Torino, è un Baselli tuttofare: inizia la trasformazione di Mihajlovic

Torino, è un Baselli tuttofare: inizia la trasformazione di Mihajlovic

Focus on / Il giovane centrocampista in questi primi allenamenti è stato provato in diverse posizioni: mezzala sinistra, davanti alla difesa, ma anche trequartista. Un vero “jolly” in mediana per il tecnico serbo

7 commenti
Baselli in Torino-Milan pagellle

Primi allenamenti, prime indicazioni tattiche: il Torino di Mihajlovic ha cominciato questa settimana la preparazione estiva all’ombra della Mole e quest’oggi partirà per la prima parte del ritiro, in quel di Bormio. Dalle prime sessioni – rigorosamente a porte aperte – condotte dal tecnico serbo sembrano emergere situazioni interessanti che possono essere utili anche per orientare il mercato in entrata, legate ad alcuni giocatori in particolare: uno di questi è il centrocampista Daniele Baselli, che Miha sta usando come vero e proprio “jolly” in mediana provando a schierarlo in più ruoli differenti

MEZZALA SINISTRA – Com’è noto a prescindere dalla disposizione delle pedine che andranno a formare il tridente offensivo – con gli esterni larghi o con un trequartista dietro le due punte – la formazione granata verrà schierata mantenendo l’impianto di centrocampo a tre della passata stagione (ovviamente non considerando gli esterni larghi): Ventura aveva affidato a Baselli il centrosinistra in una scacchiera di questo tipo, ed è proprio questa la collocazione dalla quale è partito Mihajlovic. Un ruolo già cucito addosso al giocatore, i cui compiti non varierebbero in questo modo particolarmente rispetto alla passata stagione

Il tecnico Sinisa Mihajlovic dirige l'allenamento in Sisport
Il tecnico Sinisa Mihajlovic dirige l’allenamento in Sisport

DAVANTI ALLA DIFESA – Regista puro. Si tratta di una differente possibile soluzione presa in considerazione dal tecnico serbo in queste giornate trascorse alla Sisport: Baselli ha già dimostrato nel corso del passato campionato di essere particolarmente dotato tecnicamente, e spostandolo al centro della linea mediana Mihajlovic gli affiderebbe la pura competenza di inventare e smistare palloni per i compagni, consegnandogli le chiavi del centrocampo – e più in generale di tutta la formazione – in cabina di regia. Ovviamente, ricorrendo ad una soluzione di questo genere, è indubbio che ai fianchi dell’ex Atalanta dovranno essere schierati due giocatori dalle doti fisiche imponenti: mancando di fatto il frangiflutti davanti alla difesa, i palloni avversari dovranno essere recuperati da mezzali più grintose e magari meno tecniche

2016_07_10_TORO_SISPORT-27
Daniele Baselli impegnato contro Arlind Ajeti in questi primi allenamenti estivi

IDEA TREQUARTISTA – Infine un’idea intrigante, che conferirebbe a Baselli maggiore libertà d’azione e movimento e che potrebbe sposarsi bene con le caratteristiche del giocatore stesso: non utilizzato nei tre di centrocampo, ma spostato più avanti per ricoprire il ruolo di trequartista alle spalle delle due punte. Una soluzione, questa, che era già stata anticipata su queste colonne (leggi qui) e che il neo tecnico granata non ha mancato di sperimentare: maggiormente al centro del gioco e delle azioni decisive -in termini di gol ma anche di assist per i compagni – più vicino alla porta, questo ruolo permetterebbe al centrocampista di sfruttare al meglio le proprie qualità senza doversi preoccupare in maniera particolare della fase di recupero, affidata a coloro che giocherebbero alle sue spalle. Un’ipotesi vagliata da Mihajlovic al pari delle altre: Baselli tuttofare, il tecnico serbo sperimenta tutte le soluzioni possibili per far rendere al meglio il talentuoso centrocampista

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. toiomeroni - 6 mesi fa

    Sono ansioso esattamente come te, Frank. Si è parlato e scritto troppo poco del padellone….ma c’è qualcuno che lo vuole? Speriamo che Gomis sia all’altezza e che ci levi le castagne dal fuoco!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. abatta68 - 6 mesi fa

    Secondo me le opzioni sono queste due, ovvero:
    1- con il centrocampo a 3 e l’attacco con le 2 ali, non gioca Baselli ma Acquah+Benassi+Soriano(ipotesi), con Zappacosta in difesa.
    2- Mentre se gioca Baselli da trequartista si toglie un’ala e gioca Peres terzino destro al posto di Zappacosta.
    La prima soluzione è più da contropiede o da trasferta, la seconda forse favorisce maggiormente la costruzione del gioco, favorendo gli inserimenti da dietro di Peres

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Puliciclone - 6 mesi fa

    L’anno scorso Naselli si è spento di colpo per infortunio ma, secondo me, non è più tornato al livello dei primi giorni perché gli mancava Avelar al fianco. Messo nella giusta posizione con al fianco uno in grado di lanciarlo con l’1-2 tornerebbe micidiale perché ha tiro e assist.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Frank Toro - 6 mesi fa

    Sistemata il centrocampo… io sono in ansia per il portiere titolare. Spero che Gomis sia cresciuto e possa essere sffidabile perché un altro anno con Padelli non lo reggo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. forzatoro39 - 6 mesi fa

    finalmente un allenatore che sfrutta il talento dei giocatori ! Ora insegni anche a tirare i calci di punizione ! Forza Toro Sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Toro_in_Romagna - 6 mesi fa

    Ecco, lui potrebbe essere il nostro primo vero acquisto dell’anno. Dài Baselli, facci vedere quanto vali!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Clozza - 6 mesi fa

      E l’ altro acquisto potrebbe essere la ritrovata forma di Maxi Lopez lui e’ uno che sa metterla dentro…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy