro”. Una prestazione positiva quella messa in campo dalla sua squadra: “La cosa positiva è che ieri ho visto un buon Toro. Dopo un primo tempo difficile, la squadra è uscita bene nel secondo tempo. Giocando in modo ottimo e facendo due gol e alla fine c’era forse un rigore, non so se fosse un episodio da Var. Bene il Toro, bene il pareggio ma in ogni caso il campionato era già concluso“.

L’Europa League, obiettivo conclamato di inizio stagione, è sempre più lontano. Non mancano i rimpianti: “Europa? Il rimpianto è maggiore adesso – continua Cairo – perché in Europa ci vai a 62 punti facendo due conti, e a noi ne mancherebbero 14 ma anche 2 partite. Il che vuol dire che abbiamo buttato 10 punti in partite abbordabili. Per dire, abbiamo lasciato 5 punti al Verona. Adesso dobbiamo pensare al futuro e a fare una squadra all’altezza per il nostro Mazzarri che ha dimostrato di essere in grado di mettere in campo la squadra in maniera ottima”.

67 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Simone - 5 mesi fa

    Trovo penoso dire che benassi non fosse interessato a rimanere visto il dispiacere da luì palesato prima durante e dopo il suo trasferimento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 5 mesi fa

      Non voleva rimanere dopo che qualcuno gli ha detto che era la quarta scelta… diversamente sarebbe rimasto eccome.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. steacs - 5 mesi fa

        Con dei nomi titolari di un certo livello, manco avessimo avuto il centrocampo titolare del Real Madrid

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Maruzza44 - 5 mesi fa

    Caro Presidente ti ho sempre sostenuto. Sei un bravissimo imprenditore, ma anche un gran venditore di fumo. Partiamo da Belotti : ha giocato 26 partite intere, 4 spezzoni (uno l’ultimo x scelta tecnica) e saltato per infortunio 6 partite. Quindi non 3 mesi,ma meno di due : bottino 9 reti di cui 5 tra Cagliari e Crotone e ben 1 assist. Passiamo ai 45 ml spesi (quasi tutti male) : giusto se consideriamo anche gli acquisti di Milinkovic, Lyanco e il costo comprensivo di riscatto di NKoulou. Però caro Presidente a fronte ci sono state le cessioni di Zappacosta (30 ml.), Benassi (10 ml. ? forse 12) e raccimolato ancora qualcosa con cessioni minori. QUINDI PARI e PATTA. Ma il tesoretto di una cinquantina di milioni che c’era ad inizio stagione dov’è finito ? Dai Presidente tu sei molto in gamba e furbo, ma noi tifosi proprio scemi non lo siamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 5 mesi fa

      Devi aggiungere anche la vendita di jeans sono e Martinez al bilancio altri nove milioni…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 5 mesi fa

        Jansson

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

          E peres e maksimovic che sono stati formalmente ceduti nel 2017

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 5 mesi fa

            Anche! è vero.

            Mi piace Non mi piace
  3. claudi_82 - 5 mesi fa

    Scusa Prawda, e premetto non sono un “Cairota”, ma un po’ di buon senso mi piace usarlo:
    – Vero sulla competenza delle uscite, ma che c’entra ? sono soldi spesi, e visto che sono oggettivamente stati spesi male, c’e’ necessita di recuperare i soldi persi, mi pare sana gestione aziendale.
    – Vero che probabilmente per Cairo l’obiettivo della società FC TORINO e’ fare utili, ma dove e’ il problema ? chi butta soldi cosi tanto per fare ? Pero’ credo che gli utili vadano di pari passo con i risultati sportivi, migliori sono questi ultimi piu’ alti sono gli utili, quindi penso ci sia tutto l’interesse da parte della governance granata di avere risultati sportivi i migliori possibile.
    – Sono nel mondo del calcio da 35 anni, e credo sia insensato dire che non ha speso nulla, e’ solo ripartito dalla B, fatti una squadra e tutto il contorno, dalla gestione amministrativa ai campi di allenamento a tutto cio’ che ruota intorno ad un club professionistico PARTENDO DA ZERO, poi dimmi quanto spendi vai, l’unica cosa che non ha pagato e’ stato il titolo sportivo, ok, ma tutto il resto e’ costato milioni.
    – La serie A all’estero interessa, vero non come la premier o la liga, proprio per questo, proprio perchè i presidenti vogliono fare utili che sanno perfettamente che devono migliorare il prodotto per renderlo piu’ appetibile, poi oh non e’ che guardare newcastle swansea sia tanto meglio che Torino Sassuolo eh !
    – Vero Mazzarri ha fatto gli stessi punti, ma oggettivamente non vedere sostanziosi cambiamenti nell’organizzazione di gioco mi pare voler gurdare per forza col prosciutto negli occhi, questo non vuol dire che ora il Toro e’ perfetto e che va tutto bene ma che la strada sia buona si !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawda - 5 mesi fa

      Io rispetto le opinioni di tutti e non ho mai pensato di avere la verita’ in tasca. Pero’ vi sono dei dati di fatti che potranno non piacere ma da cui non si puo’ prescindere.
      – la competenza di una posta in un bilancio e’ fondamentale, non si possono confondere entrate ed uscite di competenze diverse, per cui i costi di Rincon e Niang li vedremo nel 2018 con il prossimo mercato e sono certo che Petrachi lo chiudera’ in attivo come sempre, per il momento l’unico dato certo sono i 53M di attivo del mercato 2017.
      – Il problema e’ che l’obiettivo di una squadra di calcio non e’ fare utili ma risultati sportivi, la sostenibilita’ economica e’ una dato di fatto da quando il Torino e’ tornato in serie a e non per merito di Cairo ma unicamente grazie al Decreto Melandri. Il resto della storia recita di bilanci chiusi sempre in attivo e risultati sportivi oggettivamente mediocri. Non e’ vero che con risultati sportivi migliori gli utili crescano, anzi spesso avviene il contrario ed e’ proprio la ragione per cui il Torino e’ ancorato alla meta’ classifica, nessun rischio ma utili sicuri.
      – Il Torino e’ partito dalla serie b ma Cairo lo ha rilevato a costo zero ed era un brand non certo da poco conto e non ha fatto investimenti. Non solo non e’ insensato sostenerlo ma lo dicono i bilanci basta aver voglia di leggerli e capirli. Prova solo a calcolare quanto sarebbe costato in termine di costi pubblicitari avere la visibilita’ che ha avuto. Il titolo sportivo invece come i trofei, quello che restava, lo ha rilevato per circa 1M di euro dal tribunale fallimentare; ma soprattutto se calcoliamo anche i ripianamenti di bilanci il Torino e’ stato un investimento spettacolare per Cairo, molto meno lo sono stati i risultati sportivi, a gia’, e’ vero, quelli non interessano Cairo ed a leggere alcuni commenti nemmeno ai tifosi.
      – La serie a all’estero non interessa e te lo dico vivendo da anni all’estero. Il problema e’ che un campionato dove sai gia’ chi vince alla prima giornata, con valori tecnici oggettivamente bassi, e’ un prodotto per nulla appetibile e molto difficile da vendere.
      – Ribadisco la mia opinione, un allenatore come una squadra si giudica dai risultati e quelli di Mazzarri sono mediocri. A questo si aggiunge che il gioco e’ oggettivamente modesto, sono andato a vedere con mio figlio la partita con la Lazio e siamo stati presi a calci per 90 minuti, se non e’ finita 3 /4 a 0 e’ stato solo per gli errori dei laziali e le parate di Sirigu. Io comincero’ a dire che la strada e’ buona quando non saremo a undici punti dalla settima a due giornate dalla fine, il Torino e’ ben lontano dall’essere perfetto, e’ semplicemente mediocre e la posizione in classifica rispecchia perfettamente il valore di questa rosa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. steacs - 5 mesi fa

        Certo che spiegare bilanci a chi non sa la differenza tra costi/ricavi e attivita/passività è un lavoraccio.
        Lascia stare qui ci sarebbe gente a difendere Cairo anche se finissimo in B dicendo che è colpa dei tifosi che non riempiono lo stadio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. steacs - 5 mesi fa

      Uno dell’82 che è nel mondo da 35 anni?
      Da quando avevi un anno?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 5 mesi fa

        Beh, anche lì dipende quale strumento usi per misurare… Se il parametro è la vita vissuta come tifoso granata e quindi a una fede calcistica, è vero quello che dice, però la realtà è ben diversa….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. steacs - 5 mesi fa

          Beh se poi contiamo che ogni anno di Cairo vale 7 come le vite dei Cani allora si che siamo longevi!!! 😉

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

            Sì ma 7 sono le vite dei gatti ah ah ah

            Mi piace Non mi piace
  4. prawda - 5 mesi fa

    A leggere le interviste di Cairo si e’ sempre in dubbio se a parlare sia il presidente di una squadra di calcio oppure un grande imbonitore. Come e’ sua consuetudine spara cifre senza senso ed ovviamente dimenticando sempre le entrate:
    – Niang e Rincon saranno di competenza del prossimo bilancio (2018) in questo momento sono due prestiti con obbligo di riscatto, quindi finiranno nel calderone del prossimo mercato che parte con la necessita’ per Petrachi di vendere proprio per coprire questi costi.
    – il mercato 2017 si e’ invece chiuso con un attivo astronomico, +53M, il maggiore di tutta la serie a, per cui se vi fosse stata la volonta’ di migliorare la squadra le risorse erano piu’ che disponibili e senza che Cairo ci mettesse un euro di suo, ipotesi peraltro fantascientifica; situazione che conferma se mai servisse dopo 13 anni, il vero obiettivo societario, semplicemente fare utili senza alcun interesse ai risultati sportivi.
    – Il bilancio 2017 si chiudera’ largamente in attivo e a breve si sapra’ anche di quanto; la gestione di questo utile fara’ probabilmente capire molto di piu’ sulle reali intenzioni di Cairo, sicuramente di piu’ rispetto a queste pseudo interviste.
    – Cairo non ha salvato nulla, dopo il fallimento per poter ripartire dalla serie b sono intervenuti i lodisti, l’alessandrino ha aspettato per prendere i cocci a costo zero.
    – La serie a all’estero ha un interesse quesi nullo, sicuramente viene di gran lunga dopo la Premier, la Liga, la Bundesliga, se la gioca a fatica con i francesi e questo lo dico vivendo da anni all’estero. La parte sul campionato italiano e’ poi veramente spassosa ed e’ un maldestro tentativo di vendere l’invendibile; d’altra parte quale interesse puo’ avere un campionato dove lo spettacolo e’ oggettivamente penoso, il livello tecnico bassissimo e si sa gia’ sin dall’inizio chi vincera’. Onestamente chi guarderebbe una partita del Torino se non per il tifo per questi colori, chi non e’ tifoso ben difficilmente arriverebbe al 20 minuto senza cambiare canale.
    – Infine Mazzarri tanto decantato da Cairo e quasi beatificato da TN, ha ottenuto sostanzialmente gli stessi punti di chi lo ha preceduto, personalmente non ho visto alcun miglioramente sotto l’aspetto del gioco, la squadra parte 20 metri piu’ indietro e schieria almeno cinque difensori, Fabbri e Rocco erano due offensivisti al confronto, ma soprattutto alla fine del girone d’andata il Torino era decimo ma a 2 punti dal settimo posto ora e’ sempre decimo ma a undici punti, dodici contando gli scontri diretti dal settimo posto. Parlare di miglioramento con Mazzarri mi pare davvero un ossimoro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

      Ciao Prawda. Al tuo confronto io sono un Cairoboys ah ah ah. Condivido molto come sempre, tranne forse la parte su Mazzarri. Certo i numeri non sono a suo favore rispetto all’ex tuttavia non è la stessa cosa avere una squadra in mano sin dalla preparazione estiva e averla a campionato in corso. Penso inoltre che Mazzarri, forse proprio a differenza di Mihaijlovic, abbia capito subito o quasi che la squadra aveva lacune evidenti e, infatti, sembrerebbe prepararsi ad un intervento significativo sul mercato. Ti dirò, non mi stupirei se puntasse anche i piedi vedendo che la società, come probabilmente accadrà, si muoverà con la consueta parsimonia ed effettuando cessioni eccellenti perché “il Toro ha un fatturato nettamente inferiore alle big” ecc.ecc.ecc. Per il resto ciò che hai scritto è inconfutabile numeri alla mano. Approposito di numeri non ho ancora beccato articoli sul bilancio 2017, a te è capitato?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 5 mesi fa

        Ciao Granatiere, non ho ancora visto i numeri ma direi che saranno davvero molto buoni. Sono proprio curioso di vedere dove li fara’ finire, io credo che questa volta andranno a UT e non a patrimonio, ma e’ una mia idea. E’ vero che Mazzarri non ha avuto la squadra dall’inizio ma e’ oggettivo che abbia ottenuto risultati modesti. Io non dico che sia peggio di Mihajlovic, dico che alla fine ha fatto numeri persino peggiori, per cui non capisco perche’ il primo sia stato preso a calci ed il secondo sia uno stratega. Sono andato a vedere la partita con la Lazio perche’ ero in Italia ed e’ stata terribile, siamo stati presi a calci per 90 minuti, non abbiamo fatto una azione in tutta la partita. Sulla gestione poi Mazzarri puo’ puntare anche i piedi di Frustalupi ma tanto alla fine si ritrovera’ probabilmente senza Belotti e con le scommesse di Petrachi e prendendo 2M di ingaggio alla fine vedrai che dira’ che sara’ stato un ottimo mercato come chi l’ha preceduto. Questa squadra per questioni anagrafiche e tecniche avrebbe bisogno di decisi interventi ma richiederebbero investimenti che Cairo non fara’ mai, per cui altro giro, altra corsa e nuovo campionato da ottavo/decimo posto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

          Posso capire che i risultati di Mazzarri non siano stati esaltanti tuttavia voglio credere che possa migliorare. Fino all ultimo lo sperai anche per Mihajlovic ma il cambio era inevitabile. Fortunatamente il calciomercato è vicino. Quest anno non mi faccio nessuna illusione, cairo e petrachi non mi fregano più. Aspetto disilluso il solito mercato fatto di plusvalenze e scommesse a basso prezzo. D altronde petrachi sa fare solo questo, non è nelle sue corde trovare giocatori utili, al massimo sa trovare giocatori che gli utili li fanno fare

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. steacs - 5 mesi fa

          Grande Prawda, ci hai preso in pieno, anche io vivendo all’estero vedo che la serie A ormai ricorda la Ligue 1 di un po’ di anni fa, livello mefiocre e dsi risultati scontati.

          Pochi mesi e il bluff Cairo sara smascherato: bilancio e calciomercato ci diranno quello che è!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 5 mesi fa

      É di sicuro un imbonitore. Somiglia per certi versi a un Berlusconi, ma a differenza sua non ha il pathos… È neppure i soldi, anzi di sicuro non li vuole spendere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13793800 - 5 mesi fa

    Presidente dopo 13 anni contano solo i fatti.
    Basta parlare e dire cose inutili.
    Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. prawn - 5 mesi fa

    Cairo te ne devi stare zittooooooo e vergogna!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. alètoro - 5 mesi fa

    L’assoluta incompetenza dal punto di vista tecnico del patron Cairo negli investimenti effettuati al TORO è oggettiva e quindi sotto gli occhi di tutti gli addetti ai lavori, ossia media, gli organi di informazione in genere, e gli stessi tifosi.
    La stagione agonistica che volge al termine ha ampiamente documentato i clamorosi flop di Rincon, riscattato dai gobbi al prezzo macroscopico di 9 milioni e purtroppo, loro se la ridono per il “pacco” rifilatoci e il riscatto obbligatorio alla cifra folle di 15 milioni al MIilan dell’ indisponente Niang.
    Anche Berenguer si è rivelato inferiore alle aspettative di Società e tifosi. L’abilità manageriale di Cairo nell’editoria nazionale non ha assolutamente riscontro nella scarsa oculatezza per gli investimenti compiuti nel calcio. Credo che durante il mercato estivo dello scorso anno, Cairo abbia indovinato, sotto l’aspetto tecnico, soltanto l’acquisto dell’ottimo Sirigu, auspicando che nel prossimo mercato estivo l’incombente Napoli non lo sottragga al TORO.
    Personalmente credo che il DS Petrachi sia sostanzialmente un buon dirigente, maggiormente abile a generare plusvalenze economiche su input diretto della proprietà piuttosto che a scovare talenti sconosciuti, come invece è capace il collega fuoriclasse Tare alla Lazio come nel caso della scoperta di Milinkovic Savic.
    Tuttavia occorre considerare che, per ragioni di “tirchieria” del budget imposto da Cairo, che la rete scouting di osservatori del Toro è piuttosto modesta e a causa dello stesso ristretto budget Petrachi opera con i mezzi economici posti a disposizione dal parsimonioso Cairo, il quale rimane comunque assai limitato per allestire una squadra davvero competitiva per collocarsi tra le prime sei squadre della nostra Serie A.
    Infine il Direttore General Comi è, a mio parere, il classico yesman con modesta competenza organizzativa quale il ritiro estivo pre-campionato e un ruolo di rappresentanza che chiunque tifoso del TORO sarebbe in grado volentieri di rivestire in occasioni di cene lautamente rimborsate dalla Società.
    Beato lui, ex modesto attaccante del Toro, pupillo di un patron incompetente per determinate scelte del suo staff quale appunto il peso massimo Comi…
    Comunque e sempre Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vittoriogoli_549 - 5 mesi fa

      Tutto vero

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. luna - 5 mesi fa

    Credo che il Presidente quest’anno sia il primo dei delusi dai risultati, per le premesse e le ambizioni d’inizio campionato.
    Il Torino in questi anni è risorto dalla macerie di folli e spregiudicate gestioni, sono stati anni veramente duri, è vero aspettiamo da anni di confrontarci ad armi pari con le prime della classe, io personalmente preferisco una crescita fondata su solide basi, dobbiamo riconoscere che la nostra società è tra le poche con il segno positivo in tutti i settori.
    Quando arrivò Ventura la mia sensazione fu positiva circa la volontà di Cairo di ricostruire, l’errore (forse innescato dalla fame di vedere un gioco da Toro) è stato quello di prendere Miha e assecondarne le idee, due errori fatali per l’insuccesso della stagione e sopratutto l’arresto dell’evoluzione positiva.
    Auspico in una rivincita morale e d’immagine del Presidente, basta veramente poco il grosso è stato fatto incluso l’arrivo di Mazzarri.
    5 acquisti di valore e non ci limiteremo alla qualificazione in E.L. ma potremo puntare alla finale, con il lavoro ed i sacrifici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FanfaronDeMandrogne - 5 mesi fa

      Se bracciamozze dovesse per caso leggerti, un contratto da “dirigente yesmen” alla FC Cairese non te lo toglie nessuno…!!! 😀

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. luna - 5 mesi fa

        Magari è già in essere!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. FanfaronDeMandrogne - 5 mesi fa

          …non stento a crederlo…!!!

          ..i “presupposti” ci sono tutti…!!! 😀

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. FanfaronDeMandrogne - 5 mesi fa

    …azz…!!!

    Non vedo l’ora di vedere “il Toro più forte degli ultimi 50 anni (facciamo 100, veh…!!!)”, gli “acquisti sottotraccia e a fari spenti” del “re” dei DS (il nostro…!!!), la girandola di nomi e cognomi alla “Comm. Borlotti, presidente della Longobarda”, nonchè le cessioni cne relative plusvalenze cash in saccoccia a bracciamozze…!!!

    Estate calda….ma che dico, torrida, per la FC Cairese…!!! 😀

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FanfaronDeMandrogne - 5 mesi fa

      P.S.: “Mi sono lanciato nel calcio perché è una grande passione. Da ragazzino lo è stato sempre, anche quando giocavo. Ricordo mia madre, lei che era una donna prudentissima e amava il Toro mi ha spinto a prenderlo in un momento difficilissimo. Lo abbiamo salvato. Possiamo farcela tutti insieme, non è un mondo facile ma lavorando bene si possono fare ottime cose”….!!!!!!

      Costui non ha nè ritegno, nè vergogna: come direbbe il Principe Antonio De Curtis, in arte Totò: “bracciamozze, ti cecherei un occhio”…!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

    Il presidente quando parla di soldi spesi dimentica sempre quelli incassati…però in effetti ha ragione, quest’anno probabilmente il Toro ha speso molto, purtroppo male a giudicare dai risultati…io rimango dell’idea che sia soprattutto il DS a dover cambiare registro. Il bilancio del Toro è sano, credo sia ora che si cerchi di fare la campagna acquisti/cessioni pensando a ciò che serve alla squadra e non a potenziali plusvalenze future. In tutti i lavori e le professioni ci sono cose in cui si è più bravi ed altre meno. Zeman è un asso nella fase offensiva ma un disastro in quella difensiva, un attaccante può essere bravo di testa ma un po carente palla al piede, un idraulico può avere maggiori capacità in determinati tipi di impianti e magari essere più carente in altri. Noi abbiamo un DS fortissimo nell’acquisire giocatori a basso costo e rivenderli a peso d’oro al momento giusto. Se ricordate la sua intervista dopo l’intervista di Ventura appena nominato CT capirete cosa voglio dire. Petrachi parte dall’assunto che un DS deve far risparmiare la propria società e saper rivendere ad ottimi prezzi i giocatori acquistati. Tutto questo a prescindere dall’effettiva validità o utilità dei giocatori. Secondo me questa impostazione non porta da nessuna parte. Ora occorre veramente spendere il giusto ma per giocatori che ti devono risolvere i problemi tecnici che hai. Questo non vuol dire svenarsi per un giocatore ma vuol dire migliorare il tuo scouting, saper trovare l’elemento che ti serve ed acquisirlo anche con qualche sacrificio, senza pensare all’eventuale plusvalenza futura, anche perché un giocatore potrebbe andare a formare quello zoccolo duro che nel corso del tempo può portarti ai risultati. Prima era normale che il Toro non potesse fare voli pindarici. Fino a cinque anni fa il bilancio era sempre in perdita, bisognava stringere i denti. Ma ora questo discorso non regge più. Le risorse ci sono e ci saranno ancora perché molti giocatori hanno mercato ed a cifre importanti, se proprio ci fosse bisogno di uno/due sacrifici. Però occorre poi individuare sostituti adeguati e completare la rosa. Mazzarri non ama avere molti giocatori dunque anche sugli ingaggi si potrà risparmiare qualcosa. Giugno è vicino, farà caldo, non dovrebbero esserci problemi a verificare se il re è nudo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 5 mesi fa

      Analisi che condivido, manca una parte, se questo DS é limitato a ció che dici, allora é il momento di cambiare DS.
      Non mi pare che abbiamo Ferguson e siamo il Manchester Utd, indi per cui, grazie a Petrachi (come a Ventura in passato) per quanto di buono ci hanno dato (senza citare i rovesci della medaglia) e avanti con qualcuno che ci faccia fare un salto di qualitá.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

      Ciao Fratello di fede e di terra.
      Condivido ciò che scrivi.
      A mio parere il valore di un DS lo vedi quando scova a prezzi bassi dei giocatori che poi si rivelano degli assi.
      Facile comprare adesso i milinkovic savic dalla Lazio, il difficile è prenderli quando non sono nessuno ed in questo Tare è un fuoriclasse, ma purtroppo lavora per la Lazio. Se devo fare un bilancio del nostro DS credo che per le possibilità economiche che ha avuto abbia operato discretamente bene. Non imputo a lui l’acquisto di Niang, mentre l’acquisto di Berenguer è tutta farina del suo sacco come quello di Sirigu N’kolou e Ansaldi.
      La cessione di Zappacosta a quelle cifre era doverosa (sta comunque facendo panca nel Chelsea), quella di benassi voluta ed avallata da Sinisa.
      Adesso vedremo chi e cosa arriverà (non sono molto fiducioso lo sai) sinceramente spero non Maggio dal Napoli.
      Fvcg

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

        Ciao fratello e ciao steacs. Su Niang non sono del tutto d’accordo e per due motivi: 1) è stato acquistato quando i milioni di Zappa erano in saccoccia altrimenti non sarebbe mai stato acquistato,con buona pace di Sinisa, infatti petrachi si era già cautelato con berenguer. 2) le quotazioni di Niang fino a metà della stagione precedente erano molto più alte, tra i 25/30 milioni, dunque Petrachi, in realtà, era probabilmente convinto di fare un affare dei suoi a prezzi accettabili. Se guardo al passato, al fatto che la società sia sana, posso ritenere soddisfacente il suo operato però ora c’è una fase nuova…persino l’orbo delle merde ha degli uomini mercato che potrebbero fare i ds in tante società (paratici) eppure lavorano in team. Il nostro DS è notoriamente un lupo solitario, forse anche e senza motivo presuntuoso…quest’annata sprecata può essere un modo per fare un pò di sana autocritica, senza andare a cercare persone terze che ormai non ci sono più…altrimenti non sono i ds che mancano in Italia…certo se l’esordio è Maggio non c’è molto da stare allegri

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. steacs - 5 mesi fa

          Aggiungo una cosa, siamo senza obiettivi praticamente da 6 mesi, il DS e il suo portafoglio sempre chiuso hanno avuto e hanno tutt’ora TUTTO il TEMPO per imbastire i fili giusti del mercato, senza fretta e ansia, abbiamo giá l’allenatore del prossimo anno, la rosa é stata giá valutata, i soldi in cassa ci sono…

          Che altre condizioni favorevoli aspettiamo?

          Se non faranno nulla di “eclatante” in sede di mercato quest’anno non lo faranno piú e per quanto mi riguarda dopo aver abbandonato lo stadio abbandoneró anche il vederlo in TV, aspettando qualcuno a cui interessi veramente qualcosa di questa squadra, sono stanco di essere preso per il CUL0.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. steacs - 5 mesi fa

        Berenguer credo possa fare ancora bene per Niang parla il suo CV, concordo che fosse solo una operazione plusvalenza (o un favore a qualcuno), non è detto che non faccia plusvalenza comunque perché le quotazioni in generale sono in aumento (non le sue), peró sulla qualitá c’è poco che sperare, almeno io proprio non la vedo, come non c’è in buona parte della rosa attuale (molinaro, validifiori, acquah, de silvestri, ecc ecc).

        Le cessioni e gli acquisti passano tutte dalla societá, l’alibi di Miha serve solo a giustifcare le operazioni sbagliate…
        Quindi se Edera diventerá un fenomeno è grazie a Miha che l’ho fatto debuttare?
        La societá ha comprato Niang e Rincon vendendo Benassi e Zappacosta, non Miha, altrimenti il DS a cosa serve scusa?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

          Ma infatti questa storia di Mihajlovic non sta ne in cielo ne in terra. Il mister da indicazioni, come lo farà Mazzarri, sta al ds tradurre queste indicazioni in giocatori compatibili con le risorse societarie. Diciamoci la verità: quando niang giocava nel Milan di Mihajlovic il suo valore era tra i 25/30 milioni. Il buon petrachi ha pensato di fare una operazione alla n’koulu. Compro niang alla metà del valore che aveva con lo stesso allenatore e poi, grazie a Mihajlovic, alla fine varrà il doppio di quanto lo pago. Purtroppo non sempre ti va…n’koulou. Aggiungo che, a parte niang, gli altri giocatori “espressamente” voluti o trattenuti da Mihajlovic (falque, lijaic, edera, de Silvestri, rincon) sono tenuti in altissima considerazione anche da Mazzarri…usando gli stessi termini di ragionamento al contrario finisce che Mazzarri dovrà andare a ringraziare Mihajlovic perché gli ha fatto mezza squadra

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

            Che Niang lo volesse Sinisa mi sembra innegabile.
            Poi non so, non sono nelle segrete stanze ma dalle parole sentite dalla viva voce di Sinisa ” sto aspettando la risposta di un mio ex giocatore”….
            Tutti pensavano a Paletta ed invece…

            Mi piace Non mi piace
          2. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

            Assolutamente fratello. Certo che lo voleva. Però quella risposta era proprio di paletta perché un paio di giorni dopo proprio miha disse che quella risposta non era arrivata e quindi il discorso era chiuso. Mettiamola così: miha voleva sicuramente niang ma petrachi lo ha preso perché ha ritenuto potesse essere un affare. In fondo è come l’operazione liaijc: pagato 8 milioni con una clausola per l’estero di 25 e una quotazione attuale intorno ai 13/15. Solo che liaijc qualcosa la sta facendo, niang purtroppo no

            Mi piace Non mi piace
      3. Luke90 - 5 mesi fa

        Detto che a me non piacciano ne Petrachi ne Miha, è difficile pensare che una volta sola nella storia “Cairese” un allenatore chieda un giocatore costoso e questo gli venga preso (magari perché i soldi li hai che poi è ciò che veniva sempre rimproverato i)? Ma davvero qualcuno avrebbe scommesso su Niang nota la sua storia non solo calcistica? E poi non è da Toro, almeno in questo momento, prendere un giocatore da 17Mil pensando di fare un affare … a mio giudizio è stata una scelta, come se ne fanno tante, che non ha dato i risultati attesi così come pensare che Belotti si potesse ripetere…
        valutazioni sbagliate … di tutti o quasi L’allenatore chiede e se si può lo si accontenta e il DS, in questo casi, deve cercare di comprare al meglio come capita in tutte le aziende del mondo .. se io voglio un prodotto mica è colpa della proprietà (che manco capisce cosa sto comprando) se compro un prodotto di basso livello e l’ufficio preposto (il DS), se io voglio proprio quello, deve comprare il mio prodotto al meglio. Se assumi una persona inadeguata mica è colpa della proprietà … la responsabilità è di chi l’ha valutata… o di chi l’ha voluta… almeno così funziona nella mia azienda … ma non siamo una squadra di calcio .. e qui mi si insegna che una squadra di calcio non funziona cole le altre aziende

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

          Ciao Luke, è un po che non incrociamo le spade (ovviamente scherzo). Niang nel Milan di Miha stava giocando bene e le sue quotazioni erano salite, poi si è perso (come n’koulou o come liajic se vuoi) quindi non era del tutto una scommessa. Se al Toro fosse arrivato il Niang della prima parte di stagione del Milan di Miha penso che avremmo avuto nei suoi confronti giudizi diversi. Resta il fatto che Petrachi ha sempre dichiarato di capire subito quando un giocatore può avere la stoffa giusta dunque definirlo “ufficio preposto” per gli acquisti mi sembra riduttivo del ruolo perché a quel punto basterebbe una segretaria qualsiasi, magari più carina. Posso condividere la tua opinione su Cairo a cui non si può certo pretendere la competenza sulla scelta di un giocatore ma esonerare il DS da responsabilità oggettive non mi sembra corretto. Anche perché si parla sempre e solo di Niang come errore madornale di Miha ma non si capisce perché invece gli altri acquisti più o meno indovinati dovrebbero essere merito solo di Petrachi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. steacs - 5 mesi fa

    Bravo Urbano: gli diamo 6 punti SICURI l’anno, ci facciamo buttare fuori dalla CI senza che si debbano impegnare, fermiamo le concorrenti quando possiamo, compriamo gli scarti, l’anno scorso Rincon e magari quest’anno un De Sciglio o uno Sturaro, niente altro?
    L’importante é che assecondino i tuoi veri affari, fuori dal Calcio.

    Praticamente siamo un SASSUOLO, ci scansiamo con il Venaria e facciamo sudare le altre con gli scarti di Mamma Giuve.

    Sempre piú contento di questa societá, certo la migliore degli ultimi 20 anni, non c’è che dire!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Forvecuor87 - 5 mesi fa

    Inutile fare chiacchiere su chiacchiere è ancora chiacchiere o incazzarsi all’inverosimile.
    Se si hanno ambizioni obbiettivi concreti si sa che i pezzi buoni vanno assolutamente tenuti in squadra se invece l’obbiettivo è fare cassa per poter poi investire su nuovi elementi o scommesse chiamateli come volete continuiamo esattamente come abbiamo fatto fino ad ora. Poi non facciamo i soliti è chiaro che un Barreca, un Edera un Nkolou un Sirigu ecc.. vogliano ambire a lottare per qualcosa di importante o comunque sia stimolante. Comunque sia inutile svenarsi vedremo come ogni anno cosa succederà anche se il copione è sempre lo stesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. sempre_toro - 5 mesi fa

    Ormai si conoscono le parole della società ogni fine campionato.
    Più o meno, sono sempre le stesse….. siamo delusi, ci abbiamo provato, partiamo per un progetto interessante ed in fine … daremo i giocatori di cui ha bisogno il tecnico.
    Poi si spendono 30 ML per “giocatori” scarsi , che altre squadre erano pentite di avere e si vende l’unico giocatore di fascia che sapeva fare il suo lavoro con tanto di cross e tiri da fuori, dimenticando che solo la vendita di ZAPPACOSTA ha coperto gli acquisti dei funambolici fenomeni di NIANG (che per depennare il suo acquisto , bastava guardarlo 2 volete giocare la stagione antecedente), BERENGUER (che se fosse stato un fenomeno vero , il Napoli non lo avrebbe lasciato a noi) e RINCON (ex gobbo ed imbarazzante tecnicamente ).
    Ora veniamo ai giocatori di cui dovremmo ripartire e anche qui son dolori ….. BURDISSO, MORETTI, MOLINARO, VALDIFIORI, ACQUAH, OBI come GIOCATORI hanno fatto il loro tempo , in merito a BELOTTI mi permetto di dargli ancora il beneficio del dubbio , BASELLI e DE SILVESTRI sarebbero una buona riserva , in avanti rimangono LJAJIC, FALQUE che sono buoni giocatori.
    Rimangono LYANCO, BONIFAZI, EDERA, BARRECA, ANSALDI (che è in prestito),VANIA M.SAVIC , SIRIGU e N’KOULOU , direi che su questi si può costruire una squadra, ma bisognerebbe comprare almeno 5 giocatori di livello e non credo la presidenza abbia voglia nemmeno di pensarci.
    Quindi il prossimo anno a gennaio saremmo, come sempre, già fuori dai giochi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. marcocalzolari - 5 mesi fa

    La campagna acquisti di Mihajlovic è stata da mani nei capelli. Mazzarri è un allenatore serio ed equilibrato, spero sappia indirizzare il presidente verso giocatori e uomini da Toro. Ho grande fiducia per l’anno prossimo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Forvecuor87 - 5 mesi fa

      Mihajlovic avrà fatto tutti gli errori di questo ne siamo tutti coscienti ma ricordiamoci che una società quando apre il portafoglio deve capire attentamente cosa sta facendo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. steacs - 5 mesi fa

      Vedremo ora con Mazzarri che fenomeni che saranno comprati!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. dattero - 5 mesi fa

    colpa di mihaijlovic,colpa di malago’,sempre colpe di qualcun altro in tutto e per tutto.
    metter mani avanti,cercare scuse,dire molte frottole.
    cosi va bene,fin ad un certo punto,dopo no.
    l’immagine che ho di lei e’ questa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. byfolko - 5 mesi fa

    Non capisco perchè ci si ostini tanto a considerare Belotti come una specie di dogma. Non appena ci si azzarda a criticarlo, piovono i pollici versi. Ora, non scrivo certo per ottenere consensi, ma chiedo solo di prendere coscienza di come stanno le cose. L’anno scorso Belotti era la novità, un giocatore semisconosciuto cui era necessario prendere le misure. E’ incappato in un’annata in cui gli è andato tutto bene, nessun infortunio a parte le prime 2-3 giornate, alcune giocate francamente fortunose, la fiducia derivante dai gol, la squadra che per qualche motivo girava solo per lui etc…Poi, a forza di sentirsi dire che era un fenomeno, ci ha creduto davvero, ed è iniziata la discesa.
    Ci si convinca che il vero Belotti è quello di quest’anno, quello visto in Nazionale, quello che tecnicamente è al livello di un medio difensore di serie A o di un buon attaccante di B. Nulla più. Gioca di fisico, è potente ma non veloce quindi se trova difensori altrettanto potenti e magari più veloci fa tanta fatica. Ed in Italia ce ne sono tanti, quasi in ogni squadra. Una volta imparato ad anticiparlo nel gioco aereo lo si annulla, poichè palla a terra non è capace. E lo si è visto tante, troppe volte.
    Un centravanti può avere 2-3 mesi di pausa, ma non una stagione intera, seppur condizionata da 2 infortuni di non grave entità.
    L’ottimo Liaijc avrebbe bisogno di qualcuno che parli la sua stessa lingua tecnica, e con Belotti questo non è possibile dati i suoi limiti.
    Sarà, ma me ne priverei volentieri, ammesso che qualcuno lo cerchi ancora, dato che il Milan si sta indirizzando verso altri prospetti (inoltre ha già Cutrone, che è simile ma più giovane).
    Potrebbero sbolognarlo in Inghilterra per 30 milioni, che sarebbe grasso che cola dato il valore reale del giocatore. Bah, fate voi, ma chi lo paragonava a Pulici o è pazzo o è incompetente. Per me rimane un Silenzi più basso.Ed in buona sostanza decisamente più scarso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torogranata - 5 mesi fa

      Rispetto il tuo pensiero, ma non lo condivido per nulla.
      Io guardo i numeri, e quello che vedo è che in 2anni e mezzo da titolare Belotti è sempre andato in doppia cifra con 100 presenze e 47 reti con ancora 2 partite da giocare.
      Trovami chi in serie a con un’età di 24 anni di italiani ha fatto meglio e ti do ragione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. byfolko - 5 mesi fa

        Mi sa tanto che Immobile alla sua età ha fatto decisamente meglio. E quel che più conta, è continuo, sono anni che è ad alti livelli. Icardi, che ha la sua età, ne ha fatti il doppio, ma che importa, è straniero…
        Ormai lo zoccolo duro dei tifosi ha deciso che Belotti è un mix tra Messi, Ronaldo, Van Basten e Maradona, va bene cosi’. Vorrei sbagliarmi e scoprire anch’io che è quello straordinario fenomeno che dite voi, al cui confronto Mazzola e Pulici sono solo raccattapalle.
        E’ il vostro idolo, non importa se ha alle spalle una stagione ridicola nella quale anche Lewandoski sarebbe andato in panca dopo 1 mese. Avete deciso che è il simbolo del Toro, quel grande capitano che manca da anni.
        Se per voi è cosi’, pace, non sarò certo io a giudicare il vostro pensiero, ci mancherebbe.
        Ma per me questo rimane proprio scarso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. steacs - 5 mesi fa

          Quindi lo vendiamo e giochiamo con Niang?

          Giusto per capire, Belotti é quello sopravvalutato e invece quelli FORTI di sta squadra chi sono?

          Ljajic é il vostro idolo?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. byfolko - 5 mesi fa

            Io venderei sia Belotti che Niang, visto che di 2 non ne fanno 1. Certamente Liaijc è di un’altra categoria.

            Mi piace Non mi piace
          2. steacs - 5 mesi fa

            Si solo che il serbo non ti fará mai 20 goal, quindi una prima punta la devi sempre avere e se Niang è costato 15 che si intrappetta da solo, per avere un giocatore decente che la butta dentro, al momento non si sta sotto ai 35 mil…
            Te lo vedi urbano che spende 35 mil (anche se prendere il doppio da Belotti e Niang ipotesi) ?
            E il 60 mil da buttare in un paio di centrocampisti?
            E i 20 e passa per fare marketing prendendo Glick o qualche profilo simile?

            120 Mil quest’anno non bastano, non li spenderá e a Dicembre saremo a criticare Mazzarri per gli acquisti che avrá voluto lui, certo con il budget imposto dal Gatto&la Volpe!

            Mi piace Non mi piace
        2. steacs - 5 mesi fa

          Immobile a 23 anni, al Genoa, l’anno prima che arrivasse da noi, ha fatto 5 gol in 33 partite!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. byfolko - 5 mesi fa

            Allora facciamo cosi’, tu ti tieni il fenomeno, io prendo Immobile. E siamo tutti contenti…

            Mi piace Non mi piace
          2. steacs - 5 mesi fa

            Immobile ce l’avevamo giá, come avevamo Verdi per dirne un altro, semmai c’è da chiedersi che capiscano di calcio in societá, a sto punto, qua siamo all’incompetenza e alla costante ricerca di plusvalenze, cioé il peggio del peggio!

            Mi piace Non mi piace
          3. byfolko - 5 mesi fa

            Sull’incompetenza della società di do pienamente ragione. E concordo anche sul fatto che per avere una squadra decente 120 milioni non bastano, ne servirebbero almeno 200. Che bracciamozze non spenderà mai e darà la colpa a Mazzarri che ha scelto i giocatori sbagliati (vincolato da un budget di 20 Euro..ahah).

            Mi piace Non mi piace
          4. steacs - 5 mesi fa

            Si lo so che siamo d’accordo, mi ricordo che abbiamo giá fatto commenti simili in altri post.

            Ti correggevo solo su Immobile nel senso che a volte una annata storta capita a tutti e speriamo sia il caso di Belotti, se invece é l’opposto, che ha avuto una annata ottima ed è in realtá uno scarpone, lo scopriremo con il tempo ma ora come ora, terrei lui e spenderei a metá campo almeno quei 50 – 60 spendibili, altrimenti come ho giá detto finiremo a lottare per salvarci, perché la rosa invecchia e quelli che potrebbero fare qualcosa hanno giá le motivazioni al minimo storico!

            Mi piace Non mi piace
          5. abatta68 - 5 mesi fa

            Infatti! Fatemi il favore, andateci a vedere i 26 goal dell’ anno scorso, poi trovatene uno fatto di culo se ci riuscite… Se sei capace lo sarai sempre… Belotti ha bisogno di ripartire da zero, a livello psicologico e fisico, con una nuova preparazione atletica. Stop

            Mi piace Non mi piace
  17. tapiro granata - 5 mesi fa

    Caro pres. come molti tifosi la stimo e la rispetto per tenere il Toro a galla. Ma noi tifosi le dico francamente siamo stufi, siamo stanchi , siamo demoralizzati nel continuare a sentire le sue dichirazioni di “pomposità” di illusioni su una sempre miglior squadra dell’anno prima e che puntualmente sul campo viene dimostrato il contrario.
    Noi siamo delusi e arrabbiati perché l’illusione che ci propina fa rabbia. Dopo un paio di mesi dall’inizio campionato molti di noi abbiamo capito che non si andava in europa. Occorre una squadra con alcuni ritocchi all’insù e non i soliti scarti e avanzi di altre squadre. Aggiungo anche che sta ormai mancando la grinta che sopperiva alla scarsa tecnica e qualita’…quasi come se certe partite si dovesse solo giochicchiare senza mordere. I derby poi sono la prova ecclatante di come fare un favore alle merde non giocando.
    Un Pres. serio parla chiaro ai propi tifosi..siamo una buona squadra da media classifica forse qualcosina in piu’ e basta..
    I proclami fanno arrabbiare le piazze e noi siamo veramente stufi a tal punti che molti tifosi si sono come assuefatti a questa stagnazione.
    Non credo che non ve ne siate accorti…ma tanto tirate avanti con le vostre illusioni. E quest’anno stessa solfa qualche girotondo di acquisti per rimanere nel limbo. Pres lei non ha mai dato vera dimostrazione di fare un TORO forte nonostante i tifosi ci siano e verrebbero come mosche e aumenterebbero a dismisura perché a Torino si ama il Toro e non la gobba.
    Sono stato a Bilbao e l’entusiasmo di noi quasi 4000 tifosi era eccezionale perché credevamo in quel momento che forse qualcosa di buono poteva nascere, poi è crollato tutto a fine campionato con acquisti da societa’ media.
    Non voglio credere che ci siano imposizioni dall’alto su di lei per farci rimanere li a galla e col tempo i tifosi sempre meno ( ragazzini ) cosi’ da esaudire le mire della famiglia ciucciapiselli di lasciare solo un unica squadra a Torino.
    Avevamo degli osservatori una volta con lei ormai sembra non ci sia piu’ nulla si va avanti cosi’ improvvisando, senza progetti d’altronde è giusto per tenerci a bagnomaria.
    Dopo tutti questi anni le societa’ di Napoli e la Viola hanno fatto passi enormi e lottano per qualcosa, noi solo a roderci.
    Pres. se ama davvero questa societa’ forte e gloriosa dia dimostrazione di iniziare a fare le cose in grande ma non ci illuda piu’, ottiene solo l’odio di molti che il TORO lo amano davvero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. vittoriogoli_146 - 5 mesi fa

    Investimenti fatti: Berenguer 5,5 Niang 15 e Rincón 9.
    Tre giocatori supervalutati ed acquisti errati.
    Il nostro presidente dice quindi che lo sforzo lo aveva fatto; io sono in vendita per 30 se mi comprasse potrebbe dire che ha fatto investimenti e tutto il possibile?
    Certamente no!
    Torniamo al punto base al Torino manca la competenza ai piani alti ; in primis a Cairo che di calcio ne capisce una benemerita cippa poi via via a seguire con gli yes man di una dirigenza da serie C1.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

      Se è vero quello che dici…la dirigenza da lega pro…avrebbe una fortuna Champions League.
      Non.si spiegherebbero infatti gli acquisti di glik darmian belotti benassi baselli zappacosta immobile n’kolou miretti sirigu, lyanco savic, peres, una primavera che è tornata a vincere qualcosa e a dare giocatori per la prima squadra.
      Poi errori ne sono.stati fatti e se ne faranno. Ma occorre valutare tutto con razionalità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. vittoriogoli_782 - 5 mesi fa

        Bacigalupo tu conosci Comi? E Petrachi sai come ha comperato Lyanco? Segnalazione di un agente brasiliano,Belotti segnalato dal presidente del Palermo che necessitava liquido immediato,N’koulou un azzardo che ha pagato.
        Bacigalupo dirigenza non c’é solo un presidente che si ostina a fare tutto lui, il resto sono yes man.
        Leggi la dirigenza delle prime 6 squadre e ti renderai conto cosa é una società (includo Lazio con Tare che é signor DS) noi siamo al livello del Chievo,del Benevento.
        Hai ragione da lega pro c’é solo Comi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

          Comi lo conosco avendolo incitato allo stadio quando indossava la maglia granata così come incito chiunque indossi la maglia granata.
          Non sono a conoscenza delle cose che scrivi sono solo un umile tifoso che va allo stadio sempre e comunque. In ogni caso segnalazioni o meno ciò che conta è che vestano la maglia granata o sbaglio?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. vittoriogoli_774 - 5 mesi fa

            Certo, questo sempre.
            FVCG

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy