Torino, Mazzarri ritrova il Napoli: fu il suo periodo migliore

Torino, Mazzarri ritrova il Napoli: fu il suo periodo migliore

Focus On / Il tecnico granata ritrova la squadra azzurra, con la quale – dal 2009 al 2013 – scrisse le migliori pagine della sua carriera da allenatore

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino, domenica 6 maggio alle ore 15, andrà a Napoli a sfidare i partenopei, in una gara che non ha molto da dire per i granata, mentre potrebbe essere importante per gli azzurri, seppure le speranze di scudetto siano ormai ridotte al lumicino. Sarà, però, una sfida particolare per Walter Mazzarri, allenatore del Toro, che torna in quel di Napoli a distanza di cinque anni dal suo addio alla squadra partenopea dopo quattro lunghi anni da tecnico, dal 2009 al 2013. Quel periodo di carriera fu, per Mazzarri, il migliore in assoluto, da qualsiasi punto di vista.

AC Siena v SSC Napoli - Serie A

NUMERI – Basterebbe guardare semplicemente i numeri della sua permanenza a Napoli per capire l’importanza del ciclo che ha attraversato Mazzarri in quella città. Quando arrivò nel 2009, il suo primo periodo fu impressionante: rimase imbattuto da settembre 2009 fino al febbraio 2010, quando fu l’Udinese a Battere il Napoli 3-1. Ma, allargando la lente, nelle 182 partite disputate da Mazzarri con i partenopei, furono ben 89 le vittorie, 49 i pareggi e 44 le sconfitte. Per quanto riguarda i gol, sono stati 296 quelli realizzati e 208 quelli subiti. Nel suo periodo a Napoli riusci anche a scoprire il talento di diversi giocatori, da Hamsik a Lavezzi, fino ad Edinson Cavani, il fiore all’occhiello dell’avventura azzurra di Mazzarri. Da attaccante esterno, il tecnico trasformò l’uruguaiano in uno dei migliori centravanti del mondo.

25 ANNI – Mazzarri ha anche avuto il merito di sfatare un tabù con la squadra partenopea: nel 2012, in pieno dominio della Juventus, che andava a conquistare il suo primo scudetto dell’era Conte, il tecnico di San Vincenzo riuscì a sconfiggere proprio i rivali bianconeri in finale di Coppa Italia, riportando il trofeo in casa azzurra dopo 25 lunghi anni. Per l’allenatore toscano quella Coppa Italia è ancora oggi l’unico trofeo che sia riuscito a vincere, simbolo del suo ottimo lavoro con il Napoli. La Supercoppa successiva contro i bianconeri terminò con una sconfitta per 4-2 tra le polemiche, con lo stesso Mazzarri che fu espulso.

ROME, ITALY - MAY 19: Michael Bradley (L) and Leandro Castan of AS Roma compete for the ball with Edinson Cavani (C) of SSC Napoli during the Serie A match between AS Roma and SSC Napoli at Stadio Olimpico on May 19, 2013 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)
ROME, ITALY – MAY 19: Michael Bradley (L) and Leandro Castan of AS Roma compete for the ball with Edinson Cavani (C) of SSC Napoli during the Serie A match between AS Roma and SSC Napoli at Stadio Olimpico on May 19, 2013 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Domenica, allo stadio San Paolo, non sarà una gara come tutte le altre per Walter Mazzarri: tanti saranno i ricordi che gli ritorneranno in mente, e molti saranno positivi. Ma dopo i ricordi bisogna ritornare alla realtà, e c’è una sfida da affrontare contro una squadra che è quasi perfetta.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Conta7 - 2 mesi fa

    Come blasone della squadra certamente sì, è stato il suo periodo migliore.
    Ma non dimentichiamoci che una caratteristica di tutta la carriera di Mazzarri è stata sempre quella di valorizzare le rose a disposizione, andando spesso oltre le aspettative in rapporto alla qualità dei giocatori a disposizione.
    Livorno, Reggina, Samp, Napoli, Inter (non ditemi che quel 5^ posto con cambio societario e una squadra ridicola con i vari Jonathan, Nagatomo, Kuzmanovic, Taider – e chi più ne ha più ne metta – non fu grande cosa….)

    E’ per questo che spero vivamente che Cairo & Co. si diano una svegliata: secondo me se riusciamo ad allestire una rosa secondo le giuste indicazioni possiamo aprire un ciclo molto interessante!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. sempre_toro - 2 mesi fa

    Se ne prendiamo solo 5 , va bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy