Torino, Cairo: “Vogliamo fare qualcosa in più. Mazzarri? Ha qualità”

Torino, Cairo: “Vogliamo fare qualcosa in più. Mazzarri? Ha qualità”

Le parole / Il Patron granata in occasione del Milano Calcio City: “Torino è una piazza ambiziosa”

di Redazione Toro News

Abbiamo fatto una campagna acquisti importante“. Esordisce così il presidente del Torino Urbano Cairo, intervenuto durante l’incontro “Il presidente” alla Triennale in occasione di Milano Calcio City. Il Patron granata ha fatto un primo punto della situazione ai microfoni dei media presenti: “Abbiamo fatto una campagna acquisti importante non vendendo i giocatori che ci venivano richiesti, aggiungendo giocatori importanti come Zaza e Izzo e poi giovani come Meité. Abbiamo investito 52 milioni, il secondo bilancio del campionato dopo la Juventus. Da parte nostra c’è la volontà di fare qualcosa in più”.

VAR – “Io mi sono già espresso”, ha detto il presidente. “La Var l’ho sempre considerata un’innovazione tecnologica positiva per il calcio. Da dopo il Mondiale, con le nuove regole introdotte che hanno limitato l’uso della Var, ho iniziato a pensare che viene usata in modo parziale e non in tutte le occasioni in cui serve chiarezza. L’anno scorso veniva utilizzata di più. Ho visto l’altro giorno in tv Italia-Polonia, l’allenatore polacco a un certo punto ha chiamato lui lo strumento tecnologico. Quindi forse dovrebbe essere l’allenatore ad avere un potere di chiedere, almeno una volta a partite, l’intervento della Var”.

AMBIZIONE – Un mercato ambizioso così come è ambizioso il tifo granata, voglioso di tornare ad altissimi livelli in Serie A e non solo: “Torino è una piazza ambiziosa, con il palato fine e dal passato glorioso. Acquisti ne facciamo il più possibile, ma il fatto di fare le stesse cose di chi ha anche tre, quattro e sette volte il fatturato, non è così facile”. Poi ancora: “Il Torino, dall’essere una squadra che fatturava 50 milioni è arrivata a fatturarne 100 con le plusvalenze, ma siamo lontanissimi dalla Juve, dall’Inter o dal Milan. Può riuscire di fare delle imprese straordinarie, ma non è così scontato“. C’è soddisfazione dopo la vittoria di ieri contro il Chievo, e Cairo ha confermato tutta la sua stima e fiducia nei confronti del tecnico granata Walter Mazzarri: “Abbiamo preso un mister come Mazzarri che ha delle qualità notevolissime, attentissimo ai dettagli, ambizioso e grintoso. Ha ottenuto dei risultati importanti con Sampdoria e Napoli. È voglioso di fare molto bene. Queste cose ci fanno capire che l’ambizione c’è, poi nel calcio la scaramanzia è fondamentale”.

52 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Immer - 1 mese fa

    Caprese sei e rimarrai il peggior presidente del toro nella sua storia rimarrai scritto negli alamnacchi. Vattene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. roplo - 1 mese fa

    ANCHE noi VORREMO QUALCOSA IN PIÙ ……..
    PRESIDENTE !!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. crclaudio6_126 - 1 mese fa

    C’e Marotta libero, se Cairo vuole di piu’ perche’ non farci un pensierino ?
    Le grandi squadre si fanno con la dirigenza giusta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 1 mese fa

      E si. Una cosa è che Marotta arrivi con un compratore vero, alta cosa che lo prenda lui. Ma ti immagini cairo costantemente in EL o peggio in CL? Non è nei suoi piani migliorare a quei livelli. 9/10 posto è il diktat.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. dattero - 2 mesi fa

    avercene di cairo x rimanere stabilmente al decimo posto?oddio..ripeto,paragona solo i risultati,notevoli,certamente nel campo aziendale con quelli calcistici,si notera’ una rilevante diversita’ d’ambizione.
    in un campo,passi da gigante,concreti ed incisivi,nell’altro un traccheggiare.
    Tutto lecito,per carita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 1 mese fa

      Io non ho detto che mi va il decimo posto. Il lavoro va imparato poco per volta. Cairo nei primi anni ha fatto una boiata dietro l’altra.Ora le cose sono ben diverse, sa cosa fare, e già quest’anno non arriveremo al decimo posto, poiché ha allestito una squadra all’altezza. Di certo molto più all’altezza del nostro numero di abbonati e paganti allo stadio. Quelli si sono da tredicesimo posto, altro che decimo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Andrea Valentino - 1 mese fa

      Novità? A noi i nettezza quello, il resto sono chiacchiere….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Andrea Valentino - 1 mese fa

      Novità? Quando possiamo iniziare a mettere la bottiglia al fresco? A noi interessa quello, il resto sono chiacchiere….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. dattero - 2 mesi fa

    glenn gould,una parola in cui abbia inveito trovala,fammi sto favore.
    il fegato te lo rodi tu,sempre pronto ad intervenire rabbiosamente quando uno ,con rispetto e buon lessico,almeno spero,esprime un parere controcorrente.
    dimostrami che ho scritto cose non aderenti alla realta,prova a farlo,tamburino di latta.
    Poi il pèaragone con gli anni 90 regge fin ad un certo punto,ma dal tuo parziale punto di vista,statisticamente è ineccepibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 2 mesi fa

      Rabbiosamente non mi sembra proprio. Personalmente sono per la politica del fare. E Cairo, pur con tutte le cagate commesse negli anni addietro, sta facendo. E trovo senza senso che i tifosi lo attacchino continuamente. Poi si può parlare di acquisti giusti, sbagliati, atteggiamento giusto o sbagliato della società, scelte giuste o sbagliate di Mazzarri, d’altronde siam sul forum per questo.
      Avercene di Cairo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. dattero - 2 mesi fa

    non ha preso una societa’ fallita,la sociata fu salvata dall’Avv.Marengo,lui è intervenuto dopo a pappa fatta,la squadra cresce ,vero,ma cresce un briciolino,lui aziendalmente,cresce mostruosamente.
    l’europa non gli conviene per i costi,lui nel torino non mette un euro,questo è reale,non nha dato una struttura solida a livello di marketing come valorizzazione del prodotto ecc..a lui va bene cosi,partecipare con ambizioni parolaie e realizzare imprenditorialmente ambizioni vere e concrete.
    ci usa solo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 2 mesi fa

      Questo modo di vedere le cose è un problema tuo e di chi la pensa come te. Noi andiamo allo stadio e ci godiamo tutto quanto, per carità delusioni comprese ma ci stanno, tu continua a roderti il fegato e a voler inveire contro chi ha portato il toro ad avere oggi l’ambizione, la rosa e l’importanza tra i media che sino a non troppi anni fa manco si poteva sognare. Era dai primi anni 90 che non eravamo in questo contesto.
      Vai presidente e fvcg

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 1 mese fa

        Riristicaxxi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Madama_granata - 2 mesi fa

    Io credo che il primo ad esssere dispiaciuto se la squadra non “gira bene” sia proprio il Presidente.
    Piaccia o no a noi tifosi, è lui che ci mette i soldi, la faccia ed il prestigio personale.
    La società è seria, solida e senza debiti.
    (Parentesi: io sono ignorante in materia, ma se è vero, come qui asserito, che Cairo ha preso una “società fallita”, e che oggi il Toro si autofinanzia, e che quindi non ha speso e non spende nulla.. Ma, allora, chiunque di noi tifosi avrebbe potuto o potrebbe acquistare il Toro o una società di serie A?!).
    Detto ciò, nessuno è infallibile, le lacune possono evidenziarsi, gli errori succedere, le scelte talvolta rivelarsi sbagliate.
    A noi tifosi il compito di tifare Toro sempre, sostenendo società, Presidente e squadra.
    La libertà anche, ovviamente, di dissentire, protestare e criticare, però in modo costruttivo!
    Ognuno di noi ha simpatie x un certo allenatore e x taluni giocatori, ed avversione x altri. I nostri pareri, però, sono discordi, ovviamente! Come potrebbe, anche volendo, la Società accontentare tutti quanti?
    E poi, a mio avviso, non bisogna pretendere l’impossibile! Per ora il Toro al quarto posto, davanti a Roma, Napoli e Lazio (come ho visto chiedere qui) è un’utopia! Un domani, chissà?!
    Certo, farebbe rabbia non centrare l’Europa o scivolare nella medio-bassa classifica, ma, ripeto, penso che il primo ad esserne dispiaciuto e danneggiato sarebbe proprio il Presidente Cairo!
    È giusto anche rilevare che noi tifosi del Toro, caldissimi nel pretendere e criticare e lamentarci, siamo però tiepidi nel fare gli abbonamenti allo stadio e alle pay-TV!
    Ultima considerazione: i tifosi di Fiorentina, Sampdoria e Atalanta, forse Genoa, e magari Sassuolo o Bologna (di tutte le squadre che non lottano x non retrocedere, insomma) la pensano esattamente come noi: credono di avere il “diritto” di giocare in Europa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 2 mesi fa

      Guarda che lui non mette una lira. Sfatate sts favola. Sono soldi del Toro che lui ha comprato con 10000 euro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 2 mesi fa

        Bene, allora mettiamo €5.000 a testa e lo rileviamo (=ce lo compriamo) noi due il Toro?!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Vanni - 1 mese fa

          E già questo te lo rivende a 10.000? Il suo business è quello compra roba da vomito e rivende a qualcosa. Il resto a lui fotte niente.Quindi io aspetto sempre che arrivi uno come lui ma con volontà di fare business vero anche solo con una meta puramente economica, ma che investa, non come sto barbone.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Madama_granata - 1 mese fa

            Se non si capisce quando una risposta è puramente ironica…

            Mi piace Non mi piace
        2. Vanni - 1 mese fa

          Guarda Marotta è libero e non è manco gobbo. Con uno come lui al posto di San Cairo in 2 o 3 anni avremmo tutti altri risultati. Peccato che il furbo non glielo vende a poco.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Vanni - 2 mesi fa

      Il prestigio personale lo ha iniziato a fare grazie al Toro; prima neanche suo padre sapeva chi era Cairo. Ma secpndo voi lo deve avere aggratis? Ma cosa ha invrstito o investe divsuo nel Toro? NULLA.
      Qualsiasi AD non negato avrebbe fatto meglio di sto tizio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Vanni - 2 mesi fa

    Cairo, fai l’unica cosa da Toro per cui ti potrebbero ricordare i tuoi lacchè “: trova un acquirente.
    Gli altri manco si ricorderanno di averti avuto qui a mangiar panini o fare il venditore di pentole al Fila.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

      Certamente…Già immagino la fila di contendenti pronti a battersi a colpi di rilancio per assicurarsi la nostra Società…..Poi suona la sveglia, sono le 6 e devo alzarmi per andare a lavoro….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-14003131 - 2 mesi fa

    Meglio quando parla di diritti televisivi se no e’ il solito refrain. Gli dò atto però che la squadra rispetto all’anno scorso e migliorata. Rimane qualche lacuna sugli esterni, con giocatori in parte riadattati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. leoj - 2 mesi fa

    ma chi se ne frega di competere con juve milan o inter……napoli , roma…….
    ma almeno provare a vincere con tutte le altre squadre!
    e poi soprattutto correre, aggredire su tutte le palle, sbattersi perché vuoi segnare, vuoi vincere , e non stare in campo come se avessi fatto le 4 in discoteca la sera prima e avessi ancora nella tasca dei pantaloncini le
    chiavi della porsche che ti pesano troppo…
    caro Cairo, è terribile riconoscerlo, ma avessimo un pò della voglia che i gobbi ci mettono ad ogni partita da anni, non sarebbe neanche il caso che trovassi tante giustificazioni….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 2 mesi fa

      Ti ricordo che il Toro anche povero è stato diversi anni tra le prime 5-6, solo che allora non serviva a un tubo, non esisteva la coppa di 2 livello. Non è che Cairo ha fatto o fa faville. 13 anni di niente mi sembra pochino pochetto….NULLA. ADL in metà tempo faceva la Cl. La Viola la Lazio Udinese la Samp facevano la CL, noi una El grazie ad altri. Ma sfumatevi il cervello. Questo non ha mai messo un peso, manco una sede e sono pochi anni che è uscito dal container. Ma che caxxo dite? Chiunque al posto suo avrebbe fatto lo stesso e molti meglio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. GlennGould - 2 mesi fa

    Meno contabili, più cuore toro ci vuole..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 2 mesi fa

      Risticaxxi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. GlennGould - 2 mesi fa

    Abbiamo 11ooo abbonati. Vorrei sapere chi, tra i critici da tastiera, ha fatto l’abbonamento o va allo stadio. Tutti bravi a parlare, Cairo agisce. Parlerà pure troppo, ma agisce.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 2 mesi fa

      Sticaxxi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Vanni - 2 mesi fa

      Oh se agisce. COI SOLDI TUOI, mica i suoi, amzi vi fa la cresta per lo stipendio suo di suo padre ecc.SVEGLIAAAA
      Sono 13 anni che ci piglia x il hulo.Manco i soldi del panino sono suoi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Serafino - 2 mesi fa

      ABBIAMO GLI ABBONATI CHE CI MERITIAMO NON è POSSIBILE ANDARE A TORINO E ROERSI IL FEGATO OGNI DOMENICA. IO FACEVO 400 KM. PER VEDERE IL TORO A 80 ANNI MA ADESSO CE NE HO LE PALLE PIENE DI FARMI VENIRE UN FEGATO COME UN MELONE. DACCI UNA SQUADRA COMPETITIVA NON PRETENDIAMO LA CAPPA DEI CAMPIONI MA UNA SQUADRA DECOROSA E VEDRAI CHE RITORNEREMO 26000 COME AI TEMPI DI PIANELLI.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 1 mese fa

        Strano. Allora tu come me non sei un vero granata. Il problema è che la maggior parte dei cairesi il massimo dell’emozione la hanno provata col Mantova alla rilasita in A. Sticaxxi. Noi fortunatamente abbiamo visto il Toro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Kieft - 2 mesi fa

    15 milioni dei 52 sono andati al rennes 14 sono stati in panchina Salvo entrare in campo al 60esimo minuto a Chievo e quelli di bramerei solo in amichevoli ….mentre gli 8 di ljiaic ci avrebbero fatto comodo ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. prawda - 2 mesi fa

    Forse se si smettesse di contare solo quanto speso, tra l’altro anche in esercizi fiscali diversi, ma solo la differenza tra acquisti e cessioni sarebbe un primo passo per far comprendere le ambizioni reali o presunte della societa’ ma anche cercare di non gettare fumo negli occhi. La differenza di fatturato rispetto ad altre squadre e’ una conseguenza di minori diritti televisivi, che derivano soprattutto dalla mancata partecipazione alle competizioni europee, da marketing, nel caso del Torino sostanzialmente inesistente, e soprattutto rispetto ai gobbi da stadio, visto che solo di botteghino incassano oltre dieci volte quello che incassa il Torino. Pero’ questa situazione non si cambia per magia o volonta’ divina, per arrivare ad avere certi ricavi sono necessari investimenti che in questi tredici anni purtroppo non ci sono stati e non sara’ una campagna acquisti in passivo, tra l’altro per lo piu’ per la scelta di spostare all’anno successivo gli acquisti di Rincon e Niang e che segue peraltro un 2017 in cui si e’ segnato un record per quanto riguarda l’utile di bilancio e con un attivo da calciomercato di oltre 50M, che potra’ spostare gli equilibri ed il giudizio. Se Cairo tiene al Torino lo dimostri con i fatti, non con le parole e se i risultati sportivi sono finalmente diventati un obiettivo e non un orpello, saranno le scelte societarie a dirlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. toroebasta - 2 mesi fa

      Scusa prawda, ma di che investimenti parli? Pensi che Cairo sia un magnate arabo o russo che butta nel calcio centinaia di milioni??? Prima di Cairo il Toro era una squadretta, devastata da Borsano a Cimminelli. Ricordi?! Cairo ha dato dignità alla nostra squadra è la messa nella giusta dimensione. Si, perchè siamo da decimo a sesto posto. Di più è impossibile! (a meno di un miracolo che può verificarsi al massimo una stagione). Finchè i diritti televisivi saranno ripartiti così non ci potremo mai fare niente. Possiamo sperare di fare dei buoni campionati e finire sesti o settimi, quella è la nostra vittoria. Per dei risultati differenti bisognerebbe modificare tutto il sistema calcio. Suddividere equamente le entrate ed avere un sistema sui giovani che permetta alle meno forti di prendersi i migliori, come avviene negli sport americani. Fino ad allora (penso per sempre) ringraziamo di avere Cairo, rendiamoci conto e realizziamo quella che è la nostra dimensione e restiamo uniti a sostenere la squadra per un risultato importante. Criticare oggi Cairo e la società è da pazzi. Forza Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 2 mesi fa

        Per la precisione occorre dire che la squadretta devastata da borsano, cimminelli ecc ecc è fallita. Cairo non l ha salvata. Prawda ha semplicemente fotografato una situazione di fatto. Cairo allo stato attuale nel Toro non ha investito un centesimo di suo, altro che soldi buttati nel calcio. Tutte le perdite degli anni precedenti sono state ampiamente recuperate e il Toro si autofinanzia. Tra l’altro non facciamoci ingannare dalle cifre sparate ad uso e consumo perché probabilmente anche il bilancio 2018 non chiuderà in perdita, se ci sarà non sarà così grave. Detto questo nessuno pretende da cairo che usi i suoi soldi per il Toro ma, semplicemente, che usi i soldi del Toro per il Toro. Questo potrà avvenire ancora di più se il Toro cerca di incrementare i ricavi e riduce i costi, magari facendosi i giocatori in casa. Per i ricavi però non c è santo che tenga, bisogna raggiungere risultati sportivi. Solo quelli ti permettono di alzare l asticella. Io sono piuttosto soddisfatto del mercato di quest anno e do atto al presidente di avere usato le risorse disponibili. Spero solo che questo sforzo porti dei frutti, anche per il bilancio, tanto caro al presidente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. toroebasta - 2 mesi fa

          Cosa c’entra che Cairo ha preso il toro dal fallimento? Sai dopo tutte quelle gestioni che fine stavamo facendo? Saremmo passati da un simil Goveani a un altro. Poi dopo aver acquistato il Toro Cairo ha avuto la fila di acquirenti importanti che ci avrebbero fatto fare un bel salto di qualità, ricordo un bel mister X
          Da quando ha acquistato il Toro Cairo ha fatto un sacco di errori, ma ha saputo imparare portandoci nella nostra giusta dimensione. Tifo Toro ogni domnenica e vorrei vederlo finalmente vincere. Ma mi rendo conto della nostra dimensione e sono contento di avere un presidente serio.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granat....iere di Sardegna - 2 mesi fa

            Credo ti abbia risposto in modo più che esaustivo prawda qui sotto. Il fatto che la vecchia società sia fallita centra eccome. Partire da zero è sempre meglio che partire pieni di debiti, su questo penso si possa essere d accordo. La differenza tra me e te è semplicemente che secondo me cairo non è il miglior presidente possibile e spero prima o poi ne arrivi uno migliore. Fino ad allora me lo tengo, nella speranza che il Toro vinca qualcosa prima o poi…Perché essere critici sulla gestione cairo non inficia in nessun modo l essere tifoso.

            Mi piace Non mi piace
      2. prawda - 2 mesi fa

        toroebasta – Perdonami, rispetto le opinioni altri ma ne ho una diversa. Per prima cosa se siamo dove siamo oggi lo dobbiamo unicamente alla attuale ripartizione dei diritti televisivi, il decreto Melandri per capirci, quello che sicuramente potrebbe essere meno iniquo ma che nella stagione 2018/19 dovrebbe portare al Torino poco piu’ di 60M ed ai gobbi circa 90M. Prima del decreto Melandri, quando i diritti televisivi erano a contrattazione individuale, con Cairo i risultati sono stati peggiori di quelli di Cimminelli, giusto per riconoscere i presunti meriti. Se il Torino ha una gestione ordinaria, quindi senza contare il player trading, in attivo da cinque bilanci lo deve unicamente ad una entrata che ha una incidenza del 70% sul totale dei ricavi e che nessun presidente in passato nemmeno si sognava. Detto questo io ritengo che le societa’ possano crescere solo attraverso investimenti propri, che purtroppo nella gestione Cairo non ci sono mai stati e lo dico con grande rammarico da vecchio tifoso. Questo perche’ il Torino si e’ trovato in una situazione particolarmente propizia per poter uscire dalla mediocrita’: ricavi da diritti televisivi che coprono da soli la principale voce di spesa quella per ingaggi, un campionato italiano sempre piu’ modesto con squadre che solo qualche anno fa avrebbero fatto fatica a salvarsi in serie b, le due squadre milanesi per motivi diversi con problemi finanziari che ne limitano notevolemente le capacita’ di spesa; ecco in un contesto di questo genere con i risultati sportivi come obiettivo e non quelli economici, le scelte societarie avrebbero potuto e dovuto essere decisamente diverse. Se pero’ tu sei contento di Cairo lungi da me voler modificare questa tua convinzione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. miele - 2 mesi fa

      Io non sono molto esperto di questioni amministrative, anzi, non lo sono affatto. Grazie, quindi a Prawda che contribuisce con la sua competenza a chiarire situazioni determinanti per formulare un giudizio più attendibile sull’operato della società.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-13658280 - 2 mesi fa

    si ma nn è vero ke hai tenuto tutti, ljajic era il giocatore piu forte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 2 mesi fa

      Talmente il.più forte di tutti che è finito in Turchia. Ma per favore..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 2 mesi fa

        Ma per favore

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. miele - 2 mesi fa

    Negli ultimi anni ho spesso criticato Cairo per non aver voluto investire sufficientemente al fine di rafforzare adeguatamente la squadra. Nell’ultimo mercato, gli riconosco di aver dato un segnale importante e positivo, considerando gli acquisti di giocatori di buon livello o di giovani che paiono avere qualità e capacità di crescita. Detto ciò, però, mi pare che alcune lacune non siano state sanate. A centrocampo permane una situazione confusa e non si é ancora trovata una impostazione definitiva, così come sulle fasce. Tutto ciò condiziona negativamente anche il gioco degli attaccanti. A questo punto si vedrà se Mazzarri ha veramente le qualità che sembra riconoscergli Cairo, o se ci ritroveremo con un altro allenatore che sarebbe stato meglio lasciare dov’era. Personalmente non ho molta fiducia. Mi pare non allineato ai tempi del calcio attuale. Spero di sbagliarmi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. CUORE GRANATA 44 - 2 mesi fa

    In effetti sui 52 mln…Quanto all’ambizione in merito ai risultati sportivi è legittimo coltivarla atteso che ha messo a disposizione del Mister un organico potenzialmente buono implementato,non và dimenticato, con taluni giocatori peraltro solo in prestito con diritto di riscatto.A mio avviso tuttavia la maggiore ambizione di un Presidente del Torino Calcio dovrebbe essere quella di portare finalmente a compimento le due colonne portanti della Società e cioè Robaldo e Campo Filadelfia lotto 2 + Museo.Attendiamo notizie al riguardo.FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Granat....iere di Sardegna - 2 mesi fa

    Questa dei 52 milioni mi sembra una bufala. Tuttavia Va dato atto al presidente di avere quest anno cercato di colmare le lacune della squadra con un occhio al bilancio ma senza badare solo a quello. Ora tocca al mister. È vero che alcuni elementi costosi e importanti sono arrivati tardi ma è anche vero che il campionato è iniziato da 1 mese e mezzo. La palla dunque al mister perché la società il suo quest anno l ha fatto, finalmente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. silviot64 - 2 mesi fa

    Bene. Allora cominciamo ad arrivare dietro le sole juve Inter e Milan . Non decimi o giù di lì. Altrimenti qualcosa non funziona, presidente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. prawn - 2 mesi fa

    Ah la Samp di WM me l’ero scordata…

    Boh vediamo se la tattica del non gioco paga, vediamo se salvano energie per il ritorno

    cmq vinciamo venerdi’ tanto per cominciare, con un paio di goal di scarto..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mattoro - 2 mesi fa

      ……che tristezza!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 2 mesi fa

        Tristissimo il tuo commento. Qualcosa di intelligente da scrivere? Nada eh?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Max63 - 2 mesi fa

    Caro presidente la stimo molto anche se sarebbe fondamentale dare la squadra completa non all’ultima giornata di campagna acquisti con la preparazione già avviata. Il mister non ha il tempo materiale di assemblarli con il resto del gruppo e loro non hanno una preparazione atletica omogenea.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Granata - 2 mesi fa

    Direi che fondamentale è capirne poi sapere come risolvere i problemi e trasformare le idee in fatti concreti. Lasciamo stare la scaramanzia

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy