Torino-Juventus, Allegri verso il derby: “Incassare, reagire e ripartire”

Torino-Juventus, Allegri verso il derby: “Incassare, reagire e ripartire”

Conferenza stampa / Il tecnico bianconero presenta così la stracittadina di domani: “Ci aspettiamo un Toro che vuole salvare la stagione. Dybala? E’ convocato e a disposizione. Giocheremo col 3-5-2”

Allo Juventus Center di Vinovo, Massimiliano Allegri si presenta in conferenza stampa per presentare il derby della Mole, in programma per domani alle ore 15, allo Stadio Olimpico di Torino. Ecco le sue parole:

Allegri commenta innanzitutto la partita contro il Bayern Monaco: “Ovviamente l’abbiamo rivista nel dettaglio. Dobbiamo sempre lavorare sugli errori commessi, a prescindere dall’importanza della partita. Se ho rimpianti? No. Per diventare grandi bisogna passare da questi momenti. Bisogna essere bravi a saper incassare, resistere e reagire. In questo senso la partita di domani diventa importante. Non serve una partita nevrotica, ma attenta”. Ancora sulla partita di mercoledì: “Ovviamente c’è delusione. Ma uscire agli ottavi di Champions League contro una squadra contro il Bayern ci può stare. Questo non deve assolutamente intaccare il nostro cammino in campionato. Domani sarà un altro passo fondamentale verso la vittoria del campionato. Il 16 maggio dobbiamo essere in testa al campionato. Abbiamo tre punti di vantaggio, ma il campionato è ancora lungo. Domai dobbiamo chiudere un mini-ciclo importante. Poi ci sarà la sosta e ci prepareremo per il rush finale”.

Le condizioni di Chiellini: “Giorgio ha tutti gli anni dei problemi al polpaccio. In questo momento rischiarlo sarebbe da stupidi. Rugani sta bene, così come Bonucci e Barzagli”. Su Dybala: “I non convocati sono Chiellini, Marchisio e Caceres. Gli altri sono tutti a disposizione. Indizi sulla formazione, apparte Buffon, non ne posso dare. Devo ancora fare delle valutazioni in tutti i reparti”.

“Per il Torino sarà la partita dell’anno perchè devono salvare la stagione. Dovremo essere pronti dal punto di vista dell’approccio. Sarà una partita molto fisica. Credo che Ventura in questi anni abbia fatto un grande lavoro, dando un gioco e un’identità precisa alla squadra. Ma domani sarà una partita secca. Noi dovremo giocare a calcio. Sappiamo che troveremo un clima caldo. Speriamo di trovare un campo in buone condizioni: per il resto starà a noi mettere in campo tutto quello che serve per vincere la partita”.

Sull’impostazione tattica del derby: “Giocheremo con tre difensori. Uno tra Evra, Bonucci, Barzagli e Rugani ovviamente resterà fuori. Morata ha fatto molto bene mercoledì, era la sua partita. Vedremo se giocherà domani”.

“Fino ad ora abbiamo fatto un cammino importante. Ma di concreto ancora non abbiamo fatto niente. La partita di domani è più importante di tutte le altre che sono passate. Bisogna portare avanti il campionato, e lo faremo, e vincere la Coppa Italia. La testa deve andare a questo”.

La partita di mercoledì all’Allianz Arena influirà sulla prestazione fisica della squadra? “Certo, ma ci sono giocatori che hanno riposato e daranno tutto. ‘è chi ha recuperato bene e chi meno bene. Domani sarà una partita molto fisica, poi mi aspetto una temperatura di 20° gradi quindi sarà una situazione non facile. I cambi saranno certamente fondamentali. Ma il punto è l’approccio mentale. La partita di mercoledì è andata, ora abbiamo la possibilità di vincere lo Scudetto, il quinto consecutivo, che sarebbe qualcosa di storico per questa società. E per questo domani sarà un passaggio fondamentale.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy