Torino-Fiorentina, storia di un’amicizia che il tempo non ha scalfito

Torino-Fiorentina, storia di un’amicizia che il tempo non ha scalfito

Torino-Fiorentina / domenica grande festa sugli spalti per i tifosi della più bella amicizia sportiva all’interno del calcio italiano

Commenta per primo!

Quello tra Torino e Fiorentina è uno dei gemellaggi più longevi all’interno del calcio italiano; nato negli anni ’70 per la rivalità comune nei confronti della Juventus e per la vicinanza dei viola ai granata in ricordo della strage di Superga, questa grande amicizia tra le due tifoserie ha retto all’avvento del calcio moderno ed è tutt’oggi molto stabile.  L’amicizia tra le due tifoserie è nata anche grazie alla rivalità che entrambe nutrono nei confronti della Juventus, ma se il gemellaggio si fosse basato soltanto “sull’odio” nei confronti dei bianconeri non avrebbe resistito così a lungo.

La partita tra Torino e Fiorentina è sempre stata –  tutt’ora lo è – una vera festa, i supporters delle due squadre si uniscono sugli spalti formando una miscela di colori fantastica per sostenere la propria squadra e prima della partita solitamente una delegazione delle due tifoserie sfila insieme a bordocampo per suggellare l’amicizia, i tifosi viola quando arrivano a Torino e viceversa hanno sempre il sostegno del pubblico amico. Il gemellaggio delle due tifoserie nutre radici profonde negli anni ’60, allora pochi tifosi andavano in trasferta per questioni economiche e proprio in queste trasferte di pochi si suggellò questo rapporto, un grande contributo alla nascita dell’amicizia – si narra – che venne data da tale “Cucciolo”, un ragazzo pratese trapiantato a Torino che ha rappresentato un grande collante tra le due tifoserie.

Negli ultimi anni il gemellaggio è stato messo più volte in discussione dopo il cambio della guardia all’interno delle tifoserie, un momento molto delicato ci fu lo scorso anno con  l’ingenua esultanza di Marcos Alonso che dopo aver segnato il gol del vantaggio viola a Torino nella scorsa stagione andò davanti alla Maratona a “matare” il Toro presente a bordocampo, la reazione dei tifosi granata si fece sentire e lo spagnolo venne fischiato per tutta la partita, ma aldilà di questo episodio e dei risultati sul campo; l’amicizia tra le tifoserie è tutt’oggi molto sentita a Torino, infatti domenica verrà esposta una mostra al Museo della Leggenda Granata in ricordo di questo storico gemellaggioquesto rapporto è molto sentito anche all’interno della tifoseria viola, infatti a Firenze si ha un grande rispetto nei confronti di questa amicizia. Qualunque sarà il risultato della gara, a vincere saranno sicuramente i tifosi che daranno vita a uno spettacolo bellissimo sugli spalti dello stadio “Grande Torino”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy