Torino, Cairo: “Juve, sta cambiando il vento. Il prossimo campione? Boyè…”

Torino, Cairo: “Juve, sta cambiando il vento. Il prossimo campione? Boyè…”

Le parole / Il presidente granata interviene telefonicamente alla presentazione del Trofeo Dossena: “Sta cambiando il vento: il prossimo derby lo vinceremo noi al 90′”

4 commenti
Cairo, Superga

Alla presentazione del Trofeo “Dossena”, kermesse dedicata alle squadre Primavera, che si terrà a Crema nel mese di giugno, è intervenuto telefonicamente anche il presidente del Torino, Urbano Cairo. “Siamo reduci da un sabato di passione, abbiamo sfiorato una vittoria storica allo Juventus Stadium, dove abbiamo giocato per metà partita in 10 contro 11 credo ingiustamente. Comunque sta cambiando il vento: negli ultimi anni nel recupero finale avevamo perso, stavolta ci hanno raggiunti loro sul pari, la prossima volta magari vinceremo noi in extremis…” 

Si passa poi a parlare di giovani talenti, il tema del torneo, tra i più importanti in Italia per la categoria Primavera. “Noi di giovani forti ne abbiamo: ho visto crescere con i miei occhi Barreca, che ha fatto cose eccelse arrivando dalla Serie B, si è trovato improvvisamente titolare, ha fatto molto bene. Baselli e Zappacosta sono meno giovani ma quest’anno si stanno consacrando. Questi giocatori sono frutto della nostra nuovo filosofia. Quando sono arrivato al Torino 12 anni fa, miravo ai giocatori affermati. Invece poi ho capito che occorre puntare su giovani che il meglio ce l’hanno davanti e non alle spalle. Mihajlovic è l’ideale per proseguire su questa strada”, le parole di Cairo al telefono con i presenti al teatro San Domenico di Crema.

Ma chi può essere il prossimo campione del Torino? “Un ragazzo che si diverte a dribblare come faceva il suo presidente; solo che sposta la palla al triplo della velocità… E’ di San Gregorio e si chiama Boyè”. 

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. TORO1960 - 4 mesi fa

    Speriamo che si mantenga l’ossatura di quest’anno…l’allenatore deve poter contare su un gruppo consolidato facendo solo alcuni nuovi innesti.F.V.C.G.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. contegranata - 4 mesi fa

    Beh, sarebbe anche ora di tornare a vincere un Derby! Senza tanto soffrire.
    E i giovani, si è dimenticato di affermare il Presidente, possono portare quelle plusvalenze così importanti per far gestire il Torino a livelli medio/alti in serie A.
    E Boyè può essere davvero il prossimo crack del Torino!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. torinodasognare - 4 mesi fa

    Boye piace molto anche a me, e comunque è un piacere avere giovani di prospettiva titolari in squadra. Una volta affermati però dovrebbero rimanere…se si vuole vincere qualcosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. rocket man - 4 mesi fa

    Completamente d’accordo su Boyè!
    Ieri ho assistito in Sisport all’allenamento della squadra, e il ragazzo si è fermato nel finale con l’allenatore con il quale ha curato la finalizzazione in porta. Mi è piaciuta l’attenzione di Mihajlovic verso questo giocatore, e mi è piaciuta la voglia di Lucas di fare suoi i consigli sull’impatto del piede col pallone da parte di Sinisa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy