Torino, contano i risultati: e il confronto col girone di andata non sorride

Torino, contano i risultati: e il confronto col girone di andata non sorride

Numeri da brividi / Nelle prime 19 partite il Toro aveva una media punti di 1.52, nel girone di ritorno è di 1.30. Da gennaio a questa parte solo tre vittorie, servirà fare 13 punti nelle ultime 6 per raggiungere l’obiettivo posto da Miha…

Ormai è quasi un ritornello comune di ogni conferenza di Sinisa Mihajlovic: l’obiettivo fissato dai granata è quello di superare il punteggio ottenuto nel girone di andata, riuscendo così anche a battere il record del Torino nell’era dei tre punti. Tra il dire e il fare, però, ci sono di mezzo molte altre cose: i risultati effettivi, ad esempio. E così, a 6 giornate dalla fine del campionato, l’obbiettivo prefissato da Miha è lontano dall’essere raggiunto, e il cammino in questo 2017 del Torino è stato sicuramente sotto ogni aspettativa.

Qualche mese fa, vi avevamo presentato il confronto tra i gironi di andata e di ritorno delle squadre precedentemente allenate da Mihajlovic: in quasi tutti i casi, si notava una notevolissima flessione nella seconda parte di stagione, e anche questa volta il trend pare essere confermato al momento. Il Toro infatti ha chiuso l’andata con ben 29 punti, per una media di circa 1.52 a partita; i gol concessi, invece, sono stati ben 27 (media di 1.42) nella prima parte di stagione, mentre i gol segnati 36, per una media di 1.89.

E nel girone di ritorno? Nel girone di ritorno si è peggiorati quasi in tutto. Prima di tutto, dal punto di vista dei punti raccolti: i granata, infatti, in queste “prime” 13 giornate di girone di ritorno han vinto solamente tre partite (contro le praticamente già retrocesse Pescara e Palermo, e contro la peggiore difesa Cagliari), raccogliendo appena 16 punti per una media da brividi di 1.23 a partita. In questo senso, interessante risulta stabilire un confronto con le prime 13 gare dell’andata: allora, i punti erano ben 22 (quindi 6 in più), guadagnati con le stesse avversarie ma a campo invertito. Mica poco. Ma il dato più significativo sul girone di ritorno – e che spiega quello precedente – arriva dal rapporto gol fatti/subiti: la media delle reti a partita segnate da Belotti e compagni da gennaio a questa parte, infatti, è cresciuta, arrivando a 1.92 (26 gol fatti), ma è di fatto risultata annullata da quella riguardante le reti incassate da Hart, ben 2 a match, frutto di ben 26 gol presi in 13 partite. Un Toro, dunque, che si azzera da solo: che segna tanto, ma che subisce altrettanto, rimanendo dunque fermo nella propria posizione.

E’ ancora possibile, dunque, raggiungere l’obbiettivo prefissato da Mihajlovic? In teoria si: il Toro ha davanti a sè tre trasferte (Chievo, Juventus e Genoa), e tre scontri casalinghi (Sampdoria, Napoli e Sassuolo). In queste sei partite, occorrerà fare 13 punti +1 per battere l’andata, e quindi procedere ad una media di 2 punti a partita, contro l’1.30 che ha caratterizzato il girone di ritorno. Un’inversione del trend sulla carta è ancora fattibile, ma servirà tutto un altro Toro per centrare il target posto da Miha: queste ultime sei giornate emetteranno l’inconfutabile sentenza sulla bontà della stagione granata.

ANDATA

(19 gare)

RITORNO

(13 gare)

PRIME 13 GARE DELL’ANDATA
PUNTI 29 16 22
MEDIA PUNTI 1.52 1.23 1.69
GOL FATTI 36 (1.89) 26 (1.92) 29 (2.23)
GOL SUBITI 27 (1.42) 26 (2.00) 16 (1.23)
9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawda - 8 mesi fa

    Lieto di vedere che avete corretto gli errori nelle statistiche.
    “Le statistiche possono essere un valido spunto per fare delle considerazioni ma devono essere esatte altrimenti diventano fuorvianti. Cominciamo dai punti, secondo queste statistiche avremmo 46 punti mentre ne abbiamo solo 45, perche’ nel girone di ritorno si sono fatti finora 16 punti e non 17 come viene scritto. “In questo senso, interessante risulta stabilire un confronto con le prime 13 gare dell’andata: allora, i punti erano ben 22 (quindi 10 in più), guadagnati con le stesse avversarie ma a campo invertito. Mica poco.” se fosse vero sarebbe una giusta considerazione peccato che in realta’ i punti di differenza siano solamente 6 e non 10, conseguenza di piu’ pareggi e meno vittorie, visto che il numero di sconfitte e’ rimasto lo stesso. Guardando poi i risultati basta pensare ai tre pareggi casalinghi contro Milan, Udinese e Crotono, che potevano essere tranquillamente tre vittorie, per rendersi conto che il rendimento non e’ stato poi molto diverso. Differenza che potrebbe ulteriormente ridursi visto che nel girone d’andata si erano perse ben tre partite nelle ultime sei, facendo solamente sette punti. La realta’ e’ che nel girone d’andata sono arrivate le vittorie iniziali contro Roma e Fiorentina, in parte inaspettate, che hanno portato ad una sopravvalutazione della squadra ed ad eccessive speranze, mentre nel girone di ritorno, magari anche per l’assenza di qualunque obiettivo reale da realizzare, non ci sono state. Resta il dato reale di una rosa oggettivamente medesta e non in grado di poter lottare per le prime sei posizioni; un campionato mai cosi’ mediocre con almeno cinque/sei squadre con rose da serie b, ha poi portato ad una spaccatura mai vista prima ed il possibile record di punti pur con 2/3 posizioni in meno in classifica e mai davvero in lotta per l’EL ne e’ la conseguenza.”
    Questo il commento cancellato e francamente non ne comprendo la ragione, non mi pare vi fossero frasi offensive di alcun genere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. KanYasuda - 8 mesi fa

      Ma vi rendete conto su cosa ci fanno confrontare per dare un senso a questa Stagione ?
      A me sinceramente NON ME NE FOTTE UN C..ZO se riusciamo a battere questo Record come ormai NON ME NE FOTTEREBBE UN C..ZO se arrivassimo settimi o diciassettesimi…
      … QUI ORMAI SI GALLEGGIA DA TROPPO TEMPO !!!! …
      Forse l’unica cosa che darebbe un senso a quest’annata di buone speranze (come sempre)ma gestita malissimo (come sempre) sarebbe solo quella di vincere il Derby di Ritorno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. KanYasuda - 8 mesi fa

        ,,,,e sperimentare il più possibile ( sul campo ) quello che dovrà essere l’Assetto della Squadra per il prossimo anno
        ,,,,chi non supera la prova in base a come si dovrà “dettare” il gioco, subito fuori dai C.gl..ni a fine Stagione
        ,,,,sempre, Mister permettendo !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. KanYasuda - 8 mesi fa

          Nessuno mai ha pensato di scrivere e “puntualizzare” certe statistiche quando mancavano solo 5 giornate alla fine del girone di andata ( ancora combattevamo per l’Europa League ) e potevamo fare un ottima figura a fine Anno tranne la difficoltà degli scontri con Rubentus e Napoli.
          Il Campionato del Toro è finito a Marassi con la sconfitta contro la Sampdoria, da lì è crollato tutto il Castello !

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Filadelfia - 8 mesi fa

    3 vittorie da gennaio ad Aprile? Beh è il linea con i suoi precedenti campionati.
    Guidolin o Gasperini per la prossima stagione! Ci vuole gente preparata ed equilibrata!
    Ma sarà dura con la campagna del Rutto pro Miha!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawn - 8 mesi fa

    Bell’articolo, andrebbero scritti piu’ spesso, tipo a Dicembre, prima che sia poi troppo tardi. L’allenatore tanto fumo e poco arrosto, l’allenatore tutti corrono e poi sono spompi nel secondo tempo/seconda parte del campionato. Se il trend e’ questo fallira’ il suo ultimo obiettivo.

    Siamo realisti:

    Tre trasferte (Chievo, Juventus e Genoa)

    – Chievo domenica e’ l’ultima spiaggia, va vinta, ma vinciamo raramente li, sono tosti al centrocampo, dove noi rinunciamo a giocare
    – Juve: ok vorrei vincere o pareggiare, ma siamo realisti, ci amazzeranno, siamo obiettivamente troppo scarsi al momento, come giocatori e come tattica e come testa
    – Genoa: 3 punti praticamente fissi, sono in calo totale dopo che Preziosi ha svenduto la squadra

    , e tre scontri casalinghi (Sampdoria, Napoli e Sassuolo).

    – Samp la voglio vincere a tutti i costi, anche per garantirci di passargli davanti, ma succedera’? Abbiamo pareggiato in casa recentemente con squadre piu’ scarse.

    – Napoli: dipende dalla loro classifica, ma non conterei piu’ di un punticello

    – Sassuolo: se noi siamo ancora carichi, se l’inutile obiettivo di Miha e’ nella testa dei giocatori si vince

    Quanti punti allora?
    Chievo: 1
    Juve: 0
    Genoa: 3
    Samp: 3
    Napoli: 1
    Sassuolo:1

    8-Media punti = 1.6 => superiore a quella attuale, infatti la vittoria con la Samp interna e’ un azzardo, sara’ durissima!

    Se per caso vinciamo Domenica col Chievo, allora magari c’e’ qualche speranza.

    In ogni caso e’ un traguardo talmente inutile che forse e’ meglio se non lo raggiungiamo, almeno il pirla in panchina non avra’ niente di cui vantarsi, avendo immancabilmente fallito tutti i traguardi che di mese in mese si era prefissato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ikhnos - 8 mesi fa

      E’ triste dirlo ma :” Prawn hai ragione!”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Filadelfia - 8 mesi fa

      Con la Samp è da vincere ma siccome NOI del Toro viviamo SOLO per il derby, che poi puntualmente perdiamo, la pressione pre-derby ci farà perdere o pareggiare con la Samp. E’ successo all’andata. E’ successo anno scorso con il Sassuolo. E’ successo anno prima con il Genoa. E’ una cosa che NON sopporto e che mi irrita!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 8 mesi fa

        Vero,

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy