Torino, meglio il 4-3-3 o il 4-2-3-1? Miha ancora indeciso

Torino, meglio il 4-3-3 o il 4-2-3-1? Miha ancora indeciso

L’analisi / Il Toro contro l’Atalanta è parso troppo inefficace in avanti ma con soli due uomini a centrocampo, c’è il rischio che saltino gli equilibri in difesa…

15 commenti

Nel finale della scorsa stagione il Torino pareva aver trovato un suo equilibrio, con il 4-2-3-1 che sembrava pronto per essere il marchio del campionato 2017-18. I risultati, però, hanno cominciato a scarseggiare e si è notata una certa carenza a metà campo. Il Toro non era una squadra equilibrata, subiva troppi gol e quindi Sinisa Mihajlovic, dopo la sconfitta contro la Fiorentina, anche per salvare la panchina, ha deciso di ritornare al modulo dell’annata precedente, il 4-3-3.

LEGGI: Torino-Atalanta 1-1, le tre sentenze: il Grande Torino frena le ambizioni granata 

Con tre centrocampisti i granata hanno una mediana più solida che in fase d’interdizione. Rincon come schermo davanti alla difesa, insieme a due mezzali dinamiche come Baselli e Obi, riesce a lavorare meglio. Lo dimostrano le sole quattro reti subite nelle cinque partite giocate con il 4-3-3. I problemi che si pongono adesso sono sull’altro versante, ovvero, l’attacco. Il Toro fa fatica ad andare in rete ed a imbastire azioni offensive. In attacco Belotti appare troppo solo, Ljajic in fascia non riesce a dare continuità ed, inoltre, bisogna lasciar in panchina Niang perché non c’è spazio per lui nel tridente titolare e, considerando l’investimento fatto, il giocatore non può stare a guardare i compagni sino alla fine del campionato. L’unico che si adatta bene in entrambe le situazioni è Iago Falque, che appare il più in forma della squadra.

Contro le big la squadra sembra giocare meglio con il 4-3-3, mentre con le altre formazioni il Toro ha bisogno di proiettarsi di più all’attacco. La dimostrazione è arrivata sabato, quando con l’inserimento di Boyè ed il ritorno al 4-2-3-1, la squadra ha cominciato a creare più azioni ed a rendersi pericolosa dopo una prima fase della ripresa sottotono.

LEGGI: Toro News Award 2017/2018, Sirigu solitario in testa. N’Koulou aggancia Ljajic

Al termine del match Miha si è presentato in conferenza stampa, affermando: “Col 4-3-3 abbiamo più equilibrio dietro ma facciamo fatica a segnare”. D’altro canto dopo la partita contro la Fiorentina aveva affermato: “Da adesso facciamo a modo mio” ed era ritornato con il centrocampo a tre. In questo momento l’allenatore pare non abbia ancora le idee chiare su come schierare la squadra, affinché ci sia un giusto equilibrio tra difesa ed attacco. Il tecnico serbo, in queste ore, starà pensando come raggiungere il giusto compromesso; per arrivare al prossimo match contro la Lazio, con la soluzione tattica più congeniale.

15 commenti

15 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. wally - 2 settimane fa

    meglio il 3-5-2.. N’Koulou,Burdisso e Moretti o Lyanco centrali…Ansaldi e Barreca (o Molinaro) esterni bassi – Rincon,Baselli e Obi a centrocampo e Belotti con Lijaic o Iago davanti..che ccè vo?…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13658523 - 2 settimane fa

    meglio……che se ne vada

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. robi - 2 settimane fa

    Beh se a questo punto miha non ha ancora capito quale schema usare direi che possiamo pensare alla prossima stagione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ilpalodiBeruatto - 2 settimane fa

    “Pare che non abbia le idee chiare su come schierare la squadra…”!! Mi sembra che anche toronews si sia resa conto di questo allenatore imbarazzante. D’altronde dopo un anno e mezzo stare a questo punto!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ciccio76 - 2 settimane fa

    Certo avere questi problemi a metà campionato è molto incoraggiante ma il patentino per allenare lo ha preso alla Coop?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Granat....iere di Sardegna - 2 settimane fa

    Qualsiasi sia lo schema scelto se non c è equilibrio e non c è corsa (siamo sempre ultimi come km percorsi) si può dire tutto e il contrario di tutto. Un attaccante in più non vuol dire essere più incisivi in attacco così come un centrocampista in più non vuol dire maggiore copertura…Siamo sempre li, se non ci mette la pezza lui che ha il patentino chi lo dovrebbe fare?…finirà che a gennaio dirà che ci vogliono alcuni innesti per andare in Europa, qualcosa mi dice che stavolta cairo lo manda a lavorare nella miniera di Sassu scriptu nei pressi di Carbonia (fantozzi docet)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Athletic - 2 settimane fa

    Non è questione di moduli, se continuiamo a non fare movimento senza palla, se non abbiamo sche né idee, se non giochiamo da squadra, possiamo adottare qualsiasi modulo vogliamo, ma il risultato sarà sempre lo stesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. vittoriogoli_184 - 2 settimane fa

    Mentre il ns/ genio pensa l’Udinese travolge il Crotone 3-0 e si situa a due punti da noi. Davanti abbiamo sei squadre e noi pareggiamo in casa con Verona e Chievo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. valdama_245 - 2 settimane fa

    Ma ancora a parlare di numeri inutili la squadra non ha gioco nè in un modo nè nell’altro. Un allenatore capace farebbe rendere i giocatori che ha dandogli un gioco, qualche schema etc…. Il nostro unico schema per ora sempre riuscito è palla indietro a Sirigu che calcia lungo in fallo laterale………… Stesso schema utilizzato da Ventura con Padelli. Ripeteró alla nausea che se avessimo un allenatore non saremmo in questa situazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. wToro - 2 settimane fa

    Qui ci vuole bizona 5-5-5 di Oronzo Cana

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. prawn - 2 settimane fa

    Il 5-0-5 ci ha dato così tante soddisfazioni, che fine ha fatto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. rossogranata - 2 settimane fa

    Il modulo lo sceglierà in base alle fasi lunari. Domenica 12 abbiamo la luna a ponente. Allora il primo tempo applicherà il modulo di attacco 433 e il secondo tempo se la Lazio ha già fatti 2 goal allora converrà di non prenderne troppi il 4231.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Mario66 - 2 settimane fa

    Pensa un pò… siamo quasi a metà campionato ed il nostro allenatore non sa ancora quale modulo utilizzare. In ogni caso a prescindere dal modulo manca un’organizzazione di gioco. Così il risultato sarà sempre fallimentare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Junior - 2 settimane fa

    il fatto che avremmo sofferto con squadre teniche era risaputo. baselli da solo non puó sopperire a tutto il centrocampo, gli ci vuole una mezzala che fa avanti e dietro (e Adem non mi sembra il tipo corridore), oppure un mediano che spinge avanti la manovra. non si puó pretendere che il Gallo si faccia chilometri indietro per raccogliere palloni, poi arriva in porta spompato.
    il 433 con la lazio lo vedo piú auspicabile ma i nostri devono correre di piú!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. abatta68 - 2 settimane fa

    Se giochiamo col4-2-3-1 a Roma ne prendiamo 4 senza battere ciglio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy